Notizie » Politica Umbertide cambia: “ 'Mago' Tosti e il gioco delle tre carte”

  Secondo Umbertide cambia "Il disavanzo straordinario di amministrazione rimane fino al 2044. L’assessore al bilancio (PD) che nel 2015 lo ha creato è lo stesso di oggi che afferma, falsamente, che non esiste." Inizia così il comunciato stampa a firma di Umbertide cambia che continua: "Camuffare per proprio tornaconto politico anche i numeri del bilancio non è un atteggiamento responsabile ed un bene per la comunità, soprattutto se si è la causa di quei numeri. Perciò esige una risposta, anche tecnica e sul merito, l’affermazione del tutto impropria dell’assessore al bilancio Tosti. Riepilogo: la Giunta e l’assessore al bilancio sostengono che l'avanzo del Rendiconto risulta di 31.417,10 euro e quindi l’Ente rientrerebbe - sempre secondo la Giunta -  con molto anticipo e solo dopo 6 anni, a fronte dei 30 inizialmente stabiliti dal disavanzo tecnico da riaccertamento straordinario dei residui (disavanzo straordinario di amministrazione). Totalmente inesatto".  “La storia è questa”, ricostruisce il Consigliere Gianni Codovini: “il disavanzo straordinario di amministrazione adottato nel 2015, proprio dall’allora assessore al bilancio (Pd) Tosti e dalla Giunta Locchi, pari a 1.033.152,08 per la valenza di 30 anni è ripianabile per legge con una rata di 34.438,40 euro ogni anno (fino appunto al 2044). Detto piano, per effetto del pagamento di ogni singola rata annuale, prevede un disavanzo annuale teorico che non può essere peggiorato nei vari anni. Il fatto che vi sia oggi un minor disavanzo entro quello teorico indicato dal Legislatore è semplicemente un atto dovuto. Non a caso, il disavanzo straordinario di amministrazione permane, tanto è vero che il bilancio di previsione 2021-2022-2023 ha previsto la rata annuale di 34.438,40 euro fino al 2044. Conclusione: il fatto che oggi a bilancio consuntivo vi sia un avanzo di 31.417,10 euro non significa cantar vittoria perché può coprire, peraltro non del tutto, l’attuale rata annuale, ma per i prossimi 23 anni il disavanzo straordinario di amministrazione rimane. Sul fatto dell’avanzo di 31.000 euro, poi, di cui si pregia questa Giunta, abbiamo sempre spiegato che è dovuto da notevoli trasferimenti statali (oltre 5 milioni) dalla ricontrattazione dei mutui (sempre grazie al governo) e dalla massima pressione fiscale di Imu, Irpef e Tari. Ci sarebbe quindi bisogno di atteggiamenti più consoni alla situazione, invece che sparare numeri che alla fine si ritorcono contro la stessa Amministrazione e, soprattutto, contro i cittadini”.     

05/05/2021 18:54:02 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Galmacci e Spatoloni (Lega Umbertide): “Si convinto al rendiconto 2020”

Galmacci e Spatoloni (Lega Umbertide): “Sì convinto al Rendiconto 2020. Un plauso all'amministrazione del nostro sindaco Luca Carizia che ha fatto uscire il Comune dal disavanzo tecnico di gestione dopo solo 6 anni”    “Finalmente possiamo dirlo: con l'approvazione del Rendiconto 2020 il Comune di Umbertide esce dal disavanzo tecnico di amministrazione che si era determinato nel 2015. L'ottimo lavoro dell'amministrazione guidata dal nostro sindaco Luca Carizia e dalla sua giunta ha fatto sì che se ne uscisse dopo soli 6 anni invece che dei 30 previsti nel 2015”. Ad affermarlo sono il segretario comunale della Lega Umbertide, Vittorio Galmacci e il capogruppo Ettore Spatoloni. “Il bilancio consuntivo – dicono gli esponenti del Carroccio - mostra come il governo a trazione leghista della città sia attento e incentrato a far quadrare i conti del nostro Comune. L'altra bella notizia è che il bilancio 2020 chiude con un attivo di quasi 32mila euro. Questa cosa però non va giù ai soliti noti di Partito Democratico, Umbertide Cambia e Movimento 5 Stelle. Dalle loro dichiarazioni sembra proprio che siano poco felici dell'uscita del comune dal disavanzo di amministrazione e restando fedeli alla loro malafede invitino l'ente a indebitarsi sempre di più. C'è un motivo di fondo che fa notare perfettamente il motivo per cui desiderano ciò – affermano i leghisti - Secondo la minoranza il Comune non deve avere i conti in ordine. Per loro più debiti si fanno e meglio è. Come mai il partito unico dell'opposizione vuole tutto questo? Per un motivo ben chiaro, ovvero ripetere un copione già visto a dicembre 2017 mandando al collasso il Comune e far arrivare un commissario straordinario. La loro brama di potere è talmente forte che questo giochino è stato reso palese dagli esponenti di Pd, Uc e M5S nell'ultima seduta del Consiglio comunale quando hanno avuto addirittura il coraggio e la sfrontatezza di invitare la maggioranza a non votare il Rendiconto di gestione 2020. Noi – concludono Galmacci e Spatoloni – andiamo avanti, come abbiamo sempre fatto da quando siamo al governo di Umbertide, per il bene della città e dei nostri concittadini”.    

05/05/2021 12:24:37 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Bilancio consuntivo 2020 bocciato dalle opposizioni, il comunicato congiunto di Codovini, Conti, Corbucci e Ventanni

Con un comunicato congiunto a firma dei Consiglieri Codovini (Umbertide cambia), Conti (M5S Umbertide), Corbucci e Ventanni (Pd Umbertide), le opposizioni si esprimono sul Rendiconto 2020 approvato durante l'ultimo consiglio comunale di Umbertide:  "L’approvazione del bilancio Rendiconto 2020 nel Consiglio comunale del 30 aprile ha evidenziato gli stessi gravi problemi di questi tre anni di Amministrazione Carizia: al di là della ineccepibile gestione tecnica da parte degli Uffici, risulta massima la pressione fiscale con Imu e addizionale Irpef ai massimi livelli, la Tari per le utenze domestiche è aumentata, permane la forte anticipazione di cassa (1 milione e mezzo) ed il solito carico dei residui attivi (quasi 5 milioni). Nulla è cambiato - aggiungono i consiglieri di opposizione - anzi il Rendiconto 2020 è la prova provata che se anche non vi fossero stati assessore al bilancio e Sindaco, tutto sarebbe stato uguale, visto che la Giunta non ha fatto una scelta autonoma e politica rispetto alla situazione di emergenza pandemica e di fronte ai rischi di tenuta sociale. La maggioranza leghista di Carizia si è infatti limitata a fare il passacarte dello Stato, che peraltro ha ben retribuito l’Amministrazione con i vari interventi (ricontrattazione dei mutui e trasferimenti diretti) che ammontano a oltre 5 milioni di euro. Per cui lo sbandierato e risibile avanzo di amministrazione (30mila euro) è una bestemmia amministrativa di fronte al niente delle scelte. Solo qualche esempio fa capire ai cittadini di cosa ha fatto la Giunta leghista: mentre ha aumentato visibilmente gli impegni sui servizi generali e istituzionali passando da 3milioni 944mila euro del 2019 a oltre 5 milioni del 2020, ha tagliato anche su ordine pubblico/sicurezza (412.000 euro nel 2029 ai 273.000 del 2020), politiche giovanili (da 821mila a 320mila) sui trasporti e mobilità (da 813mila a 720mila). Da ultimo, a corollario del bilancio 2020, va ricordata la situazione fuori controllo delle società partecipate dal Comune, in particolare Prosperius e Multiservice, e con la Farmacia comunale 1 sempre in rosso. Siamo preoccupati seriamente per i prossimi due anni di Amministrazione, sempre più isolata anche territorialmente. Perciò il muro alzato contro l’opposizione è solo sintomo di debolezza e difficoltà di gestione".  

03/05/2021 18:49:42 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Montone: Progetto STEM, nuovi percorsi formativi per gli studenti della primaria

Progetto STEM, al via nuovi percorsi formativi per gli studenti della primaria Attività laboratoriali gratuite promosse dal Comune nei mesi di maggio e giugno, aperte le iscrizioni   Nuovi percorsi educativi sulle materie scientifiche per i piccoli alunni della scuola primaria di Montone. Nei mesi di maggio e giugno, grazie al progetto “STEM” bambine e bambini, organizzati in piccoli gruppi misti, si cimenteranno in laboratori di chimica, fisica, matematica e coding.   L’iniziativa gratuita, promossa dal Comune di Montone e realizzata con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le pari opportunità, si svolgerà nei locali degli edifici scolastici del borgo con esperti del settore, nel pieno rispetto delle norme sanitarie per il contenimento del Covid-19.  Le iscrizioni ai laboratori sono aperte, per partecipare è necessario compilare la scheda di adesione e inviarla entro il 5 maggio all’indirizzo: segreteria@montone.org.  Nel calendario è previsto anche un evento finale per domenica 27 giugno, per questo la giornata di mercoledì 23 giugno, dalle 15 alle 17, sarà dedicata ai preparativi.    Questi gli appuntamenti:  - Laboratorio di chimica e fisica per le due classi di 6/7 e 7/8 anni:   mercoledì 12,19 e 26 maggio dalle 15 alle 17;   lunedì 17 e 24 maggio dalle 15 alle 17;   lunedì 7 giugno dalle 15 alle 19. - Laboratorio di matematica e coding per le tre classi 8/9, 9/10 e 10/11 anni:   mercoledì 12,19 e 26 maggio dalle 15 alle 17;   lunedì 17 e 24 maggio dalle 15 alle 17;   lunedì 7 giugno dalle 15 alle 19.  

03/05/2021 17:53:21 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Assistenza sanitaria integrativa, la Giuliano Tartufi firma accordo con Flai-Cgil Umbria

Giornata storica alla Giuliano Tartufi spa di Pietralunga dove, mercoledì 28 aprile, è stato siglato l’accordo con il sindacato Flai-Cgil Umbria che consente ai dipendenti dell’azienda di accedere importanti servizi di welfare e in particolare di assistenza sanitaria integrativa. All’incontro, insieme a Giuliano Martinelli, titolare della Giuliano Tartufi, erano presenti Michele Greco, segretario generale Flai-Cgil Umbria, e Luca Turcheria di Flai Cgil Umbria zona Alto Tevere. Durante l’assemblea sindacale dei lavoratori si sono raccolte le prime iscrizioni di adesione a Flai-Cgil Umbria della gran parte dei dipendenti. Continua così il percorso intrapreso da tempo dalla Giuliano Tartufi, rivolto ad attuare il proprio piano di welfare aziendale e aumentare il livello di qualità della vita dei propri lavoratori. “Credo che con questa firma – ha commentato Giuliano Martinelli – si apra un nuovo periodo di crescita e grande collaborazione: ciò porterà sicuramente vantaggi a entrambe le parti. Per essere all'avanguardia in tutto è fondamentale toccare il settore più importante: il benessere dei lavoratori”. L’azienda, che da 40 anni opera nel settore del tartufo e da 30 anni nel settore delle conserve alimentari, ha raggiunto una forza lavoro di 67 dipendenti, di cui 48 donne e 19 uomini. “Nell’ultimo anno – ha proseguito Martinelli – siamo venuti a conoscenza delle difficoltà, spesso segnalate dai nostri dipendenti, ad accedere a prestazioni sanitarie di varia natura, sia per sé che per i propri familiari. La distanza dai centri abitati limitrofi, la paura di uscire dal naturale isolamento del paese, le difficoltà per effettuare prenotazioni magari per prestazioni più complesse, hanno a volte contribuito a far ‘rinunciare’ a sottoporsi a dei controlli di routine”. A partire da adesso, i dipendenti della Giuliano Tartufi potranno godere di una serie di benefit, come per esempio le possibilità offerte del Fondo Fasa per l’assistenza sanitaria integrativa rivolta in modo particolare ai lavoratori dell'industria alimentare. Un’assicurazione a favore dei dipendenti, estesa anche al partner e ai figli a carico, che dà accesso, in caso di malattia o infortunio, a un ampio ventaglio di servizi e prestazioni sanitari. Luca Turcheria ha espresso la volontà di aiutare tutti i dipendenti, in appoggio all’ufficio del personale, in tutte le pratiche riguardanti il Fondo e altre necessità che si manifesteranno. Come da corrette relazioni industriali, che presuppongono un dialogo costruttivo tra l’azienda e i lavoratori finalizzato al bene collettivo, verranno svolte delle riunioni periodiche, volte ad illustrare tutte le novità introdotte nel settore alimentari/industria.

29/04/2021 19:21:24 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Lions Club Umbertide in aiuto dei più bisognosi

Dopo le recenti iniziative che avevano permesso la distribuzione di presidi sanitari nel settore della sanità, il Club umbertidese è tornato ad operare, questa volta con aiuti alimentari. Nei mesi scorsi il sodalizio ha stretto un’altra importante collaborazione che da qualche tempo interessa il Distretto 108L e alla quale hanno aderito molti altri Club. Si tratta dell’accordo con il Banco Alimentare (in questo caso con il Comitato di Perugia), che pur svolgendo una preziosa attività di raccolta di eccedenze della filiera agroalimentare, a volte non riesce a trovare gli sbocchi giusti sui territori. Da sempre il Lions Club Umbertide  è in prima linea a supporto del proprio territorio e oggi più che mai, a fronte di tante situazioni di difficoltà aggravate dall’emergenza sanitaria, l’iniziativa assume particolare valore nell’ambito dei suoi programmi. Nel mese di marzo la prima consegna delle derrate e nei giorni scorsi il raddoppio; consegne alle quali non hanno voluto mancare il presidente Michele Farabbi, i soci Anna Paola Giacché e Mauro Tarragoni Alunni, nella sua doppia veste di segretario del Club e presidente della zona D della IX circoscrizione. Ma ci sarà tempo per triplicare e per altro ancora, dal momento che, come si dice in gergo, questo è diventato per il Club presieduto da Farabbi un service permanente.  Un servizio concreto e di grande attualità per i meno fortunati e per coloro che sono veramente in difficoltà.  

26/04/2021 15:56:33 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5s Umbertide: “dimenticare il 25 aprile”

Dal Portavoce del M5S in Consiglio Comunale di Umbertide, Giampaolo Conti un messaggio rivolto al SIndaco e alle celebrazioni del 25 aprile: "Caro Sindaco, stamattina ho partecipato alla commemorazione del bombardamento di Umbertide del 1944 in piazza XXV Aprile e, con sgomento, al mancato festeggiamento della festa della Liberazione. Vede per noi umbertidesi il 25 Aprile ha una doppia valenza, commemora un evento doloroso , il bombardamento del borgo San Giovanni e la festa della Liberazione, due eventi accomunati non solo dalla data, ma anche dal fatto che entrambi furono causati dal fascismo, causa della guerra e del naturale insorgere delle forze antifasciste che hanno dato origine alla Resistenza. Oggi i consiglieri comunali della sua maggioranza ed i suoi assessori hanno disertato ogni presenza alla parte civile della cerimonia, erano coloro che simbolicamente avrebbero dovuto, insieme al sottoscritto rappresentare la cittadinanza in piazza XXV aprile (che non a caso si chiama così). E a nulla vale nascondersi dietro al dito della pandemia, se poi si sposta la messa al campo dentro la Collegiata, luogo sicuramente meno areato della piazza. Non si vogliono dare lezioni, ma prendere atto di comportamenti privi di civismo, di rispetto delle istituzioni e della Costituzione nata dalla Resistenza. Non è certo mettendo al bando Bella Ciao, o non dando il giusto risalto al giorno del 25 Aprile che ci farete dimenticare il doppio 25 Aprile degli Umbertidesi. Il 25 aprile per gli umbertidesi è si commemorare il bombardamento, ma è anche festeggiare i Partigiani, la Resistenza, quelli che hanno avuto e hanno il coraggio di scegliere, la ritrovata libertà e la Costituzione FAR DIMENTICARE IL 25 APRILE AGLI UMBERTIDESI E’ MISSIONE IMPOSSIBILE"    

25/04/2021 19:07:07 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy