Attualità » Primo piano C. di Castello: rubata auto a una donna

Alle 20.15 circa di ieri sera, un uomo ha bussato alla porta di una casa isolata di Città di Castello. La padrona di casa ha aperto e si è trovato di fronte un uomo che impugnava un coltello. Il malvivente ha intimato alla sventurata, con modi gentili ma decisi, di consegnargli le chiavi della sua autovettura, una vecchia utilitaria parcheggiata innanzi l’abitazione. La donna non ha potuto fare altro che obbedire. Il rapinatore si è quindi dato alla fuga a bordo del veicolo. La vittima ha avvisato telefonicamente il marito il quale, tornando verso casa, dopo qualche minuto ha incrociato il veicolo della moglie e lo ha inseguito per alcuni chilometri lungo la E45. Dopo un tamponamento che non ha comportato conseguenze fisiche, il malvivente è riuscito a far perdere le proprie tracce. A quel punto il marito della vittima è tornato a casa e con la moglie si è portato presso la Compagnia Carabinieri Città di Castello raccontando l’accaduto. Il ritardo con cui le Forze dell’Ordine sono state informate è stato certamente determinante ed ha impedito ogni tentativo di rintracciare in tempi brevi il rapinatore. L’automobile rapinata è stata rinvenuta da una pattuglia dell’Arma poco dopo in prossimità dello svincolo di Promano, ed è stata sequestrata. I Carabinieri della Stazione di Città di Castello e del Nucleo Operativo e Radiomobile stanno conducendo serrate indagini per risalire all’identità del malvivente, probabilmente dell’est Europa, nonché per comprendere cosa ci facesse, a piedi, nella zona particolarmente isolata dove ha poi commesso la rapina.

27/03/2015 14:23:37

Attualità » Primo piano Progetto Energy Door: premiati i primi tre classificati

Sono stati premiati gli spot più cliccati sul web realizzati dagli studenti degli istituti superiori dell'Altotevere nell'ambito del progetto “Energy Door”. Scopo dell'iniziativa, promossa dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova e finanziata dalla Regione Umbria con fondi Por- Fesr, invitare studenti e cittadini a varcare la porta dell’energia per lasciarsi alle spalle abitudini errate e vecchie concezioni e farsi proprie tematiche quali il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Così durante lo scorso anno scolastico, i ragazzi dei sei istituti superiori che hanno partecipato al progetto (Agraria e Ipsia del “Patrizi-Baldelli-Cavallotti” di Città di Castello, Geometri del “Franchetti Salviani” di Città di Castello, Itis e liceo scientifico del “Campus Leonardo Da Vinci” di Umbertide e liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello) hanno realizzato spot sul risparmio energetico, pubblicati poi su youtube e votati sia dal pubblico della rete che da un'apposita giuria e ieri presso il Palazzo comunale di Umbertide si è tenuta la cerimonia di consegna dei premi ai primi tre classificati. In palio c'erano buoni per l'acquisto di materiale didattico ed ognuna delle scuole vincitrici ha scelto cosa acquistare in base alle proprie esigenze. Il primo posto se lo è aggiudicato l'indirizzo Itis del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide, al quale è stato assegnato un plotter, al secondo posto l'indirizzo Geometri del “Franchetti-Salviani” di Città di Castello che ha optato sempre per un plotter e al terzo posto si è classificato il liceo tifernate “Plinio il giovane” che ha invece vinto un computer. Alla cerimonia di premiazione erano presenti, oltre ad una rappresentanza degli studenti dei tre istituti, accompagnati da dirigenti scolastici e docenti, anche il sindaco Marco Locchi, l'assessore all'Istruzione Cinzia Montanucci, l'ing. Fabrizio Bonucci responsabile dei Lavori pubblici del Comune di Umbertide che ha seguito da vicino il progetto e Tatiana Roscini, responsabile del Centro Mola Casanova. “E' un'iniziativa importante che l'Amministrazione ha condiviso con piacere perché prosegue il cammino verso le fonti rinnovabili che costituiranno il nostro futuro”, ha detto l'assessore Montanucci. “Abbiamo aderito a questa iniziativa perché appartiene ad un filone che il Comune segue da anni, quello di creare una cultura del risparmio energetico e delle energie rinnovabili– ha aggiunto l'ing. Bonucci – In tempi non sospetti, il Comune ha avuto il coraggio di investire nelle rinnovabili realizzando una centrale idroelettrica sul fiume Tevere e un centro di educazione ambientale ed intendiamo proseguire su questa strada”. “L'Amministrazione Comunale punta molto sulle energie rinnovabili ed è impegnata a diffondere una nuova cultura, che parta dai giovani, e che ci consenta di adottare un approccio nuovo verso l'ambiente – ha aggiunto il sindaco Locchi – E' per questo che abbiamo approvato il nuovo Piano Energetico Ambientale Comunale che contiene le misure da intraprendere per ridurre le emissioni di Co2 in atmosfera ed incrementare il ricorso alle rinnovabili”. Il progetto “Energy Door” entrerà ora nel vivo della sua seconda ed ultima fase, che prevede la creazione da parte degli studenti di prototipi di macchine per il risparmio energetico che saranno poi oggetto di una mostra itinerante.

27/03/2015 14:13:14

Attualità » Primo piano C. di Castello: Carabiniere libero dal servizio sventa furto in appartamento

Due minorenni (16 e 17 anni) di etnia rom provenienti da un campo nomadi di Roma, sono state fermate nella tarda mattinata di ieri mentre tentavano di commettere un furto in un’abitazione del quartiere Graticole di Città di Castello. Ad accorgersi delle due, ed a sventare il furto, è stato un Brigadiere dei Carabinieri libero dal servizio. Verso le 13.30 il militare ha notato una ragazza all’esterno del giardino di un’abitazione. Insospettito dal suo atteggiamento si è avvicinato notando che, vicino ad una porta finestra del pian terreno, vi era una seconda ragazza. Le giovani presunte ladre si sono accorte di essere state scoperte e si sono date alla fuga a piedi. Il Brigadiere ha immediatamente avvisato la centrale operativa della Compagnia Città di Castello che ha inviato sul posto pattuglie della locale Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile. Dopo una brevissima ricerca le ragazze sono state rintracciate ed accompagnate in caserma. Sebbene prive di documenti di identità, grazie alle impronte digitali è stato possibile identificarle, scoprendo così che, a dispetto della giovane età, in passato sono state arrestate e denunciate già molte volte, quasi sempre in seguito alla commissione di furti. Nel prosieguo delle indagini è stato accertato che le minori, prima di essere scoperte dai Carabinieri, avevano tentato di penetrare anche in un altro appartamento della zona, venendo però messe in fuga dal proprietario, improvvisamente rientrato a casa. L’uomo però non aveva informato dell’accaduto le Forze dell’Ordine. Al termine delle formalità di rito, e su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, le presunte ladre sono state denunciate in stato di libertà con l’accusa di tentato furto in abitazione ed affidate ai servizi sociali del Comune. Con l’occasione si ribadisce l’importanza di segnalare sempre e con tempestività alle Forze dell’Ordine la presenza di persone o veicoli sospetti.

25/03/2015 11:10:39

Attualità » Primo piano 400mila euro di apparecchiature tecnologiche in arrivo all'Ospedale di Umbertide

Ammontano a 400.000 euro le risorse stanziate dalla Usl Umbria 1 per l'ammodernamento tecnologico dell' ospedale di Umbertide. Ad affermarlo il sindaco Marco Locchi durante la seduta di consiglio comunale di questa mattina in risposta ad un'interrogazione di Umbertide Cambia che chiedeva chiarimenti sulla sospensione del servizio Moc. Il sindaco Locchi ha risposto che, oltre ai 450.000 euro già stanziati per la ristrutturazione del reparto di Radiologia e ai 150.000 euro per l'attivazione, prevista per aprile, dei posti letto di Residenza sanitaria protetta, sono in arrivo nuovi finanziamenti per il potenziamento tecnologico dell' ospedale cittadino. Come ribadito anche dal direttore generale della Usl Umbria 1 Giuseppe Legato nel corso dell'incontro avvenuto nei giorni scorsi con le organizzazioni sindacali e le istituzioni, ammontano a 3 milioni 700.000 euro le risorse per investimenti tecnologici per la sanità dell'Alto Chiascio e parte di questi fondi è destinata specificatamente all'ospedale di Umbertide. La delibera del direttore generale n. 321 del 19 marzo scorso prevede infatti l'acquisto di strumentazioni tecnologiche per il nosocomio di Umbertide per un totale di 399.500 euro. Nello specifico sono previsti 75.000 euro per attrezzature per il reparto di Chirurgia (un elettrobisturi, un dermatomo e un ecotomografo portatile), 200.000 euro per apparecchiature per Radiologia, 7.000 euro per l'acquisto di un defibrillatore, 70.000 euro per un ecotomagrafo per il reparto di Medicina e 40.000 per l'acquisto di un nuovo mineralometro per il servizio Moc, oltre a finanziamenti minori per attrezzature e arredi per il laboratorio analisi e il pronto soccorso. "Le risorse ci sono e sono state deliberate dal direttore generale Legato - ha affermato il sindaco Locchi - Bisognerà ora aspettare i tempi tecnici per procedere all'acquisto, ma presto l'ospedale di Umbertide, non solo potrà vedere riattivato il servizio Moc, ma sarà anche potenziato grazie a questi importanti investimenti in tecnologia”. 

24/03/2015 19:43:16

Attualità » Primo piano Operazione Ragazzi in Erba. Dieci arresti in Alto Tevere

La Polizia di Stato di Città di Castello nelle prime ore della mattinata odierna, ha eseguito 10 ordinanze di custodia cautelare per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente emesse  dal G.I.P. di Perugia dr. Avenoso. L’operazione denominata “Ragazzi in erba” ha coinvolto l’intera Alta Valle del Tevere tra le province di Perugia ed Arezzo. Città di Castello, San Giustino, Citerna, Pistrino, Sansepolcro e Monterchi sono stai i centri ove il Commissariato ha eseguito le ordinanze di custodia cautelare e 14 perquisizioni. Le indagini coordinate dalla Dott.ssa Miliani della Procura di Perugia, hanno consentito di individuare e smantellare un sodalizio criminoso dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare hashish, marijuana, cocaina ed alcune droghe sintetiche. L’attività investigativa ha preso le mosse da alcuni controlli effettuati durante l’ordinario servizio, svolti nei confronti di alcuni giovani ed in prossimità delle scuole frequentate da alcuni di essi. Una parte consistente dell’attività di spaccio si concretizzava proprio all’esterno degli Istituti Scolastici. Otto mesi la durata delle indagini, che al termine, oltre consentire l’arresto dei 10 soggetti, ha permesso di recuperare i seguenti quantitativi di sostanza stupefacente: -         600 gr. hashish; -         300 gr. marijuana; -         150 gr. cocaina; -         74 pasticche i ecstasy; -         4   gr. ketamina; -         Funghi allucinogeni; -         10 gr. circa di MDMA; -         diverse decine di migliaia di euro   Dei dieci arrestati, due sono stati associati al carcere perugino di Capanne, sei agli arresti domiciliari, i  restanti due con obbligo di dimora.   Le ordinanze di custodia cautelare e le perquisizioni sono state eseguite con l’ausilio di unità cinofile di Ancona, equipaggi della Squadra Mobile e Digos di Perugia, Commissariato di Foligno ed Assisi, Reparto Prevenzione Crimine Umbria - Marche di Perugia. Le attività in provincia di Arezzo hanno visto la partecipazione della Squadra Mobile di Arezzo e del Commissariato di Sansepolcro.

23/03/2015 14:17:00

Attualità » Primo piano Al via la Banca del Tempo ad Umbertide

Verrà inaugurata sabato 14 marzo alle ore 11 presso la Palazzina dei Servizi sociali la Banca del tempo, servizio grazie al quale le persone potranno mettere a disposizione le proprie competenze e professionalità rivolgendosi ad banca speciale in cui, al posto del denaro, si danno e si ricevono ore. L'iniziativa è stata promossa dall'associazione genitori Insieme per, in collaborazione con altre associazioni del territorio, ed è patrocinata dal Comune di Umbertide che ha messo a disposizione i locali. Lo scopo è quello di dare una risposta alle difficoltà che incontrano le persone nel conciliare i tempi di vita con i tempi di lavoro, favorendo l'aiuto reciproco e recuperando quelle relazioni di buon vicinato andate oramai perdute. Tutti possono iscriversi alla banca del tempo, mettendo a disposizione degli altri le proprie competenze che possono essere le più variegate dall'aiuto compiti alle pulizie, dal dog sitter al baby sitter, dalle piccole riparazioni alla preparazione pasti, dalle consulenze professionali alla cura e gestione di orti e giardini; ogniqualvolta una persona presta un servizio, guadagna delle ore che possono essere a loro volta utilizzate per usufruire dei servizi di cui si necessita. La banca del tempo, che sarà aperta tutti i giovedì dalle ore 16 alle ore 19 e alla quale sarà possibile accedere anche online, verrà inaugurata sabato 14 marzo alle ore 11 in via Magi Spinetti alla presenza del sindaco Marco Locchi, dell'assessore Raffaela Violini e di rappresentanti dell'associazione genitori Insieme per. 

13/03/2015 16:21:44

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy