Notizie » Società Civile “Books for dogs”: Penny Radford lascia la guida dopo 15 anni

Era il 2007 quando la britannica Penny Radford, insieme a Teana Newman, fondò ad Umbertide l'ente di beneficenza per cani Books for dogs. Un'associazione che in 15 anni ha aiutato tantissimi cani (e non solo) abbandonati del territorio ed è passata dalla bancarella allestita tutti i mercoledì mattina all'ingresso del mercato di Umbertide, ad una vera e propria sede, un emporio in realtà, in pieno centro storico.   L'impegno di Penny Radford nel mondo del volontariato a favore degli animali iniziò un giorno di Natale, quando si offrì di aiutare il canile di Lerchi. "Era evidente che c'era bisogno di una iniziativa nuova per aiutare questi animali abbandonati - scrive Penny Radford - Allora abbiamo cominciato una raccolta fondi tra la comunità di espatriati di Umbertide. Il mio primo progetto era quello di fornire una lavatrice necessaria per il canile in modo che i cani potessero sempre avere coperte pulite.Ho trovato un grande sostegno nella nostra comunità e ho raccolto i soldi in pochi giorni". E' dopo questa prima esperienza che nasce l'idea di Books for dogs. "Teana e io abbiamo deciso che il modo migliore per raccogliere fondi regolarmente sarebbe stato iniziare con una bancarella al mercato di Umbertide vendendo libri di seconda mano, per lo più in inglese. Molte persone avevano libri da regalare e molte persone volevano comprarli. Rapidamente la bancarella di Books for dogs è diventata un punto focale il mercoledì mattina al mercato. Sono stati raccolti molti soldi e, cosa molto importante, è stata creata la consapevolezza della difficile situazione dei cani abbandonati. Da allora abbiamo continuato la nostra storia di successo e diversi anni fa ci siamo trasferiti nel nostro primo negozio. Un ulteriore ampliamento ha portato BfD all'attuale EMPORIO di Via Cibo". Con le attività di raccolta fondi negli ultimi anni la volontaria Penny Radford è riuscita a raggiungere la somma di oltre 100.000 euro. Tutti fondi destinati ad aiutare gli animali abbandonati  (in prevalenza cani) nel nostro territorio. "Raccogliamo fondi anche attraverso la raccolta di cassette in molti negozi e ristoranti di Umbertide. Sono lieta di dire che ora raggiungiamo la comunità più ampia possibile e la clientela del negozio è veramente internazionale. Il team di volontari di BfD è fantastico. Angela Nutt, che è stata la responsabile del negozio più o meno dall'inizio e ha dedicato molto tempo alla causa. Un altro grande“grazie” a Jill Essery, anche lei presente dall'inizio, ed alla sua conoscenza enciclopedica di libri che è impressionante e ha anche ispirato molti di noi a leggere di più". Panny Radford oggi ha deciso di lasciare la guida di Books for Dogs ma ci tiene a sottolineare che rimarrà comunque molto coinvolta con il rifugio per cani di PONTE PATTOLI e continuerà a lavorare per il benessere degli animali in qualsiasi modo possibile anche in futuro.  

17/01/2022 16:09:15 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Informagiovani: tutti i posti del Servizio Civile Universale ad Umbertide

Scade il prossimo 26 Gennaio 2022 alle ore 14:00 il bando per la selezione di volontari da impiegare nei progetti di Servizio Civile Universale. Sono complessivamente n. 20 i posti disponibili per i quali i giovani possono candidarsi nel comune di Umbertide. I soggetti presso i quali svolgeranno le loro attività sono: il Comune di Umbertide in collaborazione con Arci Servizio Civile Perugia, la Cooperativa Asad e Anonima Impresa Sociale in collaborazione con Legacoop.   Di seguito i progetti dove si propongono l'impiego di volontari: - “Me ne importa 2022”, assistenza disabili presso Comune di Umbertide (8 volontari); - “Tutti... incluso me”, assistenza disabili presso Centro Socio Riabilitativo Arcobaleno (1 volontario); - “Time to care”, adulti e terza età in condizione di disagio presso Centro Diurno Alzheimer Il Roseto (1 volontario) e IRBB Istituti Riuniti di Beneficenza (1 volontario); - “La tana dei...bambini!”, educazione e promozione culturale servizi all'infanzia presso Nido d'Infanzia “Ghirigoro” di Pietralunga (1 volontario) e scuola materna “Sacro Cuore” di Pistrino (3 volontari); - “Oltre le distanze”, minori e giovani in condizioni di disagio o di esclusione sociale presso Centro Lucignolo (3 volontari); - “Ciak... Ripartiamo”, attività artistiche finalizzate a processi di inclusione presso il Cinema Metropolis di Umbertide (2 volontari) Chi può partecipare. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;  non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.  La durata del servizio è di dodici mesi. Agli operatori volontari in servizio civile universale spetta un assegno mensile di 444,30 euro. Per informazioni e orientamento ai progetti: Ufficio Informagiovani del Comune di Umbertide. Si riceve solo su appuntamento, nei giorni di martedì – giovedì dalle 15 alle 17. Per informazioni e appuntamenti, telefonare ai numeri: 3409040212 oppure 3666613539.        

17/01/2022 15:34:57 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica PD Umbertide promuove una raccolta firme per l'Ospedale

“Per tutto il mese di gennaio e forse anche oltre  sarà chiusa la sala operatoria e il  reparto di chirurgia. Tutto il personale dirottato altrove.” Inizia così la nota stampa del Pd di Umbertide, che poi rilancia: “Non è accettabile che vengano smantellati personale e reparti del nostro ospedale. L'emergenza sanitaria è un tema da affrontare con razionalità non privando i cittadini dal diritto alla cura e alla salute. Non è pensabile – si continua - Che il personale di un reparto venga dislocato altrove perché in due anni emergenza Covid non si è riusciti ad assumere il personale necessario.” Diverse sono state le chiusure. “Ad Umbertide – dicono i dem - , prima la Usl prova a chiudere il Pronto Soccorso negli orari notturni,  poi  chiude la RSA, che viene riaperta con posti letto ridotti e personale ridotto, poi tocca alla medicina perdere 4 posti letto e altre unità di personale, e ora tocca alla chirurgia. Non è accettabile un simile atteggiamento da USL e Regione. Di certo non possono accanirsi con i servizi degli ospedali di Comunità, perché le Comunità, come la nostra, non accetteranno inermi simili soprusi.” “Proprio per questo - conclude il Segretario del PD di Umbertide Filippo Corbucci - Dopo aver fatto manifestazioni, sit in, iniziative, abbiamo lanciato una petizione on line alla quale nei prossimi giorni si aggiungerà anche quella nel formato tradizionale cartaceo (a breve comunicheremo le modalità di raccolta)."     

10/01/2022 12:54:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: basta polemiche, ecco il nostro “piano della salute”

Umbertide cambia affronta il tema della sanità ad Umbertide e chiede unità, avanzando le proprie proposte concrete attraverso un "piano per la salute" "Ripetiamo lo slogan sulla sanità di un anno fa, che vale più che mai oggi e fu il senso delle manifestazioni e presidi promossi dalle opposizioni in Consiglio comunale: “sulla salute non si scherza. I servizi sanitari a Umbertide vanno potenziati, non ridotti”". “E’ chiaro - sottolinea Gianni Codovini, capo gruppo di Umbertide cambia - che la nostra città vada unita sui contenuti e le cose da fare, nell’immediato e nel futuro. Perciò lanciamo un Piano della salute su cui costruire anche il prossimo governo di Umbertide. Qui diamo solo i titoli, che presenteremo nel Programma “In marcia per la città futura””. "In sintesi, secondo Umbertide cambia, si deve partire nell’immediato dal potenziamento del Pronto soccorso di Umbertide, che è diventato un riferimento per altri territori contigui, con maggiore personale e strumentazioni, per essere un centro H24.  Da potenziare anche i servizi ambulatoriali. Occorre quindi strutturare una medicina di vicinanza con l’introduzione degli infermieri di famiglia (da subito, ci sono le risorse) e prevedere l’ampliamento della RSA, che dovrebbe tornare ai numeri precedenti. La chirurgia specialistica si consolidi come alta specialista interregionale, il reparto medicina va riportato a venti posti letto, il laboratorio di analisi ed il servizio oncologico debbono essere adeguatamente sviluppati". “Inoltre – aggiunge Codovini - invece di progettare una inutile passerella su Mola Casanova, finanziata con 1,4 milioni, noi avevamo chiesto, e chiediamo, la costituzione di un hospice nella nostra città per la presa in carico dei pazienti bisognosi di cure palliative e il Centro del “Dopo di noi””.  “Come civici - conclude Gianni Codovini - sappiamo che il diritto alla salute e ad una sanità sempre più vicina ai cittadini non è di parte ma un bene comune, che non deve dividere, semmai unire il paese. Purtroppo, non è stato così nemmeno nell’ultimo Consiglio comunale monotematico sulla sanità, voluto e richiesto dalle opposizioni (Umbertide cambia, Pd, M5S). Il Sindaco e la maggioranza leghista hanno infatti bocciato le nostre proposte sulla difesa degli attuali livelli e servizi, e soprattutto sulla richiesta di modifica del Piano sanitario regionale, che vedrebbe il nostro distretto USL1 Nord-ovest venga annesso con l’area del Trasimeno. Ecco, la battaglia unitaria di tutta la città deve spostarsi su questo tema, poiché riguarda i prossimi venti anni della sanità territoriale e dei servizi alla città. Uno spiraglio sembra però esserci: dopo che parlamentari e i consiglieri regionali leghisti del territorio hanno sconfessato il sindaco Carizia e la Giunta definendo quell’ipotesi di distretto irrealizzabile”.         

10/01/2022 12:14:40 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Locchi (Umbertide Partecipa): “per il nostro ospedale serve una battaglia politica”

Umbertide partecipa continua ad affrontare "La questione Sanità ed in particolare le problematiche relative alla tenuta dei servizi del nostro Ospedale (e di Prosperius) hanno assunto oramai da tempo priorità assoluta nelle agende dei partiti e delle associazioni della nostra città". "E’ bene che sia così in quanto questi temi stanno a cuore a tutti - proseguono da Umbertide Partecipa - e sono di fondamentale importanza per il nostro territorio soprattutto in un momento come questo in cui la pandemia torna a fare veramente paura. La nostra Associazione ha di recente organizzato un presidio davanti all’ ospedale;  PD, Socialismo XXI e Umbertide Civica hanno promosso in queste ore altrettante  petizioni in difesa dei servizi dell’Ospedale. Noi crediamo convintamente che vadano messe in campo tutte le azioni ritenute utili e necessarie per evitare lo svuotamento del nostro Ospedale: questo però, per avere un effetto maggiore e quindi un risultato concreto, dovrebbe  essere fatto in maniera coordinata o meglio come ha scritto qualcuno “tutti insieme”". "Non basta dire che vogliamo difendere il nostro Ospedale, - dichiara Marco Locchi di Umbertide Partecipa - ma dobbiamo anche proporre, tenuto conto del nuovo Piano Sanitario ancora in fase di discussione, idee, proposte sulla base delle quali costruire una battaglia politica difronte all’immobilismo di questa Amministrazione che ancora pensa che il problema Sanità sia di competenza esclusiva della Regione. Per affrontare quindi concretamente ed in tempi rapidi questo progetto proponiamo di costituire immediatamente un coordinamento di partiti e  associazioni che vogliono dare un contributo al progetto stesso. Il sottoscritto, in qualità di segretario di Umbertide Partecipa, si rende disponibile a promuovere  le adesioni al fine di fissare un primo  incontro organizzativo sulla base del quale avviare il percorso progettuale".   

09/01/2022 12:16:35 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy