Notizie » Politica Le strade sono un colabrodo e la Lega annuncia l’esposto, Valerio Mancini:''Sono stanco delle chiacchiere del Pd, porto tutto in Procura''

Riceviamo e pubblichiamo Le strade sono un colabrodo, la Lega annuncia l’esposto Valerio Mancini:''Sono stanco delle chiacchiere del Pd, porto tutto in Procura'' In Umbria lo stato delle strade è indegno: continuano gli incidenti, le proteste e le segnalazioni da parte dei cittadini esasperati. A farsi porta voce delle istanze degli umbri è il consigliere regionale Lega, Valerio Mancini, che annuncia: “Sono stanco delle chiacchiere del Pd, porto tutto in Procura e alla Corte dei Conti. Due anni fa in Assemblea Legislativa, su proposta mia e del collega Fiorini, fu approvato il piano di manutenzione straordinaria per le strade dell’Altotevere, ma i lavori non sono mai cominciati. Lo scorso Dicembre, durante la trattazione del Bilancio di previsione, ho chiesto investimenti importanti per le strade della Media Valle e del Trasimeno, ma la Giunta Marini bocciò i miei emendamenti. Oggi a distanza di mesi la situazione è peggiorata, sono decine gli incidenti segnalati, alcuni anche gravi, le forze dell’ordine stanno facendo un lavoro straordinario, ma i centralini operativi squillano in continuazione. In questo quadro intollerabile per la viabilità umbra, la Regione continua a fregarsene e a rimanere chiusa nei suoi palazzi a riattaccare i pezzi di un partito ormai alla deriva. I sindaci che nei giorni scorsi hanno partecipato alla riunione regionale del PD, anziché analizzare come rimarginare le ferite, avrebbero dovuto tutelare i propri cittadini e da lì rivendicare maggiore attenzione per le strade del proprio territorio e per i tanti problemi del comprensorio, purtroppo, però, il Pd perde il pelo ma non il vizio. Sarò io a portare le istanze della gente nelle sedi opportune, in questi giorni raccoglierò le segnalazioni e le testimonianze di molti viaggiatori, poi così come ho fatto per la moschea di Umbertide, consegnerò un dossier alla Procura della Repubblica, non è tollerabile che nel 2018 ancora si creda di fare manutenzione rattoppando le buche con sacchi di asfalto e badile. Sfido - conclude Mancini - l’assessore Chianella ad indicarmi almeno un cantiere che abbia prodotto un tratto di strada di 5 km di asfalto nuovo, senza interruzioni. Da decenni non si vede un cantiere degno di tale nome in tutto il comprensorio regionale, le provincie sono in uno stato politico comatoso e vegetativo, mi auguro solo che la giustizia faccia il suo corso perché saranno molte le pubbliche amministrazioni ad essere chiamate in causa e risarcire gli automobilisti, risorse sprecate che potevano essere spese per la manutenzione delle strade e non per contenziosi giudiziari.”    

13/03/2018 11:10:40

Notizie » Politica Incontro pubblico con l'ex Sindaco di Umbertide Locchi il 23 marzo a Corlo di Montone

Riceviamo e pubblichiamo Insieme parliamo del futuro di Umbertide….. Dal 27 dicembre 2017, data della prima assemblea pubblica a Corlo, ad oggi si sono tenuti oltre 10 incontri pubblici in tutto il territorio comunale ai quali hanno partecipato complessivamente oltre 800 persone; a queste ne vanno aggiunte molte altre che hanno seguito questi incontri tramite i social. Una risposta spontanea, di persone che hanno a cuore la nostra città e che hanno voluto testimoniare con la loro presenza la volontà di capire quanto accaduto. Ma anche la volontà di svolgere un ruolo attivo per il futuro di Umbertide. Un futuro che, anche a seguito anche delle recenti consultazioni elettorali, richiede una presa di coscienza da parte di tutti coloro che vogliono svolgere un “ruolo attivo”, come protagonisti e non come spettatori. Le recenti elezioni hanno dimostrato che le “ricette magiche”, le “alchimie politiche” non servono più. Oggi abbiamo bisogno di una partecipazione vera. Perché solo con il contributo di tutti possiamo operare bene al servizio della nostra città e del futuro di tutta la nostra comunità. Dobbiamo pensare alla Umbertide del 2030, a ciò che intendiamo realizzare e lasciare ai nostri figli. Questa idea di Umbertide, questo progetto, va costruito insieme, con un rinnovato impegno civico e con il supporto diretto dei cittadini: non può più essere calato dall'alto. Un progetto per il 2030 che dobbiamo ancorare ai valori fondanti di democrazia, libertà, lavoro, accoglienza, stato sociale, tolleranza, sviluppo.   Per parlare di questo, VI INVITO ad un nuovo incontro pubblico per il giorno 23 marzo alle ore 21 da Adamo a Corlo. Un incontro al quale tutti sono invitati a portare idee, suggerimenti, proposte per iniziare qualcosa di nuovo ed unico per la nostra città.  

08/03/2018 13:10:55

Notizie » Politica Boom della Lega anche ad Umbertide, il partito di Salvini sbanca e si prepara per le amministrative

Riceviamo e pubblichiamo L’Umbria vira a destra e nell’ondata blu che ha investito l’intera Regione, l’Alto Tevere gioca un ruolo da protagonista. Ad analizzare il voto nel suo comprensorio di riferimento è Vittorio Galmacci, commissario cittadino Lega nei comuni di Umbertide, Montone, Pietralunga e Lisciano Niccone. “Quanto accaduto nella notte tra il 4 e il 5 Marzo è qualcosa di inverosimile sia a livello nazionale che locale. Comuni roccaforte del Pd come Pietralunga o Lisciano Niccone hanno virato a destra e in maniera significativa, senza appello e senza indugi, dando fiducia a Riccardo Augusto Marchetti e alla Lega,complice anche l’ottimo lavoro portato avanti sul territorio, dal consigliere regionale Valerio Mancini. Montone resta un comune a trazione PD, ma è altrettanto vero che, anche in questo caso, l’onda leghista è cresciuta in maniera esponenziale. Un discorso a parte va fatto per Umbertide, vessata da un Pd che per anni non ha mai curato i suoi mali ma che si è sempre preoccupato di spartire poltrone e sanare guerre interne. Fino all’inevitabile commissariamento. Seppur senza un rappresentante comunale, la Lega in questi anni ha proposto soluzioni concrete come l’ implemento di video sorveglianza, arrivato in questi giorni nonostante lo avessimo chiesto da anni, la polizia municipale armata, ha presentato un esposto alla procura della Repubblica per chiedere trasparenza circa la costruzione della moschea a cui è poi seguito un blitz dei Carabinieri ed ha raccolto firme per assegnare le case popolari agli italiani, si è battuta contro i cattivi odori provenienti dal Calzolaro e sulla viabilità delle frazioni come Preggio. La nostra voce l’abbiamo fatta sentire in più di un’occasione e sembra che sia arrivata a destinazione visto che ad Umberitde, terra natia dell’onorevole, Giuletti, per altro non riconfermato, la coalizione di Cdx ha registrato il 32,52% dei consensi contro il 33,72% del centro sinistra. Appena 110 voti sono mancati per raggiungere un risultato epocale, già comunque ipotizzabile vista l’acclamazione ricevuta da Matteo Salvini il giorno in cui ha inaugurato la nostra sede. Dati alla mano la Lega ad Umbertide c’è, con le quasi 2000 preferenze registrate. Da questa base partiamo perché, con impegno e dedizione, possiamo sperare di governare la città e ridare dignità a tutti gli umbertidesi. A chi ha creduto in noi voglio dire grazie, grazie anche ai militanti e sostenitori di Umbertide, grazie al lavoro della sezione tifernate e del consigliere regionale Mancini, grazie a chi ha scelto Marchetti, Briziarelli, Caparvi e Tesei per farci degnamente rappresentare a Roma”

07/03/2018 16:16:07

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy