Notizie » Società Civile Al Metropolis al via i “Concerti al cinema”

Non solo film ma anche musica al Cinema comunale Metropolis che ha in programma una serie di eventi musicali, i Concerti al cinema. Si parte giovedì 12 novembre conCapra, voce inconfondibile dei Gazebo Penguins, che quest'anno ha deciso di prendersi una pausa dal gruppo e di esordire da solista. Chiusosi nella sua casa dell’appennino emiliano, Capra ha composto 10 canzoni in due mesi, durante i quali si è cibato di garage-punk-blues e post-punk della new school. Questi due elementi, infatti, stanno alla base di “Sopra la panca”, nel quale Capra ha voluto svoltare rispetto al percorso che ha fatto finora con i GP, con i quali prevale l’attitudine emo-core. In questa nuova parte del tour Capra porta in giro i pezzi in chiave elettroacustica e tutta la performance viene arricchita dai "Racconti dalla Montagna", una raccolta di storie vissute da Capra, storie di vita da Capra. Alcune canzoni rivisitate, un po' di racconti dalla montagna, una chitarra acustica, un violoncello, un wurlitzer, un tavolino e un cuscino come batteria, un banjo, loop, effetti, cani, galline, tunnel nella neve e un po' di improvvisazione. Sono storie incredibili, e non tanto perché per uscire di casa una volta abbia dovuto scavare un tunnel di 600 metri, né perché le bestie che abitano i dintorni del Parco di Rocca Malatina siano più spaventose che altrove, ma perché sono pervase da uno stupore cristallino, favoloso e divertente. Mentre Capra legge Daniele (Three Lakes) e Sollo (Gazebo Penguins) suoneranno, tra le altre cose, un cuscino e una sega. Questo il calendario completo degli eventi: giovedì 12 novembre 2015 ore 21,30 CAPRA dei Gazebo Penguins, live elettroacustico + letture de "I racconti dalla montagna" giovedì 26 novembre 2015 ore 21,30 CASO (live elettrico con band) + PHILL REYNOLDS (folk americano)   giovedì 3 dicembre 2015 ore 21,30 ZU (jazz core da Roma) -La band italiana più importante ed elogiata all'estero fa tappa nel loro tour europeo anche ad Umbertide.

05/11/2015 15:32:35

Notizie » Società Civile M5S: L’AVEVAMO DETTO

Riceviamo e pubblichiamo Siamo qui a ripetere per l’ennesima volta quello che non vorremmo mai dire: noi l’avevamo detto. Quando l’Amministrazione comunale ha portato in Consiglio l’atto con cui dava il via libera al bando di gara per la gestione dei rifiuti sostenendo, nero su bianco, che le gestioni private sono più efficienti, il M5S si è battuto per contrastare quella scellerata scelta. Abbiamo spiegato, numeri alla mano, come in molte zone italiane il pubblico sia più efficiente del privato. Abbiamo chiesto di creare un consorzio tra i comuni dell’Ati 1 per gestire correttamente i rifiuti. Abbiamo sostenuto che questo bando non era assolutamente conveniente per i cittadini che si sarebbero visti diminuire la qualità dei servizi con l’aumento della tassa sui rifiuti. Non c’è stato niente da fare. L’Amministrazione comunale non ha voluto sentire motivazione ed ha dato il via al bando. L’inizio è stato subito dei peggiori visto che è stato fatto nel mese di agosto, cioè quando molte ditte, essendo chiuse, non potevano partecipare al bando. Il prosieguo non è stato migliore dato che alcuni giorni fa nella stampa locale abbiamo letto un articolo dove un ex Consigliere regionale asseriva di sapere alcuni aspetti della gara. La cosa è gravissima perché l’articolo 326 del Codice penale punisce la divulgazione di notizie nelle procedure di affidamento ristrette con una pena che va da sei mesi fino a due anni di reclusione. Secondo questo articolo due delle quattro ditte che formavano un’associazione temporanea di imprese, e che era tra le favorite alla vincita del bando, sarebbero state eliminate perché non avrebbero avuto i requisiti necessari per partecipare alla gara. Ora Gesenu è stata colpita da un’interdittiva antimafia e quindi non gli potrà essere assegnata la gara. Per questi motivi i Consiglieri del M5S di Gubbio e di Umbertide hanno segnalato le predette anomalie ai rispettivi comuni, all’Ati 1 ed all’Autorità Nazionale Anticorruzione. Infine, visti i fatti accaduti, chiediamo all’Amministrazione comunale se non ritenga opportuno tornare sui suoi passi ridiscutendo i termini del bando e creare un consorzio di comuni per la gestione dei rifiuti come il M5S aveva sostenuto fin dall’inizio.

05/11/2015 15:27:49

Notizie » Società Civile Umbertide: sequestrati dai carabinieri oltre 17 chili di hashish

I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello e della Stazione di Umbertide continuano la lotta alla droga con il sequestro di consistenti quantitativi di stupefacenti. Gli inquirenti sono riusciti, dopo alcuni mesi di indagini serrate, ad individuare i nominativi degli spacciatori che detenevano oltre 17 kg di hashish rinvenuti e sequestrati nel mese di agosto sotto un cavalcavia della superstrada E/45, in una località isolata nella periferia di Umbertide. L’attività che ha portato al rinvenimento della grossa partita di droga è stata condotta anche con l’ausilio dell’unità cinofila dei Carabinieri di Firenze. Il cane antidroga è stato determinante. Dal mese di agosto, le indagini sono proseguite ininterrottamente fino ad oggi, quando i militari hanno stretto il cerchio su alcuni soggetti, probabilmente di origine albanese (ma sul conto dei quali le attività di indagini tuttora in corso non consentono di rivelare ulteriori particolari) i quali rifornivano di droga l’intera Alta Valle del Tevere. Per rendersi conto dell’eccezionale importanza del sequestro, basti pensare che dall’hashish recuperato si sarebbero potute ottenere oltre 25 mila singole dosi ed, una volta venduta al dettaglio, avrebbe fruttato quasi 180 mila euro, dato allarmante in considerazione dello stretto rapporto fra la grande quantità di stupefacente presente sul mercato e l’altrettanta richiesta dei consumatori.

05/11/2015 15:23:07

Notizie » Società Civile Presentato lo studio dell'Università di Perugia per la riqualificazione dello spazio urbano di Umbertide

E' stato presentato venerdì mattina al cinema Metropolis il volume “Temi progettuali per riqualificare lo spazio urbano. Umbertide”, risultati degli studi portati avanti dal gruppo di ricerca dei professori Sandra Camicia, Lunella Ferri e Mariano Sartore del Dipartimento di Ingegneria civile ed ambientale dell'Università di Perugia e finalizzati ad individuare i possibili ambiti di intervento per la riqualificazione dell'area urbana di Umbertide. All'iniziativa sono intervenuti il sindaco di Umbertide Marco Locchi, il deputato Giampiero Giulietti, la prof.ssa Sandra Camicia dell'Università degli Studi di Perugia,  il coordinatore dell'Ambito Territorio, infrastrutture e mobilità della Regione Umbria Diego Zurli e l'assessore regionale alla qualità del territorio e del patrimonio agricolo, paesaggistico e ambientale Fernanda Cecchini. Come spiegato dalla professoressa Camicia, lo studio parte dall'idea di restituire il fiume Tevere alla città e di ripensarne la presenza alla luce della esigenze attuali, ed individua tre proposte progettuali: rafforzare l'identità urbana e territoriale valorizzando le polarità storico-architettoniche e i valori ambientali inseriti in una rete di percorsi a mobilità lenta; ristabilire le relazioni tra la città e il fiume attraverso segni d'acqua diffusi nella città stessa; definire un'ossatura portante di spazi pubblici collocata in un sistema reticolare. Il gruppo di ricerca si è inoltre soffermato su due specifiche direttrici che hanno riguardato l'area ricompresa tra il centro storico e l'immediata periferia - pensata come una zona 30 con strade condivise tra pedoni, ciclisti ed automobilisti e spazi aperti collettivi e multifunzionali - e la zona industriale Madonna del Moro, individuata come area produttiva ecologicamente attrezzata. Tali risultati sono stati raccolti nella pubblicazione presentata questa mattina e realizzata grazie al contributo della Camera di Commercio di Perugia, un volume che vuole essere, come ha ribadito la professoressa Camicia, una piattaforma di partenza da cui si muoveranno varie direttrici progettuali, con l'auspicio che incontrino l'interesse delle politiche di sviluppo locale. “Lo studio rappresenta un punto di partenza per la riqualificazione della città di Umbertide a partire da uno dei suoi elementi più caratterizzanti, il fiume Tevere – ha affermato il sindaco Locchi – Attraverso questo studio, il gruppo di ricerca dell'Università di Perugia propone ipotesi di sviluppo sulle quali dovremo ragionare insieme con i vari soggetti coinvolti, individuando nel frattempo le fonti di finanziamento necessarie per concretizzare il progetto”.  “Partendo dagli interventi fatti negli ultimi decenni, dovremo ragionare sullo sviluppo futuro della città e questo studio costituisce una straordinaria opportunità per ridisegnare in maniera più approfondita lo spazio urbano di Umbertide”; ha aggiunto l'on. Giulietti. “Oggi la sfida che siamo chiamati ad affrontare consiste nel riqualificare l'esistente, valorizzando il paesaggio e l'ambiente e creando nuove opportunità di sviluppo e lo studio su Umbertide portato avanti dall'Università di Perugia va proprio in questa direzione”, ha concluso l'assessore regionale Cecchini.

02/11/2015 16:07:22

Notizie » Società Civile Lunedì 9 novembre presentazione del progetto “Art Bonus”, credito di imposta per i privati per favorire le erogazioni liberarli a sostegno di iniziative culturali

Si terrà lunedì 9 novembre alle ore 18 presso il Museo Santa Croce la presentazione del progetto “Art Bonus”, che prevede la possibilità per privati cittadini ed imprese di contribuire alla realizzazione di interventi ed iniziative di carattere culturale in cambio del riconoscimento del credito di imposta. Si tratta di un progetto al quale l'Amministrazione Comunale, ed in particolare l'assessore alla Cultura Raffaela Violini, sta lavorando da mesi con l'obbiettivo di promuovere la cultura e far riscoprire ai cittadini l'amore per tutto ciò che di bello il territorio sa offrire. L'Art Bonus è stato introdotto con il decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2014, n. 106, che, nell'ambito delle disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, ha previsto un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Tale opportunità è stata colta anche dal Comune di Umbertide che lunedì 9 novembre presenterà ufficialmente i progetti a cui verranno destinate le erogazioni liberali. “Oggi le Pubbliche amministrazioni versano in condizioni economiche difficili e purtroppo spesso la cultura è il settore che più di altri ne paga le conseguenze. - ha spiegato l'assessore alla Cultura Raffaela Violini – L'obbiettivo dell'Art Bonus è quello di coinvolgere i privati nella realizzazione di interventi ed iniziative di carattere culturale, usufruendo in cambio di un regime fiscale agevolato di natura temporanea. Attraverso questa iniziativa vorremmo che i cittadini riscoprissero l'amore per la cultura, diventando essi stessi protagonisti della valorizzazione dell'immenso patrimonio storico-artistico-culturale di cui è ricco il nostro territorio”. Alla presentazione dell'Art Bonus sono invitati a partecipare imprese, associazioni, commercialisti e la cittadinanza tutta.

30/10/2015 10:09:04

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy