Notizie » Politica Lega Umbertide, Vittorio Galmacci eletto segretario della sezione cittadina

Riceviamo e pubblichiamo  Vittorio Galmacci è il primo segretario della Lega di Umbertide. A decretarlo il congresso cittadino svoltosi ieri nella sede di via Garibaldi.  “Sono onorato per questo importante incarico – spiega Galmacci – lo considero un riconoscimento per il lavoro svolto finora prima come militante poi come Commissario cittadino. Credo e mi riconosco nei valori della Lega che catalogabile come un partito di destra o di sinistra, ma è un movimento dettato dal buonsenso e i risultati sono sotto gli occhi di tutti a partire dal Governo sta già facendo grandi cose, pur essendo in carica da soli 4 mesi. Con sacrificio e dedizione ho contribuito allo sviluppo della Lega di Umbertide: quando sono arrivato  non eravamo in tanti ma allo stesso tempo ci accumunavano gli ideali di lealtà e trasparenza e soprattutto di amore verso una città da troppi anni vittima di un sistema di potere che nel Giugno scorso, finalmente, si è spezzato. La mia soddisfazione  più grande – ricorda Galamcci -  è stata quella di aver individuato e proposto Luca Carizia candidato a sindaco per la Lega, con lui il sogno di liberare Umbertide si è avverato: dopo 70 anni la Lega governa in quella che era la “Stalingrado umbra". Auspico che la vittoria della Lega qui alla “Fratta” sia lo spartiacque che ci porterà al Governo della Regione. Approfitto per chiedere ai cittadini di seguirci in questo nostro sogno perché come dice sempre il nostro segretario Federale Matteo Salvini, vince la Squadra”. Il congresso cittadino ha poi eletto il direttivo che ha visto Vittorio Galmacci segretario, Gregorio Giombini e Lorenzo Baratella consiglieri e Daniele Tempobuono Vice Segretario.

19/10/2018 18:56:22

Attualità » Primo piano Lavori sulle strade nelle frazioni, le dichiarazioni della giunta Carizia

Riceviamo e pubblichiamo  Fuori luogo l'appunto del M5S in merito alla tempistica dell’esecuzione della gara di appalto dei lavori di completamento di pavimentazioni stradali e realizzazione di nuovi marciapiedi nelle frazioni, appalto in corso d'opera con scadenza della presentazione delle offerte il 22/10/2018. Dopodichè, nel rispetto della legge, si darà seguito ai passi successivi che porteranno alla stipula del contratto e al conseguente inizio dei lavori entro l’anno. Il movimento sembra essersi scordato della fase del  commissariamento, un evento traumatico voluto e ricercato con irresponsabilità da una precisa parte politica, il Pd e Uc, che ha avuto ripercussioni e creato disagi anche dentro la struttura amministrativa e tecnica del Comune. Pur tuttavia, le ripercussioni del caso sono state egregiamente assorbite da una macchina comunale ben rodata, che potrà  comunque essere oggetto se utile e necessario, di una riflessione da parte di questa giunta per ricercare una più efficace ed efficiente organizzazione operativa. A tal proposito abbiamo richiesto agli uffici di elencare quanto svolto sino ad oggi in questo ultimo periodo non tanto per giustificare il loro operato di cui ne siamo certi sempre improntato alla massima efficienza e nel rispetto delle regole ma per dare una risposta chiara ai cittadini che in questo periodo possono rimanere confusi da uscite sui media come quella del M5S. Vi riportiamo, pertanto,  quanto fatto nel 2018. Nell’ambito delle competenze  della Centrale Unica di Committenza fra i comuni di Umbertide, Montone e Lisciano Niccone: appalto di igiene urbana per la durata di 2 anni per garantire la prosecuzione dei servizi alla luce dei ritardi nell’affidamento della gara d’ambito; appalto dei servizi di ristorazione scolastica e collettiva a ridotto impatto ambientale del Comune di Umbertide per la durata di tre + tre anni; appalto dei servizi assicurativi del Comune di Umbertide per la durata di tre + tre anni; appalto del servizio di pulizia dei locali sedi degli uffici comunali del Comune di Umbertide per la durata di tre + tre anni; appalto dei trasporto scolastico del Comune di Montone per la durata di un anno e mezzo; appalto dei servizi cimiteriali per la durata di tre + tre anni; appalto dei  servizi di “Project Management” per la gestione ed il monitoraggio del PUC3 “EventInn Comune Altotevere”, per conto del Comune di Montone; Nell’ambito delle competenze  del Responsabile del procedimento del Comune di Umbertide: appalto per la costruzione di un gruppo di loculi nel cimitero di Umbertide i cui lavori sono in fase di ultimazione; appalto per la costruzione dell’ampliamento del cimitero della frazione di Pierantonio i cui lavori sono in fase di collaudo; appalto per la  valorizzazione ed ampliamento dell'offerta turistica del parco fluviale del Tevere in Umbertide integrata con il progetto orti felici tuttora in corso; appalto per i lavori di miglioramento sismico e di adeguamento funzionale dei locali al piano rialzato da destinare ad Ufficio Postale dell'edificio denominato: Palazzo Vignoli in Preggio; appalto per il completamento delle bitumature del capoluogo già affidato di cui è prossima la stipula del contratto; Intervento di riqualificazione urbana e miglioramento del decoro dell’area verde e del parco giochi adiacenti alla scuola G. Garibaldi nel capoluogo i cui lavori a breve avranno inizio; appalto per la realizzazione di un centro di riuso dei materiali presso l’ecocentro di Umbertide; infine l’appalto in oggetto, per il completamento delle bitumature e realizzazione di nuovi marciapiedi delle frazioni del Comune di Umbertide. Tutto ciò non solo per spiegare la tempistica della gara d’appalto oggetto del commento da parte del M5S, - ribadiamo al momento in corso d'opera con scadenza della presentazione offerte al  22/10/2018 - ma anche per dire ai cittadini che questa Giunta farà tutto il possibile affinché la macchina comunale funzioni al meglio delle proprie possibilità, al servizio della comunità intera.

19/10/2018 15:35:47

Notizie » Politica Integrazione dei servizi e fondo per l'occupazione, le proposte di Umbertide Cambia

Riceviamo e pubblichiamo  Un polo per i servizi di protezione sociale ed un fondo per l’occupazione di fasce marginali. Umbertide cambia torna sui temi del lavoro e delle attività sociali rilanciando proposte concrete. “Riteniamo innanzitutto sia necessario collocare fisicamente insieme i servizi per l’impiego ed i servizi sociali. La soluzione migliore – sottolinea il capogruppo di Umbertide cambia Gianni Codovini - è sicuramente l’ex mattatoio di Piazza caduti del Lavoro, creando così un polo omogeneo di servizi alla persona. Questa integrazione logistica consentirebbe una sinergia operativa già prevista per alcune iniziative, ad esempio il reddito di inclusione, e potrebbe consentire di sviluppare efficacemente altri progetti, come appunto il fondo destinato alla promozione di opportunità occupazionali per fasce marginali rispetto al mercato del lavoro. Per di più ora che si va verso il “reddito di cittadinanza”. La protezione sociale – afferma Codovini – è la nuova frontiera di un welfare che si fa carico in modo non semplicemente assistenzialistico dei bisogni emergenti, come povertà, inclusione sociale, pari opportunità. È necessario che anche i comuni facciano la loro parte sviluppando politiche attive integrate a quelle nazionali e regionali, concretamente calibrate in relazione ai territori di loro competenza e nell’ambito delle zone sociali costituite. Su queste fondamentali materie – conclude il consigliere della lista civica - non abbiamo avuto risposte dalla precedente amministrazione. Ci auguriamo che quella nuova dimostri maggiore sensibilità e discontinuità”.

19/10/2018 14:59:24

Notizie » Politica Assemblea del Pd di Umbertide, proposte innovative per la ripartenza

Riceviamo e pubblichiamo  Tantissima gente all'Assemblea del Partito Democratico che si è svolto lunedì scorso 15 ottobre al Centro San Francesco di Umbertide. Dopo La relazione del Capogruppo PD in consiglio Comunale Filippo Corbucci e gli interventi di Paola Avorio e Matteo Ventanni tantissimi sono stati gli interventi che hanno animato il dibattito conclusosi a tarda serata. Critiche, proposte ma soprattutto la consapevolezza che il Partito Democratico sia l'architrave di una ripartenza per tutto il centro sinistra. Chiari gli errori del passato, chiaro che occorre voltare pagina, ma chi è di sinistra, di centrosinistra, non può che essere all'opposizione del governo gialloverde e dell'Amministrazione leghista che guida questa città. Prima degli interessi e dei rancori personali non può che venire Umbertide. Il Partito Democratico si prepara a questa nuova fase congressuale ragionando con i cittadini, iscritti e militanti, con umiltà e con la voglia di ripartire. Non basta criticare chi governa oggi (e i motivi non mancherebbero: a partire dalle bugie sul Protocollo del Centro islamico, sulle promesse al vento su Calzolaro, sull'inerzia e pressapochismo che caratterizza questa compagine di leghisti e riciclati) occorre fare proposte innovative, capire fino in fondo i bisogni di una comunità che è cambiata. Puntare sulla necessità di non mettere in discussione il nostro tessuto sociale: sarebbe inaccettabile veder smantellato il nostro welfare e l'attenzione verso i più deboli. Ecco su questi principi ripartiamo e vogliamo ricostruire il futuro.    

19/10/2018 11:31:20

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy