Attualità » Primo piano Servizio civile ad Umbertide: pubblicati i bandi

Sono stati pubblicati sul sito del Servizio Civile Nazionale i bandi per la selezione dei volontari di Servizio Civile nell’ambito del programma Garanzia Giovani. Ad Umbertide sono sei i progetti attivi promossi da Arci Servizio Civile Perugia e LegaCoop Umbria per un totale di 14 posti. Otto sono i posti con Arci Servizio Civile Perugia, 4 per il servizio di assistenza agli studenti disabili nell’ambito del progetto “GG 2015 Diverse abilità, nessuna disabilità” e 4 per attività di tutoraggio scolastico nell’ambito del progetto “GG 2015 Giovamenti”. Sono invece 6 i posti di Servizio Civile promossi da Lega Coop Umbria: 2 per il progetto di assistenza agli anziani presso gli Istituti Riuniti di Beneficenza “Giovani e anziani vicini – Garanzia giovani”, 1 per l’assistenza ai disabili presso il Centro socio-riabilitativo “Arcobaleno” con il progetto “Io ci sono, conta su di me! – Garanzia giovani”, 3 per l’assistenza ai minori presso il Centro di aggregazione “Lucignolo” con il progetto “Lucignolo e Iqbal: il viaggio continua – Garanzia giovani”. Per poter partecipare a tali progetti è necessario registrarsi al programma “Iniziativa Occupazione Giovani (Garanzia Giovani)” e, successivamente, compilare e spedire la domanda di partecipazione all’ente che realizza il progetto. Coloro che non si sono ancora iscritti a “Garanzia Giovani” dovranno farlo prima di presentare la domanda di partecipazione ai progetti ed aver effettuato il colloquio con gli uffici della Provincia competente. La domanda per partecipare ai progetti di Servizio Civile Nazionale potrà essere presentata entro le ore 14 di lunedì 15 dicembre 2014. É possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale, da scegliere tra quelli inseriti nei bandi, pena l'esclusione. Per informazioni visitare il sito Informagiovani Umbertide all’indirizzo http://www.informagiovaniumbertide.it/News/Servizio-Civile-Garanzia-Giovani-pubblicati-i-bandi-per-la-selezione-dei-volontari

18/11/2014 14:47:03

Attualità » Primo piano M5S e Umbertide Cambia: risistemare il parco delle scuole Garibaldi

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle Umbertide e Umbertide Cambia Con una interrogazione congiunta i gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle e Umbertide cambia chiedono all'Amministrazione comunale un intervento immediato di sistemazione del parco di pertinenza delle scuole di via Garibaldi, che ospitano i bambini dell'asilo e della primaria. “Il parco - affermano le due forze politiche di opposizione – necessita di una accurata pulizia generale, di manutenzione e di un attento controllo, anche perché sono stati reperiti e fotografati resti di materiale usato per scaldare l'eroina e siringhe”. “I giochi sono ormai infradiciati e pericolosi, ma più in generale occorre risolvere un problema di sicurezza. All’interno del parco ci sono infatti almeno 2 idranti che presentano vetri rotti e sportelli scardinati. Delle staccionate esistenti sono rimaste solo alcune parti isolate e nemmeno complete che non hanno più alcuna funzionalità e dal terreno sporgono tubi che possono costituire fattore di pericolo”.  “Durante gli orari scolastici – chiedono infine 5 Stelle e Umbertide cambia - il parco non dovrebbe essere aperto a nessun altro utente che non siano i bambini della scuola, proprio per evitare che personaggi estranei alle attività (già segnalati alle autorità) possano creare problemi”. “Il parco – concludono i capi gruppo di 5 Stelle, Valentina Pigliapoco e Umbertide cambia, Claudio Faloci, è l'emblema di una condizione di incuria che occorre affrontare prima che degeneri, e rivela in maniera chiara anche l' esigenza di affrontare con un'altra attenzione, e senza ipocrisia, i problemi della sicurezza e della diffusione di droghe”   

17/11/2014 14:30:48

Attualità » Primo piano Situazione Tevere ad Umbertide: massima attenzione dall'Amministrazione Comunale

Il fiume Tevere è una risorsa preziosa per Umbertide ed è per questo che l’attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale continuerà ad essere massima. E’ quanto affermato dall’assessore allo Sport Pier Giacomo Tosti in risposta all’interpellanza presentata dal consigliere comunale di Umbertide Viva Giovanna Monni, che aveva chiesto chiarimenti in merito alle condizioni delle acque del fiume sollecitando l’Amministrazione a tutelare il Tevere e a garantire il normale svolgimento delle attività presso il campo gara. “Già nel 2003 il Comune di Umbertide aveva firmato un protocollo di intesa con Regione, Provincia, Comuni di Città di Castello e di Montone e Fipsas per la redazione di uno studio per l’analisi della torbidità delle acque del Tevere, studio durato due anni che ha permesso di individuarne le cause che sono da ricondurre in parte a fenomeni naturali, in parte ad interferenze dell’uomo sull’ecosistema.  – ha affermato l’assessore Tosti – Inoltre anche l’Arpa ha effettuato studi sul Tevere e ha disposto un monitoraggio continuo delle acque con prelievo di campioni analizzati elettronicamente dalla centralina installata in corrispondenza del ponte sul fiume. Il fiume Tevere è una risorsa per il nostro territorio, in conseguenza degli investimenti fatti dall’Amministrazione sia per la riqualificazione del parco sulle sponde del fiume che per la realizzazione del campo di pesca sportiva, pertanto – ha concluso l’assessore Tosti – la nostra attenzione non potrà che essere massima”.

17/11/2014 12:50:05

Attualità » Primo piano C. di Castello: denunciato per violenza domestica un marocchino di 34 anni

Gli agenti del Commissariato hanno denunciato alla competente A.G. un cittadino extracomunitario di origine marocchina, L.Y. di anni 34, residente da oltre un decennio in Alto Tevere, per i reati di atti persecutori, molestie, maltrattamenti familiari, violazione degli obblighi di mantenimento e riduzione in schiavitù. La moglie, anch’ella di origine marocchina, stanca di subire le continue violenze psicofisiche ed umiliazioni, ha trovato il coraggio di denunciare suo marito, evidenziandone i comportamenti eccezionalmente violenti. L’attività d’indagine ha permesso di ricostruire  due anni di  reiterate vessazioni e intimidazioni. Oggetto delle minacce e dello sconsiderato comportamento, erano anche i due figli della coppia. Entrambi in tenera età, hanno subito l’irascibilità del padre, che presente in casa in maniera assolutamente sporadica, pretendeva da loro rispetto e considerazione. L.Y. lavoratore a nero, non contribuiva alle spese familiari, obbligando di fatto la moglie a lavorare come badante. Alle richieste della moglie di sostenere economicamente la famiglia, rispondeva con assurda violenza. Infatti alcuni familiari hanno confermato che in diverse occasioni il denunciato aveva colpito pesantemente la donna con pugni al volto, schiaffi e calci al ventre. Frequentemente l’extracomunitario utilizzava le suppellettili di casa come oggetti da scagliare contro la moglie per costringerla al silenzio ed all’obbedienza. Gli agenti hanno appurato anche le pressanti vessazioni psicologiche alle quali doveva sottostare la donna; spesso il marito la intimoriva minacciando di dare fuoco all’appartamento durante la notte, mentre lei ed i suoi bambini dormivano. Per consolidare lo stato di dipendenza psicologica della donna, il marito le aveva sottratto anche il permesso di soggiorno, obbligandola ad avere contatti esterni solamente con il suo consenso o presenza. Gli agenti, a temine dell’attività d’indagine, hanno richiesto alla competente A.G., un urgente provvedimento di allontanamento e conseguente divieto di avvicinamento dell’uomo all’interno nucleo familiare.

12/11/2014 15:47:24

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy