Notizie » Politica M5S Umbertide:''Una seria programmazione antizanzare''

Riceviamo e pubblichiamo UNA SERIA PROGRAMMAZIONE ANTIZANZARE In questi giorni il M5S ha ricevuto numerose proteste da parte dei cittadini che abitano nella zona nord del comune di Umbertide. Il motivo è presto detto: i loro paesi sono invasi dalle zanzare. Ma come? Il comune aveva detto che ci sarebbe stata la disinfestazione il 7 agosto! Andando a guardare meglio nell’annuncio del comune le zone oggetto di disinfestazione erano solo il capoluogo e le frazioni a sud del comune. E le altre frazioni? Su nostra richiesta dagli uffici comunali ci è stato risposto che la disinfestazione della zona nord non è prevista. Forse sono dei cittadini di serie B? Vorremmo far presente all’Amministrazione comunale che le zanzare pungono anche chi abita nella zona nord del comune. Possibile che, per esempio, non si faccia la disinfestazione di Montecastelli con il Tevere che scorre proprio lì vicino? Possibile che non si faccia la disinfestazione di Calzolaro con tutti i problemi di cui si parla ormai da tempo? Speriamo che sia solo un problema di programmazione e che venga fatta al più presto. Visto il sempre maggior numero di zanzare il M5S presenterà un ordine del giorno per una corretta gestione del problema che va dalla difesa della biodiversità, ristabilendo gli habitat dei predatori, alle iniziative con le scuole e campagne di informazione per impedire la proliferazione di questo insetto, dal tipo di prodotto utilizzato ai tempi di disinfestazione, che non sono obbligatoriamente quelli della festa dell’Unità come accade sempre ad Umbertide.  

18/08/2017 16:00:59 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano IL COMANDANTE GENERALE DEI CARABINIERI, TULLIO DEL SETTE IN VISITA AI CARABINIERI DI NORCIA

A quasi un anno dalle prima scossa del 24 agosto 2016, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Tullio DEL SETTE, è tornato, ancora una volta, a congratularsi personalmente con tutti i suoi Carabinieri che dallo scorso anno, in seguito alle reiterate e disastrose scosse sismiche, sono impegnati, quotidianamente, senza sosta e senza risparmiarsi nei servizi di vigilanza e controllo del territorio nel comprensorio di Norcia. Sempre al fianco dei cittadini, i Carabinieri continuano a prodigarsi, garantendo sicurezza e contribuendo alla rinascita dei centri colpiti dal sisma. Il Comandante ha visitato la Tenenza Carabinieri di Norcia e le Stazioni Carabinieri Forestali di Norcia e Norcia Parco, che attualmente sono dislocate nei moduli abitativi provvisori, necessari a soddisfare le esigenze abitative – logistiche - operative dei Reparti dell’Arma. Accompagnato dai vertici dell’Arma locale, erano presenti, tra l’altro, il Comandante interinale della Legione Umbria, Colonnello Franco Bartolini, nonché militari degli Organismi militari di Rappresentanza Centrale del Co.CER e di base del Co. BAR, il Comandante Generale ha salutato tutti i militari presenti nonché quelli appartenenti ai vari reparti di rinforzo, attualmente ancora in servizio in Umbria, 30 unità dei Battaglioni Mobili, provenienti dai Reparti di Firenze, Mestre e Gorizia ancora impiegati soprattutto in attività anti-sciacallaggio a salvaguardia delle abitazioni abbandonate. Al termine, il Generale Del Sette ha continuato la sua visita istituzionale presso i Comandi Arma degli altri centri colpiti dal terremoto, recandosi prima ad Arquata del Tronto e successivamente ad Accumoli ed Amatrice.

17/08/2017 18:41:21 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano I Carabinieri di Assisi e Bastia Umbra impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio

Nel corso di un servizio a largo raggio effettuato il giorno di Ferragosto, che ha interessato i comuni di Assisi, Bastia Umbra e Valfabbrica, i Carabinieri di Assisi hanno controllato 60 persone, 1 locale pubblico e 50 veicoli. Il servizio che ha visto il considerevole impiego di militari, circa 30 a bordo di 10 autovetture con i colori d’istituto, con l’ausilio anche dei militari della S.O.S (Squadra Operativa di Supporto) dell’8° Reggimento Lazio, ha interessato le più importanti arterie stradali nonché i luoghi particolarmente frequentati da pregiudicati e tossicodipendenti. Nel corso dei controlli, organizzati nel periodo di massimo afflusso di turisti, sono stati deferiti in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria: due minorenni per ricettazione, in quanto sorpresi a scorrazzare per le vie di Bastia Umbra a bordo di un ciclomotore risultato rubato la sera precedente e restituito al legittimo proprietario; due cittadini stranieri per ricettazione in quanto trovati in possesso di due biciclette provento di furto, restituite ai legittimi proprietari; un 19enne per ricettazione in quanto, all’interno del proprio garage, è stata rinvenuta una motocicletta asportata alcuni mesi fa a Torgiano; quattro automobilisti per guida in stato di ebbrezza alcoolica con il relativo ritiro delle patenti di guida; un’ automobilista per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti con relativo ritiro della patente; un 28enne per evasione in quanto non è stato rintracciato presso la propria abitazione dove si trovava sottoposto agli arresti domiciliari; due cittadini stranieri per omessa esibizione dei documenti di identificazione e mancata ottemperanza al decreto di espulsione; segnalati alla Prefettura di Perugia per uso personale di sostanza stupefacente due giovani di cui uno straniero, in quanto trovati in possesso di complessivi gr. 2 di marijuana. Particolare attenzione è stata posta inoltre all’annoso problema dei c.d. “parcheggiatori abusivi” nelle zone limitrofe alle Basiliche ed ai supermercati, dove sono stati sorpresi sei nigeriani intenti a “molestare” i turisti ed i cittadini. Nel complesso sono state elevate sanzioni amministrative per più di 4.000 euro ed è stata sequestrata l’intera somma provento dell’attività illegale.    

17/08/2017 18:30:11 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perugia: operazione ''Movida'', 5 arresti e 8 denunce

E’ più che positivo il bilancio dei risultati ottenuti all’esito dei controlli straordinari delle zone della movida del capoluogo umbro pianificati dal Questore di Perugia Francesco Messina su disposizione della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato. Il piano di alto impatto ha coinvolto le Squadre Mobili di numerose Questure sull’intero territorio nazionale coordinate dal Servizio Centrale Operativo. Il progetto che aveva come obiettivo il contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti negli ambienti frequentati da giovani e giovanissimi, ha visto impegnati anche i poliziotti della Squadra Mobile di Perugia con l’ausilio degli equipaggi del reparto Prevenzione Crimine. Decine le pattuglie impiegate affiancate dai poliziotti specializzati nelle attività investigative. Nel corso dei servizi sono state 159 le persone controllate. Di queste, 39 sono risultati gravati da precedenti e pregiudizi di polizia. 5 gli arrestati e 8 i denunciati a piede libero; 89 i veicoli controllati. Tra questi, un cittadino albanese dell’88 è stato arrestato ed il connazionale che era con lui è stato denunciato a piede libero per possesso ai fini di spaccio: il 35enne occultava negli slip 13 dosi di cocaina per un peso complessivo di 6,91 grammi e 1050,00 €. Nel corso dei controlli sono stati rintracciati ed arrestati altresì due cittadini tunisini, dell’81 e del ’76, sui quali gravava un’ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Perugia per spaccio di stupefacenti ed un italiano del ’66, pregiudicato per reati contro il patrimonio, sul quale pendeva un provvedimento di carcerazione per aver violato le prescrizioni detenzione domiciliare cui era sottoposto. Un cittadino tunisino dell’82, pluripregiudicato, è stato denunciato per minacce gravi e percosse commesse ai danni di un avventore all’interno di un locale di Villa Pitignano. Altri tre stranieri, due marocchini ed un albanese sono stati denunciati per minacce aggravate, danneggiamento aggravato e lesioni dopo che, allontanati dai dipendenti di un locale di Balanzano per la loro condotta molesta, si sono ripresentati poco dopo e, armati di bastoni, hanno mandato in frantumi la porta di vetro dell’ingresso per tentare di entrare. Ad un 22enne italiano fermato a bordo di un veicolo privo di revisione, è stata sottoposta a sequestro amministrativo l’auto. Un marocchino del ’78 ed un italiano del ’91, trovati in possesso rispettivamente di 3,06 e 0,42 grammi di hashish è stato contestato il possesso ad uso personale.

16/08/2017 17:09:45

Attualità » Primo piano Perugia: rissa in un locale, denunciati tre stranieri

Sono arrivati nel locale notturno verso mezzanotte. Ma dopo un paio d’ore dall’arrivo, il loro atteggiamento molesto aveva costretto il responsabile della sicurezza a chiedere loro di andarsene. La richiesta, tuttavia, deve essere suonata come un affronto ai tre stranieri, due marocchini di 33 e 32 anni ed un albanese di 33. Assecondando apparentemente il responsabile dell’esercizio, si sono allontananti. Un’ora dopo il trio si è ripresentato chiedendo nuovamente di entrare. Al diniego dei dipendenti, gli stranieri hanno reagito sfilandosi le cinture dai pantaloni e dirigendosi, con atteggiamento minaccioso, verso il responsabile della sicurezza. Il marocchino ad un certo punto, si è defilato tornando poco dopo con tre bastoni e consegnandone due ai suoi compagni. Vista la situazione, gli addetti alla sicurezza sono entrati nel locale ed hanno chiuso la porta riuscendo a resistere ai tentativi dei tre di aprirla. Non riuscendo a farsi largo, gli stranieri hanno iniziato a colpire la vetrata della porta di ingresso sia con i bastoni che con bottiglie di vetro fino ad infrangerla. Il responsabile della sicurezza ed un cameriere hanno tentato allora di allontanare i tre uscendo di nuovo dal locale. Un colpo di bastone ha attinto il cameriere alla testa. Riusciti, finalmente a contattare il 113, all’arrivo della Volante i tre aggressori hanno cerfcato di disperdersi e fuggire ma sono stati prontamente bloccati dagli agenti. Condotti in Questura e compiutamente identificati, sia l’albanese che il marocchino dell’85 sono risultati gravati da pregiudizi. Per quest’ultimo inoltre, irregolare sul territorio nazionale, sono state avviate le procedure per l’espulsione. Per tutti è scattata la denuncia a piede libero per lesioni, minacce aggravate e danneggiamento aggravato.

16/08/2017 17:01:02

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy