Attualità » Primo piano Al via il secondo corso di cucina

Riceviamo e pubblichiamo COMUNICATO STAMPA   A scuola di cucina con «DianaWeb» (http://www.dianaweb.org) E’ in programma per martedì 9 dicembre 2014 il 2° Corso di Cucina «Diana» (gratuito), dedicato alle donne che hanno aderito al progetto «DianaWeb in Umbria», un intervento di educazione nutrizionale finalizzato alla prevenzione delle recidive del tumore al seno attraverso l'adozione di stili di vita sani. Lo studio, progettato presso l’Istituto Nazionale dei Tumori (INT) di Milano è coordinato in Umbria dalla Dr.ssa Milena Villarini dell’Unità di Sanità Pubblica del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, Università degli Studi di Perugia. Il 2° Corso di Cucina «Diana» sarà sempre curato dai Docenti e dagli Allievi dell’Istituto Alberghiero di Assisi (IPSSAR); l’incontro questa volta sarà però tenuto presso il CVA di Pierantonio (PG), in collaborazione con l’Associazione Insieme, ed è destinato ad un massimo di 15 signore che potranno degustare i piatti, dopo averli cucinati, insieme ai propri familiari nella sala ristorante allestita dagli allievi dell’Istituto Alberghiero di Assisi. Piramide di verdure per antipasto, orzotto alle noci come primo piatto, sformatino di ceci e broccoli romani con cavolo rosso e bietoline saltate per secondo e, per concludere, come dolce un millefoglie ai marroni e nocciole. Questo è il menu che sarà proposto durante l’incontro, ricette gustose e di facile realizzazione, senza aggiunta di zuccheri né grassi animali, utilizzando e fondendo ingredienti tipici della cucina mediterranea. L’incontro avrà inizio alle 16:30 con una introduzione della Sig.ra Cinzia Ragni, Presidente della Sezione Soci Coop di Umbertide; seguiranno gli interventi della Dr.ssa Milena Villarini, del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Perugia (Responsabile del Progetto «DianaWeb in Umbria»), della Dr.ssa Chiara Lanari (Biologo Nutrizionista) e della Prof.ssa. Carla Cozzari, Docente di Scienze della Nutrizione all’IPSSAR di Assisi; la parte pratica sarà quidi affidata alla Prof.ssa Francesca Ravalli, Chef dell’IPSSAR di Assisi, coadiuvata in cucina e in sala degli allievi delle classi quinte. Un ringraziamento particolare va, per il significativo l'impegno, alla Sezione Soci Coop Umbertide che ha promosso la realizzazione del 2° Corso di Cucina «Diana», alla Associazione Insieme che ospiterà l’incontro presso il CVA di Pierantonio (PG), ed al corpo docente ed agli allievi dell’ Istituto Alberghiero di Assisi (diretto dalla Preside Prof. Bianca Maria Tagliaferri). Il Progetto “DianaWeb” Il Progetto “DianaWeb” è uno spin-off del Progetto “Diana5” (Diet and Androgens; Dieta e Androgeni), un trial randomizzato multicentrico (di cui è coordinatore il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano), finalizzato alla prevenzione delle recidive del tumore al seno attraverso l’adozione di una dieta equilibrata. In particolare, il Progetto “DianaWeb in Umbria” intende rispondere alla pressante richiesta di donne Umbre con diagnosi di tumore al seno di entrare a far parte del progetto “Diana5” che, pur essendo tutt’ora in corso, ha concluso il reclutamento nel mese di Giugno del 2012. Obiettivi Il Progetto “DianaWeb” fa propri gli stessi interventi e gli stessi scopi del “Diana5” che sono essenzialmente quelli di: - proporre una modifica nutrizionale verso una dieta povera in grassi, carboidrati raffinati e proteine animali, sullo stile della dieta mediterranea; - stimolare una moderata, ma costante attività fisica; - saggiare l’ipotesi che il nuovo stile di vita possa ridurre le recidive (locali, a distanza o un secondo CM) o aumentare la sopravvivenza in chi avesse già ripresa di malattia; - verificare la riduzione dell’incidenza della sindrome metabolica. Il Progetto “DianaWeb” si differenzia dal Progetto “Diana5” per le modalità di reclutamento e di mantenimento dei contatti con le donne reclutate che avverrà in buona parte attraverso un sito internet dedicato: http://www.dianaweb.org Il progetto è destinato a tutte le donne Umbre o di regioni limitrofe con diagnosi di CM con o senza metastasi, recidive o secondi tumori. Risultati attesi Il Progetto “DianaWeb” si propone di implementare il quadro delle conoscenze relative alla prevenzione dei fattori di rischio in relazione alle recidive del CM ed alla sopravvivenza. In particolare, si propone di verificare se il cambiamento sostenibile dello stile di vita, in relazione alla nutrizione e all’attività fisica, sia in grado di ridurre significativamente alcuni importanti fattori di rischio per recidive del CM (come i fattori caratterizzanti la sindrome metabolica) in almeno il 50% delle pazienti. Lo studio, che proseguirà con follow-up annualii, si propone inoltre di verificare se l’intervento, di educazione nutrizionale e di promozione dell’attività fisica, sia in grado di ridurre l’incidenza di recidive del CM e di secondi tumori e modificare la qualità di vita e la sopravvivenza in donne con recidive o altri secondarismi.

04/12/2014 17:25:05

Attualità » Primo piano Umbertide, sindaco e assessore Montanucci: no a Imu su terreni agricoli montani

“Siamo contrari al pagamento dell’Imu sui terreni agricoli montani perché significherebbe mettere in difficoltà famiglie e aziende del nostro territorio”. E’ quanto affermano il sindaco Marco Locchi e l’assessore ai Tributi Cinzia Montanucci in merito al provvedimento che sta predisponendo il Ministero dell’Economia, in attuazione del decreto legge 66/2014, con il quale verrà modificata la disciplina Imu sui terreni agricoli imponendo il pagamento di tale tributo anche ai proprietari di terreni in zone oggi classificate come montane e quindi finora escluse da questa imposta. Secondo la nuova normativa, a cambiare è la modalità di classificazione dei Comuni che verranno distinti sulla base dell’altitudine del centro storico e non più attraverso una media generale riferita a tutto il territorio comunale. In questo modo Umbertide, avendo il centro storico a 247 m s.l.m., non rientrerebbe né tra i comuni esentati dal pagamento dell’Imu sui terreni agricoli (sopra i 600 m), né tra quelli per i quali sono previsti esoneri per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (tra 281 e 600 m). “Le nuove regole per l’applicazione dell’Imu sui terreni non tengono conto dell’estensione territoriale dei Comuni e dell’eventuale presenza di zone montane – hanno affermato ancora il sindaco Locchi e l’assessore Montanucci – Con l’entrata in vigore del nuovo provvedimento dovremo far pagare l’Imu su tutti i terreni agricoli, coltivati o incolti che siano, anche se si tratta di piccoli appezzamenti. A rimetterci non saranno soltanto i cittadini fino ad oggi esenti dal pagamento dell’Imu, ma anche il Comune dal momento che subirà un ulteriore taglio ai trasferimenti statali a fronte del presunto – e quindi non necessariamente reale - aumento delle entrate tributarie. Per questi motivi – hanno concluso – invitiamo il Governo a rivedere la norma al fine di non penalizzare i territori montani”.

02/12/2014 15:13:40

Attualità » Primo piano C. di Castello: manda 101 sms al giorno a una ragazza mai conosciuta, denunciato 24enne

Ancora un episodio di violenza nei confronti delle donne, contrastato dall’attività svolta dalla Polizia di Stato di Città di Castello. Un italiano di origine campana, residente già da molti anni in Alta Valle del Tevere, si è reso protagonista di un nuovo episodio di stalking nei confronti di una donna. Sono stati 101 gli sms inviati in un solo giorno da V.A. di anni 24  nato a Napoli, ad una ragazza mai conosciuta. Le indagini hanno accertato che nessuna conoscenza personale è intercorsa tra lo stalker e la donna. Sono in corso le attività di verifica per capire come l’uomo sia entrato in possesso del numero personale del telefono cellulare della donna. Sta di fatto che in pochi giorni la donna ha dovuto subire molestie telefoniche, con contatti verbali ed sms, sino ad arrivare al punto dei 101 sms giornalieri. Il contenuto assolutamente delirante, fa riferimento ad una storia d’amore corrisposta, ma nella realtà falsa ed inesistente. Un universo parallelo in cui l’uomo ha proiettato se stesso e la vittima della sua attività di molestatore seriale. Un agguato psicologico in cui è caduta la vittima di turno; pressata psicologicamente dall’attività dell’uomo, la donna ha avuto un crollo psicofisico, arrivando ad avere necessità anche di un supporto medico che la potesse aiutare a superare le fobie prodotte dall’attività scriteriata dello stalker. V.A. non è nuovo a simili episodi di stalking; solamente qualche tempo fa era stato oggetto di una nuova attività investigativa che lo aveva portato ad una denuncia a piede libero per il reato di “atti persecutori”. Gli investigatori stanno vagliando i filmati ripresi da telecamere di sicurezza di alcuni luoghi frequentati dalla donna, al fine di capire se l’attività persecutoria dell’uomo si sia anche materializzata nel seguire la vittima stessa. Anche in questo caso per lui è stato disposta dalla competente A.G. la denuncia in stato di libertà.

02/12/2014 14:48:52

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy