Attualità » Primo piano Umbertide: iniziati i lavori al complesso La Fornace

Riceviamo e pubblichiamo Sono ufficialmente iniziati questa mattina i lavori che daranno nuova vita al complesso immobiliare La Fornace, chiudendo definitivamente una situazione di stallo durata anni che ha rischiato di compromettere in maniera irreparabile una parte importante della città di Umbertide. La Fornace è il risultato di un piano attuativo partito nel 2005 che prevedeva la costruzione di numerose unità abitative e locali commerciali riqualificando l'area in cui un tempo sorgeva la vecchia fornace; l'intero complesso era proprietà del fondo immobiliare “Diaphora 1”, facente capo alla società Raetia il cui fallimento causò nel 2012 il blocco dei lavori, dando vita ad una situazione di abbandono e degrado che ha richiesto più volte l'intervento delle forze dell'ordine.  ​L' Amministrazione comunale, oltre a cercare di garantire in tutti i modi la sicurezza della zona grazie anche alle forze dell'ordine, si è continuamente mossa ai vari livelli per uscire quanto prima da questa fase di stallo.  ​Recentemente il complesso immobiliare è stato messo in vendita e venerdì scorso è stato perfezionato l'acquisto da parte della Finanziaria Internazionale Investments SGR S.p.A. quale società di gestione del Fondo Uni HS AbitaRE che oggi ha dato il via ai lavori per la messa in sicurezza propedeutica alla successiva fase di cantierizzazione e alla delimitazione di proprietà privata dell'area. “E' una bella notizia che aspettavamo da tempo e per la quale lottavamo da anni – ha affermato il sindaco Marco Locchi – Con l'acquisto del complesso della Fornace da parte del Fondo Uni HS AbitaRE si chiude una brutta pagina della storia umbertidese e si aprono le porte verso la riqualificazione di una zona importante della città che, per il suo valore e significato storici, merita sicuramente tutta la nostra attenzione. La strada da percorrere è ancora lunga ma da oggi un'area per anni abbandonata ed in degrado tornerà a nuova vita, offrendo soluzioni abitative per giovani coppie, anziani soli e famiglie monoparentali attraverso la realizzazione di alloggi di social housing”. Secondo il progetto presentato dai nuovi proprietari della Fornace, il complesso situato a pochi passi dal centro storico ospiterà infatti circa 85 alloggi sociali comprensivi di spazi comuni, servizi destinati alla socializzazione, alla cura della persona e al tempo libero e attività commerciali con l’obiettivo di rafforzare l’identità locale e il senso di appartenenza della comunità.   Il progetto di riqualificazione verrà ufficialmente presentato alla città il prossimo 6 luglio nel corso di una assemblea pubblica​.

12/06/2017 18:28:41 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano UMBERTIDE: PERFEZIONATO L'ACQUISTO DEL COMPLESSO LA FORNACE

Riceviamo e pubblichiamo La Finanziaria Internazionale Investments SGR S.p.A., società di gestione del Fondo Uni HS AbitaRE – FIA italiano riservato istituito in forma chiusa, comunica che in data 9 giugno 2017 è stato perfezionato l’acquisto del complesso immobiliare “La Fornace” sito in via Latterini in Umbertide e che dal giorno 12 giugno 2017 verranno avviate le lavorazioni per la messa in sicurezza propedeutica alla successiva fase di cantierizzazione e alla delimitazione di proprietà privata del complesso immobiliare. Il Fondo UNI HS AbitaRE procederà con un intervento di riqualificazione urbana in chiave di social housing di un’iniziativa mista pubblico privata secondo le previsioni contenute nel Piano Urbanistico Comunale denominato «ex Fornace». Il Fondo costituisce una piattaforma di investimento nell’ambito del Sistema Integrato dei Fondi ed è riservato ad investitori istituzionali rappresentati dal FIA - Fondo Investimenti per l’Abitare (gestito da CDP Investimenti Sgr e investito da Cassa Depositi e Prestiti), con una partecipazione del 60% e da Unipol Banca S.p.A. che detiene il 40% delle quote. L’intervento prevede il riutilizzo degli immobili esistenti con un’offerta abitativa di circa 85 alloggi sociali con un equilibrato mix sociale - che sarà individuato attraverso la definizione di appositi criteri per l’assegnazione degli alloggi – a cui si aggiungerà una componente di spazi comuni, servizi destinati alla socializzazione, alla cura della persona e al tempo libero e ad attività commerciali con l’obiettivo di rafforzare l’identità locale e il senso di appartenenza della comunità. Gli obiettivi del Fondo Uni HS AbitaRE e del progetto di riconversione in social housing del complesso Immobiliare “La Fornace” verranno presentati ufficialmente alla cittadinanza nelle prossime settimane. 

09/06/2017 18:40:15 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Intitolate a Donato Fezzuoglio una scuola ed una rotatoria

Questa mattina ha avuto luogo la cerimonia di “INTITOLAZIONE DEL PLESSO SCOLASTICO E DELLA ROTATORIA STRADALE DI VIA CHIUSI ALLA MEMORIA DELL’APPUNTATO MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE DONATO FEZZUOGLIO”,  ucciso a Umbertide il 30 gennaio del 2006 nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale umbertidese del Monte dei Paschi di Siena. Alla cerimonia, promossa dall’Associazione Nazionale Carabinieri di Perugia unitamente al Comune di Perugia ed all’Ufficio Scolastico erano presenti i familiari di Donato Fezzuoglio in particolare la vedova, Emanuela Becchetti ed il figlio Michele e numerose autorità religiose, civili e militari tra cui il Vescovo ausiliare di Perugia, Don Paolo Giulietti, che ha benedetto il monumento in memoria della medaglia d’oro, l’Onorevole Gianpiero Bocci sottosegretario all’Interno ed il Procuratore Generale, Fausto Cardella, sempre sensibile alle manifestazioni che hanno ad oggetto la cultura della legalità, la dottoressa Buzzanca della Prefettura di Perugia, il Sindaco Andrea Romizi, il Comandante  della Legione Carabinieri Umbria Generale Benedetto ed il Comandante Provinciale Colonnello Paolo Piccinelli  nonché l’Ispettore generale  dell’ANC, Generale Cornacchia e il Presidente dell’ANC – Sezione di Perugia, Massimo Iazzolino. La cerimonia, si inquadra in una più ampia e profonda attività, condotta dall’Arma dei Carabinieri e dall’ANC presso le scuole di tutta la provincia di Perugia per la diffusione tra gli alunni della “cultura della legalità” ed infatti alla stessa erano presenti numerosissimi alunni della scuola primaria e secondaria accompagnati dai loro insegnanti e dal dirigente dell’Istituto comprensivo n.5 di Perugia, Prof. Fabio Gallina. La celebrazione ha avuto inizio con la cerimonia dell’alza bandiera, con lo scoprimento della targa di intitolazione del plesso scolastico; con la benedizione dell’opera dedicata all’Arma dei Carabinieri e realizzata dal noto scultore perugino Simone FILOSI; con l’intervento delle massime autorità e con la commovente lettura di una lettera da parte di Michele Fezzuoglio. Tutte le fasi sono state scandite dai brani della Fanfara dell’Arma dei Carabinieri.   Infine la premiazione degli alunni vincitori  del mini concorso grafico, pittorico ed elaborati scritti.

09/06/2017 18:29:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Ruba in chiesa durante la messa del Santo Patrono, arrestata

I militari della Stazione di Bevagna, coadiuvati da personale della locale Polizia Municipale hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di una ragazza di Bevagna per furto con destrezza. I fatti sono accaduti durante le celebrazioni per il Santo Patrono all'interno della Chiesa di San Michele Arcangelo dove la ragazza, 33enne bevanate, approfittando della calca di fedeli formatasi all’interno della chiesa, è riuscita a mettere le mani nella borsa di una donna la quale, assorta nella funzione liturgica, non si è avveduta che la giovane era riuscita a prelevare il borsellino e prendere dal suo interno il contenuto in denaro per un ammontare di poche decine di euro. Il gesto però non è passato inosservato ad altri fedeli che hanno subito avvisato i Carabinieri ivi presenti per la celebrazione. Acquisita rapidamente la descrizione fisica della ragazza e compreso subito che si trattasse di persona già nota agli uffici, sono scattate le ricerche da parte dei militari e della Polizia Locale per le vie del centro. Ed infatti in pochi minuti la donna è stata intercettata in una zona prossima alla chiesa mentre tentava di confondersi fra la folla di fedeli, lì presente in attesa dell’inizio della Solenne Processione. La ragazza è stata quindi immediatamente bloccata dai Carabinieri e dal personale della locale Polizia Municipale ed è stata tratta in arresto con l’accusa di furto aggravato. La refurtiva invece, una banconota da venti euro, è stata immediatamente recuperata e restituita alla donna derubata. L’arresto della donna è stato convalidato il giorno seguente davanti al GIP del Tribunale di Spoleto.

08/06/2017 19:23:05 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy