Attualità » Primo piano Elezioni regionali: i risultati ad Umbertide

Donatella Tesei è la nuova governatrice dell'Umbria. Un risultato che cambia radicalmente la tradizione politica di una regione considerata storica roccaforte della sinistra, fin dalle prime elezioni regionali del 1970.  La candidata del centro destra (appoggiata dalla coalizione Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Umbria Civica e Tesei Presidente) ha raggiunto il 57,55% di voti, lasciando indietro di 20 punti, il candidato della colazione di sinistra (Pd, Movimento 5 Stelle, Europa Verde Umbria, Bianconi per l'umbria, Sinistra Civica Verde) Vincenzo Bianconi che si è fermato al 37,5% dei voti. Primo partito con un netto 37% è la Lega che scavalca il Pd (22,3%), mentre Fratelli d'Italia fa registrare un vero exploit di Fratelli d'Italia (10,4%) che doppia Forza Italia (5,5%) e supera il M5S che scende al 7,4%. Per quanto riguarda le altre liste si registra ancora: il 4% della lista Bianconi per l’Umbria, il 3,9% di Tesei presidente, il 2,1% di Umbria civica (che sostiene Tesei), l’1,6% di Sinistra civica verde e l’1,4% di Europa Verde. Nessun’altra lista ha superato il 2% dei voti. In forte aumento l'affluenza che è passata dal 55,46% del 2015 al 64,4% di ieri.  Anche ad Umbertide sono stati in moltissimi gli elettori che si sono recati alle urne: 8.432 (68,38%) votanti, con un totale di 56 schede bianche e 178 schede nulle.  Donatella Tesei è stata la più votata dagli umbertidesi, con un totale di 4.289 voti (52,32%) mentre Vincenzo Bianconi ha raggiunto i 3.502 voti (42,72%). Nell'immagine tutti i risultati delle 19 sezioni umbertidesi.

28/10/2019 09:13:26 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Presentata l'edizione 2020 del concorso “Save Energy” promosso da Aimet: premi in denaro per le scuole del territorio

Umbertide (Pg), 17 ottobre 2019 – E’ tutto pronto per l’edizione 2020 del Concorso per le scuole “Save Energy”, iniziativa promossa da Aimet srl e rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado dei territori in cui l’azienda offre i propri servizi energetici. Il concorso, giunto alla settima edizione, è finalizzato a sensibilizzare le nuove generazioni verso un utilizzo più consapevole dell’energia e per l’edizione 2020 sarà incentrato sul tema del “Piano 20-20-20”, il pacchetto clima che dovrà essere attuato in Europa entro il prossimo anno. L’iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio dell’Associazione Italiana Ambiente e Sicurezza e dei Comuni di Umbertide, San Giustino, Montone e San Benedetto del Tronto, è stata presentata giovedì 17 ottobre presso il Centro socio-culturale San Francesco di Umbertide. Alla conferenza stampa hanno partecipato l’Amministratore Unico di Aimet, ing. Patrizio Nonnato. il coordinatore di Aimet Federico Finocchi, l’assessore del Comune di Umbertide Sara Pierucci e il vicesindaco del Comune di San Giustino Elisa Mancini. Presenti anche dirigenti scolastici e docenti delle scuole dei territori di riferimento di Aimet.  “E’ con piacere che per il settimo anno Aimet e le società del Gruppo Esa Italia promuovono il concorso per le scuole Save Energy, iniziativa che sta riscuotendo sempre maggiore interesse da parte degli istituti scolastici dei territori di riferimento delle nostre società e che contribuisce a sensibilizzare le giovani generazioni su un tema di assoluta rilevanza come il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile – ha affermato l’Amministratore Unico di Aimet srl, ing. Patrizio Nonnato – Negli anni abbiamo colto un’attenzione particolare verso il concorso da parte di studenti e docenti, pertanto quest’anno abbiamo voluto organizzare un momento di dialogo e di confronto con le Istituzioni scolastiche che serva da stimolo e crescita per la nostra iniziativa”. “Chiediamo alle scuole la massima partecipazione ad un’iniziativa che crediamo sia importante per la nostra azienda ma anche per il futuro dell’ambiente – ha aggiunto il coordinatore Finocchi – Noi ci siamo, Aimet è un’azienda che vende servizi e mira a produrre utili ma che intende reinvestire parte di questi sul territorio a favore delle comunità locali”. Apprezzamento per l’iniziativa è stata espressa anche dai rappresentanti delle Amministrazioni comunali che hanno sottolineato l’importanza di un’iniziativa interessante che favorisce concretamente la diffusione di una cultura dello sviluppo sostenibile tra le nuove generazioni, contribuendo al contempo a sostenere il mondo della scuola.   Per l’edizione 2020 le scuole partecipanti dovranno scegliere uno dei tre obbiettivi previsti dal "Piano 20 20 20" (riduzione delle emissioni di gas serra del 20%, innalzamento al 20% della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili, incremento del 20% del risparmio energetico) ed elaborare un progetto su di esso, tenendo conto delle peculiarità del territorio.   Per partecipare è necessario presentare l’apposita domanda, scaricabile dal sito internet www.aimetonline.it, debitamente compilata e firmata dal docente referente, tramite e-mail all’indirizzo saveenergy@energiaetica.eu entro e non oltre il 28 febbraio 2020.  Gli elaborati dovranno essere consegnati personalmente, via posta o via e-mail entro e non oltre il 20 aprile 2020.   Un'apposita Commissione di Valutazione provvederà poi a visionare i progetti pervenuti verificandone l'attinenza con il tema del Concorso, l'originalità della proposta progettuale e il legame con il territorio di appartenenza e, a suo insindacabile giudizio, selezionerà i vincitori.  Alle scuole vincitrici verranno assegnati premi in denaro destinati all'acquisto di materiale scolastico per un importo totale di 2.800 euro. I premi verranno consegnati nel corso di una cerimonia di premiazione che si terrà nel mese di maggio 2020.  

17/10/2019 17:02:10 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Aggiudicati i lavori per la demolizione e ricostruzione della scuola dell'infanzia Monini

Ecco la nuova scuola dell'infanzia “Marcella Monini”, i cui lavori sono prossimi alla partenza. Il responsabile unico del procedimento del Comune di Umbertide ha infatti assunto la determina dirigenziale che ha dichiarato l'efficacia dell'aggiudicazione dei lavori di demolizione e ricostruzione della scuola. L'amministrazione comunale informa che il contratto con la ditta aggiudicataria verrà stipulato quanto prima.   La nuova scuola “Monini” sarà caratterizzata da una “piazza” di accesso, volutamente definita come zona all’aperto. La piazza è racchiusa da una grande vetrata, dalle dimensioni di circa 300 metri quadrati. L'altezza raggiunge i sette metri. E' uno spazio stimolante, che consente l’aggregazione degli utenti grazie all’ampia zona luminosa in dialogo diretto con il giardino esterno. La grande vetrata crea così una zona a portico, che costituisce un pre-ingresso atto a proteggere dalle intemperie nei mesi invernali e dal sole nei mesi estivi. All’ingresso, ospitata in una ludica casetta in legno, sarà individuata una zona portineria per la sosta del personale e punto informativo per le famiglie.   La piazza della nuova scuola rappresenta uno degli elementi urbani più connotativi, è visto come un luogo di socializzazione nel quale si svolgono spettacoli e attività di vario genere, incarnando un po’ il concept del progetto della scuola: ampio spazio pensato, quindi, come punto di accoglienza e condivisione per i bambini e le famiglie che lo attraverseranno. La piazza ospiterà le varie feste annuali (inizio-fine anno, Natale, carnevale) con una capienza di circa 400 persone. La funzione principale della “piazza” sarà quella di permettere lo svolgimento delle attività sportive, divenendo un'ampia palestra vera e propria, dotata delle attrezzature e di una pavimentazione idonea. Nella zona ovest della “piazza”, due corridoi distributivi condurranno alle 8 aule, ai relativi servizi igienici e ai 4 atelier destinati a attività specifiche.   La flessibilità degli spazi, che costituisce prerogativa della scuola, è ottenuta da aule duplex, in grado di garantire una costante efficienza e di prestarsi sia per la consumazione dei pasti che a cambiamenti futuri. Ogni aula è concepita come una piccola “casetta” che ha grande permeabilità verso l’esterno mettendo costantemente il bambino in relazione con la natura e i suoi cambiamenti e fornendo un accesso diretto verso il giardino. Anche in questo caso, come per la “piazza”, le aule avranno un piccolo portico frontale, creato dalla vetrata arretrata, utile per aumentare l’ombreggiamento nei mesi estivi e le attività all’aperto nei mesi invernali protette dalle intemperie e dai venti. Sia dalla “piazza” che attraverso alcuni atelier si avrà la possibilità di accedere in maniera diretta verso la corte verde interna che, date le sue dimensioni circoscritte, permetterà una maggiore autonomia al bambino al fine di sviluppare laboratori all’aria aperta e in completa sicurezza tra esterno e interno.

17/10/2019 10:53:29 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy