Notizie » Società Civile Grande inizio per RACCORDI

Grande inizio per la rassegna di danza contemporanea “Raccordi” che nella prima serata ha visto salire sul palco la compagnia di fama internazionale “Déjà Donné” con una coreografia basata sull’improvvisazione e sull’interazione delle ballerine con il regista/coreografo. Performance che ha coinvolto l’intero pubblico, grandi e piccini, incuriositi dal lavoro svolto “dietro le quinte” dagli interpreti. Alla fine dell’esibizione le due ballerine, Elvira Zuniga Porras e Chiara Montalbani, assieme al coreografo Simone Sandroni, hanno risposto alle varie domande poste dal pubblico aprendo un gradevole dibattito e svelando alcuni retroscena. La rassegna proseguirà giovedì 30 aprile alle ore 21,15 quando entrerà nel vivo; saranno tre le performances che completeranno la serata con tre diversi protagonisti. L’ “InNprogressCollective” diretta da Afshin Varjavandy, una compagnia presente da vari anni in eventi, networks e festival a livello nazionale che ha sempre riscosso consenso di pubblico e critica, promotrice di uno stile riconoscibile e innovativo di danza urbana, visual e performing art, che presenterà “toPRAY”, la loro nuova produzione per l’anno 2015. Seconda e terza protagonista la “Meltin_Pot  hip hop dance company” di Firenze diretta da Lisa Basile con un estratto da “30febbraio” e “Miz Brown”, una novità per la rassegna che apre le porte quest’anno anche alla musica dal vivo con Ilaria Capponi, in arte appunto Miz Brown, una giovane artista la cui musica si identifica principalmente nel soul e nell’hip hop, con influenze di dub, roots, elettronica, jazz, funk, disco e house.

28/04/2015 10:34:53

Notizie » Società Civile Ritornano a Preggio i bambini della colonia Madonna delle Grazie

Anche se soltanto per un giorno, Preggio riavrà il collegio maschile della Colonia “Madonna delle Grazie” dove, nel periodo compreso tra il 1949 e il 1963, furono ospitatati tanti bambini poveri, disagiati, orfani, provenienti dall’Umbria ma anche da altre regioni italiane. L'occasione è il 30 maggio, anniversario della storica visita a Preggio dell'allora patriarca di Venezia Angelo Roncalli, poi diventato Papa ed oggi Santo, a cui è stata intitolata la piazza principale del borgo. Alla Colonia “Madonna delle Grazie”, di proprietà dell’Arcivescovato di Perugia, i bambini venivano ospitati per circa cinque anni, il tempo necessario a frequentare la locale scuola elementare. La gestione della Colonia era affidata alle “Suore della Provvidenza e dell’Immacolata Concezione”, aiutate da alcune signorine, giovani insegnanti anche di Umbertide. I bambini ospiti erano circa 80/85 con un'età compresa tra 6 e 12/14 anni e, insieme ai bambini di Preggio e dintorni, formavano le cinque classi elementari. Nel periodo estivo, terminata la scuola, chi non poteva tornare a casa restava nel collegio e l'unica vacanza era costituita da qualche giorno al mare alla “Colonia Stella Maris” di Senigallia, sempre di proprietà dell’Arcivescovato di Perugia. Quelli alla colonia sono stati anni difficili, lontano da casa e dagli affetti familiari ma la  durezza e la disciplina del collegio sono state superate grazie al sentimento di fratellanza che si era creato tra gli ospiti e all'accoglienza degli abitanti di Preggio. Una data importante per tutti i bambini della colonia è stata il 30 maggio del 1955 quando venne a Preggio l’allora Patriarca di Venezia, Angelo Roncalli per ringraziare la popolazione locale e le maestranze del collegio per aver ospitato alcuni bambini di Adria, trasferitisi lì dopo l’alluvione del Polesine del 1951. È proprio per celebrare il 60 anniversario di questo storico evento che si è formato un Comitato degli ex bambini della Colonia, oggi persone di settant'anni e più, che sta organizzando insieme alla Proloco di Preggio un raduno degli ex bambini della Colonia. L'appuntamento sarà per il prossimo 30 maggio quando gli “ex bambini” della colonia si rivedranno dopo tanti anni, magari senza riconoscersi nell'aspetto, ma  sicuramente riconoscendosi nei racconti di ciascuno di loro. Per l'occasione, nella piazza centrale di Preggio, piazza San Giovanni XXIII, verrà anche apposta una targa a ricordo della presenza in paese dei bambini e come ringraziamento per l’ospitalità ricevuta. Sarà quindi una giornata importante per tutta la comunità di Preggio e soprattutto per gli ex bambini della colonia che hanno invitato a partecipare all'evento anche il cardinale Gualtiero Bassetti e Papa Francesco. Per informazioni è possibile contattare il Comitato nella persona di Oscar Marta 330924325, Pierini Monaldi 3386428517 oppure il presidente della Pro Loco Alberto Bufali 3483004785 o proloco@preggio.info. 

26/03/2015 10:41:01

Notizie » Società Civile Progetto Martina, il Lions Club all'istituto “Da Vinci” per parlare dei tumori giovanili

Riceviamo e pubblichiamo. Si è ripetuta positivamente presso l'istituto “Leonardo Da Vinci”, per la terza volta negli ultimi quattro anni, l'esperienza del “Progetto Martina: parliamo dei tumori giovanili”, organizzata dal Lions Club Umbertide in accordo con la dirigente scolastica Franca Burzigotti. Il dottor Marco Caporali ha tenuto l'incontro formativo con gli alunni di tutte le terze classi dell'istituto, coadiuvato dalle rappresentanti del corpo docenti Giuliana Contadini, Sonia Venturi e Nicoletta Boldrini e alla presenza della preside Franca Burzigotti e del presidente del Lions Umbertide cav. Fortunato Giovannoni. La disamina sulla prevenzione dei tumori giovanili ha interessato molto gli studenti i quali, al termine delle due sessioni previste, hanno rivolto domande molto interessanti e pertinenti al dott. Caporali, che ha cercato di spiegare ai ragazzi lo spinoso argomento, spaziando dal melanoma ai tumori del testicolo, passando per il tumore della mammella fino a quello della tiroid e, senza ingenerare inutili paure ma suscitando l'intervento attivo degli studenti e stimolando il loro interesse alla "prevenzione", scopo primario della medicina per queste gravi patologie. In definitiva anche questa edizione del Progetto Martina si è rilevata utile ai ragazzi generando soddisfazione sia nei docenti, sia nel Lions Club Umbertide , sempre teso a organizzare “services” utili alla popolazione altotiberina, della quale l'Istituto “Leonardo da Vinci” è un fantastico contenitore.    

13/03/2015 16:04:35

Notizie » Società Civile Anche Umbertide partecipa alle Giornate Fai di Primavera

Anche quest'anno Umbertide partecipa alle "Giornate Fai di Primavera" con l'apertura ai visitatori, di due bellezze del nsotro territorio: il Castello di Civitella Ranieri e l'Abbazia dei Santi Cassiano e Ippolito, meglio conosciuta come Badia di San Cassiano.  Il Castello di Civitella Ranieri, residenza dei nobili Ranieri, risale al 1078 quando Raniero, fratello del duca Guglielmo di Monferrato, avviò la costruzione dell'edificio che fu poi concluso dal figlio Uberto il quale volle dare vita nelle colline umbertidesi ad una “cittadella”, da cui ebbe origine il nome di “Civitella”. Dal 1992 il castello è sede del Civitella Ranieri Center, punto di incontro per giovani appassionati di arte, musica, letteratura e poesia, di proprietà della Civitella Ranieri Foundation. In occasione delle "Giornate Fai"  sarà possibile ammirare anche l'esposizione di alcuni antichi libri di proprietà del conte Roberto Ranieri, gestita dalla nipote Pilar Okely Ranieri. Il Castello sarà aperto al pubblico sabato 21 dalle ore 15 alle ore 18.30 e domenica 22 dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18.30; sarà inoltre possibile partecipare alle visite guidate a cura degli studenti dell'istituto Leonardo Da Vinci nelle vesti di “apprendisti ciceroni” (sono disponibili anche visite in lingua inglese e francese il sabato alle ore 15,30 e la domenica alle ore 10,30 e alle ore 15,30). La Badia di San Cassiano è invece un antico monastero situato lungo la strada che da Umbertide conduce a Trestina, nei pressi dell'abitato di Ranchi; originariamente apparteneva ai benedettini neri dopodiché passò alla congregazione camaldolese di Fonte Avellana. L'abbazia è normalmente chiusa ma grazie alle Giornate Fai di primavera aprirà eccezionalmente le porte al pubblico nei giorni di sabato 21 dalle ore 16,30 alle ore 18,30 e domenica 22 dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18,30. Anche in questo caso sarà possibile partecipare alle visite guidate, anche in lingua inglese, a cura degli apprendisti ciceroni. Per ambedue i siti sono inoltre previste visite guidate riservate alle scuole nella giornata di sabato 21 dalle ore 10 alle ore 13 (per prenotazioni contattare il numero 075 9413357). 

13/03/2015 15:41:08

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy