Attualità » Primo piano Nuove telecamere tra via Morandi e Via Martiri della Libertà

Sono entrate in funzione nuove telecamere per il miglioramento della sicurezza urbana del territorio umbertidese. La postazione è stata realizzata presso la rotatoria posta in via Morandi all’intersezione con via Martiri della Libertà. Si tratta di un importantissimo nodo della città interessato da numerosissimi passaggi di veicoli e in passato oggetto anche di vari interventi della Polizia Locale, dei Carabinieri e della Polizia di Stato. La postazione è composta da quattro telecamere di contesto varifocali a colori, in funzione giorno e notte. Tali telecamere collegate con il sistema di videosorveglianza del Comune di Umbertide permettono di inquadrare l’area centrale della strada, le principali vie che ne costituiscono l'intersezione sino a inquadrare a distanza la rotatoria Fezzuoglio e la chiesa di Cristo Risorto, nonché i parcheggi degli esercizi commerciali esistenti nell'area. La postazione è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale. Il Corpo della Polizia Locale ha progettato la postazione da realizzare in base agli eventi accertati e alle segnalazioni ricevute. Successivamente sono stati analizzati e studiati gli strumenti informatici ed elettronici necessari per realizzare una postazione di videosorveglianza che consentisse alla Polizia Locale e alla Stazione dei Carabinieri di poter visionare e memorizzare le immagini nel caso in cui venga accertato un fattore di insicurezza per i cittadini. Il sindaco Luca Carizia e l'assessore alla Polizia Locale Francesco Cenciarini manifestano la loro soddisfazione “nell'ottica dell'implementazione delle telecamere in corso necessaria ad un maggiore controllo del territorio e della sicurezza urbana, anche tenendo conto della conclusione dei lavori di realizzazione della nuova scuola dell'infanzia Marcella Monini”. A breve la postazione si arricchirà anche di due telecamere di lettura delle targhe che si sono rivelate utilissime per verificare il passaggio di veicoli segnalati per movimenti sospetti nel territorio urbano. Le telecamere di lettura targhe consentono alla Polizia Locale anche di monitorare le strade per migliorare la sicurezza stradale e pianificare le modifiche e il rifacimento della segnaletica sulle strade di competenza del Comune di Umbertide sulle quali nei giorni feriali gli occhi elettronici riprendono oltre 52000 passaggi di veicoli evidenziando così la complessità del traffico cittadino e la conseguente usura delle strade urbane.

03/06/2021 12:34:02 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Concorso Save Energy: sul podio anche la primaria 'Di Vittorio' di Umbertide

PREMIATI I VINCITORI DELL’OTTAVA EDIZIONE DEL CONCORSO PER LE SCUOLE SAVE ENERGY, SUL PODIO ANCHE LA PRIMARIA DI VITTORIO (UMBERTIDE) E LA DIREZIONE DIDATTICA BUFALINI (SAN GIUSTINO) È stata un’edizione completamente digitale, a causa dell’emergenza sanitaria, ma l’entusiasmo dei partecipanti all’ottava edizione del Concorso per le scuole Save Energy è stato più che reale. All’edizione 2021 dell’iniziativa promossa dal Gruppo Esa Italia (holding che controlla le società Energia Etica e Sorrento Power&Gas) e ideata dall’ing. Patrizio Nonnato, la prima di carattere nazionale, hanno partecipato scuole di ogni ordine e grado, dalle primarie agli istituti superiori, provenienti da varie zone d’Italia ed in particolare da Umbria, Marche e Campania, per un totale di 15 progetti. Giovedì 27 maggio su piattaforma Google Meet, anche da dietro lo schermo del pc gli studenti hanno saputo presentare con energia e passione i propri progetti che nel corso dell’anno scolastico, sia in presenza che in dad, hanno realizzato sul tema attualissimo “L’energia motore del mondo in tempo di lockdown”.   I mesi di lockdown hanno infatti evidenziato ancora di più quanto l’energia elettrica sia fondamentale per lo svolgimento della vita di tutti i giorni, ma hanno acceso anche i riflettori su tematiche come lo spreco di energia da una parte e la povertà energetica dall’altro. Dalla riflessione degli studenti, sotto la guida di insegnanti sempre più sensibili alle tematiche ambientali, attraverso giochi da tavolo in versione multimediale, video, disegni, animazioni e progetti, sono scaturiti consigli, idee, proposte e suggerimenti, per risparmiare energia, favorire lo sviluppo sostenibile, salvaguardare l’ambiente, adottare comportamenti sempre più etici. Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato il fondatore e presidente di Esa Italia, ing. Patrizio Nonnato, il direttore operativo di Energia Etica Federico Finocchi e rappresentanti istituzionali dei Comuni della provincia di Perugia San Giustino (Sindaco Paolo Fratini) e Umbertide (Assessore Alessandro Villarini), della provincia di Ascoli Piceno San Benedetto del Tronto (Assessore Gian Luigi Pepa) e Grottammare (Assessore Alessandra Biocca), della provincia di Salerno Fisciano (vicesindaco Maria Grazia Farina) e della provincia di Napoli Sant’Agnello (Assessore Attilio Massa). Alla giuria l’arduo compito di valutare i progetti ed assegnare i sei premi in palio per un totale di 4.400 euro da destinare all’acquisto di materiale didattico, con il fine di sostenere attivamente le scuole dei territori in cui il Gruppo Esa Italia è presente offrendo i suoi servizi energetici. Ad aggiudicarsi il primo premio assoluto del valore di mille euro l’Istituto comprensivo Nicodemi di Fisciano (Sa) che con il progetto “Energia inclusiva per affrontare la povertà energetica” ha progettato soluzioni di miglioramento dell’efficienza energetica e uso di fonti rinnovabili, facendo ricorso a materiali di recupero. Per la sezione scuola primaria, si è classificata al primo posto con un premio da 800 euro la Direzione Didattica Bufalini con la primaria di San Giustino (Pg) che ha presentato il progetto “Io c’ero”, un’edizione speciale del tg in cui i bambini hanno sottolineato quanto l’energia sia stata essenziale durante i mesi di lockdown. Per le scuole secondarie di primo grado si è aggiudicato un assegno da 800 euro l’Istituto comprensivo Gemelli di Sant’Agnello (Na) con il progetto “L’energia è vita” che, attraverso disegni animati poi con un’app, ha raccontato il 2020 suggerendo soluzioni per la produzione di energia green. L’Istituto Fazzini Mercantini di Grottammare (Ap) ha vinto invece il primo posto, e 800 euro, nella sezione delle scuole secondarie di secondo grado con “Saving the world from home”, un gioco digitale dove i protagonisti, Save e il robot Energy, suggeriscono come risparmiare energia all’interno delle abitazioni. Quest’anno poi per la prima volta sono stati assegnati due ulteriori premi, del valore di 500 euro ciascuno, come riconoscimenti speciali all’etica e all’innovazione. Il premio Etica è stato vinto dalla Scuola primaria Di Vittorio del Secondo circolo di Umbertide (Pg) con “Energycamenteinsieme2020” dove attraverso un gioco di ruoli, su mandato del Ministro dello sviluppo, i bambini hanno progettato varie soluzioni energetiche. La Scuola primaria Moretti dell’Istituto comprensivo Nord di San Benedetto del Tronto (Ap) si è invece aggiudicata il Premio Innovazione con “Condominio Superled”, progetto che ha visto gli alunni riflettere sull’abuso di energia elettrica in tempo di lockdown e fornire consigli ai coetanei su come ridurre lo spreco energetico. “Da oramai otto anni e con sempre maggiore convinzione promuoviamo il Concorso Save Energy per favorire tra le giovani generazioni una riflessione sui temi dello sviluppo sostenibile e del risparmio energetico – ha affermato l’ing. Nonnato – Anche quest’anno gli studenti attraverso i loro progetti hanno dimostrato una spiccata sensibilità per i temi ambientali che noi adulti abbiamo il dovere di coltivare e far crescere. Ringrazio quindi anche i docenti e i dirigenti scolastici che da anni accolgono con entusiasmo la nostra iniziativa, dando a tutti appuntamento per l’edizione 2022”.  

28/05/2021 18:17:33 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Pietralunga: prorogata la scadenza delle domande per i buon i spesa

C’è ancora tempo per richiedere i buoni spesa al Comune di Pietralunga. E’ stata infatti prorogata al 3 giugno la scadenza di presentazione delle domande per l’avviso pubblico rivolto ad individui e nuclei familiari in particolare condizioni di disagio economico, in conseguenza degli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19. I buoni spesa, utili per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità, sono spendibili negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa e inseriti nell’apposito elenco predisposto dall’amministrazione comunale.   Questa misura di solidarietà è rivolta ai soggetti e ai nuclei familiari che hanno subito una perdita di entrate reddituali in conseguenza della cessazione obbligatoria dell’attività produttiva di ogni genere, in base ai DPCM ed alle altre disposizioni contro il coronavirus. Possono, inoltre, fare domanda i nuclei familiari residenti nel territorio che hanno vissuto una perdita di entrate reddituali a seguito del licenziamento per chiusura o limitazione delle attività di uno dei componenti; quelli che si trovano in stato di bisogno a causa del contagio da Covid-19, subito dal componente percettore del reddito familiare, e, infine, i nuclei familiari in stato di bisogno perché privi di reddito da lavoro e di altre forme di sostentamento. Nell’avviso non sono compresi coloro che sono stati beneficiari di buoni spesa nel precedente turno di dicembre 2020. Tutte le informazioni e la modulistica sono disponibili sul sito internet del Comune https://www.pietralunga.it/.../618-riapertura-avviso.  

27/05/2021 12:50:15 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide: approvati i PUC, per i fruitori del Reddito di CIttadinanza

Reddito di cittadinanza, per le persone che ne beneficiano è stata approvata dal Comune di Umbertide l'attivazione dei Progetti Utili alla Collettività   Procedono da parte del Comune di Umbertide le procedure volte all'attivazione dei Progetti Utili alla Collettività (Puc) rivolti alle persone che beneficiano del Reddito di Cittadinanza. La Giunta comunale ha infatti deliberato tre propri progetti che sono “Prendiamoci cura”, “La cultura multimediale” e “Amici della musica”. Per quanto riguarda il primo progetto (“Prendiamoci cura”) i beneficiari del reddito di cittadinanza si occuperanno della raccolta dei piccoli rifiuti, che difficilmente possono essere raccolti, perché dispersi ai margini delle strade, per il centro storico o a ridosso delle aree fluviali. Ai beneficiari saranno assegnati delle vie, piazze o strade da tutelare nelle ore assegnate da progetto, il volontario sarà una figura in grado di vigilare affinché non ci siano rifiuti accumulati. L'obiettivo del progetto è quello di tutelare il paese e l'ambiente, renderlo più vivibile.   Il secondo progetto (“La cultura multidimensionale”) prevede il supporto nell'organizzazione e realizzazione di tutte le iniziative socio-culturali, artistiche e formative. Obiettivo del percorso è formare un beneficiario che al termine del progetto sia in grado di svolgere le attività, migliori l’integrazione sociale e acquisisca competenze che incrementino il grado di occupabilità posseduto. E’ prevista, inoltre, l'acquisizione degli aspetti normativi della privacy, sicurezza sul lavoro, i fattori di rischio, le misure di prevenzione individuali e collettive con particolare riferimento all’attività espletata. La finalità del terzo progetto progetto (“Amici della musica”) si racchiude nell'opportunità per i beneficiari di poter operare all'interno di uno spazio dove la socialità e la condivisione sono i cardini del progetto stesso. Obiettivo del percorso è formare un beneficiario del reddito di cittadinanza che al termine del progetto sia in grado di svolgere le attività, migliori l’integrazione sociale e acquisisca competenze che incrementino il grado di occupabilità posseduto. I progetti saranno svolti in collaborazione con l'Associazione Gruppo volontari Umbertide e la Cooperativa Anonima Impresa Sociale. Nel Comune di Umbertide ammontano a 20 i posti per i Progetti Utili alla Collettività. I Puc approvati dal Comune saranno pubblicati sull'apposito albo. Per la modalità che sarà adottata per l'inserimento e il coinvolgimento dei beneficiari del reddito di cittadinanza all'interno dei progetti, sarà strutturato un affiancamento iniziale agli operatori in servizio nei diversi settori di pertinenza del progetto. Durante il periodo di affiancamento si svolgerà una formazione specifica relativa alla mansione che dovrà essere svolta. I soggetti verranno individuati dai Servizi Sociali comunali e dell'Agenzia regionale per le politiche del lavoro (Arpal) in base alle loro attitudini, alla loro storia sociale e familiare. “Tali progetti – dicono il sindaco Luca Carizia e l'assessore alle Politiche Sociali, Sara Pierucci - forniranno un grande contributo sociale alla comunità umbertidese sia nell'ambito della tutela del territorio che in quello culturale”.

25/05/2021 16:11:50 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A pesca contro le dipendenze: 380 ragazzi sulle sponde del Tevere per il progetto PRE.DI.SPO.N.E.

Sulle sponde del Tevere al via il progetto PRE.DI.SPO.N.E, 380 ragazzi delle scuole primarie e medie del territorio a contatto con la pesca e la natura per quattro giorni per combattere le dipendenze dell'età giovanile   Ha preso il via questa mattina in totale sicurezza presso l'area della Ex Draga, della nuova serra comunale per disabili e sulle sponde del fiume Tevere la quattro giorni dell'evento PRE.DI.SPO.N.E, organizzato dalla Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee (Fipsas), in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Umbertide e in sinergia con le scuole del territorio. Il progetto nazionale PRE.DI.SPO.N.E (acronimo di Preveniamo le dipendenze con lo sport, la natura e la cittadinanza attiva) nasce da un’idea della Fipsas ed è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.   L’obiettivo del progetto è la prevenzione, attraverso la pratica delle varie attività sportive federali, delle dipendenze che interessano le varie fasce d’età giovanile: dalla dipendenza da videogame alla ludopatia, alla dipendenza da droghe e alcool.   La manifestazione si articola in quattro giornate formative, da martedì 25 a venerdì 28 maggio, nel corso delle quali saranno coinvolti 380 studenti delle scuole primarie e medie del territorio comunale. A salutare l'avvio di questo importante progetto sono stati nella mattinata di oggi il sindaco di Umbertide, Luca Carizia, la vicesindaco Annalisa Mierla, il presidente della Seconda Commissione dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Valerio Mancini, il presidente del comitato provinciale Fipsas di Perugia, Attilio Tilli, il coordinatore della Commissione didattica e formazione di Fipsas, Bruno Dotto, il campione del mondo di pesca, Angelo De Pascalis, la responsabile territoriale della Cooperativa Asad, Monica Nanni e Sandro Zucchini, anima e organizzatore dei più importanti eventi pescasportivi nazionale e internazionali in città, da sempre in prima linea per la tutela e la salvaguardia del Tevere.   Nel corso delle giornate sono previste attività didattiche ambientali e di pratica dello sport della pesca. Verranno svolte lezioni frontali rivolte ai ragazzi sulla biologia dei pesci d'acqua dolce, sull'ambiente in cui vivono e competizioni sportive di “pesca magnetica”, lezioni frontali rivolte alla conoscenza della fauna ittica presente nel corso d'acqua e alla pratica della pesca sportiva. “Ringraziamo la Fipsas per aver messo in atto questo progetto formativo di grande valore – ha detto il sindaco Luca Carizia - E' un momento bello per la vostra crescita e sono sicuro che vi divertirete. “Finalmente si torna all'aperto e sul Tevere – ha dichiarato la vicesindaco Annalisa Mierla - Un sentito ringraziamento va alle scuole del territorio per la collaborazione e a Fipsas per aver organizzato un evento con i ragazzi nel punto più bello di Umbertide”.        

25/05/2021 16:02:17 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy