Attualità » Primo piano Lezioni di "Alimentazione e Salute" all'Istituto superiore di Umbertide

Ha preso il via questa mattina “Alimentazione e Salute”, l’iniziativa didattica di educazione nutrizionale, inserita nell’ambito dell’attività di educazione alla salute, promossa dal Campus “Leonardo da Vinci” con il contributo organizzativo della Sezione Soci Coop di Umbertide. L’iniziativa rappresenta una sintesi, adattata alle esigenze della scuola, dell’intervento di educazione nutrizionale di tipo divulgativo, strutturato in seminari pubblici e corsi di cucina, proposto dalla Sezione Soci Coop di Umbertide alla cittadinanza e tenutosi tra ottobre e dicembre 2013. Al primo incontro, tenutosi questa mattina, sono intervenuti il prof. Massimo Moretti, docente di Igiene e Sanità Pubblica per il Corso di Laurea Magistrale in Farmacia dell’Università degli Studi di Perugia, con una relazione dal titolo “Alimentazione: determinante di salute/malattia” e il dott. Giuseppe Cistaro, medico nutrizionista dell’Azienda USL Umbria 1, Distretto Alto Tevere, esperto di interventi di educazione nutrizionale, in particolare in bambini in età scolare, che parlerà di “Stili di vita”. Il secondo incontro si terrà venerdì 14 marzo, sempre dalle 10,30 alle 12,30, e vedrà la partecipazione della dott.ssa Anna Villarini, biologa nutrizionista, ricercatrice dell’IRCSS Istituto Nazionale Tumori di Milano con una relazione dal titolo “Gli inganni del marketing: saper scegliere il cibo che mangiamo” e della dott.ssa Paola Michelini, responsabile Certificazione Qualità di Coop Italia - Bologna, che riferirà riguardo “Gli impegni di Coop per una corretta alimentazione”. L’organizzazione dell’iniziativa è stata curata, con delega della dirigente scolastica dell’istituto Franca Burzigotti, dalle professoresse Sonia Venturi (Coordinatore della Commissione Educazione alla Salute) Giuliana Contadini (Funzione Strumentale Area 3); il coordinamento scientifico è stato tenuto dal prof. Massimo Moretti per conto della Sezione Soci Coop di Umbertide.

11/03/2014 16:17:33

Attualità » Primo piano C. di Castello. Clandestino denunciato dai Carabinieri per una serie di truffe

Un cittadino algerino di 30 anni è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione Città di Castello con l’accusa di truffa. L’extracomunitario, tra l’altro clandestino, senza fissa dimora e con piccoli precedenti di Polizia, in meno di un mese ha tentato di mettere a segno tre truffe in danno di altrettante giovani donne. Il numero degli episodi realmente accaduti potrebbe tuttavia essere maggiore poiché non si può esclude che alcune vittime, forse ignare del fatto di essere state truffate, non si sono rivolte alle Forze dell’Ordine. La tecnica utilizzata dall’uomo, sempre identica, era molto semplice. Quando notava una ragazza, da sola, alla guida di un’autovettura, intenta ad effettuare una qualche manovra, passava a piedi accanto al veicolo in movimento dando un piccolo colpo alla carrozzeria. A quel punto si gettava a terra o, comunque, faceva chiaramente comprendere di essere stato investito, lamentando dolori ad una gamba o ad un piede. Alla vittima di turno chiedeva quindi un immediato risarcimento in denaro con la promessa che, se concesso, non vi sarebbe stata alcuna denuncia. Fortunatamente solo una delle tre automobiliste coinvolte ha acconsentito al pagamento di una modesta somma di denaro (alcune decine di euro). Le altre due infatti, certe di non aver investito l’uomo, si sono rifiutate di pagare. I Carabinieri, dopo aver ricevuto le denunce, hanno avviato le indagini indirizzandole ovviamente tra gli extracomunitari originari del nord Africa, con precedenti di Polizia, gravitanti a Città di Castello. Grazie alla descrizione fornita dalle vittime è stato possibile restringere il cerchio a pochi soggetti. A carico di uno di essi, per l’appunto il 30enne algerino, i militari hanno ottenuto precisi e concordanti elementi probatori. L’invito che viene rivolto alla cittadinanza è sempre lo stesso. Nel caso in cui si sospetti di essere vittima di una truffa, anche in assenza di certezze, contattare immediatamente le Forze dell’Ordine. La tempestività delle segnalazioni infatti è quasi sempre determinante per riuscire ad impedire la consumazione di tali odiosi reati (soprattutto in danno di anziani) nonché l’individuazione degli autori.

10/03/2014 20:36:13

Attualità » Primo piano Caso Gesenu. L'Amministrazione Comunale di Umbertide risponde al consigliere regionale Lignani

L'Amministrazione Comunale di Umbertide, attraverso un comunicato, risponde al Consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Andrea Lignani Marchesani, che ha presentato alla Giunta regionale un'interrogazione, per sapere se il Comune di Umbertide volesse prorogare, per altri due mesi, la gestione dei riufiti a Gesenu.  "Abbiamo appreso con stupore- dichiara l'Amministrazione- dell’interrogazione che il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Andrea Lignani Marchesani, ha presentato alla Giunta regionale in merito a presunte “voci” secondo le quali il Comune di Umbertide sarebbe intenzionato a prorogare l'affidamento della raccolta rifiuti a Gesenu, nonostante il Consiglio di Stato il 17 gennaio scorso abbia annullato l’aggiudicazione del servizio di igiene urbana alla stessa Gesenu. Visto l’importante ruolo che ricopre, ci saremmo aspettati dal consigliere una maggiore accortezza e professionalità, e non di dare adito a non meglio precisate “voci”. In ogni caso il Comune di Umbertide ribadisce la volontà di osservare scrupolosamente la sentenza ma vuole altresì chiarire che, per giungere alla stipula del contratto di appalto con l’ATI Sogepu-Agesp, il responsabile del procedimento deve acquisire tutta una serie di documentazione relativa ai requisiti dichiarati dalle imprese in sede di gara, ai sensi dell’art. 38, comma 3, D.Lgs 163/2006 ss.mm.ii., così come specificamente puntualizzato nella sentenza del Consiglio di Stato. Per questo motivo, il Rup con determinazione dirigenziale n. 39/37 del 11/02/2014 pubblicata all’Albo pretorio online dal 22 febbraio al 6 marzo ha disposto “di prorogare in via tecnica il contratto di appalto  rep. n. 4522 del 27/10/2011,   ai sensi dell’art. 125 comma 10 lett. c) e d)  del D.Lgs. 163/2006 ss.mm.ii.,  per la durata di due mesi a partire dal 05/02/2014, tempo strettamente necessario ad affidare l’appalto all’ATI Sogepu SpA/Agesp SpA come ordinato dal Consiglio di Stato con la sentenza citata, al fine di evitare l’interruzione del medesimo ed il conseguente nocumento per la salute pubblica. Quindi, l’affidamento dell’appalto all’ATI Sogepu-Agesp potrà avvenire  a partire dal 6 aprile 2014 qualora sia stato possibile acquisire  tutta la documentazione richiesta dalla legge e verificarne la regolarità. Le imprese aggiudicatarie, nel frattempo, potranno organizzarsi per assumere ed avviare il servizio nel migliore dei modi e in ossequio alle condizioni contrattuali previste nel capitolato e nell’offerta economica".   L’Amministrazione Comunale di Umbertide 

07/03/2014 11:44:16

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy