Attualità » Primo piano Perugia: tenta di rubare uno scooter ed aggredisce i poliziotti, arrestato

Le Volanti lo hanno sorpreso mentre, poco dopo le tre del mattino, tentava di rubare uno scooter parcheggiato tra Piazza Grimana e via Pinturicchio a Perugia. L’uomo, un tunisino dell’89, bloccato dagli agenti, fin da subito appariva in stato di alterazione e cercava di opporre resistenza agli agenti tentando di sottrarsi al controllo. Immediatamente perquisito, è stato trovato in possesso di un cacciavite, una pinza ed un paio di forbici. Lo straniero è stato quindi condotto in Questura per gli accertamenti del caso ma, una volta raggiunti gli Uffici di Polizia, ha iniziato a dare in escandescenza proferendo dapprima insulti all’indirizzo degli operanti tramutati poi in minacce di morte. Alle parole, inoltre, il tunisino faceva ben presto seguire i fatti cercando di aggredire fisicamente gli agenti e tentando gesti autolesivi. Prima che i poliziotti riuscissero ad immobilizzarlo lo straniero riusciva a colpire un ispettore con calci e sputi provocandogli lievi contusioni medicate al Pronto Soccorso, da dove è stato dimesso con prognosi di 7 giorni. Dagli accertamenti esperiti sono emersi a carico dello straniero pregiudizi per rapina e spaccio di stupefacenti, reato quest’ultimo, per il quale è stato tratto più volte in arresto dai Carabinieri di Roma. Arrestato per tentato furto aggravato, resistenza, minacce gravi e lesioni a Pubblico Ufficiale, il tunisino su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato al carcere di Capanne in attesa del rito direttissimo.

22/11/2017 12:27:17

Notizie » Politica M5S Umbertide:''Cercasi sicurezza''

Riceviamo e pubblichiamo Il Sindaco ha affermato che “a seguito dei recenti episodi di furti e microcriminalità avvenuti nel territorio che hanno determinato allarme e preoccupazione tra la popolazione” è stato richiesto al prefetto la convocazione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Esattamente un anno fa, lo stesso Sindaco e l'assessore Leonardi tuonavano: “Sicurezza priorità dell'Amministrazione.” I campanelli di allarme sono stati e sono molti, nel corso di questi anni abbiamo assistito a continui episodi di microcriminalità, all'occupazione di aree abbandonate (ex fornace, per esempio), a sparatorie, ora si riaffaccia in maniera costante lo spauracchio dei furti nelle abitazioni. Ancora si parla di richieste di incontri?La percezione di insicurezza dei cittadini aumenta di giorno in giorno, cosa fare allora? Il Comune può fare azione di prevenzione e contrasto puntando ad esempio alla riqualificazione di aree,facendo controlli serrati, per esempio sugli affitti di molti immobili oltre che sulla situazione delle strutture abbandonate in campagna. Sappiamo chi vive nel nostro territorio, se ci può stare o no? Dobbiamo avere certezza di questo, senza strumentalizzazioni. Non possiamo blindarci dietro l'ipocrisia, la situazione è complessa ed è necessaria un'azione efficace e radicale. Lo scorso Aprile, a seguito dell'episodio della sparatoria al parco Ranieri, l'Amministrazione annunciava un incontro con il Prefetto e il Questore, “al fine di chiedere un maggiore presidio del territorio da parte delle forze dell'ordine e il potenziamento, o l'eventuale costruzione, di una nuova caserma dei carabinieri,” così come già aveva richiesto al Ministero degli Interni. Ci sono novità in merito? Visti i risultati, no. Il controllo del territorio non deve essere sporadico, legato al manifestarsi di certi episodi criminosi, ma assiduo. Un presidio costante è un deterrente alla criminalità. La maggior parte dei furti avviene la sera, sarebbe quindi utile gestire al meglio la nostra polizia municipale impegnandola maggiormente sul controllo del territorio e non solo a fare cassa con le multe stradali. Da quanto si apprende molti ladri si spostano con auto rubate, a cosa serve allora incrementare sempre di più le telecamere se poi manca un controllo serrato del territorio? Entrambi gli aspetti devono andare di pari passo altrimenti il ricorso alle telecamere serve a poco. Come sempre il nostro comune arriva con un ritardo mostruoso a prendere consapevolezza di certe situazioni critiche.  

22/11/2017 12:15:09

Notizie » Politica Umbertide Cambia su borse di studio:’’ La responsabilità di tutte le forze politiche e civiche su questo tema dimostra che lo Stato c’è’’

Riceviamo e pubblichiamo Il primo dicembre scade il termine per la presentazione delle domande per la borsa di studio riservata a studenti meritevoli residenti nel Comune di Umbertide. “È una proposta sostenuta da tutto il Consiglio Comunale, senza distinzioni - afferma il Consigliere comunale di Umbertide cambia Stefano Conti - perché tende a realizzare due principi fondamentali: merito e pari opportunità. In un momento in cui, come certifica l’Istat, i giovani tendono, o sono costretti, a scappare all’estero, in cui è particolarmente diffusa la pratica della raccomandazione, in cui l’impegno e la competenza non sono purtroppo presupposto sufficiente per un soddisfacente risultato professionale, la borsa di studio ci sembra un piccolo ma importante segnale e soprattutto un positivo messaggio rivolto ai giovani: investite su voi stessi ed affrontate con serietà e responsabilità il percorso di studio. Questa, nonostante tutto, è la sola strada per combattere e cambiare una cultura negativa che rischia di condizionare pesantemente il nostro futuro” C’è un altro aspetto che Umbertide cambia evidenzia, con il suo Presidente Gianni Codovini: “La responsabilità di tutte le forze politiche e civiche su questo specifico tema dimostra, per quanto ci riguarda, che lo Stato c’è. I cittadini non vanno lasciati soli. Lo stesso atteggiamento, però, vorremmo si dimostrasse per la sicurezza, l’ordine pubblico e le tutele sociali”. Il modello di domanda si può scaricare dal portale del Comune di Umbertide. Per ogni informazione rivolgersi all’Ufficio Istruzione.   Umbertide cambia

22/11/2017 12:10:00

Cultura » Mostre La programmazione del cinema Metropolis dal 23 al 29 novembre

CACCIA AL TESORO UN FILM DI CARLO VANZINA DA GIOVEDÌ 23 NOVEMBRE CON VINCENZO SALEMME, CARLO BUCCIROSSO, MAX TORTORA, CHRISTIANE FILANGIERI, SERENA ROSSI, GENNARO GUAZZO. TITOLO ORIGINALE ID.. COMMEDIA, DURATA 90 MIN, COLORE - ITALIA, 2017 - MEDUSA. La nuova commedia dei fratelli Vanzina segue le vicende dello sfortunato Domenico Greco (Vincenzo Salemme), attore teatrale sommerso dai debiti, costretto a vivere nell’appartamento della cognata Rosetta (Serena Rossi), vedova di suo fratello e con un figlio di nove anni malato di cuore. Il bambino, in pericolo di vita, potrebbe salvarsi soltanto con una costosa operazione negli Stati Uniti. Per raccogliere i 160 mila euro necessari, madre e zio si inginocchiano di fronte all’altare di San Gennaro alla disperata ricerca di un miracolo. E il miracolo arriva puntuale, sotto forma di “autorizzazione” del patrono, che suggerisce agli attenti fedeli di prendere uno dei gioielli della sua Mitra custodita insieme al famoso Tesoro nella cripta della chiesa. La prodigiosa manifestazione di San Gennaro, apparentemente intervenuto per esaudire la toccante preghiera, è in realtà lo sfogo di un parcheggiatore che rimbomba nella navata. Domenico e Rosetta però confidano nella grazia ricevuta e con l’aiuto di Ferdinando (Carlo Buccirosso), Cesare (Max Tortora) e Claudia (Christiane Filangieri), partono per una Caccia al tesoro che li porterà da Napoli, a Torino, fino a Cannes in Costa Azzurra. Entrano in scena poliziotti, rapinatori professionisti, camorristi e mercanti d’arte, in una girandola di situazioni esilaranti con cifra comica e anche umana nella tradizione della commedia all’italiana. Prosegui su www.cinemametropolis.it Giovedì 23 ore 19:15 - 21:15 Venerdì 24 ore 19:15 - 21:15 Sabato 25 ore 19:15 - 21:15 Domenica 26 ore 19:15 - 21:15 Lunedì 27 ore 19:15 - 21:15 Martedì 28 ore 19:15 - 21:15 Mercoledì 29 ore 19:15** - 21:15** **Mercoledì 29 ingresso al prezzo speciale di € 4,00 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=49Z8FwqPuqQ   NUT JOB 2: TUTTO MOLTO DIVERTENTE UN FILM DI CAL BRUNKER. DA SABATO 25 NOVEMBRE CON LE MUSICHE DI FABIO ROVAZZI. TITOLO ORIGINALE NUT JOB 2. ANIMAZIONE, DURATA 95 MIN, COLORE - NOTORIOUS PICTURES, 2017 - CANADA, USA.   Tornano i protagonisti di Nut Job con una nuova e divertentissima avventura. Dopo aver accidentalmente distrutto il negozio di noccioline conquistato, Spocchia e i suoi amici si trasferiscono in un accogliente parco cittadino, che il sindaco è intenzionato a trasformare in un più remunerativo parco divertimenti. In Nut Job 2 l’incorreggibile scoiattolo fa ancora una volta squadra con il topolino Buddy, la scoiattolina Andie e l’altezzoso Vanesio per sventare i piani del malefico primo cittadino. Più compatto e tecnicamente meglio realizzato del primo capitolo di tre anni fa, nonché più convicente del precedente lavoro di Cal Brunker (Fuga dal pianeta Terra), questo Nut Job – Tutto molto divertente è una cavalcata action cartoon costruita sul suo ritmo indiavolato! Prosegui su www.cinemametropolis.it Sabato 25 ore 17:15 Domenica 26 ore 15:15 - 17:15 Martedì 28 ore 16:15 Mercoledì 29 ore 16:15** **Mercoledì 29 ingresso al prezzo speciale di € 4,00 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=nNX5FjXT6pg   LISTINO BIGLIETTI CINEMA** Tutti i giorni (mercoledì escluso) – Intero € 6,50 | Ridotto € 5,00 Tutti i mercoledì, escluso eventi speciali, biglietto unico di € 4,00 Biglietti Ridotti riservati a spettatori under 14 / over 65 ** Prezzi relativi a tutte le proiezioni ordinarie  

21/11/2017 19:35:43

Attualità » Primo piano I Carabinieri dell'Umbria festeggiano la Virgo Fidelis

Si sono svolte oggi a Perugia, le celebrazioni per la Patrona dell’Arma dei Carabinieri, la “Virgo Fidelis” e sarà al contempo commemorato il 76esimo Anniversario della Battaglia di Culqualber e della Giornata dell’Orfano. La Santa Messa solenne è stata officiata dal Vescovo Ausiliare di Perugia, Mons. Paolo Giulietti, presso l’Abbazia di San Pietro a Borgo XX Giugno a Perugia. Alla cerimonia sono intervenuti numerosi Carabinieri in servizio ed in congedo con i loro familiari, Autorità civili e militari, nonché le vedove e gli orfani assistiti dall’ONOMAC, l’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari dell’Arma dei Carabinieri. La Madonna Virgo Fidelis è stata nominata patrona dell’Arma dei Carabinieri nel 1949 da Papa Pio XII, in virtù della secolare tradizione dell’Arma di fedeltà alla Patria e alle Istituzioni e in analogia con il suo motto “Nei secoli fedele”. Non esistendo nella liturgia ufficiale della Chiesa un giorno dedicato al culto della Vergine Fedele, è stata scelta per tale ricorrenza la data del 21 novembre, giorno della presentazione di Maria Vergine al Tempio, concomitante anche con la Giornata dell’Orfano e coincidente con uno tra i più gloriosi e sanguinosi fatti d’arme della storia dei Carabinieri, la Battaglia di Culqualber, in Africa Orientale, nella quale nel 1941 il 1° Gruppo Carabinieri Mobilitato resistette, per quasi 4 mesi, contro soverchianti forze nemiche inglesi e abissine a difesa di un importante caposaldo, subendo ingenti perdite ed ottenendo dai nemici l’Onore delle Armi. Per l’eroica battaglia la Bandiera dell’Arma dei Carabinieri venne insignita della sua seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare. Le celebrazioni si svolgono anche in tanti altri comuni della Regione, grazie alle iniziative dei Carabinieri in servizio e alle sezioni distaccate dell’ANC nonché a livello nazionale a Incisa Scapaccino in provincia di Asti, presso il santuario dedicato alla patrona Virgo Fidelis, con la Santa Messa officiata dal Cardinale di Perugia e presidente della Cei Gualtiero Bassetti, alla presenza dei vertici delle Istituzioni nazionali e del Comandante Generale dell’Arma, Gen. C.A. Tullio Del Sette.

21/11/2017 19:27:02

Notizie » Politica Furti, Monni (Centrodestra):''Accantonare la battaglia per lo Ius soli e concentrarsi su questioni essenziali per la comunità''

Riceviamo e pubblichiamo I raid in appartamenti e garage sono ripresi, come ciclicamente accade nel nostro territorio, tornando a provocare perdite patrimoniali e danni morali tra gli Umbertidesi. Rabbia ed esasperazione si confondono con la delusione al punto che anche l’Amministrazione si è illuminata e ha chiesto al Prefetto la convocazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. In attesa della riunione del Comitato e di conoscere le determinazioni che ne seguiranno, come centro-destra chiedo all’Amministrazione un impegno maggiore su questioni che toccano per davvero i cittadini, prima fra tutte la sicurezza in ambiente privato. Senza voler generalizzare, è ovvio che l’invasione di stranieri inoccupati è tra le cause principali dell’assalto alle nostre case, ragion per cui l’Amministrazione dovrebbe accantonare la battaglia per lo Ius soli e concentrarsi su questioni essenziali per la comunità. Più del diritto di cittadinanza dovrebbero occuparsi di carenze oggettive, a partire dalla locale Stazione dei Carabinieri che chiude alle 19 di sera, proprio a ruberie in atto, sollecitando il ritorno al vecchio orario di apertura dalle 8 alle 22 e la presenza di un maggior numero di pattuglie nel tempo che va dalle 17 alle 21. Altro nodo da sciogliere resta una Polizia Municipale non armata, benché gli agenti di pubblica sicurezza, al pari delle forze dell’ordine dello Stato, possano venir dotati di arma di servizio a uso locale. Sul punto l’Amministrazione dovrebbe decidersi a intervenire ma nel frattempo sarebbe determinante il presidio del territorio da parte della polizia locale in ausilio alle altre forze dell’ordine. Proficuo, in punto di indagini investigative, dovrebbe dimostrarsi invece l’apparato di videosorveglianza installato aimè solo nel 2016 benché noi consiglieri di centro-destra l’avessimo chiesto in tempi ben più lontani. Meglio tardi che mai, verrebbe da dire, ma resta fondamentale capire come vengano sfruttate le telecamere installate. Dovrebbero registrare il transito di persone e vetture durante le 24 ore, con rilevazioni di contesto ma anche di targhe, ovverosia, dovrebbero riprendere la zona d’installazione e allo stesso tempo garantire la rilevazione automatica delle targhe censite come interessanti dalle forze dell’ordine, basti pensare ai veicoli rubati utilizzati per commettere i furti. Orbene, resta da capire se le informazioni registrate dalle telecamere vengano semplicemente accantonate per un breve periodo, a disposizione per eventuali controlli oppure il sistema venga sfruttato appieno consentendo alle telecamere di comunicare in tempo reale il transito delle targhe d’interesse. Mi auguro di non aver brutte sorprese.  

21/11/2017 19:06:50

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy