Attualità » Primo piano Pietralunga: Giuliano Tartufi dona 20mila euro per l'emergenza Coronavirus

Bel gesto di solidarietà dal settore imprenditoriale locale. La Giuliano Tartufi, azienda con sede a Pietralunga e 70 dipendenti, che ha sempre mostrato una particolare sensibilità verso le tematiche che riguardano la collettività e il sociale, “pur essendo consapevole di portare solo una goccia nell’oceano delle attuali necessità in cui versa il nostro sistema sanitario nazionale”, ha deciso di fare una donazione al Comune. “L’Ente pietralunghese – ha precisato Giuliano Martinelli, titolare dell’azienda – attraverso il sindaco Mirko CecI individuerà la struttura ospedaliera in prima linea nella nostra provincia a cui destinare la somma di 20 mila euro. Tutti possiamo fare un piccolo gesto per salvare chi ci è vicino o anche chi è distante. Mai come in questo momento chi lavora in tutti i reparti degli ospedali, in particolare in terapia intensiva, ha bisogno del nostro supporto”. Il sindaco Ceci, nel ringraziare il titolare della Giuliano Tartufi per il bellissimo gesto di solidarietà ha rinnovato “la vicinanza e gratitudine a tutto il personale sanitario da settimane in prima linea nell’affrontare questa emergenza”. Da lunedì 16 marzo la Giuliano Tartufi ha chiuso i battenti per un periodo non determinato. “Questa scelta – ha detto Martinelli – è stata fatta per far sì che tutti i nostri dipendenti, collaboratori e partner vivano questo già difficilissimo momento con grande serenità e con i loro cari. Faremo utilizzare loro giorni di ferie e permessi e verremo incontro a tutte le esigenze di ognuno, come sempre. È anche per preservare la salute delle nostre 2000 anime che vivono e lavorano nel nostro bellissimo borgo di Pietralunga, dato il grande andirivieni di persone e corrieri che l’azienda movimenta”.  

19/03/2020 16:58:53 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Coronavirus: operativo l'Ospedale di Pantalla. Accolti i primi pazienti

Sono 8 al momento i pazienti con positività al virus Covid-19 ricoverati all’ospedale di Pantalla, altri 3, in trasferimento da altre strutture, sono attesi per le prossime ore: lo comunica l’assessore regionale alla Salute Luca Coletto, informando che da ieri sono stati chiusi tutti i ricoveri presso le Unità operative della struttura ospedaliera diventata, da lunedì 16 marzo, “temporaneamente” centro Covid-19. Dalle ore 20 di giovedì 19 marzo chiuderà il Pronto soccorso e i cittadini che ne avranno necessità, potranno rivolgersi alle altre strutture presenti sul territorio, compresa l’azienda ospedaliera di Perugia. Al momento sono disponibili 21 posti letto di malattie infettive: il piano di sviluppo prevede da sabato prossimo l’incremento di altre 5 unità, per arrivare così a 26 posti letto che diventeranno 31 entro lunedì 23 marzo. Giovedì 26 marzo inoltre, sarà attivato un reparto di pneumologia con 8 posti letto. “L’ospedale di Pantalla – sottolinea l’assessore Coletto - è ‘parzialmente e temporaneamente’ utilizzato per gestire l'emergenza epidemiologica da Covid-19, destinando spazi indipendenti, con accesso dedicato, a reparto di terapia intensiva per pazienti sospetti o positivi. L’utilizzo del nosocomio di Pantalla rientra nel Piano predisposto dalla Regione che prevede una rete ospedaliera per fronteggiare nel miglior modo possibile la pandemia. Si tratta quindi, di una misura straordinaria – precisa Coletto - adottata per offrire la migliore assistenza alle persone che hanno bisogno di essere ricoverate. L’Ospedale sarà fornito di tutte le strumentazioni e dotazioni utili a fronteggiare l’emergenza e che, comunque, resteranno in dotazione”.

19/03/2020 10:35:00 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy