Attualità » Primo piano Umbertide, il Sindaco Locchi annuncia i prossimi obiettivi ed una riorganizzazione della Giunta

Riceviamo e pubblichiamo Con  il consiglio sull'assestamento di bilancio dello scorso  29 Novembre si è chiuso  il 2017. Ora ci attende un 2018 ricco di impegni e di opere  la cui realizzazione avverrà entro il prossimo anno; per molte  di queste  sono state già allocate le risorse necessarie e quindi  gli uffici sono stati attivati  per l' esecuzione dei lavori. Gli interventi programmati riguardano in particolare la riapertura del Palazzo Comunale, la definitiva sistemazione dell' Ex tabacchi con successivo bando di gara per la gestione, il recupero area ex-draga e costruzione Serra disabili, il miglioramento della  illuminazione pubblica con realizzazione nuovi punti luce, l' ampliamento del cimitero del capoluogo e di Pierantonio, la realizzazione di un primo blocco di interventi di manutenzione straordinaria delle scuole, il completamento dei lavori di manutenzione straordinaria del palazzetto dello sport, l' avvio della costruzione della nuova  scuola di Niccone. Altri interventi, che erano attesi da anni, riguardano le frazioni ed in particolare il cva di Spedalicchio, la riapertura dell'ufficio postale di Preggio, Pierantonio, Montecastelli, Calzolaro…. Discorso a parte in merito alla scuola Monini per la quale si sta aspettando il finanziamento a valere sui mutui BEI, che dovrebbe essere sbloccato a breve. Entro il prossimo anno verrà  sistemato, a cura del nuovo proprietario, il  complesso ex fornace con successiva apertura della fase di vendita e affitto degli appartamenti. Questo, unitamente alla sistemazione della area ex draga,  porterà ad una totale riqualificazione di tutta l' area lungo il Tevere a ridosso del centro cittadino. A tutto questo si aggiunge una fase nuova per quanto riguarda anche la macchina comunale che verrà riorganizzata nel triennio  2017/18/19, attraverso anche  la stabilizzazione di numerosi contratti e l'inserimento di nuove figure  nei servizi che presentano maggiori criticità. Quindi impegni significativi per la nostra città che intendo assolutamente portare a termine, dopo anni di sacrifici dettati anche dalla stretta del governo sui trasferimenti ai comuni e quindi dalla necessità di contenere fortemente la spesa e di abbassare il debito  pro capite. Per portare a termine tali e gravosi impegni ritengo necessario procedere ad una riorganizzazione della compagine di giunta  non solo sostituendo quei  componenti  rispetto ai quali è venuto meno il rapporto fiduciario che sta alla base di una proficua, leale e sincera collaborazione, ma aprendo alle migliori risorse della città ridistribuendo le competenze al fine di  centrare gli obiettivi sopra esposti entro il termine della legislatura. Un passaggio indispensabile che consentirà di allargare gli orizzonti di questa amministrazione e di attivare quel processo di apertura e di rinnovato dialogo con la città rispetto al quale sto lavorando fin dal giorno dopo le Amministrative del 2014. Sono convinto  che tale scelta verrà compresa ed apprezzata  dai cittadini di Umbertide, anche perché finalizzata al raggiungimento di obiettivi di interesse per la città, chiari e temporalmente definiti. Umbertide, 4 dicembre 2017

05/12/2017 10:51:55

Attualità » Primo piano Assisi: Carabinieri rintracciano ed arrestano un fuggitivo

Grazie alla conoscenza del territorio ed alla vicinanza con la popolazione, i militari dell’Arma in servizio nella città Serafica hanno assicurato alla giustizia un cittadino rumeno che, resosi responsabile in patria di gravi reati, aveva deciso di trasferirsi in Italia per sottrarsi alle ricerche della Polizia del proprio Paese. E’ però stato vano il tentativo di eludere anche le ricerche dei militari della Compagnia Carabinieri di Assisi. Dopo essere venuti a conoscenza della presenza in zona del giovane e grazie alla collaborazione con gli organismi internazionali di Polizia, è stato agevole scoprire che il rumeno era destinatario di un mandato di arresto europeo al quale si stava sottraendo da più di un anno. Immediatamente attivate le ricerche, il giovane è stato rintracciato in compagnia di un connazionale, nel territorio tuderte ai confini con l’orvietano dove, nel frattempo si era allontanato. Accompagnato presso gli uffici della Compagnia, è stato quindi tratto in arresto e ristretto presso il Carcere di Capanne dove si trova a disposizione della competente Autorità Giudiziaria, anche per l’avvio delle procedure di estradizione in Romania dove l’arrestato sarà sottoposto a processo. L’arresto del rumeno è il frutto di una costante attività di monitoraggio del territorio condotta capillarmente e quotidianamente, nonchè del costante confronto tra la popolazione locale. Fondamentale in questo caso è stata l’attività informativa svolta, attraverso la quale è stato possibile inizialmente venire a conoscenza della presenza del fuggitivo presso un albergo dell’hinterland assisano, per poi procederne al rintraccio ed arresto nonostante si fosse spostato, come detto, nel tuderte.  

03/12/2017 16:58:37

Notizie » Politica Marchetti e Mancini (Lega Nord) su caso Umbra Acque:''L’amministrazione convochi la commissione entro l’anno''

Riceviamo e pubblichiamo Città di Castello, Umbra Acque: “L’amministrazione comunale non rispetta gli impegni presi” Marchetti e Mancini: “L’amministrazione convochi la commissione entro l’anno” “L’amministrazione comunale dia risposte ai cittadini e smetta di creare illusione se poi non rispetta gli impegni presi”. Il riferimento dei consiglieri Lega Nord, Riccardo Augusto Marchetti e Valerio Mancini è alla delicata questione di Umbra Acque le cui sorti dovevano essere discusse in Commissione, ma ad oggi a distanza di oltre tre mesi dalla richiesta del Carroccio, non è stata registrata nessuna convocazione ufficiale. “Il problema persiste – affermano i consiglieri a seguito di un recente sopralluogo – anche lo scorso Mercoledì, di prima mattina, abbiamo contato 11 persone sotto la pioggia che attendevano l’apertura dello sportello. Nelle mani di questi cittadini bollette salate, alcune che sfioravano 1.200 euro nonostante fossero intestate a proprietari di pozzi, sui loro occhi la speranza di avere chiarimenti in merito ad un disservizio evidente che si protrae da mesi e per il quale, l’amministrazione comunale aveva promesso soluzioni, decantato servizi aggiuntivi ed invece, anziché fare un passo in avanti ne abbiamo fatti due indietro. Lo sportello di Umbra Acque a Città di Castello, per il quale la Lega Nord ha chiesto il prolungamento dell’orario di apertura, non risponde alle esigenze dei cittadini anzi asserisce palesemente che gli addetti al pubblico non si occupano di allacci, disdette o rateizzazioni, ma informano solamente: per disguidi di bolletta o qualsiasi altra richiesta occorre rivolgersi al servizio informatico. Ma chi non ha dimestichezza con la tecnologia come riesce a trovare soluzione? Deve recarsi a Perugia? Come Lega Nord avevamo ipotizzato l’uscita da Umbra Acque qualora non venissero rispettate certe condizioni, poi d’accordo con l’assise, mandammo l’argomento in commissione al fine di valutare i costi e le ricadute sui cittadini per un’eventuale uscita. Ad oggi nulla si è mosso, l’amministrazione comunale continua ad essere la partecipata di una società che al momento crea i disservizi e non li risolve e i cittadini continuano a pagare aspramente per un servizio che non hanno: la Lega Nord chiede all’amministrazione comunale di assumersi la responsabilità politica e convocare entro l’anno l’apposita Commissione, perché a nostro parere amministrare vuole dire decidere per il bene dei cittadini e dare loro risposte che ad oggi per mera inefficienza politica, tardano ad arrivare”  

03/12/2017 16:33:04

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy