Notizie » Politica Umbertide Cambia sulle politiche per lo sport

Riceviamo e pubblichiamo Tavolo per lo sport e l’educazione, cittadella dello sport, centro sportivo giovanile nella zona Usu. Sono gli indirizzi programmatici di Umbertide cambia per una politica dello sport all’insegna della collaborazione e della messa a sistema di strutture e risorse. Il centro sportivo giovanile, parte integrante della cittadella dello sport, avrebbe a disposizione il campo sintetico (con spogliatoi ampliati), il parco giochi, l’ex magazzino tabacchi. Quest’ultimo, comprensivo del bar-cucina, è concepito come spazio multiservizio destinato a palestra, attività di recupero da infortuni e riabilitazione motoria, laboratorio di psicologia sportiva, sale studio, riunioni, eventi. Nella piazza contigua dovrebbero essere realizzati campetti liberi dove poter praticare varie discipline sportive, ad esempio basket, pallamano, pattinaggio, bocce. In alternativa queste attività potrebbero essere previste nell’area verde lungo via della Repubblica, anche ad uso della parrocchia. Questa scelta definirebbe un collegamento fisico con la zona degli impianti sportivi, del parco e della pineta Ranieri, nucleo fondamentale della cittadella dello sport che dovrà essere valorizzata attraverso uno specifico progetto che preveda finanziamenti privati e pubblici, anche europei. Gli aspetti strutturali dovranno andare di pari passo con una nuova idea di collaborazione sportiva. Nella loro piena autonomia le società potranno aderire ad una progetto educativo condiviso, sviluppato appunto attraverso il tavolo per lo sport e l’educazione al quale partecipano le scuole e le altre agenzie educative che operano sul territorio. Collaborazione, programmazione, ma anche buona gestione. Sara in questo senso opportuno definire un regolamento che preveda l’erogazione di contributi a sostegno delle società che dimostrano una buona situazione economica e garantiscono una attività sportiva e formativa di qualità. Una particolare attenzione dovrà essere posta, in un più ampio progetto a loro destinato, alla attività sportiva delle persone con disabilità, sull’esempio del baskin già in corso.   Umbertide cambia

22/01/2018 19:26:23

Notizie » Politica La Lega presente al sit in a sostegno dei lavoratori della Nardi spa, Mancini:''Le rappresentanze sindacali si dimenticano che le responsabilità sono dei Governi PD''

Riceviamo e pubblichiamo La Lega presente al sit in a sostegno dei lavoratori della Nardi spa. Mancini: “Le rappresentanze sindacali si dimenticano che le responsabilità sono dei Governi PD” Anche il consigliere regionale della Lega, Valerio Mancini ha partecipato al sit in a favore dei dipendenti della Nardi spa. “Giustificate le preoccupazioni di numerose famiglie e lavoratori – ha spiegato Mancini – ma serve un'unità di intenti per risolvere la questione. Credo sia altresì inaccettabile che ogni qualvolta si verifichi una crisi occupazionale di simile portata, le responsabilità vengano attribuite ad un unico soggetto, in questo caso la proprietà, come evidenziato anche durante il sit in, da alcune rappresentanze sindacali. Nel Gennaio del 2017 la Lega, tramite il Sen. Stefano Candiani aveva interessato della vicenda il Ministro degli Esteri, per sbloccare l’intervento finanziario della SACE (Agenzia per finanziamenti esportazioni estero) per un investimento di oltre 10 milioni di euro. Se la proposta non si concretizzò non fu certo per volere dell'azienda. In certi momenti se si cercano responsabilità non possiamo che iniziare dai disastrosi governi regionali e nazionali del PD che, in Alta Valle del Tevere, hanno anche autorevoli esponenti i quali si accorgono solo ora delle crisi occupazionali in corso. Se proprio vogliamo parlare di responsabilità – chiosa Mancini -  sarebbe stato logico ed opportuno che le rappresentanze sindacali presenti al sit in avessero riversato quelle stesse critiche anche ai governi regionali e nazionali i quali  hanno contribuito a generare questo quadro così precario.  Purtroppo la Nardi si inserisce, assieme a tante altre aziende umbre come la Tagina, la Ex Pozzi, la Perugina o la Colussi, per citarne alcune,  in un ampio contesto dove il tema dell’occupazione non si limita ad uno specifico settore in difficoltà, ma si interseca nella più ampia ed evidente crisi generale. Fa piacere – conclude Mancini  -   vedere i sindaci alto tiberini a fianco dei lavoratori, ma trovo poco opportuno che quegli stessi sindaci sostengano anche esponenti di governo che, di fatto, hanno fallito la loro politica economica”  

22/01/2018 19:18:43

Notizie » Politica L'ex Sindaco Locchi risponde al PD:''Questa segreteria del PD di Umbertide mi pare la bella addormentata''

Riceviamo e pubblichiamo L'ex Sindaco di Umbertide Marco Locchi risponde alle dichiarazioni fatte dal PD umbertidese nei giorni scorsi:''Tutti conosciamo la storia della “bella addormentata nel bosco”… Ecco questo gruppo dirigente, questa segreteria del PD di Umbertide mi pare la bella addormentata: dopo anni di silenzio assoluto in consiglio comunale, con i 7 consiglieri ( si, si gli stessi delle dimissioni fatte “nascostamente” – come direbbe “Cetto”- da un notaio!) che, a detta anche delle opposizioni, sembravano muti, da qualche giorno a questa parte hanno improvvisamente ritrovato la favella. Ma sarà per mano del “principe azzurro” che baciando la bella addormentata l’ ha svegliata dal sonno eterno?'' ''E’ vero -prosegue Locchi- gli argomenti scelti non sono molto azzeccati anche perché tutto quello che dicono, che scrivono sui social, ma anche sui manifesti  lo stanno o ricopiando dalle news del comune uscite nel corso dell’ultimo anno su ospedale, scuola,ecc. o dalle interrogazioni in consiglio comunale di Umbertide Cambia ( vedi questione su Umbra Acque). Certo poi ogni articolo si chiude con l’ immancabile attacco alla precedente amministrazione: ma loro dove erano? Perché in tre anni non hanno mai parlato? Perché non hanno mai presentato un odg che guardava al futuro ( visto che ora, nella speranza di far dimenticare agli umbertidesi il disastro fatto,  la parola  d’ordine è “guardiamo al futuro” ..improvvisamente guardiamo al futuro, ma fino ad ora dove hanno guardato??);  hanno sempre approvato tutto, anzi spesso le interrogazioni le ha dovute fare la Giunta visto che non sapevano neanche come farle!!'' ''E allora - continua l'ex primo cittadino- si parla dell’ospedale delle cose che si stanno facendo: ma queste cose, per chiarezza, chi le ha costantemente spinte sollecitate, volute è il sottoscritto (chiedere alla Direzione Sanitaria per conferma). Un grazie alla Direzione Sanitaria per tutto quello che sta facendo per l’ Ospedale di Umbertide che è da sempre stato al centro della azione amministrativa. E quindi i problemi dell’ospedale sono i piccioni? Ma per favore ..parliamo piuttosto del grande successo del nuovo reparto di DCA (disturbi del Comportamento alimentare) fortemente voluto dal sottoscritto e dalla Dott.ssa Laura Dalla Ragione che grazie all’impegno del Dot. Silvio Pasqui e del Direttore Andrea Casciari è stato possibile realizzare. La situazione intorno all’ospedale: ma questa segreteria non sa neanche che da mesi è stato avviato un progetto per sistemare anche la cartellonistica intorno all’ospedale (chieder sempre alla direzione sanitaria per conferma). Quindi per favore..vogliamo parlare di futuro?? Lo faremo, sicuramente  insieme agli umbertidesi per sentire anche da loro le esigenze reali e non quelle finte emerse da una cenetta a quattro ! Vi assicuro che di idee  ce ne sono molte. Nel Ringraziare per la consueta disponibilità saluto cordialmente. Marco Locchi''  

22/01/2018 19:06:57

Notizie » Politica Pd Umbertide:''L’ospedale va potenziato e necessita di cura ed attenzione. Il diritto alla salute è fondamentale''

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide, il Pd: “L’ospedale va potenziato e necessita di cura ed attenzione. Il diritto alla salute è fondamentale”   “Il presidio ospedaliero, unitamente al Centro di Riabilitazione Posperius Tiberino di Umbertide, ha avuto ed ha tuttora una valenza fondamentale anche per le comunità limitrofe che trovano risposte ai loro bisogni di salute con percorsi accessibili e puntuali. La riorganizzazione intrapresa ha garantito, e dovrebbe continuare a garantire, l’erogazione di servizi indispensabili quali quelli relativi agli ambulatoriali specialistici, il pronto soccorso (dove è urgente la ristrutturazione e il potenziamento funzionale), la radiologia, il reparto di medicina, la chirurgia a ciclo breve (che per quanto riguarda la chirurgia plastico-ricostruttiva rappresenta un modello e un’eccellenza per l’intera regione), la struttura di RSA, il centro per i disturbi del comportamento alimentare, il punto prelievi e il laboratorio. Il reparto di medicina negli ultimi tempi ha registrato problematiche legate sia al personale medico che infermieristico/OSS che per l’importanza rispetto alla popolazione residente necessitano di immediata attenzione. Da tempo sono in corso lavori di ristrutturazione alla radiologia che speriamo siano arrivati alla fase conclusiva in modo da risolvere gli inevitabili disagi di operatori ed utenti. A breve dovrebbe essere riattivato il servizio di MOC e avremo un nuovo Litotritore. Su questo aspetto sarebbe necessario che lo strumento fosse supportato da un adeguato servizio di urologia e nefrologia valido per l’intera Asl. Va garantito, inoltre, un pieno funzionamento dell’ambulatorio oncologico. Non può esserci un servizio a singhiozzo. Chi si rivolge all’ambulatorio oncologico ha, più di altri, bisogno di un servizio efficiente.   Se la gestione ed il funzionamento dei servizi sono fondamentali, non bisogna trascurare in maniera totale il decoro strutturale ed ambientale di un luogo deputato alla cura della salute. In particolare, spesso segnalato dagli utenti agli operatori, il degrado esterno provocato dalle deieizioni degli innumerovoli piccioni che colonizzano il tetto e l’area circostante, deve essere oggetto di bonifica immediata. Da segnalare l’incuria nella gestione dell’area di pertinenza priva di sbarra che ne limiti l’accesso (oramai fuori uso da 4 anni) che di fatto consente, ancorchè vietato, il parcheggio dovunque. Gli arredi degli ambulatori spesso sono vetusti e spesso non consentono una agevole movimentazione del paziente. Insomma abbiamo un ospedale che da risposte efficaci ma che ha bisogno di attenzione, cura e decoro. E risposte concrete in tempi certi.”   Segreteria Pd Umbertide

22/01/2018 18:47:15

Cultura » Archivio della Memoria Umbertide celebra la Giornata della Memoria con le musiche di Olivieri Messiaen

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide si appresa a celebrare la Giornata della Memoria, ricorrenza internazionale istituita per ricordare le vittime dell'Olocausto. L'iniziativa, promossa dal Comune di Umbertide, si terrà sabato 27 gennaio al Museo Santa Croce e sarà articolata in due momenti distinti, la mattina per gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Mavarelli – Pascoli e la sera per il pubblico (ingresso gratuito). Ad aprire la commemorazione il saluto del Commissario prefettizio del Comune di Umbertide Castrese De Rosa e l'intervento di Giuseppina Gianfranceschi, in rappresentanza della Tavola della Pace, per ricordare come ancor oggi sono purtroppo molti i popoli che vivono l'orrore della guerra e della violenza. Le celebrazioni saranno poi affidate alla musica del Trio Ars et Labor che proporrà “Quatour de la fin du temps”, l'opera scritta dal compositore francese Olivier Messiaen durante la sua prigionia in un campo di concentramento nazista; nel corso dell'occupazione della Francia da parte dei tedeschi, Messiaen fu fatto prigioniero e deportato a Gorlitz, al confine tra Germania e Polonia; qui incontrò un carceriere appassionato di musica che lo fece comporre una delle sue opere più note, “Quartour de la fin du temps” che fu eseguita, con strumenti di fortuna, davanti a 5.000 prigionieri, una delle più belle musiche del XX secolo che racchiude tutta la crudeltà e l'orrore dei campi di concentramento. Sarà proprio questa la musica che verrà proposta in occasione della Giornata della Memoria; ad esibirsi Sara Gianfriddo al violino, Heloise Piolat al violoncello, Christa Butzberger al pianoforte e Ivano Rondoni al clarinetto.  

22/01/2018 17:36:16

Cultura » Archivio della Memoria Fa tappa ad Umbertide la mostra ''Primo Levi. I giorni e le opere''

Riceviamo e pubblichiamo Farà tappa ad Umbertide, presso il Centro socio culturale San Francesco, dal 3 all'11 febbraio prossimi, la mostra “Primo Levi. I giorni e le opere”, a cura di Anpi Umbria e sezione Anpi di Umbertide e Montone e patrocinata dalla Regione Umbria e dal Comune di Umbertide. La mostra, che ha già fatto tappa in varie città umbre, non vuole avere un taglio biografico ma intende descrivere le diverse linee che definiscono Primo Levi: intellettuale, scrittore, chimico, testimone. I documenti, le fotografie e i testi in esposizione al Centro socio culturale San Francesco mostrano l’evoluzione di queste linee, i loro punti di incontro e di divergenza. Alla fine del percorso non si offrirà un insieme chiuso e risolto, ma si cercherà di mantenere aperte le questioni e la loro discussione. L'iniziativa coinvolgerà anche le scuole di Umbertide con il fine di favorire la diffusione e la tutela della memoria della Lotta di Liberazione, della Resistenza e dei valori; l'Anpi, consapevole dell’importanza della conoscenza e del ruolo che la scuola esercita nella formazione civica dei cittadini del futuro, ha infatti sottoscritto a livello nazionale un importante protocollo di intesa con il Miur che consente all'associazione di rivolgersi al mondo della scuola e di proporre collaborazioni per contribuire a far crescere una cultura basata sui valori resistenziali della democrazia, dei diritti e della pace. La mostra sarà inaugurata sabato 3 febbraio alle ore 10 alla presenza del Commissario Prefettizio del Comune di Umbertide Castrese De Rosa, del presidente della Sezione Anpi di Umbertide Umberto Zoppo, di Federica Tabbò, del Museo diffuso della Resistenza di Torino e di Mari Franceschini, presidente dell'Anpi provinciale. L'esposizione resterà aperta tutte le mattine, ad ingresso gratuito, dalle ore 10 alle ore 12,30 e nei pomeriggi di sabato e domenica dalle ore 16 alle ore 18. 

22/01/2018 16:42:14

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy