Attualità » Primo piano C. di Castello: manda 101 sms al giorno a una ragazza mai conosciuta, denunciato 24enne

Ancora un episodio di violenza nei confronti delle donne, contrastato dall’attività svolta dalla Polizia di Stato di Città di Castello. Un italiano di origine campana, residente già da molti anni in Alta Valle del Tevere, si è reso protagonista di un nuovo episodio di stalking nei confronti di una donna. Sono stati 101 gli sms inviati in un solo giorno da V.A. di anni 24  nato a Napoli, ad una ragazza mai conosciuta. Le indagini hanno accertato che nessuna conoscenza personale è intercorsa tra lo stalker e la donna. Sono in corso le attività di verifica per capire come l’uomo sia entrato in possesso del numero personale del telefono cellulare della donna. Sta di fatto che in pochi giorni la donna ha dovuto subire molestie telefoniche, con contatti verbali ed sms, sino ad arrivare al punto dei 101 sms giornalieri. Il contenuto assolutamente delirante, fa riferimento ad una storia d’amore corrisposta, ma nella realtà falsa ed inesistente. Un universo parallelo in cui l’uomo ha proiettato se stesso e la vittima della sua attività di molestatore seriale. Un agguato psicologico in cui è caduta la vittima di turno; pressata psicologicamente dall’attività dell’uomo, la donna ha avuto un crollo psicofisico, arrivando ad avere necessità anche di un supporto medico che la potesse aiutare a superare le fobie prodotte dall’attività scriteriata dello stalker. V.A. non è nuovo a simili episodi di stalking; solamente qualche tempo fa era stato oggetto di una nuova attività investigativa che lo aveva portato ad una denuncia a piede libero per il reato di “atti persecutori”. Gli investigatori stanno vagliando i filmati ripresi da telecamere di sicurezza di alcuni luoghi frequentati dalla donna, al fine di capire se l’attività persecutoria dell’uomo si sia anche materializzata nel seguire la vittima stessa. Anche in questo caso per lui è stato disposta dalla competente A.G. la denuncia in stato di libertà.

02/12/2014 14:48:52

Attualità » Primo piano Rifacimento segnaletica fiere: le precisazioni dell'Amministrazione Comunale di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo dall'Amministrazione Comunale di Umbertide In riferimento a quanto apparso sulla stampa in merito al rifacimento della segnaletica per le Fiere di Settembre, l’Amministrazione Comunale fornisce le seguenti informazioni, già comunicate ai cittadini interessati. La disposizione dei posteggi delle fiere è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione diretto a migliorare la sicurezza dei tanti commercianti e visitatori che partecipano alla manifestazione. I nuovi numeri a terra non corrispondono esattamente ai precedenti in quanto la nuova mappa dei posteggi prevede percorsi di accessibilità completa da ogni strada laterale che si affaccia su via Unità d’Italia, via Morandi e Piazza Marx, al fine di garantire un più rapido ed efficace accesso dei mezzi di soccorso. Inoltre si sta procedendo affinché la nuova disposizione dei banchi garantisca gli spazi necessari per consentire l’accesso alle persone diversamente abili. Tali modifiche richiedono una rimodulazione degli spazi, una nuova pianificazione della viabilità cittadina per i giorni delle fiere e la riformulazione del piano della sicurezza. A differenza di quanto si vocifera quindi non è allo studio, né è stato mai ipotizzato, lo spostamento, nemmeno temporaneo, del mercato del mercoledì lungo il percorso delle fiere, anche in considerazione delle ripercussioni che tale possibilità avrebbe sul traffico. La realizzazione della nuova segnaletica ha invece permesso di ridefinire e riorganizzare gli spazi, cosa ben diversa e ben più complessa dal semplice rifacimento annuale della segnaletica sbiadita. La riqualificazione dei posteggi delle fiere ha interessato preliminarmente via Unità d’Italia e via Morandi in concomitanza con l’intervento di rifacimento della segnaletica stradale che ha consentito di realizzare una segnaletica orizzontale adeguata, in grado di garantire una migliore gestione della viabilità e una maggiore sicurezza dei pedoni e di realizzare nuovi parcheggi. Successivamente tale intervento riguarderà anche altre zone della città, tra cui la rotatoria tra via Roma, via Unità d’Italia, via Morandi e via Colombo.

01/12/2014 15:45:20

Attualità » Primo piano Assenza segnale Rai nella Valle del Niccone: il Comune di Umbertide chiede finanziamento a Regione

Il Comune di Umbertide ha presentato richiesta alla Regione dell’Umbria di un finanziamento pari a 25.000 euro al fine risolvere il problema dell’assenza del segnale Rai nella Valle del Niccone. E’ quanto dichiarato dall’assessore competente Raffaela Violini in risposta all’ordine del giorno presentato congiuntamente dai gruppi consiliari di Umbertide Cambia e del Partito Democratico, approvato all’unanimità nel corso della seduta di Consiglio Comunale di ieri, giovedì 27 novembre. Dal momento dello switch off, ovvero del passaggio della trasmissione dei programmi tv da analogica a digitale,  gli abitanti della Valle del Niccone non ricevono più il segnale Rai; di fronte a tale disservizio l’Amministrazione Comunale si è attivata mettendosi in contatto con gli uffici competenti ed adempiendo a quanto di sua competenza. Nonostante l’interessamento dell’Amministrazione, ad oggi la situazione è ancora in fase di stallo a causa di un rimpallo di competenze tra la Rai, che chiesto la concessione di nuove frequenze, e il Ministero dello Sviluppo Economico  - Dipartimento per le Comunicazioni, che ha negato tale concessione. Dal momento che il problema potrebbe essere risolto anche utilizzando la frequenza attuale a patto di sostituire le apparecchiature esistenti e che la Regione dell’Umbria dispone di fondi finalizzati proprio a risolvere eventuali assenze di copertura del segnale, l’Amministrazione Comunale di Umbertide ha richiesto all’ente regionale un finanziamento pari a 25.000 euro, che sarà trasferito alla Rai per effettuare i necessari interventi di adeguamento delle apparecchiature e ripristinare così il segnale.

28/11/2014 14:20:04

Attualità » Primo piano C. di Castello: arrestato dalla Polizia latitante tunisino

La Polizia di Città di Castello ha arrestato un pericoloso latitante extracomunitario di origine tunisina M.W. di anni 45. Gli agenti del Commissariato hanno eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso dalla Procura di Perugia. L’attività investigativa sempre dello stesso Commissariato, aveva posto l’extracomunitario al centro di una rete di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto nei confronti di ragazzi minorenni. Il tunisino, giunto in Città da circa un anno e mezzo, si era subito posto in posizione di supremazia rispetto ad altri spacciatori, anche connazionali, facendo uso di atti intimidatori violenti. Guadagnate alcune piazze di spaccio, si era reso protagonista anche di una serie di furti in abitazioni ed autovetture per finanziare la propria attività delittuosa. Le indagini lo avevano visto protagonista come spacciatore all’esterno di alcuni istituti scolastici sia di primo che di secondo grado nel centro abitato di Città di Castello. All’arrivo in città era stato da subito oggetto di attenzione investigativa da parte della Polizia, che nel giro di qualche mese, aveva richiesto l’arresto alla Procura. Con precedente penali di tutto rispetto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi, ed una pena scontata per omicidio, il tunisino era da tempo osservato speciale. All’atto dell’arresto si era reso irreperibile; trascorrendo parte della latitanza in Olanda e Germania, si era allontanato da Città di Castello per qualche mese. Sicuri che sarebbe ritornato dalla madre e dalla sorella, ancora residenti in città, tradito dal desiderio di rivedere la famiglia, come nelle migliori tradizioni delinquenziali, gli agenti del Commissariato hanno controllato le abitazioni, sino a quando nella prima mattinata di ieri, l’uomo è comparso a casa della madre. Immediato l’arresto e la traduzione al carcere di Capanne. Al tunisino sono stati contestati altri reati, notificati atti amministrativi, tra cui il rifiuto del rinnovo del permesso di soggiorno e la contestuale espulsione. Per tale motivo, espiata l’eventuale pena, verrà immediatamente espulso con accompagnamento coatto alla frontiera.

27/11/2014 10:56:25

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy