Attualità » Primo piano Istituto Prosperius Tiberino: rischio rottura delle relazioni sindacali

La FP-CGIL di Perugia e la CISL FP Umbria hanno inoltrato una richiesta di incontro urgente a tutte le parti coinvolte nella gestione e nel controllo dell’Istituto Prosperius Tiberino di Umbertide, a seguito degli avvenimenti che si sono nel tempo succeduti e che hanno portato alla rottura delle relazioni sindacali. Secondo quanto riportato dalle due organizzazioni sindacali "il perdurare di atteggiamenti vessatori, persecutori e intimidatori nei confronti sia del personale che delle RSU aziendali hanno messo in discussione sia l’operato che la legittimità delle stesse OO.SS. scriventi. La mancanza del rispetto delle regole contrattuali, degli accordi aziendali e delle normative vigenti non saranno più tollerate dalle scriventi OO.SS che, d’ora in avanti, non permetteranno più che vengano prese in giro le Istituzioni, i lavoratori con i loro diritti e le stesse OO.SS., in considerazione che l’Istituto Prosperius Tiberino è patrimonio sia della comunità di Umbertide che della Regione Umbria, ed utilizza ingenti risorse della Sanità pubblica. Le scriventi OO.SS. restano, fiduciose, in attesa dell’incontro richiesto all’Assessore alla Salute, al Sindaco del Comune di Umbertide, al Direttore generale della USLUmbria1, al Presidente del CDA dell’Istituto Prosperius e al Presidente della Prosperius SPA, per addivenire a soluzioni condivise nell’interesse della Comunità, dei cittadini, degli utenti, dei lavoratori, nel rispetto di un utilizzo corretto delle risorse economiche pubbliche".

31/01/2019 16:58:29 Scritto da: Webmaster

Attualità » Primo piano Addio a Leonardo Cenci. Avanti tutta anche da lassù

Si è spento questa mattina, intorno alle 10, il "guerriero" perugino Leonardo Cenci. Aveva 46 anni, 6 e mezzo dei quali vissuti con la diagnosi di un tumore incurabile. "Leo", così era ormai conosciuto da tutti, ha sfidato la malattia e nonostante nel 2012 gli avessero dato soltanto 4 mesi di vita, ha portato avanti la sua "missione" per oltre 6 anni, creando la ONLUS "AVANTI TUTTA" nata per dare dignità ai malati di cancro, promuovere la pratica sportiva nei protocolli di terapia contro il cancro, uno stile di vita corretto e sano e favorire una campagna di solidarietà per acquistare materiale per il reparto di oncologia dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Leonardo, in questi anni che gli sono stati "regalati" non si è mai fermato, pur tra mille difficoltà, ha partecipato a due maratone di New York, ha raccolto miglialia di euro per migliorare le condizioni di vita dei malati di cancro e soprattutto è diventando il simbolo della lotta per la vita. La notizia della sua scomparsa è stata annunciata proprio dalla pagina facebook dell'associazione: "Il nostro Leo è volato in cielo, tra gli angeli. La sua missione sulla terra è terminata questa mattina, poco dopo le ore 10. Di questi sei anni che gli sono stati "regalati" dalla malattia non ha sprecato neanche un giorno. Con i sogni ai piedi e l’invincibilità nel suo cuore è riuscito a realizzare tanti dei suoi desideri ed il resto saranno portati a compimento perché il patrimonio umano e materiale che lui ha creato non andrà disperso.  Corri Leo in cielo, corri felice e veglia su chi, come noi, ti ha voluto sempre bene. Corri e ricordaci che dobbiamo sempre credere nei nostri sogni e nella forza dell'amore andando sempre #AvantiTutta. R.I.P. Guerriero" E poco dopo la notizia, l'amico Mauro Casciari ha diffuso il video registrato davanti alla Basilica di Assisi in cui Leonardo ripsondeva alla domanda "che cosa vorresti dire a chi ti sta guardando am tu non ci sei più?": "Avere una mentalità ottimistica perchè la vita è il dono più prezioso che abbiamo e poi che ognuno di noi faccia il proprio dovere per fare sì che sia un mondo più generoso e più buono soprattutto più sano" Avanti Tutta Leo anche da lassù.  

30/01/2019 11:39:45 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy