Attualità » Primo piano A Umbertide il convegno sui disturbi del comportamento alimentare 'L'anima ha bisogno di un luogo'

Sabato 13 aprile, alle ore 9.30, presso la Fabbrica Moderna (Fa.Mo.) di Umbertide si svolgerà un convegno promosso da Assofarm Umbria (associazione che rappresenta i servizi farmaceutici gestiti direttamente dai Comuni e le società che gestiscono le farmacie pubbliche) che affronterà il delicato tema dei disturbi del comportamento alimentare (DCA) dal titolo “L'anima ha bisogno di un luogo”. Il progetto prevede una serie di incontri che hanno avuto inizio a partire dal 6 aprile e che si concluderanno l'8 giugno 2019, a cura delle farmacie pubbliche dell'Umbria aderenti ad Assofarm ed è stato realizzato in collaborazione con il Centro DCA Palazzo Francisci di Todi, diretto dalla dottoressa Laura Dalla Ragione. “L'anima ha bisogno di un luogo” nasce per sensibilizzare l'opinione pubblica, facendo conoscere la frequenza, le caratteristiche e le gravi conseguenze che questi disturbi possono avere per la salute fisica e psicologica di chi ne soffre. Tutto questo al fine di creare una rete di competenze verso chi è colpito da DCA, personalmente o in famiglia, per combatterne il disagio relazionale, il senso di abbandono e sconfiggere l'omertà che spesso accompagna questi disturbi. L'iniziativa ha ottenuto il patrocinio della Regione Umbria, dell'Ordine dei farmacisti di Perugia e dei Comuni umbri che gestiscono farmacie pubbliche. Dopo i saluti introduttivi del sindaco di Umbertide, Luca Carizia, prenderà il via l'incontro che sarà moderato dalla vicesindaco Annalisa Mierla. A seguire si succederanno gli interventi del coordinatore di Assofarm Umbria, Virgilio Puletti, della direttrice della Farmacia Comunale 2, Luisella Selvi, della psichiatra e responsabile del Centri DCA della Usl Umbria 1, Laura Dalla Ragione e della coordinatrice dell'ambulatorio DCA, Francesca Rossetti. Al termine della proiezione di un video con delle testimonianze di pazienti, prenderanno la parola le dirigenti scolastiche Gabriella Bartocci (I Circolo-Istituto comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga), Franca Burzigotti (Campus “Leonardo Da Vinci) e Angela Monaldi (II Circolo). Seguirà l’intervento del presidente della Fondazione Mòveo, Paolo Arcelli. Infine verrà lasciato spazio a un dibattito aperto.

09/04/2019 13:04:01 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Volley serie D: nella trasferta di Foligno prevalgono le padrone di casa

Foligno – La penultima trasferta dei playoff era forse l’ultima occasione per centrare l’obiettivo della promozione. Certo, dopo l’andamento altalenante delle partite precedeneti, l’imperativo era vincere. Cosa certamente alla portata della squadra di Maddalena Rosi, che nel corso della regular season, al netto di qualche comprensibile pausa, aveva dimostrato di avere le carte in regola per fare il salto di categoria. Dimostrazione data nonostante le assenze per infortuni e per altri motivi avessero complicato il percorso. A Foligno … come volevasi dimostrare, non potevano non pesare le assenze di Ottaviani, di Palazzetti e di Rometti, che hanno costretto la seconda palleggiatrice Fiorucci a secendere in campo nonostante un fastidioso risentimento muscolare. Dunque una formazione più che rimaneggiata, che ha imposto scelte a dir poco inusuali, come ad esempio quella di schierare Althea Giulietti con la maglia “normale”. E c’è mancato poco che si arrivasse al tie break, segno che le umbertidesi ce l’hanno messa tutta, peraltro dovendo lottare anche con altre sfortune durante il match.   FOLIGNO PARTE FORTE Al fischio di inizio Umbertide soffre troppo la battuta, soprattutto di Adriani, che mette a segno una serie che scava il solco (9 – 3). A metà set dalla parte delle ospiti Fiorucci avvicenda Sarnari e alcuni buoni attacchi di parimo tempo di Polidori, oltre a un ace della centrale umbertidese, consentono un parziale recupero. Ma il problema è che, senza la posssibilità di avere la punte di diamante della prima linea, l’attacco incide poco e le concusioni di palla bassa non bastano. Il frangente finisce con un significativo 25 a 11. Il secondo set è un po’ la fotocopia di quello precedente. La rotazione iniziale premia ancora il servizio delle padrone di casa, che si portano a + 5 (8 – 3). Per le ospiti si comincia a vedre qualche buon muro, ma è ancora troppo poco e i due aces di Fiorucci e Leveque servono solo a mitigare il punteggio finale, che è ancora nettamente a favore di Foligno (25 – 16).   REAZIONE D’ORGOGLIO Coach Rosi capisce che dave dare una scossa e fin dall’inizio del terzo set fa entrare in campo Althea Giulietti, che “di mestiere” fa il libero, cma che certo potrebbe dare stabilità alla squadra, soprattutto in seconda linea. Fiorucci rimane in campo e a metà frazione c’è la svolta. Al palleggio va proprio Fiorucci, mentre Ubaldi, che peraltro ha inizato la sua carriera come attaccante, viene utilizzata come opposto. E’ proprio Ubaldi a mettere a segno qualche buon attacco, che consente di recuperare lo svantaggio (da 17 – 11 a 19 – 15). Althea Giulietti va al servizio sul 21 – 17 e mette a segno un’ottima serie. Foligni rimarrà a 22 e saranno proprio le battute di Althea Giulietti a propiziare gli attacchi vincenti che consentiranno alle umbertidesi di aggiudicarsi il parziale (22 – 25). Il quarto paziale apre proprio con un ace di Althea Giulietti. Poi Umbertide mette as egno un break con il mani out di Ercolani (1 – 3). Foligno recuoera e pareggia (6 – 6) e a quel punto, su un suo attacco da posto 2, l’arbitro decreta il punto a favore della padrone di casa, ma l’impressione (forse qualcosa più di un impresione … ) è che la palla sia nettamente out. Forse è l’episodio chiave. Un episodio che mina un po’ le convinzioni delle ospiti, che fatalmente subiscono il contraccolpo e vanno di nuovo sotto (18 – 11). Ma l’orgoglio e la mano ci sono e la squadra di Rosi non ci sta a gettare la spugna, recuperando tutto lo svantaggio a partire dall’attacco di primo tempo di Moretti, completata dall’eccellente serie al servizio di Ercolani, che consente il pareggio con l’ace che vale il 19 a 19. Foligno si riporta avanti (22 – 19), ma tre monster block di Polidori riportano il punteggio in bilico (23 – 22). La partita si decide su un paio di episodi, che senza nulla togliere alle folignati, sarebbero potuti volgere a favore di Umbertide, ma che inesorabilmente decretano la conquista del parziale (25 – 22) e del match a favore delle prime.   SPERANZE E BILANCI Forse è già tempo di bilanci. Già, perché la situazione di classifica è ormai quasi del tutto compromessa. Servirebbe vincere le due prossime partite (in casa contro Tavernelle e a Trevi) aggiudicandosi tutti i sei punti in palio. Ma forse non basterebbe, perché servirebbero incroci di risultati alquanto improbabili. Però srvirà ripartire proprio dalle prosisme due partite, senza piangere sul latte versato e guardando al futuro. Perché se come è più che probabile l’impresa della promozione non riuscirà, si tratterà di guardare al prossimo campionato, quando facendo tesoro (anche) di questa esperienza e possibilmente senza intoppi, l’obiettivo della promozione non sarebbe una chimera.     FOLIGNO VOLLEY – VOLLEY UMBERIDE = 3 - 1 (25-11, 25-16, 22-25, 25-22)   FOLIGNO VOLLEY: Pacilio (C), Falcinelli P., Mancinelli, Adriani, Gaudenzi, Pagnini, Falcinelli F., Gaudenzi, Crescimbene, Mazzicchi S., Mazzicchi G., Trabalza (L). Allenatore: Marco Loreti. Vice allenatore: A. Loreti.  (dati relativi agli scores individuali e altro non disponibili)   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C) 4, Ercolani 10, Leveque 4, Polidori 14, Moretti 6, Fiorucci 7, Giulietti A. 1, Sarnari, Girelli (L1), Giulietti M. (L2). N.e: Beacci. Allenatore: Maddalena Rosi. (b.s. 9; aces 6; muri 11; errori 24)    Arbitro: Raffaella Medoli

09/04/2019 12:35:59 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: Magnifica Umbertide, 'La Bottega del Tartufo' stende Bologna 67-64

Rialza la testa con un’impresa sulla corazzata Matteiplast Bologna, La Bottega del Tartufo Umbertide. Ancora una volta le ragazze di coach Contu hanno dimostrato che non esistono avversarie imbattibili. Non era facile vincere dopo due stop in tre partite. Facile infatti non è stato. Le umbertidesi hanno dovuto arrancare per portare a casa i due punti. Le felsinee hanno piazzato un parziale di 18-2 a metà del primo quarto, con la PF Umbertide che sembrava avere già il destino segnato. Giudice e compagne però non si sono arrese e con caparbietà hanno rimontato fino al meno 1. Due triple di Tava hanno portato poi le felsinee sul 38-29 di metà partita. Nella ripresa la mentalità delle bianco-azzurre è apparsa fin da subito diversa rispetto ai primi due quarti. Grazie a Pompei, che ha festeggiato proprio nella giornata di oggi il compleanno, Umbertide ha raggiunto il pareggio a quota 45 a 1:47 dalla fine del terzo periodo. La quarta frazione è stata invece vietata ai deboli di cuore, con le squadre che si sono inseguite fino all’ultimo, con D’Alie che ha sbagliato la tripla dell’eventuale pareggio. La Bottega del Tartufo Umbertide può così festeggiare l’ennesima impresa in questa meravigliosa stagione. Risultato finale di 67-64 con la PFU che raggiunge quota 34 punti in classifica e mantiene il già confermato settimo posto. Attimi di apprensione per Beatrice Olajide, che è dovuta uscire dal parquet accompagnata dai sanitari, a causa di un contatto all’anca, ma gli esami radiologici hanno dato esito negativo. Speriamo di recuperare la nostra giocatrice per la prossima partita. Ancora una volta menzione d’onore per il pubblico umbertidese, numeroso e caloroso. Ora le ultime tre partite della regular season con le trasferte di Roma contro Athena di domenica 14 Aprile e Campobasso Mercoledì 24. Ultima di campionato sabato 27 aprile alle 20:30 al Pala Morandi contro La Spezia. A Maggio sarà tempo di playoff.   La Bottega del Tartufo Umbertide vs Progresso Matteiplast Bologna 67-64 (11-22, 29-36, 47-47)   LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE: Pompei 7, Giudice 19, Riccioni ne, Prosperi 12, Spigarelli 2, Albanese, Cvitkovic 17, Moriconi 5, Paolocci 3, Olajide 2. Allenatore: Alessandro Contu. Vice: Michele Crispoltoni. PROGRESSO MATTEIPLAST BOLOGNA: D’Alie 12, Cordisco 1, Tassinari 12, Dall’Aglio, Tava 16, Meroni 6, Tridello 4, Storer, Prisco, Grandini, Nannucci 7, Rosier 6. All. Giroldi. 

09/04/2019 12:25:47 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Direzione artistica del Teatro dei Riuniti, un nuovo capitolo di una vecchia storia

La stagione teatrale 2018/2019 del Teatro dei Riuniti di Umbertide, diretta e gestita dell'Accademia dei Riuniti, è stata una stagione particolare per molti motivi. E’ stata una stagione caratterizzata dalla riapertura del teatro dopo una chiusura forzata durata più di un anno, dal grande successo di pubblico oltre ogni più rosea previsione ma anche dalla prima programmazione senza il supporto dello storico direttore artistico Achille Roselletti. Un grande lavoro artistico ed organizzativo in un periodo eccezionale, nel vero senso etimologico del termine, che non ha impedito ai soci dell'Accademia dei Riuniti di interrogarsi sul futuro del teatro umbertidese. Oggi è possibile non solo tracciare un bilancio di questi mesi, ma anche individuare la strada che la compagnia intende percorrere nei prossimi anni e quindi, con grande orgoglio, comunicare il nome del nuovo direttore artistico del Teatro dei Riuniti. Una premessa doverosa: per la storica compagnia umbertidese è stata una scelta non facile, sospesa tra continuità e innovazione, tra volontà di consolidamento della propria storia e necessità di indirizzarsi verso nuovi approdi artistici.   Il direttore artistico del Teatro dei Riuniti di Umbertide, per tutta la durata dell'affidamento in capo all'Accademia dei Riuniti, sarà Massimiliano Civica, tra i più brillanti protagonisti della scena teatrale italiana, con al suo attivo numerose e significative esperienze di direzione teatrale e regia. Al suo fianco, come consulente artistico, sarà presente Piergiorgio Giacchè, probabilmente il più grande antropologo teatrale italiano (e sappiamo che sorriderà leggendo questa infelice definizione).   Teniamo a sottolineare come entrambi abbiano accettato di imbarcarsi in questa avventura a titolo gratuito, immaginiamo stimolati dal pensiero di raccogliere una eredità dolce e pesante allo stesso tempo, avendo conosciuto e apprezzato l’originale lavoro fatto da Achille Roselletti in tanti anni di attività. A loro va un immenso “grazie” e un incondizionato applauso, sapendo come non sia per nulla scontato il fatto che una piccola realtà teatrale come quella umbertidese possa avvalersi di professionisti di tale livello.   L’individuazione di una nuova direzione artistica è uno snodo fondamentale nella vita di un teatro e per questo crediamo che, per il pubblico del Teatro dei Riuniti, la miglior maniera di conoscere i protagonisti di questa nuova avventura sia di incontrarli direttamente, sulla scena. E’ per questo che invitiamo tutto il nostro pubblico per il giorno GIOVEDI’ 11 APRILE, alle ore 21.00, presso il Teatro dei Riuniti, quando il nuovo direttore artistico Massimiliano Civica si presenterà con una conferenza-spettacolo dedicata ad Eduardo De Filippo, dal titolo “Parole imbrogliate”. Rileggendo le note di presentazione della conferenza, il nostro pensiero non può che andare al ricordo di Achille Roselletti e alla nuova strada che intraprendiamo nel solco dei suoi insegnamenti.  

05/04/2019 18:43:02 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Terzo appuntamento con 'I ristulzini del Mercato della Terra'

Per iniziare al meglio la bella stagione Pro-Loco Umbertide e Slow Food Alta Umbria sono lieti di invitarvi ai ‘’I Ristulzini del Mercato della Terra’’ che punteranno a stuzzicare il vostro palato all’insegna dei sapori del territorio, rigorosamente a km0. Quattro appuntamenti per gustare al meglio i prodotti offerti dal caratteristico Mercato della Terra, realtà ultradecennale che ogni sabato mattina arricchisce Piazza Matteotti di Umbertide. Lasciate alle spalle le prime due mattinate dedicate a ‘’La Paella del mercato’’ e la Ribollita, si entra adesso nel vivo con le due date di aprile. Questo sabato, 6 aprile, ci trovate ancora una volta in Piazza Matteotti a partire dalle ore 10:30 circa con una croccante e leggera (per quanto possibile!) frittura di “Verdure del mercato pastellate”. Insomma, non perdete la terza puntata di quattro per capire, assaporare, ma soprattutto immergersi nel mondo dei piccoli produttori dell’agroalimentare del nostro territorio. Una preziosa realtà, accessibile settimanalmente grazie ad uno dei progetti più longevi ed allo stesso tempo iconici di Slow Food, che vede proprio ad Umbertide, uno dei suoi fiori all’occhiello. Le degustazioni, gratuite per tutti i soci di Pro-Loco Umbertide e Slow Food Alta Umbria, si terranno tutte in concomitanza con il Mercato della Terra. Ricordiamo infine che per tutto il periodo dei Ristulzini, sarà aperto il tesseramento di entrambe le associazioni. Per ulteriori informazioni consultate la locandina ufficiale. Vietato mancare!    

04/04/2019 18:48:47 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy