Attualità » Primo piano Altotevere: operazione di polizia nel territorio

Ieri sera due persone sono state denunciate dai carabinieri per guida sotto l’influenza dell’alcool. Entrambi sono stati fermati a San Giustino, ove era in atto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato ad identificare veicoli e persone in entrata ed uscita dal territorio. Il primo ad incappare nei controlli è stato un 35enne di Città di Castello con piccoli precedenti di Polizia. Fermato alle 22 circa da una pattuglia dell’aliquota radiomobile, è apparso subito alticcio. I sospetti dei militari sono stati confermati dall’accertamento a mezzo etilometro. La patente gli è stata immediatamente ritirata ed il veicolo sottoposto a fermo amministrativo. Il secondo episodio si è verificato dopo circa 30 minuti in località Pitignano. Qui un uomo alla guida della sua autovettura, ha perso il controllo del mezzo andando ad urtare contro due veicoli in sosta. Anziché fermarsi, l’automobilista si è dato a precipitosa fuga. Sul posto è giunta una pattuglia della Stazione Monte S. Maria Tiberina che, dopo aver verificato i fatti e raccolto alcune testimonianze, ha identificato il conducente rintracciandolo poco dopo all’interno della sua abitazione. Il motivo per il quale l’uomo, un 55enne del posto, si era dato alla fuga, è stato subito svelato. Nel suo sangue infatti vi era una quantità d’alcool quasi tre volte superiore a quella consentita. Oltre ad essere stato denunciato per guida sotto l’influenza dell’alcool, con conseguente ritiro della patente e fermo del mezzo, il 55enne dovrà anche pagare una pesante sanzione per non essersi fermato dopo l’incidente

23/01/2014 22:43:06

Attualità » Primo piano Caso Sogepu. Interviene il MoVimento 5 Stelle Umbertide

Con un comunicato, il MoVimento  5 Stelle di Umbertide, interviene sul caso Sogepu. "Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di Sogepu stabilendo l’inefficacia dell’atto di affidamento a Gesenu del servizio di igiene urbana nel Comune di Umbertide ed ha disposto l’aggiudicazione del medesimo servizio alla società tifernate. Così come per la politica nazionale, anche per quella umbertidese è la magistratura a dettare la linea, questa volta in riferimento alla gestione dei rifiuti . Un ulteriore regalo della nostra amministrazione , che non finisce più di stupirci. I costi di tutti questi scontri giudiziari, a quanto ammontano? Chi li paga? Non era abbastanza la salatissima tassa sui rifiuti che gli umbertidesi sono costretti a pagare, ci si dovrà accollare anche ulteriori spese ? Il Comune sta valutando la possibilità di ricorrere alla Corte Europea? Basta , per carità fermatevi! Non aggiungete ulteriore caos a quello che già da tempo state causando alla cittadinanza . Rimarcare che il Comune di Umbertide è il primo Comune umbro per raccolta differenziata fa onore agli umbertidesi che danno segno di civiltà e non è sicuramente merito né di Gesenu né di questa amministrazione. Infatti l’unica cosa che siamo in grado di conoscere sono le spese che il Comune affronta per questo servizio, ben oltre 2 milioni di euro, non essendo assolutamente a conoscenza di quanto Gesenu ricava dalla nostra raccolta differenziata. Che la sentenza del Consiglio di Stato venga accolta subito è un dovere a cui il Comune non può sottrarsi e forse anche un valido punto di ripartenza. Il nuovo partner nella gestione dei rifiuti dovrà essere chiaro nella fornitura dei dati che devono essere resi pubblici a tutti, soprattutto per quanto riguarda i ricavi derivanti dalla raccolta differenziata, per poter procedere nella direzione dell’applicazione di una tariffa puntuale: chi più ricicla meno paga. Non basta cambiare i nomi di chi gestisce il servizio bisogna rivedere le modalità di come i rifiuti vengono smaltiti spingendo verso una differenziata vera e non di facciata. Dobbiamo essere pronti a tutto, visto che i nostri amministratori oramai ci stanno abituando ,giorno dopo giorno , ad un disastro dietro l'altro, e su una questione delicata come quella dei rifiuti l’attenzione deve essere massima, i cittadini ne hanno abbastanza".

21/01/2014 14:00:23

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy