Attualità » Primo piano Il Centro Socio Culturale San Francesco di Umbertide rappresenta l'Italia al progetto europeo LPD

Il Centro Socio Culturale San Francesco è stato scelto per rappresentare l’Italia nel progetto culturale europeo “LPD - Learning Positive Discipline”, finanziato con i fondi del “Lifelong Learning Programme”, rivolto al mondo degli adulti, ed in particolare ai genitori. Lo scopo è quello di individuare le criticità nella relazione genitori- figli, che portano quest’ultimi ad essere aggressivi nei confronti dei loro  coetanei, al fine di sviluppare una “learning positive discipline”, ovvero buone pratiche per aiutare i genitori nell’educazione dei propri figli, da disseminare tra i dieci Paesi europei che partecipano al progetto. Il partenariato coinvolge infatti dieci istituzioni formative provenienti da altrettante Nazioni: Spagna, Germania, Lettonia, Bulgaria, Romania, Turchia, Polonia, Ungheria, Estonia e Italia, rappresentata dal Centro socio culturale di Umbertide, il cui progetto è stato selezionato dall’Agenzia Nazionale. Il progetto, che avrà una durata di due anni, prevede meeting di confronto e di studio, con la presenza di genitori quali “learners”, che si terranno nei  vari Paesi coinvolti;  alla fine di marzo una delegazione umbertidese si recherà a Monaco per presentare i risultati dell’indagine svolta lo scorso mese tra i 2.500 genitori di giovani in età scolastica mentre ad ottobre è previsto un incontro di lavoro ad Umbertide.

19/03/2014 21:37:45

Attualità » Primo piano Umbertide: successo per lo spettacolo dei Dino-Bikers

Oltre 120 spettatori hanno partecipato allo spettacolo “Il Brigante e la Rosa”, commedia messa in scena dal gruppo teatrale di San Leo Bastia lo scorso venerdì 14 marzo presso il Teatro dei Riuniti. L’evento, patrocinato dal Comune di Umbertide, realizzato con la collaborazione dell'Accademia dei Riuniti e che ha visto la gradita partecipazione del gruppo dei Briganti della Fratta dell’Ottocento, è stato organizzato dai Dino-Bikers, un gruppo di ragazzi (Andrea, Diego, Francesco, Leonardo e Sergio) animati dalla passione per il ciclismo e dalla volontà di fare beneficenza. L'incasso della serata è stato infatti interamente devoluto all'associazione “Duchenne Parent Project Onlus”, il cui scopo è quello di raccogliere fondi da destinare alla ricerca per la cura di una particolare forma di distrofia muscolare (la sindrome di Duchenne, appunto). Questa malattia colpisce un bambino maschio su 3500 nati: l’assenza della distrofina nelle cellule muscolari dei bambini affetti da Duchenne provoca la degenerazione delle fibre muscolari, costringendo i bambini alla carrozzina già in tenera età. Progressivamente la degenerazione si estende a cuore e polmoni. Attualmente non esiste una cura, ma grazie alla ricerca scientifica le aspettative di vita di questi ragazzi sono passate dai 15 ai 30 anni.  Il gruppo dei Dino-Bikers continuerà il suo impegno contro la Duchenne partecipando nel prossimo giugno (come l’anno scorso) alla seconda edizione della Duchenne Heroes 2014, manifestazione sportiva di una settimana organizzata sulle Dolomiti e finalizzata alla raccolta fondi per la ricerca contro questa grave forma di distrofia muscolare. 

19/03/2014 17:40:47

Attualità » Primo piano Prevenire le malattie cardiovascolari a costo zero

A cura del Dott. Fulvio Lucaccioni   Tra i "segni" semeiologici importanti da ricercare nel Lavoro quotidiano del Medico, certamente ha assunto sempre più importanza e valore la ricerca dei polsi arteriosi alle caviglie. Esiste da tempo il calcolo di un indice, a riposo e sotto sforzo, dato dal rapprto tra Pressione Arteriosa Sistolica misurata alla caviglia e la Pressione Sistolica Omerale. Tale rapporto,nel normale ,in posizione supina, varia tra il valore di 1 e 1,2.. Tale valore diminuisce in maniera significativa nei pazienti arteriopatici. Se tale indice, quindi,è al di sotto del valore dell'unità, si puo' presumere già la presenza di una Arteriopatia Obliterante Periferica agli arti inferiori. Tale "Processo " si incardina nel grosso capitolo dell'Aterosclerosi e sopratutto nel capitolo del''Aterosclerosi generalizzata. Spesso il paziente arriva all'Ambulatorio del Medico perchè accusa durante la deambulazione, un dolore alla regione del "polpaccio". Una caratteristica del sintomo "Claudicatio Intermittens" è quella di comparire durante la deambulazione su percorso in piano, sempre ad una certa distanza e con le stesse caratteristiche. Se il paziente continua a deambulare, dopo l'inizio del dolore alla regione del "polpaccio",il dolore aumenta e lo costringe a fermarsi. Tale dolore, che insorge al polpaccio durante la deambulazione, anticipa di molto la sua comparsa, quando il percorso di camminamento è in salita. Forse a questo punto, il paziente si rivolge al Medico per avere una risposta a tale sintomo. Quando è presente il sintomo"dolore" significa che le arterie dei piedi sono o ristrette in una zona, o in più zone e quindi portano meno sangue e meno O2 quando durante il cammino c'è più richiesta da parte del muscolo di "carburante". In questo momento il Medico può fare la "diagnosi"con la semplice misurazione della Pressione Arteriosa Sistolica alle caviglie e al braccio omolaterale. Se calcolando l'indice troverà dei valori inferiori all'unità, potrà approfondire la sua diagnosi richiedendo l'esame "gold standard"che permette di localizzare la sede della patologia arteriosa:il Dopper arterioso agli arti inferiori. Questo rapporto e quindi il calcolo di tale indice,rimane, se non c'è patologia, al di sopra l'unità nella fascia di età tra i 30 e 55 anni;dopo i 60 anni comincia a scendere fino ad arrivare a volori patologici oltre gli 80 anni. Tale valutazione ,sopra detta,chiaramente risulta condizionata dalla presenza o no di "Fattori di Rischio"per malattia cardiovascolare. Se il nostro paziente fosse portatore di "Diabete Mellito", forse la valutazione sarebbe più corretta e predittiva di Arteriopatia Obliterante Periferica, tenendo conto che il Diabetico presenta anche sintomi di "Neuropatia Periferica". Nei soggetti portatori di Diabete Mellito che non accusano ancora "dolore" alle regioni dei polpacci durante la deambulazione ,possiamo affermare con certezza che un indice di funzionalità tra 0,7-0,8 parla a favore della presenza di una Arteriopatia Obliterante Periferica.Il metodo palpatorio del Medico presente nella semeiologia routinaria è metodo affidabile per la determinazione del rischio C.V.. Indice=1-1,2 =Normale :Indice:0,91-0,99=Borderline;I=0,41-0,90=A.Perif.=lieve-moderata;I=0,00-0,40=A.Perf.severa.

14/03/2014 17:51:46

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy