Attualità » Primo piano Sicurezza. Incontro ad Umbertide fra Comune, Prefetto e forze dell'ordine

Intensificazione dei controlli sul territorio e maggiore collaborazione dei cittadini, chiamati a vigilare e a segnalare situazioni anomale, perché la sicurezza non è monopolio esclusivo delle forze di polizia ma di tutta la società. E’ quanto emerso dall’incontro che si è tenuto questa mattina presso la Sala Giunta della Residenza Comunale tra l’Amministrazione Comunale, rappresentata dal sindaco Marco Locchi, dall’assessore con delega alla Sicurezza Maria Chiara Ferrazzano e dal segretario comunale Marco Angeloni, il prefetto di Perugia Antonio Reppucci, l’on. Giampiero Giulietti e le forze dell’ordine del territorio, nello specifico Polizia Municipale, Arma dei Carabinieri, Polizia Provinciale e Corpo Forestale dello Stato. L’incontro è stato voluto dall’Amministrazione Comunale in seguito alla segnalazione di alcuni furti commessi a danno di abitazioni soprattutto isolate, al fine di raccordare ancora di più le forze dell’ordine presenti sul territorio. “Si avverte timore e preoccupazione tra la popolazione, specie tra coloro che, spesso stranieri emigrati ad Umbertide, vivono in zone isolate – ha affermato il sindaco Locchi – Come Amministrazione abbiamo sottoscritto lo scorso anno il protocollo ‘Mille occhi sulla città’ con la Prefettura di Perugia e, solo qualche giorno fa, l’accordo con la Polizia Provinciale; il nostro obbiettivo è quello di coordinare al meglio le forze presenti sul territorio al fine di garantire un controllo capillare e costante e di migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini”. “Quest’incontro dimostra la sensibilità e l’attenzione dell’Amministrazione Comunale in tema di sicurezza – ha continuato il prefetto Reppucci – Oggi la percezione di sicurezza è alterata e, a causa anche della crisi economica che stiamo vivendo, la più grave dopo quella del ’29, anche in Umbria è aumentato il numero di furti, spesso commessi da soggetti che non hanno di che vivere. Ma le forze dell’ordine devono anche fare i conti con i continui tagli alle risorse e con la carenza di personale, per questo invito tutti a fare la propria parte: la sicurezza non è monopolio delle forze di polizia ma di tutti i cittadini che hanno il diritto e il dovere di collaborare, segnalare situazioni anomale, vigilare sulla propria città”. “Il coordinamento tra le forze dell’ordine è fondamentale ma serve anche uno sforzo collettivo per recuperare quel senso di comunità e di coesione sociale che nel tempo è andato perduto – ha affermato l’on. Giulietti – Il mio impegno è quello di lavorare per reperire nuove risorse, sia economiche che umane, per le forze dell’ordine ma quello che serve è anche una nuova cultura della legalità che parta dalla scuola”. “Da anni l’Amministrazione Comunale è impegnata sul fronte della sicurezza e ha messo in atto azioni volte a migliorare la sicurezza, reale e percepita, dei cittadini – ha concluso l’assessore Ferrazzano – E’ compito però dell’Amministrazione anche contribuire ad educare i cittadini alla legalità, invitandoli a prendersi cura della propria città così come si prendono cura della propria abitazione”.

17/02/2014 14:43:57

Attualità » Primo piano Sicurezza. Siglato l'accordo fra Comune di Umbertide e Provincia

E’ stato sottoscritto questa mattina presso la Sala Consiglio della Residenza comunale il protocollo di intesa tra Comune di Umbertide e Provincia di Perugia finalizzato ad incrementare i controlli sul territorio in  materia di sicurezza. La firma è stata apposta dal sindaco Marco Locchi e dall’assessore provinciale Domenico De Marinis; erano inoltre presenti l’assessore comunale alla Sicurezza Maria Chiara Ferrazzano ,il comandante della polizia municipale di Umbertide Gabriele Tacchia e il maggiore Ascenzio Stazi della Polizia provinciale. L’accordo prevede un esercizio coordinato tra le polizie locali dei due Enti allo scopo di garantire una maggiore presenza di agenti in città e nell'intero territorio comunale. “Lo scorso anno abbiamo sottoscritto con la Prefettura il protocollo “Mille occhi sulla città” ed oggi incrementiamo le misure messe in atto in materia di sicurezza con la firma di un accordo che di fatto formalizza la collaborazione già esistente tra il nostro corpo di Polizia Municipale e la Polizia Provinciale. – ha dichiarato il sindaco Marco Locchi – Grazie a questo protocollo saremo in grado di controllare meglio l’intero territorio comunale, comprese le zone più isolate da dove sono arrivate segnalazioni di furti, e sempre in quest’ottica lunedì 17 febbraio si terrà un incontro con il prefetto di Perugia Antonio Reppucci”. “Umbertide è un Comune che ha riservato un’attenzione particolare al tema della sicurezza e la Provincia di Perugia si è messa a disposizione dei Comuni e dei cittadini – ha affermato l’assessore De Marinis – La Polizia Provinciale già collabora con le altre forze dell’ordine locali attraverso il servizio di polizia di prossimità che ci permette di incrementare e di rendere più tangibile la percezione di sicurezza dei cittadini e di tenere maggiormente sotto controllo il territorio” “E’ un altro tassello che si va ad aggiungere alle tante azioni messe in campo in questi anni dall’Amministrazione Comunale – ha aggiunto l’assessore Ferrazzano – La cooperazione con la Polizia Municipale ci consentirà di superare i limiti, sia in termini numerici che di competenze, della Polizia Municipale, dando una risposta alle richieste avanzate dai cittadini durante i numerosi incontri sul territorio”. 

14/02/2014 15:10:13

Attualità » Primo piano C. di Castello. Serie di denunce per droga

Il Personale del Commissariato di Città di Castello e del Reparto prevenzione Crimine Umbria – Marche di Perugia, nella serata di ieri e nel corso delle prime ore della notte, ha eseguito una capillare azione di controllo del territorio nelle zone di Città di Castello, Trestina, San Secondo, Promano, Cinquemiglia, Montecastelli, mirata a contenere il fenomeno dei reati predatori e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli e verifiche sono state eseguite nei confronti di locali ricettivi,sale giochi, pubs. Unitamente alla Polizia municipale di Città di Castello, dopo segnalazioni ricevute da alcuni cittadini circa la presenza di tossicodipendenti, è stata effettuata un’accurata verifica nel quartiere San Giacomo e località vecchio Torrione. In loco non sono state  rilevate situazioni anomale. Il corposo servizio di controllo del territorio che ha visto impiegati otto equipaggi della Polizia di Stato, ha consentito di ottenere i seguenti risultati: sono state identificate 113 persone di cui 59 extracomunitari e; 43 soggetti con precendenti. I posti di controllo organizzati sono stati 4 e gli esercizi pubblici controllati sono stati 8 oltre a 28 veicoli sottoposti a controllo. Le persone accompagnate per identificazione sono state in tutto tre di cui due extracomunitarie. Tre infrazioni di carattere amministrativo, sono state contestate ad altrettanti locali, ricettivi, per il mancato rispetto delle prescrizioni contenute nell’ambito delle licenze autorizzative; è stato notificato un provvedimento di rintraccio per notifiche di atti giudiziaria nei confronti di un cittadino italiano residente a Città di Castello, trovato all’interno di un bar cittadino nel corso dei controlli. K.V. ucraina, di 27 anni, residente a Città di Castello è stata denunciata alla competente auitorità giudiziaria in stato di libertà, per non essere in regola con le disposizioni di legge sull’immigrazione. Due ragazzi tifernati, M.F. e F.R. entrambi di 23 anni, sono stati deferiti in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per la detenzione di 4,67 grammi di hashish.

13/02/2014 18:21:32

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy