Notizie » Società Civile Domenica 29 novembre ad Umbertide la Marcia mondiale per il clima

Anche ad Umbertide, come in moltissime altre città del pianeta, si terrà la Marcia mondiale per il clima, manifestazione di sensibilizzazione sul tema dei problemi causati dai cambiamenti climatici promossa nelle giornate del 28 e 29 novembre alla vigila dell'apertura della Conferenza per il clima di Parigi. Gli effetti del riscaldamento globale sono sotto gli occhi di tutti tra alluvioni, trombe d’aria, bombe d’acqua, estati torride e sconvolgimenti climatici, ma il 29 novembre sarà l'occasione per far sentire la propria voce e richiedere un intervento deciso dei leader del mondo per invertire definitivamente la rotta. Anche Umbertide farà la sua parte così, con il patrocinio del Comune di Umbertide e la collaborazione del Centro per le Energie Rinnovabili Mola Casanova e dell’EcoMuseo del Tevere, domenica 29 novembre adulti, bambini, famiglie, scuole e tutti coloro che si preoccupano per il  futuro del pianeta parteciperanno al raduno che si terrà alle ore 10 in piazza Matteotti. I partecipanti sono invitati ad indossare simbolicamente una maglietta o qualcosa di verde e chi lo vorrà  potrà  farsi dipingere il viso e le mani da un artista di facepainting. In piazza i maestri e i ballerini dei corsi di hip-hop e break dance del Centro Studi Danza si esibiranno in piccole coreografie, poi tutti i partecipanti si prenderanno per mano, dando vita ad un simpatico serpentone verde che verrà fotografato e diffuso sul social network Avaaz che ha lanciato la Marcia mondiale per il clima, e sugli organi di stampa locale. A seguire, costeggiando il fiume Tevere che per l'occasione sarà attraversato anche dal Canoa Club di Città di Castello, si raggiungerà il Centro per le Energie Rinnovabili Mola Casanova, dove, dopo il saluto delle autorità presenti, si potranno visitare la struttura e i suoi laboratori e gli stand con i prodotti a km zero del Mercato della Terra e ci si potrà divertire nel piccolo campo avventura con ponte tibetano e discesa in corda sia per bambini che per adulti organizzato da Umbria Exploring.

23/11/2015 15:56:53

Notizie » Società Civile Successo per l'iniziativa “Pace a km 0”, 62 nazionalità insieme per dire “no” alla guerra

E’ stata una festa di colori, sapori ed emozioni quella che sabato pomeriggio ha visto incontrarsi e conoscersi le 62 nazionalità presenti ad Umbertide. Al centro socio culturale San Francesco si è infatti tenuta l’iniziativa “Pace a km 0. 1+1+1+1+…= La nostra forza” promossa dal Coordinamento per la Pace Umbertide – Montone – Lisciano Niccone, in collaborazione con il Coordinamento Enti Locali per la pace, la Tavola della Pace e le scuole del territorio che stanno partecipando al programma nazionale di educazione alla cittadinanza “Pace, fraternità e dialogo”, e con il patrocinio dei Comuni di Umbertide, Montone, Lisciano Niccone e Pietralunga. Ad aprire la serata, che in seguito agli ultimi attentati che hanno sconvolto il mondo intero è diventata ancor più di stretta attualità, Giuseppina Gianfranceschi del Coordinamento per la Pace che ha spiegato i motivi dell’iniziativa, nata come un'occasione per conoscersi e per scambiare le proprie esperienze ed emozioni, perché è soltanto attraverso il dialogo e la comprensione che è possibile costruire un percorso di pace e fratellanza che ponga fine alle guerre, alla violenza e al terrorismo. Sono inoltre intervenuti il sindaco di Umbertide Marco Locchi, l'assessore Raffaela Violini, la professoressa Anna Boldrini in rappresentanza dell'Istituto superiore Leonardo da Vinci e il coordinatore degli Enti locali per la pace Flavio Lotti che da Umbertide ha rinnovato il suo appello al dialogo e alla comprensione. “Oggi ci conosciamo – ha detto – e da domani quando ci incontreremo ci saluteremo e continueremo a coltivare questo rapporto di amicizia e fratellanza”. Poi la parola è passata a loro, alle 62 nazionalità di Umbertide, ai colori, ai sapori e alle emozioni che rendono davvero unica questa città. Persone provenienti da ogni parte del mondo, dall'Africa nera all'Asia passando per le Americhe e l'Europa, ma che per molteplici motivi hanno deciso di vivere ad Umbertide, si sono presentate attraverso un video che ha messo in luce la multiculturalità di questa città, poi hanno preso il microfono e con la voce a tratti rotta dall’emozione, hanno raccontato la loro storia, cosa li ha spinti a lasciare il loro Paese, cosa hanno lasciato nella loro terra natale e cosa hanno trovato in quella che è da subito diventata la loro nuova casa. E nei vari racconti che si sono susseguiti ognuno ha ritrovato un po’ di se stesso e della sua storia, stringendo un legame di affetto e di amicizia con gli altri che difficilmente si potrà spezzare. L’iniziativa si è poi conclusa con un tuffo nei sapori del mondo, grazie a molte delle nazionalità presenti che hanno offerto assaggi di piatti tipici del loro paese perché la conoscenza e l’integrazione passano anche dal palato. Insomma sabato sera Umbertide si è trasformata nella città della pace, pervasa da suoni, sapori e colori di terre lontane, nella convinzione che la diversità è una risorsa preziosa, in grado di far crescere e sviluppare le comunità che sono in grado di apprezzarla.

23/11/2015 15:38:30

Notizie » Società Civile Sabato 21 novembre genitori e bambini in biblioteca grazie al progetto “In Vitro”

Sabato 21 novembre alle ore 16 presso la Biblioteca comunale di Umbertide si terrà un incontro rivolto ai bambini ed ai genitori per diffondere “In Vitro”, progetto sperimentale nazionale di promozione della lettura ideato e finanziato dal Centro per il libro e attuato insieme ad Enti Locali ed associazioni dei bibliotecari. Il Gruppo locale di progetto dell’Alta Valle del Tevere che coordina le attività, in collaborazione con i bibliotecari di Umbertide ed i lettori volontari dell’associazione Genitori insieme per, invita quindi bambini e genitori a trascorerre sabato pomeriggio dalle ore 16 alle ore 17,30 in biblioteca dove verranno allestite tre postazioni: nella prima i lettori  narreranno storie per i più piccoli, nella seconda verrà realizzato per i ragazzi fino alla seconda elementare un laboratorio di costruzione di un libro e nella terza verrà predisposto un corner di formazione per i genitori sulle tecniche di lettura. Inoltre nel corso del pomeriggio i pediatri illustrerannno ai genitori presenti le ragioni scientifiche del perché leggere faccia bene ai bambini. All’incontro, primo di una serie di eventi che si svolgeranno successivamente anche a Città di Castello e San Giustino, interverranno, il sindaco di Umbertide Marco Locchi, in qualità di coordinatore di Ambito, Olimpia Bartolucci della Regione dell’Umbria referente del progetto, Rossana Traversini referente promozione della salute Area Nord Usl Umbria 1, Elena Vitaloni logopedista della Usl Umbria 1, la pediatra Franca Sonaglia ed Aldo Manuali, coordinatore operativo di “In Vitro”. L'Amministrazione Comunale di Umbertide ha da tempo potenziato le attività della biblioteca ampliando l’orario di apertura e riorganizzando il personale e con questo progetto intende aprire un nuovo fronte per la fruizione degli spazi pubblici, dove la biblioteca viene intesa come volano di una proposta culturale, educativa e sociale tesa a coinvolgere il più possibile i cittadini, ed in questo caso genitori e bambini. Nell'ambito del progetto “In Vitro” è stato inoltre sottoscritto a livello di Ambito territoriale un Patto locale per la lettura, coinvolgendo istituzioni, imprese private, fondazioni bancarie, associazioni culturali e di volontariato, biblioteche, case editrici, librerie, scuole ed università, con l'obbiettivo di mettere in campo tutte le iniziative necessarie per favorire l’aumento degli indici di lettura. L'iniziativa di sabato quindi ha una duplice finalità: innazitutto mira a far conoscere il progetto “In Vitro”, che ha preso avvio con la consegna ai nuovi nati di un kit costituito da due libri, materiale informativo e una brochure con la guida all’uso dello scaffale dei bambini 0-3 anni e l'allestimento presso gli asili nido e le scuole dell'infanzia di scaffali con libri, per proseguire ora con le scuole primarie e medie. La seconda finalità è quella di diffondere la consapevolezza che leggere ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età è un’attività importante sotto vari punti di vista: è coinvolgente per la famiglia, rafforza la relazione adulto – bambino ed ha benefici sulle capacità di apprendimento e sulle competenze emotive ed affettive dei bambini.

17/11/2015 18:12:17

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy