Notizie » Società Civile Ad Umbertide il progetto Un Orto a Colori

Ha preso il via ieri il progetto “Un orto a colori” promosso dal centro comunale di aggregazione Lucignolo e reso possibile grazie al contributo della Sezione Soci Coop Centro Italia di Umbertide. Il progetto, che verrà sviluppato nel corso dell’anno scolastico 2014/2015, prevede un percorso educativo finalizzato a riscoprire e valorizzare le colture in via di estinzione attraverso la realizzazione di un orto biologico che consentirà di avvicinare i bambini ad un’alimentazione più sana e di stare a contatto con la natura. L’educazione avviene attraverso il gioco e la storia della “Semina Semmy” che guiderà i bambini nella realizzazione e nella cura dell’orto allestito all’interno del centro di aggregazione.  Ieri, alla presenza dell’assessore Pier Giacomo Tosti in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale e di Eleonora Giannelli e Franca Sonaglia in rappresentanza della Sezione Soci Coop, i bambini, aiutati da Semina Sally, dall’esperto agrario Paolo, da Monica Nanni responsabile del centro di aggregazione e da tutti gli operatori di Lucignolo, hanno provveduto alla semina di alcuni degli ortaggi e verdure più comuni, dai pomodori alle zucche, passando per fagioli e fragole. Ad ogni bambino è stata poi consegnata una tabella con le indicazioni da seguire per innaffiare e prendersi cura dell’orto. Il progetto entrerà nel vivo nel mese di gennaio quando si provvederà alla semina di verdure colorate che rischiano di scomparire come la patata blu, la carota nera, i cavolfiori arancioni e viola e il basilico rosso. “Imparare e divertirsi sono le parole d’ordine di questo progetto promosso dal centro di aggregazione Lucignolo. – ha affermato l’assessore Tosti – Per i più piccoli il gioco è un eccezionale veicolo di conoscenza, attraverso il quale i bambini possono imparare a prendersi cura di un orto e apprender l’importanza della stagionalità delle verdure e di un’alimentazione più sana. Ringrazio quindi il centro di aggregazione Lucignolo e la Sezione Soci Coop per aver dato ai bambini questa importante opportunità”. 

20/11/2014 16:23:42

Notizie » Società Civile Alla Di Vittorio di Umbertide la Giornata Unicef

A 25 anni dall’emanazione della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia, la Direzione didattica 2° Circolo “Giuseppe Di Vittorio”, certificata dall’Unicef come “Scuola amica dei bambini e dei ragazzi”, organizza l’evento “ Noi Cittadini del Mondo- Pratiche di Buona Scuola” che si terrà giovedì 20 novembre alle ore 17.30 presso la sede centrale.  Il programma prevede i saluti e la presentazione del progetto da parte della dirigente scolastica Angela Monaldi che lascerà poi il posto agli alunni delle classi quinte e ai docenti del 2° Circolo che presenteranno “Noi cittadini del mondo – Pratiche di buona scuola”. A seguire interverranno la presidente provinciale dell’Unicef Perugia prof.ssa Iva Catarinelli, il sindaco di Umbertide Marco Locchi, il sindaco di Lisciano Niccone Gianluca Moscioni, il presidente del Consiglio del 2° Circolo Marco Silvestrelli, la responsabile della sezione Unicef di Umbertide Guida Cecchetti Sciurpa e il dirigente del Commissariato di Città di Castello e vice questore aggiunto Marco Tangorra. Saranno inoltre presenti i rappresentanti di Enti istituzionali e di associazioni del territorio che collaborano con la scuola, i genitori rappresentanti degli organismi collegiali, gli alunni delle classi quinte delle scuole primarie e i docenti del Circolo. Gli enti e le associazioni avranno a disposizione anche uno spazio espositivo.

17/11/2014 17:37:11

Notizie » Società Civile Manutenzione delle caldaie

Quali sono le regole per le caldaie? Le norme regionali sono chiare. Tocca all'Adiconsum regionale tentare di chiarire le nuove regole per la manutenzione delle caldaie. "Le operazioni che i cittadini devono compiere sono di due tipi - spiegano dall'Adiconsum - La manutenzione periodica del suo corretto funzionamento è indicato nel libretto della caldaia o consigliato dal manutentore in relazione alla caldaia installata; c'è poi il controllo di efficienza energetica (fumi) che è indicato nella nuova disposizione regionale, per la stragrande maggioranza degli impianti (fino a 100 kw) è di 4 anni ed il costo del bollino è di 15 euro. E’ opportuno che ogni proprietario verifichi che la documentazione sia in regola, e che il rapporto di efficienza energetica sia correttamente inviato al catasto impianti da parte del manutentore di sua fiducia, per evitare i controlli da parte dell’Autorità competenti ed incorrere in sanzioni". Ma dall'Adiconsum spiegano anche cosa non abbia funzionato. "Vorremmo evidenziare come la nuova norma emanata dalla Regione Umbria, è stata elaborata senza nessun coinvolgimento dei cittadini che devono sottostare alle nuove regole e neppure le associazioni dei consumatori. Non si può introdurre una nuova norma importante su una materia così delicata, senza prevedere un periodo transitorio tra la vecchia e nuova procedura, causa di molta confusione e incertezza che riguarda la sicurezza e il corretto funzionamento degli impianti".  

31/10/2014 19:44:40

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy