Attualità » Primo piano Umbertide: lutto per la scomparsa di Giovanni Selvi, presidente di Federcaccia Umbra

La Federcaccia Umbra piange la scomparsa del suo presidente Giovanni Selvi, strappato alla vita da un malore la scorsa notte. 65 anni, da sempre federcacciatore, l'umbertidese Selvi aveva ricoperto ruoli pubblici di rilievo sia all'interno dell'Associazione sia nell'Ambito Territoriale di Caccia Perugia 1, dove si era distinto per l'impegno nei confronti della piccola selvaggina stanziale, in un'ottica di tutela di tutte le forme di caccia e, soprattutto, della biodiversità. Famoso per l'impegno nel mondo del sindacato e della politica dell'Alto Tevere durante le ultime decadi del secolo scorso, attorno al nome di Selvi si erano ricucite le divisioni interne a Federcaccia Umbra, dando vita al suo mandato il 7 agosto dello scorso anno. Vedovo da qualche anno, il presidente era risultato positivo al Covid-19 alcuni giorni fa, ma sembrava aver superato brillantemente un breve periodo di febbre. Quando lo ha colto il malore si trovava in isolamento senza nessuno in casa con lui, visto che la suocera - con la quale conviveva  - era stata appena ricoverata in ospedale. Lascia due figli e un nipote. La Federcaccia Umbra, nelle persone del vicepresidente vicario Mauro Bacaro, dei presidenti provinciali di Perugia e Terni Marcello Spigarelli e Giulio Piccioni, del segretario Giampiero Morosi, di tutti i membri del consiglio direttivo regionale e dei presidenti di tutte le sezioni comunali, esprime le proprie profonde condoglianze alla famiglia del presidente Giovanni Selvi, nella certezza di continuare la propria opera lungo il percorso tracciato durante il suo anno e mezzo di mandato.   Alla famiglia, agli amici e ai colleghi di Federcaccia va il cordoglio di tutta la redazione di Informazione Locale.

11/11/2020 17:02:35 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Lavori di manutenzione stradale ad Umbertide: tutte le zone interessate

  E' iniziato questa mattina l'intervento di messa in sicurezza di pavimentazioni che interessa il tratto di via Roma nei pressi della rotatoria che collega con piazza Marx. Il progetto rientra all'interno delle operazioni per la messa in sicurezza di strade e marciapiedi nella zona del capoluogo compresa tra le rotatorie di viale Unità d'Italia e via Morandi, avvenute lo scorso anno e realizzate grazie a un finanziamento di 100mila euro erogato dal Ministero dell'Interno. I lavori, dall'importo complessivo di 14.843,71 euro, prevedono nell'area individuata l’eliminazione delle radici dei pini affioranti e il rifacimento del manto stradale, così come avvenuto in precedenza nell'area già interessata degli interventi nel 2019. Per quanto riguarda la sistemazione delle strade a breve partiranno anche quelli relativi alla parte compresa tra via Madonna del Moro e via dei Fabbri. In questo caso i lavori ammontano a 40.858,85 euro. Oltre al capoluogo gli interventi interesseranno anche le frazioni. Infatti a breve partiranno gli interventi sulle pavimentazioni di alcuni tratti di strada presenti nelle località di Calzolaro e Montecastelli dall'importo complessivo di 47.337,89 euro. Le operazioni sopra elencate si aggiungono a quelle che hanno avuto luogo nel mese di giugno (da un importo netto di 89.459,96 euro) che hanno riguardato la ex strada statale Tiberina e la parte alta di via Roma posta nelle vicinanze dello svincolo con la superstrada E45.

09/11/2020 15:18:14 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy