Attualità » Primo piano Perugia: spaccio di eroina e cocaina, arrestati due tunisini

Gli agenti della sezione antidroga della squadra mobile hanno concluso un’attività d’indagine svolta nell’ambito del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti a Perugia. L’attività investigativa avviata nell’ottobre 2016 e conclusa nell’agosto 2017, aveva quali obiettivi due magrebini, già noti alle forze dell’ordine per i loro trascorsi criminali nell’ambito dello spaccio di droga. Lo schema dell’attività di spaccio era il seguente: il principale indagato, tunisino, contattato telefonicamente dai vari assuntori, per effettuare gli scambi non si allontanava neanche dal proprio domicilio, situato nella zona di Settevalli, ma li attendeva sotto casa o all’interno, eseguendo la cessione, i cui dettagli erano stati già concordati telefonicamente, in maniera estremamente rapida. Talvolta lo spacciatore era coadiuvato o sostituito dal suo “socio” in affari, connazionale, il quale operava nella stessa maniera. Le risultanze investigative acquisite nel corso dell’indagine, non solo hanno consentito di accertare come i due pusher fossero operativi già da anni, essendo state documentate cessioni che risalgono al 2015, ma anche che il volume di affari fosse particolarmente importante, atteso che, dei vari assuntori, molti di essi erano abituali, acquistando stupefacente dai due tunisini con cadenza plurisettimanale o addirittura giornaliera. Il rapporto “commerciale” che si era instaurato, di conseguenza, era caratterizzato da una certa “continuità professionale”, in alcuni casi esclusiva. Il linguaggio utilizzato nelle comunicazioni di contrattazione, ovviamente, era dissimulato ma abbastanza chiaro: il principale indagato, noto come “Rocco”, ed i suoi clienti, parlavano di “roba bianca”, oppure di un numero variabile di “pallette”, oppure indicavano l’eroina chiamandola semplicemente “E” o la cocaina “C”. Le risultanze probatorie acquisite sono state compendiate in un’articolata informativa di reato che, inoltrata all’autorità giudiziaria, le hanno consentito in tempi rapidissimi di emettere un provvedimento che dispone l’applicazione, a carico dei due indagati, della misura cautelare carceraria, eseguita dagli uomini dell’antidroga previa notificazione del provvedimento ed accompagnamento a Capanne.

06/09/2017 14:21:41 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: tutto pronto per l'edizione 2017 delle Fiere di settembre

Si terrà da venerdì 8 a domenica 10 settembre la 32esima edizione delle Fiere di Settembre, tradizionale appuntamento del Settembre umbertidese, presentato ieri mattina al Museo Santa Croce dal vicesindaco Maria Chiara Ferrazzano insieme ai soggetti che hanno contribuito ad organizzare l'evento. “Da qualche anno a questa parte le Fiere di Settembre sono legate ad una tematica sociale perché crediamo che un evento di svago e divertimento possa essere anche un'occasione per riflettere – ha affermato il vicesindaco con delega al Commercio e alle Pari Opportunità Ferrazzano – Quest'anno la manifestazione sarà dedicata alle donne in generale e alle tabacchine in particolare, mettendo in risalto il ruolo di primo piano che queste hanno avuto non solo per l'economia italiana ed altotiberina ma anche per l'emancipazione femminile; accanto a questo vogliamo parlare di violenza di genere e far conoscere il Centro di ascolto attivo presso il centro salute di Umbertide, nella convinzione che affrontare certe tematiche possa essere di grande aiuto per le tante donne vittime di violenza Questa 32esima edizione delle Fiere di Settembre è un grande esempio di cooperazione perché grazie alla collaborazione di tante associazioni e volontari siamo riusciti a proporre un ricchissimo calendario di eventi che accompagnerà i visitatori nelle tre giornate dell'8, 9 e 10 settembre”. L'inaugurazione si terrà venerdì 8 settembre alle 16 con la partecipazione della Banda cittadina dopodiché si darà il via ai numerosi appuntamenti in programma. Le tabacchine saranno al centro di una serie di iniziative, promosse in collaborazione con la Fondazione Museo storico scientifico del tabacco, e finalizzate a far conoscere la storia e il ruolo di queste donne straordinarie: venerdì alle 18 e sabato alle 16:30 si terranno alcune letture a cura di Eleonora Giannelli con accompagnamento musicale di Elia Ceccagnoli mentre venerdì alle 18:30 e sabato alle 11:30 saranno i bambini del centro estivo Ciccibù e di Asad Lucignolo a proporre il canto delle tabacchine. Appuntamento di primo piano sabato alle 11 con l'intervista a Gianna Fracassi per parlare di donne, lavoro e diritti mentre grazie alla collaborazione della Compagnia toscana sigari sarà possibile partecipare a dimostrazioni di lavorazione dei sigari e degustazioni di tabacco del territorio (venerdì alle 17 e alle 18, sabato alle 10 e alle 16). Contro la violenza di genere, verrà poi organizzata una passeggiata per le vie delle Fiere, promossa in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità al fine di sollecitare una riflessione su un tema purtroppo sempre molto attuale. Tanti saranno poi i momenti di puro svago ed intrattenimento: venerdì alle 19:30 si esibiranno gli alunni del coro della scuola primaria Garibaldi mentre a seguire alle 21 si terrà lo spettacolo dell'associazione Argento Vivo; sabato dalle 19 si terrà il concerto Micheal Zurino & Friends mentre dalle 21 la serata sarà allietata dalla musica del Gruppo Gerardo, Cleonice e Carlo. Domenica 10 dalle 18 sono in programma spettacoli itineranti mentre dalle 19 si terranno lo spettacolo “Cambiamo la musica” diretto da Michael Zurino e la rappresentazione teatrale della compagnia Gli Improvvisati di Montecorona. Dal vicesindaco Ferrazzano quindi un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito ad organizzare le Fiere di Settembre e che hanno partecipato alla conferenza stampa: la Commissione Pari Opportunità di Umbertide e nello specifico la presidente Stefania Bagnini e la vicepresidente Elisa Boldrini, la Polizia Municipale di Umbertide con il comandante Gabriele Tacchia, la Fondazione per il Museo storico scientifico del tabacco (di cui fa parte anche il Comune di Umbertide) rappresentato dalla presidente Stefania Ceccarini e da Jacopo Galmacci in qualità di amministratore per il Comune di Umbertide, la Compagnia toscana sigari di Gabriele Zippilli, la Cooperativa Asad rappresentata da Monica Nanni, la scuola primaria Garibaldi e il piccolo coro degli alunni, Eleonora Giannelli, Michael Zurino, l'associazione Argento Vivo, Carlo Ugolini per le luci e Gabry Garden per l'allestimento floreale. 

05/09/2017 09:47:13 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Città della Pieve: arrestato un 45enne per furto aggravato

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Città della Pieve, hanno arrestato in flagranza di reato un quarantacinquenne romano, celibe, disoccupato , con numerosi precedenti di polizia per reati contro la persona e contro il patrimonio nonché sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. I militari sono riusciti ad arrestare l’uomo dopo una lunga attività d’indagine minuziosamente ricostruita con metodo “vecchia maniera” tramite informazioni reperite in paese e conoscenze dell’ambiente operativo di competenza. L’attività delittuosa del quarantacinquenne era iniziata nel primo pomeriggio, quando si era impossessato di un furgone di un’impresa edile di Città della Pieve. Dirigendosi verso la frazione di Po’ Bandino, poco dopo è uscito di strada ed ha abbandonato il veicolo, non prima di essersi impossessato di due livelle laser del valore di circa 2400 euro che erano nel furgone. L’uomo è stato riconosciuto da un carabiniere, libero dal servizio, che lo aveva controllato ed identificato il giorno precedente nei pressi dello scalo ferroviario di Chiusi. Il militare ha prontamente informato la Centrale Operativa di Città della Pieve che ha provveduto ad allertare i colleghi presenti sul territorio. Prima di essere rintracciato, il ladro è riuscito a ritornare nel centro storico di Città della Pieve e rubare una Fiat Grande Punto, all’interno della quale erano state lasciate inserite le chiavi e l’ha abbandonata poche centinaia di metri dopo, non prima di aver preso dal veicolo un telefono cellulare ed un portafogli contenente documenti e denaro per 155 euro. I militari sono riusciti ad acciuffare il ladro ed a ricostruire tutta la vicenda, rinvenendo e recuperando tutto il materiale trafugato che, nel frangente, era stato occultato dal malfattore. I veicoli ed il materiale rubato sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Dopo una nottata trascorsa nelle camere di sicurezza della Compagnia di Città della Pieve, questa mattina, a Terni, è stato processato per direttissima, al termine del quale, convalidato l’arresto, è stato associato al carcere di Terni in regime di custodia cautelare.

02/09/2017 15:04:20 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy