Attualità » Primo piano Montone: agevolazioni per il trasporto pubblico

Il Comune di Montone ha reso possibile il rilascio di tessere di viaggio speciali a tariffa agevolata su autolinee di concessione pubblica. Di quest’agevolazione, possono usufruire però, solamente soggetti che presentino determinati requisiti qua riportati: Essere residenti del comune di Montone, essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di carta di soggiorno, essere in possesso dell’attestazione ISEE (non superiore a €. 16.000) in corso di validità ed oltretutto non essere titolare di agevolazioni analoghe. Possono fruire dell’agevolazione gli studenti sugli abbonamenti di viaggio annuali per l’anno scolastico 2015/2016  e coloro che alla data di pubblicazione del presente avviso risultino appartenere ad una delle seguenti categorie: Mutilati ed invalidi di guerra o di servizio dalla prima all’ottava categoria, invalidi civili e di lavoro con invalidità pari o superiore al  100%, soggetti riconosciuti con stato di handicap grave accertato ai sensi della L. 05/02/1992 n. 104 e/o invalidi civili con percentuale di riconoscimento dal 74% al 99%, minori riconosciuti invalidi civili che hanno diritto alla indennità di frequenza ai sensi della L. 11 Ottobre 1990, sordomuti riconosciuti ai sensi della legge 26 Maggio 1970, ciechi totali, soggetti ultrasessantacinquenni pensionati, disoccupati per almeno sei mesi, soggetti cassaintegrati al 31 Dicembre, soggetti riconosciuti invalidi civili con percentuale di riconoscimento dal 46% al 73% , ciechi civili parziali. I modelli di domanda sono disponibili presso il Comune di Montone, servizi sociali-Piazza Fortebraccio, 3, Montone – tel 075/9306427 – 930719 – int. 1 – e sul sito del comune (www.comunemontone.it) nella sezione avvisi. Essenziale ricordare come la domanda debba essere compilata in tutte le sue parti, il richiedente deve dichiarare ai sensi dell’art 46 del DPR.  445/2000, il possesso dei requisiti per l’accesso al contributo. Alla domanda debitamente compilata e sottoscritta, dovranno essere allegati la copia fotostatica di documento di identità del richiedente, la copia della carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari, l’attestazione ISEE in corso di validità ed una foto formato tessera. Dove necessario allegare in aggiunta documentazione sanitaria comprovante il riconoscimento di invalidità civile, sordomutismo o cecità civile, handicap ai sensi della L. 104/92, stato di mutilato o invalido di guerra o di servizio o qualsiasi altra tipologia di documentazione necessaria.

08/07/2015 14:29:16

Attualità » Primo piano Umbertide: ruba collana d'oro a una donna, arrestato tunisino

La Polizia di Stato di Città di Castello ha tratto in arresto per rapina, un cittadino extracomunitario di origine tunisina, S.S. di anni 38 residente a Pierantonio, pluripregiudicato. Nella mattinata di ieri l'uomo giungeva ad Umbertide e si appostava nei pressi del supermercato Conad in attesa di scegliere il momento propizio per entrare in azione. Verso le 11.30 vedendo arrivare una signora sola, le si avvicinava e strattonandola con forza, le strappava la catenina d’oro che aveva al collo. Velocemente si dileguava facendo perdere le proprie tracce. Giunta la telefonata di richiesta d’aiuto al 113, in zona venivano fatte convergere diverse Volanti ed auto civetta. La vittima, malgrado lo stato di shock, riusciva a fornire una descrizione del rapinatore. La ricerca dava i suoi frutti, in quanto circa 30 minuti dopo l’accaduto, un equipaggio della Squadra Volante intercettava l’extracomunitario fermandolo. Rispondente alla descrizione fornita dalla vittima, veniva accompagnato negli uffici del Commissariato. A seguito di perquisizione personale, veniva ritrovata nascosta nei calzini, la collana sottratta poco prima alla malcapitata signora, alcune carte di credito di provenienza furtiva. Stante l’accaduto ed i precedenti penali del soggetto, l’extracomunitario veniva posto in stato di arresto per rapina ed associato, così come disposto dal magistrato di turno, al carcere perugino di Capanne. Sono in fase di accertamento verifiche mirate ad individuare eventuali responsabilità del tunisino in alcuni recenti episodi di furto verificatisi nell’abitato di Umbertide.

07/07/2015 16:50:29

Attualità » Primo piano Preggio ha ricordato la strage della famiglia Braconi

E' stata inaugurata sabato scorso a Preggio la lapide commemorativa delle vittime della strage del 4 luglio 1944 quando un'intera famiglia composta dal padre Gelindo Braconi, dalla madre Isolina e dai loro sei figli, di età compresa tra 4 e 19 anni,  rimase vittima del fuoco amico all'interno di un casolare, in località Monsiano, dove si erano nascosti un paio di tedeschi in fuga. Alla cerimonia ha partecipato il sindaco Marco Locchi, accompagnato dal gonfalone di Umbertide, che ha ricordato l'importanza di mantenere viva la memoria e di conoscere in maniera più approfondita la storia del nostro territorio. Erano inoltre presenti Alberto Bufali, presidente della Pro loco di Preggio e promotore, insieme al Comune di Umbertide e alla sezione di Città di Castello dell'Associazione nazionale famiglie caduti e dispersi di guerra, della commemorazione, la presidente regionale dell'Associazione nazionale famiglie caduti e dispersi di guerra Rosanna Tonnetti, Gianfranco Braconi, familiare delle vittime della strage del 4 luglio e Paola Milli e Pierino Monaldi dell'Istituto di storia politica e sociale “Venanzo Gabriotti”. L'inaugurazione è stata accompagnata dalla benedizione impartita dal parroco di Preggio don Francesco Bastianoni  e dalla deposizione di una corona ai piedi della lapide sulle note della tromba del maestro Galliano Cerrini. Durante la cerimonia sono stati inoltre ringraziati Mario Tosti e Alvaro Tacchini per le preziose ricerche storiche sui fatti che accaddero a Preggio il 4 luglio di settantuno anni fa. 

06/07/2015 18:09:39

Attualità » Primo piano Aimet sbarca in Marche e Abruzzo

AIMET - Azienda Intercomunale Metano Energie del Territorio continua il suo processo di espansione e mira a diventare uno tra gli operatori energetici di riferimento del Centro Italia. Dal 1° luglio infatti l'azienda nata nel 2002 ad Umbertide aprirà i suoi sportelli anche nelle Marche ed in Abruzzo, risultato dell'operazione che ha visto la società, oggi amministrata da Libera Energia SpA, acquisire nuovi clienti in territorio marchigiano ed abruzzese. AIMET aggiunge quindi un altro importante tassello al processo di espansione avviato già da qualche anno e che ha visto sviluppare un modello di forte legame con il territorio che, insieme all'economicità delle offerte di gas e luce, è riconosciuto dalla clientela come un prezioso valore aggiunto. Sotto la guida del Gruppo Libera Energia SpA, Aimet non solo ha potenziato i servizi offerti a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni, affiancando al mercato del gas naturale anche quello dell'energia elettrica, ma ha anche ampliato il proprio raggio di azione, fino a superare i confini regionali e fornire i suoi servizi anche nelle Marche e in Abruzzo. “In questi ultimi due anni AIMET è cresciuta molto, sia dal punto di vista territoriale che attraverso una diversificazione del prodotto offerto ai nostri clienti. - ha spiegato l'amministratore delegato ing. Patrizio Nonnato – Se i confini cambiano però i nostri valori restano sempre gli stessi: vicinanza al cliente attraverso sportelli territoriali con personale qualificato, prezzi convenienti e trasparenti, snellezza e qualità della gestione, rapporto costante con il territorio. L'espansione nelle regioni Marche e Abruzzo – ha aggiunto l'ing. Nonnato - farà di AIMET uno degli operatori energetici di riferimento del Centro Italia ma servirà anche per consolidare le radici di un'azienda che resta strettamente legata al territorio in cui nata”.

02/07/2015 12:00:50

Attualità » Primo piano Alberto Rondoni vincitore del Design Award promosso da Fsc

C'è anche un umbertidese tra i tre giovani studenti vincitori dell'edizione 2015 del Design Award promosso da Fsc – Forest Stewardship Council, Ong internazionale che promuove una gestione delle foreste rispettosa dell'ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile. Si tratta di Alberto Rondoni, classe 1994, che insieme a Eloisa Ronchi ed Irene Zaccara ha conquistato il podio del prestigioso concorso dedicato quest'anno agli orti moderni, che ha visto i partecipanti progettare soluzioni, in legno o in cartone, per contenere piccole piante, per abbellire balconi, per trasportare ortaggi o semplicemente per condividere con gli amici il piacere di coltivare l'orto. E' stato quindi il progetto elaborato dai tre giovani, tra cui l'umbertidese Alberto Rondoni, dal titolo “Freedge”, a conquistare il primo posto del Design Award per la categoria studenti, sezione legno. La cerimonia di premiazione si è svolta presso il Coop Forum all'Expo di Milano. “Pensando ad un orto moderno, abbiamo voluto progettare un sistema che potesse facilitare la conservazione di verdura e frutta prodotta in casa in un modo alternativo. - ha spiegato Alberto, studente del Politecnico di Milano, da due anni attivo nel mondo del design - Tenendo in considerazione le caratteristiche di conservazione di ogni specifico ortaggio e il modo in cui si relaziona con gli altri, abbiamo costruito i vari moduli, selezionando specifiche tipologie di legno e costruendo forme adatte a vari scopi. Freedge è un prodotto pensato per chi, volendo mantenere inalterato il sapore originario dei prodotti del proprio orto, sceglie un metodo di conservazione naturale, personalizzabile e a basso impatto ambientale”.

01/07/2015 13:56:32

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy