Cultura » Mostre Martedì 29 maggio al Metropolis di Umbertide proiezione del film ''Ten Years Later'' di Fabio Ilacqua

Riceviamo e pubblichiamo   Martedì 29 maggio alle ore 20.30, presso il Cinema Metropolis verrà proiettato il film ‘Ten Years Later’ di Fabio Ilacqua che racconta la storia vera di un gruppo di ragazzi di strada di Nairobi. Il 7 aprile del 2005 otto ragazzi di Kibera, Nairobi, hanno scelto di lasciare la strada per entrare a Ndugu-Mdogo Rescue Centre, una casa di accoglienza istituita dalla ong Amani e Koinonia Community con il sostegno di Banca Mediolanum e la collaborazione di Fondazione Mediolanum Onlus per tentare di dare una risposta concreta al fenomeno dei bambini di strada. A filmarne l’ingresso nel centro e le prime reazioni c’è Fabio Ilacqua. Dieci anni dopo, nel 2015, Ilacqua decide di tornare a Kibera per rintracciare quegli otto ragazzi e capire come è cambiata la loro vita nel corso di un decennio. La narrazione corre avanti e indietro nel tempo tra il 2005, quando è iniziato il loro percorso lontano dalla vita di strada, e il 2015, quando i ragazzi di strada ormai cresciuti guardano al loro passato, al loro presente e futuro. Tra loro c’è chi ricorda: “Non so dirvi quanto fossero orribili le notti. Perdonare e dimenticare. È stato l’inizio di una nuova vita”; e chi guarda avanti: “Voglio dimostrare che il mio futuro sarà diverso dal mio passato.” Alcuni pensano ai figli da accudire, alla famiglia da mantenere, mentre per altri c’è il rimpianto di un’occasione sprecata. Al termine della proiezione si terrà l’incontro con Francesco Cavalli e Flavio Lotti. L’iniziativa precede la Marcia della pace che quest’anno si svolgerà sabato 2 giugno lungo il percorso che collega Umbertide a Montone.  

28/05/2018 10:59:11

Notizie » Politica ''Umbertide Civica per Voltare Pagina sostiene e condivide il programma proposto dal candidato Sindaco Paola Avorio''

Riceviamo e pubblichiamo Il Coordinatore della lista UMBERTIDE CIVICA PER VOLTARE PAGINA UMBERTIDE CIVICA PER VOLTARE PAGINA,  sostiene e condivide il programma  proposto dal  candidato Sindaco Paola Avorio, il quale, sarà integrato da proposte che riguardano i problemi della sicurezza, dell'attività produttive e dell'occupazione. Sarà inoltre presentato un documento di linee guida per realizzare una politica della famiglia e per i giovani, e saranno rese pubbliche in occasione della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale del 10 giugno 2018. I promotori della lista  UMBERTIDE CIVICA PER VOLTARE PAGINA  prima di sostenere il candidato Sindaco Paola Avorio,  si sono documentati esaminando le notizie che emergevano dalla stampa, non solo locale, ma anche regionale. Per noi il Sindaco deve avere delle caratteristiche, quali ad esempio: un livello culturale ben definito, una capacità di interpretare i bisogni della comunità che rappresenta e quella di individuare le priorità quando è chiamato ad assumere impegni programmatici ed inoltre, deve avere una predisposizione alla mediazione nei rapporti  con i cittadini e sul piano operativo istituzionale. Oltre tali elementi base, il Sindaco deve  essere  un decisionista razionale e coinvolgere  ed informare i cittadini mediante l'uso degli strumenti previsti dalle normative nelle quali l'Ente Locale si deve attenere. Dopo alcuni colloqui con la candidata Avorio da parte della delegazione dell'allora costituenda lista civica, si è ritenuto di dare credito alla candidata Paola Avorio perchè, nel caso che la proposta venisse resa ufficiale, ritenendo che i requisiti base per assumere un ruolo importante politico istituzionale li possedeva. Ci sembra che la  scelta risponde alle esigenze di  rinnovamento, mentre a nostro  giudizio le altre candidature non riescono a trovare e fare emergere una originalità ed una  immagine  propria, neanche un distingui programmatico, per cui,  al di là di una volontà  comune di voler assumere la guida della nostra città, nulla altro emerge dalla dialettica politica di questi giorni, se non proposte che  non sono possibili da realizzare, può essere un buon metodo far sognare, poi se i molti progetti non troveranno realizzazione si troverà comunque un responsabile.

28/05/2018 10:26:28

Sport Volley D/F: tie break fatale per il Volley Umbertide in gara 1 della semifinale play off

Vittoria in rimonta di Narni, che sul 2 a 1 in favore delle umbertidesi recupera e si porta sull’1 a 0 nella serie di Raffaello Agea Narni – Le premesse per una gara dall’esito diverso c’erano. Non solo per quanto visto nell’ultima sfida casalinga che ha permesso al Volley Umbertide di approdare alla semifinale, ma anche per quanto visto in campo. Sì, perché non è certo esagerato dire che le ragazze di coach Gabriele Violini, portandosi in vantaggio di due set a uno, abbiano ricalcato l’eccellente prestazione di gara 3 dei quarti di finale. Il set perfetto è il primo. Le padrone di casa sono consapevoli del fatto che una vittoria in gara 1 non solo consentirebbe loro di giocarsi il primo match point già dalla prossima sfida, ma anche che in caso di necessità di giocare la “bella”, avrebbero il favore del campo. Però le ospiti disputano un “perfect game”, con Martina Ubaldi in regia che distribuisce palloni che sono inviti a nozze per le sue attaccanti. Il tridente Greta Ottaviani, Giada Palazzetti e Matilde Ercolani (che mettono a terra 14 punti in attacco suddividendosi equamente il bottino), funziona alla perfezione. Per contro gli errori, sia in attacco, sia in difesa, ma anche in ricezione, sono veramente pochi. E quando sbagliano poco anche dall’altra parte della rete, di solito chi commette meno meno errori ottiene il favore del risultato: finisce 25 a 23 a favore di Umbertide. Dopo il cambio di campo, nonostante l’attacco delle biancorosse continui a macinare punti, peraltro anche con le due centrali Chiara Moretti e Cecilia Rometti, qualche errore di troppo e la minore efficacia del muro, non consentono fasi break di rilievo, tanto che sono le Narnesi a portarsi avanti nel punteggio e ad aggiudicarsi il frangente con il punteggio di 25 a 22. Nel terzo set, però, Umbertide torna in campo convinta di potercela fare e grazie anche all’avvicendamento delle due attaccanti di banda con Maddalena Rosi ed Elisa Governatori a garantire la fase di ricostruzione dalla seconda linea, Ubaldi e compagne si portano avanti nel punteggio, guadagnando il terzo cambio di campo, ma soprattutto il terzo parziale con lo score di 25 a 19 in loro favore. Violini concede un po’ di riposo alla sua regista, egregiamente sostituita da Cecilia Pannacci, mentre i due liberi Althea Giulietti e Martina Giulietti contribuiscono a dare sicurezza e solidità alle operazioni in campo.  Normale la reazione delle padrone di casa nel parziale successivo, quando il punteggio resta in bilico fino al 16 pari. Da quel momento, però, senza nulla togliere a quanto Narni ha saputo mettere in campo, la squadra di Violini non riesce più ad incidere, anzi apparendo vittima di un blocco mentale che è proprio un bel regalo per le avversarie, autrici di un parziale di 9 a 0 che consente loro di conquistare il quarto set (25 – 16) e di prolungare l’incontro al tie break. Di tie break il Volley Umbertide ne ha giocati diversi nel corso della stagione, quasi tutti vittoriosi. Ma ancora una volta, nonostante Narni si limiti in pratica ad “amministrare”, il parziale di 6 a 0 in suo favore è forse l’epilogo del match. Ma prima ancora del fischio finale, una protesta per un attacco delle ospiti giudicato out (peraltro già sul 12 a 7 in favore delle narnesi), induce l’arbitro ad assegnare un cartellino rosso, che taluni dall’altra parte hanno poi attribuito ad un’espressione offensiva nei confronti del direttore di gara, ma della quale sembra non vi sia traccia nel nel referto. Come diceva il grande Boskov “rigore c’è quando arbitro fischia”; quindi “offesa c’è quando arbitro scrive”. Ma forse le umbertidesi, nonostante avessero recuperato un po’ dello svantaggio accumulato, probabilmente stavano pensando già gara 2, consegnando il set (15 – 7) e l’incontro a Narni. E come è successo in occasione della serie precedente, a questo punto l’importante è non pensare a una vera e propria occasione perduta, ma guardare avanti per andare poi a giocare la sfida decisiva. La spinta del PalaMorandi ci sarà di certo, perché i sostenitori del Volley Umbertide sanno che questa squadra è capace di tornare a lottare e di far gioire il suo pubblico. Il tabellino Bar Scalo 82 Narni – Volley Umbertide 3 – 2 Parziali: 23 – 25, 25 – 22, 19 – 25, 25 – 16, 15 – 7 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 8, Ottaviani 16, Ercolani 10, Palazzetti 16, Moretti 10, Rometti 6, Rosi 3, Pannacci, Governatori, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e.: Nicoletti, Beacci. B.s. 7, Aces 4, Errori 32. Allenatore: Gabriele Violini Bar Scalo 82 Narni: Arbuatti Lavinia, Arbuatti Lucrezia, Cesaroni, Eresia, Novelli, Rossi, Schifano, Vittori, Zagori. Allenatore: Lucia Corazza

25/05/2018 12:46:47 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy