Cultura » Mostre Giovedì 12 ottobre a Palazzo Sorbello a Perugia, presentazione dei lavori di restauro e digitalizzazione dei Catasti di Preci e Castelvecchio

Riceviamo e pubblichiamo     Giovedì 12 ottobre ore 17.00 Palazzo Sorbello – piazza Piccinino, 9   Perugia   Presentazione dei lavori di restauro e digitalizzazione dei Catasti di Preci e Castelvecchio, sec. XVII   Presiede e coordina Luciano Giacchè   Introduce Mario Squadroni   Saluti Ruggero Ranieri, Presidente Fondazione Ranieri di Sorbello di Perugia Nicola Alemanno, Sindaco di Norcia Pietro Bellini, Sindaco di Preci Rossella Santolamazza, Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche   Interventi Alessandro Bianchi, Preci terra di chirurghi Rosella Martinelli, Il restauro e la digitalizzazione    Nel corso dell’incontro verranno presentati e saranno esposti i seicenteschi volumi dei catasti di Preci e Castelvecchio (all’epoca castelli facenti parte del distretto nursino),recuperati e restaurati dopo gli eventi sismici del 2016, insieme a tutta la documentazione dell’archivio storico comunale di Norcia. Il restauro è stato reso possibile grazie all’erogazione liberale della “Romeyne Robert and Uguccione Foundation” tramite la “Fondazione Ranieri di Sorbello” di Perugia. I relatori (Alessandro Bianchi e Rosella Martinelli) illustreranno prima l’attività svolta dalla Soprintendenza per il recupero degli archivi storici di Norcia e Preci poi le vicende storiche del castello di Preci famoso nel ’500 in tutta Europa per la cosiddetta “scuola chirurgica preciana”. Sulla sua origine due ipotesi sembrano verosimili, il fatto che presumibilmente i chirurghi ebbero i primi insegnamenti dai monaci benedettini della vicina abbazia di Sant’Eutizio e la pratica della macellazione dei maiali, tradizione della popolazione locale. Si illustrerà, infine, tramite la proiezione di foto e immagini l’intervento di restauro e di digitalizzazione di 4 registri catastali, di due dei quali è stata realizzata una copia fac-similare che potrà essere sfogliata dai presenti. Presiederà e coordinerà l’incontro Luciano Giacchè e introdurrà Mario Squadroni.

10/10/2017 20:15:00 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre I partigiani, il cibo e i contadini dell'alta Umbria premiati al Perso Film Festival 2017

Riceviamo e pubblichiamo I PARTIGIANI, IL CIBO E I CONTADINI DELL'ALTA UMBRIA PREMIATI AL PERSO FILM FESTIVAL 2017. IL DOCUMENTARIO "PANE & PARTIGIANI" -- REALIZZATO DA SLOW FOOD ALTA UMBRIA E DALLE SEZIONI ANPI DI MONTONE, PIETRALUNGA E UMBERTIDE RICEVE LA MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA DELLA SEZIONE "UMBRIA IN CELLULOIDE" Si è svolta il 1° ottobre al cinema Postmodernissimo di Perugia la cerimonia di premiazione della edizione 2017, la terza, del PerSO Film Festival (festival di cinema documentario a tematica sociale). Il presidente del festival è Giovanni Piperno, documentarista di grande esperienza, tra i più accreditati e premiati nel panorama italiano del Cinema del Reale che, dopo aver studiato fotografia all’istituto Europeo di Design e con Leonard Freed (agenzia Magnum), ha collaborato come assistente operatore con Terry Gilliam, Martin Scorsese, Nanni Moretti, Giuseppe Rotunno, Dante Spinotti, Giuseppe Lanci, John Seale, Janusz Kaminski, Roger Deakins. Il documentario Pane & Partigiani è stato selezionato per la fase finale insieme ad altri 34, scelto tra 400 opere iscritte. È stato inserito in concorso nella sezione "Umbria in Celluloide", destinata ad ospitare opere di autori umbri o aventi per oggetto l'Umbria. Il documentario ha ricevuto la menzione speciale della giuria dei rifugiati dei richiedenti asilo e migranti all'opera più innovativa nella sperimentazione e nel linguaggio con la seguente motivazione: "Poiché il film affronta il tema universale della lotta per la libertà attraverso il binomio originale del titolo, il pane simbolo concreto del nutrimento che ha dato forza ai partigiani nella loro lotta, la Giuria dei richiedenti asilo e dei rifugiati assegna la menzione speciale per la categoria Umbria in Celluloide al film Pane & Partigiani. La Giuria sottolinea inoltre il ruolo della donna come soggetto fondamentale delle lotte per la libertà del passato, presente e futuro. Alle donne la Giuria desidera dedicare un applauso del pubblico del Festival qui presente." Pane & Partigiani è stato realizzato da Daniele Canini, Federico Ciarabelli, Marino Marini e Marco Rosini.  

03/10/2017 12:14:50 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: inaugurazione della mostra ''Carpe Porcum'' di Elaine Tin Nyo

Riceviamo e pubblichiamo Carpe Porcum – Elaine Tin Nyo Opening Party – Friday 6th October 2017 – 6:30pm This little piggy went to market, This little piggy stayed home, This little piggy had roast beef, This little piggy had none. And this little piggy cried, “Wee, wee, wee” all the way home! (English translation below) Galleria Grefti è felice di presentare la mostra dell’artista concettuale Elaine Tin Nyo. Principalmente rinomata per la sua arte basata sull’uso del cibo, i lavori di Ms Tin Nyo esplorano il soggetto del cibo, allevamento, identità sociali, politica del femminismo e ambientalismo. Il progetto, “This Little Piggy” ha ricevuto il prestigio del Creative Capital Grant nel 2013. Il progetto segue la vita di cuccioli di maiale dalla nascita al prosciutto in cinque culture centrate sulla produzione suina (Francia, Italia, Spagna, USA, Cina). Dal 6 Ottobre, la Galleria Grefti ospiterà opere dal primo progetto basato in Francia del primo little piggy. L’artista ha vissuto nei Paesi Baschi per 18 mesi per seguire la vita di 4 maiali nel loro percorso di trasformazione nell’emblematico prosciutto francese: il Jambon de Bayonne. Questo lavoro riflette l’intimo e giornaliero accesso che l’artista ha avuto per i maiali e per i saperi degli allevatori. Il lavoro è stato influenzato dalla ricca storia e cultura dei Paesi Baschi che producono uno tra i più raffinati prosciutti al mondo. Grefti è un’istituzione culturale basata in Umbria, una regione rinomata per la sua eccezionale produzione di prosciutto e salumi. Siamo fieri della cultura di prodotti suini della nostra regione e desiderosi di aprire un nuovo capitolo di questo progetto. Siamo sempre ispirati dagli artisti che innescano un dialogo. E non c’è modo migliore per mostrarvi perché l’opera di Ms Tin Nyo ci abbia attratto, che citare direttamente le sue parole riguardanti il processo teorico della sua missione artistica: “ Al cuore di questo progetto c’è la correlazione dei nostri corpi a quelli dei maiali. La filastrocca, in maniera accattivante, camuffa le dita di bimbi per i 5 maialini. Usa anche il diversivo di imparare un’abilità (come il contare le proprie dita) per commettere l’inevitabile e predicibile inganno..il solletico. “ This Little Piggy” sarà un ritratto di ogni maialino e e delle persone coinvolte. Ma come nella filastrocca, indovineremo l’inevitabile epilogo.”  L’inaugurazione di questa mostra è Venerdì 6 Ottobre alle 18:30 nella nostra galleria (Via Cibo, 10, Umbertide). Elaine terrà inoltre eventi relativi alla mostra durante la sua durata. Riceverete più informazioni in seguito! .................... Galleria Grefti is pleased to present an exhibition by conceptual artist, Elaine Tin Nyo. Best known for her food-based art, Ms Tin Nyo's work explores the subjects of food, farming, social identity, feminist politics and environmentalism.  Ms Tin Nyo's multi-year, multi-national project "This Little Piggy" received a prestigious Creative Capital Grant in 2013. The project follows the life of a piglet from birth to ham in five ham-centric cultures (France, Italy, Spain, USA, China).  Beginning October 6, Galleria Grefti will exhibit a sampling of the first little piggy, the French pig. The artist resided in the Pays Basque for 18 months to follow the life of piglets on their journey to become the emblematic ham of France: the Jambon de Bayonne. These works reflect the intimate, daily access the artist had to the pigs and the savoir faire of their farmers. The works are influenced by the rich history, ecology and culture of the Pays Basque that produces one of the finest hams in the world. Galleria Grefti is a cultural institution located in Umbria, a region known for its exceptional prosciutto and salami. We are proud of our region's pig culture and look forward to the prosciutto chapter of this project. Artists who start conversations inspire us. There is no better way to show you why Ms Tin Nyo’s work drew us in than by quoting her directly as she talks about the thought process behind her artistic mission:  "At the heart of this project is the correlation of our own bodies to those of the piglets. The nursery rhyme rather charmingly swaps a baby’s toes for the five piggies. But it also uses the distraction of learning a skill (to count one's toes) to perpetrate the inevitable and predictable betrayal (the tickling). "This Little Piggy" will be a portrait of each piglet and the people around it. But as in the nursery rhyme, we will anticipate the inevitable end." The opening party for the exhibition is on Friday 6th October at 18:30 at our gallery (Via Cibo 10 Umbertide). Elaine will also be hosting some related events at the gallery during the exhibition. More information to follow!

02/10/2017 12:14:21 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy