Notizie » Politica Galmacci (Lega Nord):’’Che nesso c’è tra i finanziamenti alla moschea e gli aiuti economici per gli stranieri di Umbertide?’’

Riceviamo e pubblichiamo Galmacci (Lega Nord):’’Che nesso c’è tra i finanziamenti alla moschea e gli aiuti economici per gli stranieri di Umbertide?’’ LEGA NORD UMBERTIDE: Abbiamo chiesto i nomi a Comune e Servizi Sociali e non abbiamo ricevuto risposta  Che nesso c’è tra i finanziamenti alla moschea e gli aiuti economici per gli stranieri residenti ad Umbertide?A chiederselo è il referente territoriale per la Lega Nord Umbria, Vittorio Galmacci che continua: " Ci facciamo del male da soli, ad Umbertide il principio della trasparenza è un’utopia. Da una parte il Comune non fornisce informazioni sulla  provenienza dei contributi per la costruzione della moschea, dall’altra i servizi sociali i quali devono decidere sulla destinazione degli aiuti economici agli stranieri ma si guardano bene dal dare informazioni in merito. In questo silenzio opinabile si colloca un altro dato fondamentale, per cui secondo l’imam di Umbertide i finanziamenti per la moschea sono frutto di donazioni della comunità musulmana locale. A questo punto la domanda nasce spontanea: sarà mica che gli stranieri prima si beccano i nostri soldi e poi li rigirano all'imam per costruire la moschea? se fosse così, sarebbe davvero il colmo. Ad alimentare questo dubbio contribuisce il comportamento tenuto dai nostri Servizi Sociali, visto che proprio a loro avevamo fatto esplicita  richiesta per avere l'elenco dei beneficiari stranieri. Trascorso più di un mese, finalmente dal Comune ci è arrivata la risposta: negandoci qualunque dato e esortandoci a non presentare neppure richiesta di riesame onde evitare "relative conseguenti incombenze". Fuori i nomi – chiosa Galmacci - chiediamo di conoscere i beneficiari degli aiuti comunali perchè temiamo che siano gli stessi che poi hanno finanziato la moschea. Come diceva un famoso politico, a pensar male non sta bene ma spesso ci si azzecca: vogliamo scommettere che siamo noi stessi a farci del male?

25/09/2017 17:14:29 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Dibattito Ex Fcu, Marchetti (Lega Nord) chiede tempi e agevolazioni sugli abbonamenti

Riceviamo e pubblichiamo Dibattito su Ex Fcu, il capogruppo Lega Nord Marchetti chiede tempi e agevolazioni sugli abbonamenti, la Marini non risponde “Purtroppo il Pd ci ha abituato ad eludere il confronto, soprattutto se messo di fronte ad evidenti insuccessi che la loro politica ha generato” “Tra i tanti insuccessi del PD umbro, quello della FCU é senz'altro il più grosso fallimento politico degli ultimi quarant'anni". Esordisce così il capogruppo Lega Nord Città di Castello, Riccardo Augusto Marchetti durante il consiglio comunale aperto sul tema delle infrastrutture al quale hanno partecipato anche la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e il Vice Ministro ai trasporti Riccardo Nencini. Durante Ministro, di sicuro buon oratore ma oramai poco credibile visto che qui in Altotevere, sono decenni che sentiamo parlare della realizzazione della E 78 e la difficoltà di replica della Presidente Marini, in evidente difficoltà quando la si invita al confronto. Facendomi portavoce del disagio di molti pendolari ho chiesto alla Presidente le tempistiche dei lavori di realizzazione, la presenza di eventuali sgravi sugli abbonamenti visto che gli umbri pagano un servizio che servizio non è più e un impegno serio per la creazione di un tavolo di concentrazione fra comune, Regione e Stato Centrale. Non mi sembravano quesiti difficili, peccato non abbia ricevuto risposta in merito. Purtroppo il Pd ci ha abituato ad eludere il confronto, soprattutto se messo di fronte ad evidenti insuccessi che la loro politica ha generato. Mi auguro – conclude Marchetti - che questa volta quanto promesso vada a compimento con tempi certi, e che non sia come al solito una propaganda politica a ridosso delle elezioni, perché ad ogni appuntamento elettorale importante, questi signori convocando un'assemblea e promettono mari e monti che poi scompaiono puntualmente il giorno dopo delle elezioni”

24/09/2017 12:21:21 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: scomparsa di Codovini, la lettera dei familiari e le rassicurazioni sul Gruppo Tiberina

Sono passati quasi sette giorni dalla tragica scomparsa dell’imprenditore umbertidese Giuseppe Codovini. Giuseppe era dg ed azionista della Tiberina Holding, azienda con sede ad Umbertide e ramificata anche all’estero. Nel 2016 Codovini aveva ricevuto il premio ‘’Imprenditore dell’anno’’ da E&Y a Milano. In una lettera, il fratello di Giuseppe Codovini, Giovanni e la moglie Silvia Pacciarini, esprimono il loro ringraziamento per l’intera comunità che si è stretta intorno a loro in questo triste momento e parlano del futuro dell’azienda. “Il commovente, spontaneo e intenso modo con cui tutte le maestranze del gruppo Tiberina, i cittadini tutti e le istituzioni hanno manifestato l’affetto e la riconoscenza a Giuseppe rappresentano, per noi familiari, un valore impagabile, che rende meno doloroso il vuoto senza nome e ci spinge a riprendere la strada da lui tracciata. Se per un verso, paradossalmente, tutto è cambiato per un altro tutto è come prima: infatti l’azienda è solida, la proprietà rimane unita e compatta nella continuità dei progetti e nelle scelte fatte da Giuseppe; nel gruppo vi sono risorse, talenti e organizzazione che permettono una piena efficienza della macchina produttiva. Soprattutto c’è Orlando Caldari, l’altro capitano del Gruppo insieme a Giuseppe. Certo, egli è insostituibile, ma i suoi valori rimangono la stella polare del Gruppo, deciso a non arretrare di un millimetro su quanto fatto. La forza dimostrata dalle maestranze di Tiberina è il vero capitale del gruppo e il valore in più per l’intera comunità. Pertanto, come diceva Giuseppe, “avanti” per le altre sfide. Veramente grazie da Silvia Pacciarini e Gianni Codovini”.

23/09/2017 15:24:56 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy