Attualità » Primo piano Città di Castello: una nuova persona positiva dall'Est europeo che si aggiunge ai due tifernati di lunga durata

“Ieri avevamo annunciato un quadro legato al Covid-19 estremamente rassicurante, perché permanevano due positivi di lunga durata, non più sintomatici e in via di negativizzazione, e avevamo dato notizia della guarigione dopo pochi giorni di una signora moldava non residente a Città di Castello, che aveva effettuato i tamponi qua ed era stata posta in isolamento a Villa Muzi. A fronte della guarigione di questa signora c’è stata un’altra situazione, sempre di una signora straniera, questa volta polacca, che è risultata positiva ieri, e che verrà trasferita a Villa Muzi, dove verrà assistita nel modo migliore possibile. Oggi, quindi, a Città di Castello abbiamo ufficialmente due positivi tifernati di lunga durata, che speriamo guariscano presto perché abbiamo buone notizie al riguardo che non possiamo comunque dare finché non saranno ufficiali, e una  signora polacca, le cui condizioni non sono particolarmente complesse per fortuna, ma richiedono l’isolamento domiciliare, come è giusto che sia, per la sicurezza e la tutela di tutti”. Il sindaco Luciano Bacchetta ha aggiornato così stamattina la situazione della diffusione del Covid-19 a Città di Castello. “Ci troviamo di fronte a una situazione parzialmente nuova, nella quale il virus sembra non colpire più persone autoctone, ma provenienti dall’estero”, ha osservato il primo cittadino, nel rimarcare che “la situazione è comunque sotto controllo, da quanto ci dice l’Asl, visto che si tratta di persone che provengono dall’Est Europa che all’arrivo in Italia sono state sottoposte a tamponi per evitare rischi di contagio”. “Pur essendo non particolarmente allarmante è comunque una situazione che è giusto e doveroso comunicare ai cittadini, perché a volte ci sono voci e notizie che possono risultare infondate”, ha puntualizzato Bacchetta, che ha precisato: “le uniche informazioni accreditate sono quelle che riferiamo noi e ci provengono dalla fonte ufficiale che è l’Asl di Città di Castello, altre fonti sono relativamente attendibili, anzi mi pare che non lo siano”. “Questo è il contesto e il quadro vero, se ci sono notizie e informazioni è bene che i cittadini siano messi al corrente, ma devono conoscere cose vere e non le supposizioni e le illazioni che sento ogni tanto trapelare”, ha ribadito Bacchetta

10/07/2020 17:58:58 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Il grazie all'Associazione Volontari Umbertide dal Sindaco Carizia e l'Assessore Pierucci

“Tra il Comune e l'Associazione Gruppo Volontari Umbertide c'è stata una stretta sinergia per il sostegno alle fasce più sensibili della popolazione attraverso la collaborazione con i servizi sociali. L'associazione, così come le altre realtà di volontariato del territorio, durante l'emergenza non si è mai fermata e ha sempre dato il proprio sostegno. Per questo vogliamo esprimere il nostro ringraziamento per il servizio da voi svolto verso chi ha più bisogno”: a dirlo sono il sindaco Luca Carizia e l'assessore alle Politiche sociali, Sara Pierucci che hanno ricevuto in Municipio la presidente dell'associazione, Milena Morelli.   Nel corso dell'emergenza sanitaria da Covid-19, l'associazione è stata parte attiva della rete di solidarietà del territorio. I volontari del Gruppo, come spiega dalla presidente Morelli “hanno collaborato con soci e lavoratori Coop e con i servizi sociali del Comune per la Spesa SOSpesa, un servizio già attivo da anni nel territorio, che, in questo periodo, è stato potenziato per rispondere alle varie richieste di prodotti alimentari”. Come affermato dalla presidente Morelli, tanti sono stati gli attestati verso il lavoro dell'associazione: dalla donazione delle ore lavorative e dei gettoni di presenza dei lavoratori e dei soci della Coop (grazie a cui sono arrivati due bancali di prodotti alimentari), ai lavoratori che hanno consegnato i propri buoni pasto fino alle donazioni dei singoli cittadini.   Nei tre mesi dell'emergenza sono stati consegnati dal Gruppo volontari più di 100 pacchi di spesa con generi di prima necessità a 83 famiglie del territorio. Ancora oggi i membri dell'associazione, come spiegato la presidente Morelli, sono operativi nelle azioni di supporto ai nuclei familiari bisognosi.   Inoltre, continua Morelli “i cittadini hanno risposto in gran numero all’iniziativa in commemorazione dei defunti. Infatti più di 300 persone ci hanno ringraziato con messaggi, donazioni di cibo e piccole offerte. Per molti umbertidesi la nostra associazione è stata una scoperta, non ci conoscevano, ma hanno apprezzato il nostro operato”. Per seguire e conoscere tutte le attività dell'associazione possono essere visitate le pagine social su Facebook (Associazione Gruppo Volontari Umbertide) e Instagram (gruppo_volontari_umbertide).        

10/07/2020 17:47:10 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide, le opposizioni sul 5G: “Un tema aperto da affrontare”

"La tecnologia avanza in modo velocissimo e impensabile; in particolare la telefonia mobile di “quinta generazione” o 5G, il cui dispiegamento in Europa è avvenuto in base al piano di azione CE n.2016/588. Si tratta di governare questa nuova tecnologia che rientra anche nell’ambito dei campi elettromagnetici e coinvolge le aree urbane e tutti i cittadini. Dunque, anche Umbertide".  Introducono così, i consiglieri Comunali di Umbertide Codovini, Conti, Ventanni e Corbucci, l'attuale quanto scottante tema del "5G". "Per tale ragione, come opposizioni - Umbertide cambia, M5S e Pd - in Consiglio comunale abbiamo presentato una mozione sulla regolamentazione del 5G, chiedendo un nuovo Piano riguardante l’installazione delle infrastrutture della telefonia mobile, 5G e radiofrequenze, così come previsto dalla legge 36/2001, correlato ad un parallelo Regolamento comunale al fine di assicurare, da parte dell’Amministrazione comunale, il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti 5G sul proprio territorio e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici. Del resto, già un comitato promotore locale ha raccolto oltre 300 firme di richiesta sulla sospensione dell’installazione del 5G, per cui si tratta di dare una risposta, partendo dal vecchio Piano delle installazioni telefoniche. Dato che il tema è fondamentale per molti risvolti (scientifici, salute, tecnologia), affrontato peraltro anche nel Decreto semplificazione di prossima pubblicazione, abbiamo chiesto anche un Tavolo di concertazione di tutti i soggetti portatori di interesse, dai comitati ai singoli cittadini e ai gestori".      

10/07/2020 11:48:00 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Borgo Fratta: un gioiello al centro di Umbertide

Informazione pubblicitaria Una struttura ricettiva che unisce turismo familiare e business Un piccolo gioiello al centro di Umbertide, esattamente a pochi metri dalla maestosa Rocca, da monumenti e vie di una bellezza unica. Borgo Fratta è un tesoro architettonico, ricostruito con cura estetica e un meticoloso lavoro di restauro, grazie anche alla passione e al buongusto dei proprietari che hanno ridato lustro e vita ad una costruzione ormai abbandonata da tempo. Il risultato sono 6 appartamenti, raccolti intorno ad un'incantevole corte, dove, soprattutto durante le calde serate estive è possibile rilassarsi e godere di una tranquillità rara. Una ricostruzione attenta, inziata nel 2016, che ha permesso di ristrutturare i caseggiati presenti, con le fattezze di un borgo, che ha ispirato anche il nome della struttura, unendo la conformazione del complesso all'antico nome di Umbertide: Fratta, appunto. Il carattere originario degli edifici è stato mantenuto ma sapientemente coniugato con comodità e modernità, alla base di ogni buona filosofia ricettiva.  Perfino le due stalle sono state trasformate, diventando due degli appartamenti più affascinanti, posizionati a piano terra e per questo accessibili anche a persone con ridotta mobilità. La cura nella realizzazione di Borgo Fratta non si è fermata alla parte esterna ma ha coinvolto l'intero arredamento, dal gusto moderno ed essenziale arricchito con qualche tocco d'arte, come la collezione del Calendario Pirelli che valorizza due degli alloggi in tutta la sua libertà espressiva.  Gli appartamenti, i cui nomi richiamano alcuni dei monumenti e attrattive più conosciuti del territorio (Rocca, Collegiata, San Francesco, San Bernardino, Santa Croce e Civitella Ranieri) sono arredati e forniti di ogni comfort: a partire dalla cucina completamente accessoriata (piano cottura, forno elettrico, frigorifero, bollitore), dotatata di stoviglie di porcellana e una moka per potersi gustare a tutte le ore un buon espresso. Un'attenzione ai dettagli meticolosa, data anche e soprattutto dall'esperienza di viaggi che i proprietari hanno raccolto negli anni. Le esigenze degli ospiti, che si tratti un turismo business o familiare, sono state alla base della creazione di Borgo Fratta. Per questo nulla è lasciato al caso: ad un sistema computerizzato di accesso, si aggiunge un moderno impianto di climatizzazione, per estate ed inverno. e una rete wi-fi free a 200mb, che consente una connessione velocissima, oggi praticamente indispensabile. Due appartamenti possono essere affittati per brevi periodi (da un minimo di due giorni), mentre il resto degli alloggi ha una locazione di medio lungo termine, durante tutto l’anno.  Sia che si arrivi ad Umbertide come turisti, che per esigenze lavorative o anche sanitarie, vista la vicinanza alla rinomata struttura Prosperius. Borgo Fratta è pronta ad accogliere i suoi ospiti in un'atmosfera rilassata, in un contesto moderno e tecnlogico, e in una posizione assolutamente strategica. Isolato quanto basta per assicurare riposo ma immerso lo stesso nel centro cittadino, a pochi passi dalle bellezze di cui Umbertide e tutta l'Umbria sono ricchissime. Un'eccellenza ricettiva dimostrata anche dall'alta percentuale di gradimento assegnata dal famoso sito di prenotazione online booking.com: 9,5 su 10. Un punteggio d'eccellenza ottenuto da precise recensioni rilasciate da chi ha soggiornato con soddisfazione a Borgo Fratta.

10/07/2020 10:59:16 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Da sabato 11 luglio al 23 agosto al Museo di Santa Croce la mostra di Andrea Ciotti “Il mare visto dalla Luna”

  Sabato 11 luglio al Museo di Santa Croce aprirà i battenti “Il mare visto dalla Luna”, mostra personale di pittura dell'artista Andrea Ciotti. Tema della mostra sarà il mare, in una serie di quattordici lavori fatti tra il 2019 e il 2020. Al centro delle opere l'artista ha cercato di ricreare il movimento del mare, che si sposa con il cielo attraverso il gesto pittorico. La fluidità, la forza delle onde, il disperdersi della schiuma sono stati accompagnati nella loro elaborazione dal suono del mare che veniva riprodotto durante l'elaborazione delle opere. Forti contasti cromatici caratterizzano i dipinti, come ad enfatizzare l'attività marina, le increspature e lo spumeggiare delle onde.   “Il mare visto dalla Luna” è patrocinata dal Comune di Umbertide e sarà visibile fino al 23 agosto il venerdì, il sabato e la domenica nei seguenti orari: la mattina dalle 10.30 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 16.00 alle 18.30. “Siamo felici del fatto che tanti artisti, soprattutto locali, scelgano la nostra città per esporre le loro opere – afferma l'assessore alla Cultura, Sara Pierucci - Significa che i nostri luoghi più significativi rappresentano una piazza prestigiosa. E' fondamentale far conoscere il nostro territorio in questo momento, soprattutto per la sua ripresa dal punto di vista turistico”.   Scheda dell'artista Nasce a Sansepolcro (AR) nel 1984 e fin da piccolo si avvicina al mondo della musica attraverso lo studio del violino, del pianoforte, della tromba, del trombone e all’età di 16 anni incontra quello che sarà il suo strumento, la chitarra. Consegue in questo strumento, nell’anno 2007, il diploma professionale con 30 e lode presso l’Accademia Musicale Lizard di Fiesole con l’insegnante Davide Baccanelli per poi approfondire i suoi studi musicali in ambito jazz con Samuele Martinelli e Roberto Nannetti (Siena Jazz) e in chitarra acustica finger style con Davide Mastrangelo. Partecipa al “Berklee Summer School” organizzato per Umbria Jazz con gli insegnanti di Boston Jon Damian e Scott Free e a vari seminari di chitarra moderna con musicisti di fama mondiale come Greg Howe, Carl Verhayen, Scott Henderson, Andy Timmons, Dave Hill, Guthrie Govan, Paul Gilbert, Massimo Moriconi, Pat Martino, Frank Gambale, Umberto Fiorentino, Fabio Zeppetella. Da oltre dieci anni insegna chitarra nelle più prestigiose scuole di musica della provincia di Arezzo, e insegna attualmente a Sansepolcro nella scuola “Novamusica”. Ha collaborato con artisti di fama nazionale e internazionale come Stragà (Sanremo), Larry Ray (ex Drifetrs, Platters, Jastofunk), Olga Buzova. Ha partecipato a programmi televisivi nazionali (“Wedding Planner” condotto da Enzo Miccio) e internazionali (Reality Show russo “Married to Buzov”, accompagnando la celebrità russa Olga Buzova) in veste di musicista e ha prestato servizio per il Principe del Brunei, per il Principe del Kuwait e Ronald Regan Jr. Si è avvicinato all’arte pittorica seguendo inizialmente il corso di Annamaria Veccia e successivamente quello di Riccardo Antonelli. Ha esposto i propri dipinti in varie Mostre Collettive nazionali tra le quali: “Fighille Arte 2017” (Fighille, PG), “Contemporanea” (Città di Castello, PG) , “Ready or Not” (Arezzo), “Tabacchi e Tabacchine” (San Giustino, PG), “Collettiva d’Arte Varia 2017” (Sansepolcro, AR), “Poesipittura” (Città di Castello, PG), “Acqua e Fuoco” (Città di Castello,PG), Fighille Arte 2018 (con Menzione Speciale della Critica), “Collettiva d’Arte Varia 2018”(Sansepolcro, AR), “Santucce Storm Festival” 2018 e 2019 (Castiglion Fiorentino, AR), “Biennale d’Arte Contemporanea Ciao Umbria” 2019 Città di Castello, PG (con Premio Speciale della Critica), “Festival dell’Immagine” 2019 (Martina Franca, TA). Ha esposto i propri dipinti in Mostre Personali tra le quali: “Paesaggi” presso ristorante “Da Grigino” (Sansepolcro, AR), “Mostra personale permanente” presso Scuola di Musica Novamusica (Sansepolcro, AR), “Mostra personale” presso “La Piazza” (Sansepolcro, AR), “Monocromo” presso K Cafè (Sansepolcro AR), “Monochronic” presso Palazzo Pretorio (Sansepolcro AR), “Paesologia” presso The Daily Taste (Sansepolcro, AR), “Mother nature’s son” (Stia, AR) a cura di Marco Botti.                

09/07/2020 18:44:19 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Coltivazione di marijuana tra Umbertide e Gubbio: denunciato proprietario incensurato

  I Carabinieri della Stazione CC di Umbertide, coadiuvati dai colleghi della Stazione CC di Trestina e del Nucleo Operativo di Città di Castello, hanno denunciato in stato di libertà un uomo, incensurato, abitante nel Comune di Gubbio.   L’operazione, scattata nella mattinata di lunedì, consegue ad un’attività di indagine svolta dai Militari che, nelle scorse settimane, avevano acquisito notizie attendibili circa una possibile coltivazione di piante di “cannabis indica” in un terreno appartenente a privato cittadino, posta in un’area piuttosto isolata al confine tra i Comuni di Umbertide e Gubbio.    In effetti, al momento dell’ingresso nella proprietà, i Carabinieri hanno trovato una parte di terreno, nascosta e dotata di idoneo impianto di irrigazione, dedicata alla coltivazione di piante di marijuana.    L’attività ha portato quindi al sequestro di 11 piante, non ancora pronte alla raccolta, ma che nell’arco di qualche settimana avrebbero fornito quanto necessario al confezionamento di qualche centinaio di dosi. A fronte del numero contenuto di piante rinvenute, la presenza di un efficiente impianto di irrigazione e di una vasta area dedicata alla coltivazione, induce i Militari ad ulteriori accertamenti, non potendosi escludere che quelle sequestrate, rappresentino solamente la rimanenza di un numero molto più cospicuo di piante, i cui “frutti” potrebbero già essere stati immessi sul mercato.    Intanto, l’uomo è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, per la violazione dell’ art. 73 del D.P.R. 309/90, dovrà quindi rispondere del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti.  

09/07/2020 15:01:00 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Pierantonio: Aperotatoria è diventato un progetto concreto grazie all'Associazione Insieme

Alcune settimane fa l'Associazione Insieme aveva lanciato l’idea di riqualificare la rotatoria posta all’ingresso di Pierantonio. "La scelta - spiegano dall'Associazione - era stata indirizzata verso una conversione dello spazio in chiave ancor più ecologista e rispettosa del nostro ecosistema di quanto fatto durante questi anni di gestione da parte della nostra Associazione Insieme di Pierantonio.   Infatti ci prendiamo cura oramai da tempo facendo l’ordinaria manutenzione della piccola area verde. Questa volta siamo voluti andare oltre, ripulendo il terreno dagli arbusti oramai esausti e piantumandone nuovi, diversi e anche speciali. La scelta delle specie vegetali è stata infatti condotta ricercando le essenze preferite dalle api, da qui il nome del piccolo progetto che abbiamo dato alcune settimane fa insieme ai nostri soci e compaesani. Lavanda, rosmarino, satureja sono soltanto alcune delle piccole piante con le quali abbiamo sostituito quelle presenti nell’area della rotatoria, che rappresenta l’ingresso per Pierantonio ma anche un importante snodo stradale per tanti. Tutte specie vegetali che hanno un ruolo importantissimo nell’attrazione dell’ape, un insetto che si trova ad essere sempre più limitato a causa dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici che si manifestano con tutta la loro intensità e preoccupazione.   Per questo motivo abbiamo voluto dare un contributo nel nostro piccolo, contributo che completeremo ad agosto quando aggiungeremo l’arbusto di erica, altra pianta a portamento basso dalla quale le api vengono attratte in maniera particolare. In un momento così difficile come questo che stiamo tutti quanti attraversando, abbiamo voluto dare un messaggio di speranza guardando al futuro e così sabato 20 giugno 2020 abbiamo provveduto ad eseguire i lavori nel massimo rispetto delle normative vigenti per la crisi emergenziale.   Sperando di aver fatto qualcosa di utile alla cittadinanza, unendo di fatto il decoro dell’ingresso di Pierantonio e l’attenzione verso una problematica attuale come quella delle api. Un’occasione che ha permesso anche i soci della nostra Associazione  di incontrarsi dopo un lungo periodo, condividendo il pomeriggio con i nostri concittadini e passanti alla rotatoria. Continueremo presto con altre iniziative sociali, quanto mai necessarie in un contesto come quello odierno che pone davanti a ciascuno di noi sfide molto significative che trovano indiscutibilmente nell’associazionismo quell’energia propulsiva per superarle e vincerle. Soprattutto in occasioni come queste dove si concilia spirito di comunità, ecologia e sguardo al prossimo".      

09/07/2020 12:58:41 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Giovanni Caracchini, nuovo allenatore del Fratta

Il coronavirus ha bloccato l'attività nel palazzetto, ma non nella sede del Fratta, dove sono in corso i lavori per definire l'assetto della nuova stagione che, al momento, non è dato sapere quando avrà inizio.   Come ogni anno, attraverso colloqui con gli allenatori, seguendo criteri di continuità e di avvicendamento, la società assegna il trainer alle varie squadre. La società ha riconfermato tutti gli allenatori ed in attesa della disponibilità di alcuni ha comunque delineato lo staff. La Serie C Silver – questa la novità – è stata assegnata a Giovanni Caracchini che eredita da Silvio Bartolini un discreto patrimonio di giovani e scalpitanti speranze. Caracchini, 40 anni, 21 dei quali giocati nel Fratta, nell'ultimo anno ha svolto mansioni di aiuto allenatore di Piazza con l’Assisi in C Gold, gestendo in proprio la squadra Under 18. Diviene così il diciannovesimo allenatore del Basket Fratta. Il suo attaccamento alla società è indiscutibile al pari della sua correttezza, nella tradizione che parte dal capostipite Angelo Zurli e è proseguita con Conti, Molinari, Mogini, Staccini Marco, Cristini, Lisetti,Caporali, Carubini, Staccini Michele, Micheli e Bartolini. Caracchini è consapevole del peso di tale eredità e per questo ansioso di mettersi prima possibile al lavoro con entusiasmo e sicuro di avere la fiducia incondizionata dei dirigenti e di tutto l'ambiente dei seguaci del basket a Umbertide. Il settore giovanile, è affidato al confermato Francesco Olivieri e potrà contare sul gradito ritorno – altra novità - di Claudio Lisetti. Lo staff della prima squadra è completato da Graziano Carubini, aiuto allenatore, Luca Tognaccini e Nicola Palazzetti dirigenti accompagnatori. Fino all'ultima stagione il ruolo di dirigente accompagnatore è stato per vari anni ricoperto da Giuseppe Gagliardini, bandiera del Fratta delle origini a cui va un grande ringraziamento.

09/07/2020 10:28:11 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy