Attualità » Primo piano Il Consiglio Comunale approva l'assestamento di bilancio

Il Consiglio comunale ha approvato a maggioranza l'assestamento di bilancio 2015. “Mediante la variazione di assestamento generale deliberata dall'organo consiliare entro il 30 novembre di ogni anno, si attua la verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio. - ha relazionato l'assessore al Bilancio Pier Giacomo Tosti - Con l'assestamento vengono pertanto apportate variazioni al bilancio in relazione agli effettivi accertamenti di entrate o impegni di spesa che si ritiene dovranno ancora assumere nell'esercizio corrente. Tutte le variazioni proposte sono state sottoposte all'esame del Collegio dei revisori che ha espresso voto favorevole e sono state esaminate dalla Prima commissione consiliare”. Le principali variazioni, che hanno un importo complessivo pari a 134.200 euro, riguardano i proventi della centrale idroelettrica sul Tevere (20.000 euro), contributi regionali per la riduzione del rischio sismico e per il ripristino del ponte sul torrente Niccone (114.200 euro), spese di acquisto di medicinali per la farmacia comunale (65.328 euro) e Iva a debito (30.000). “Con le variazioni apportate in sede di assestamento di bilancio, - ha concluso l'assessore Tosti - l'Ente rispetterà gli obbiettivi previsti dalla normativa vigente sia in materia di patto di stabilità che per quanto attiene ai limiti inerenti la spesa per il personale”.  L'assestamento di bilancio è stato approvato a maggioranza con i voti favorevoli del Pd e i voti contrari dell'opposizione.

01/12/2015 15:09:56 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La Banda Città di Umbertide suonerà in Vaticano

Vetrina d'eccezione per la Banda musicale Città di Umbertide che domenica 22 novembre si esibirà in Vaticano. Il gruppo musicale diretto dal maestro Galliano Cerrini parteciperà infatti alle celebrazioni per il 60esimo anniversario dalla fondazione dell'Anbima – Associazione nazionale bande italiane musicali autonome, che si terranno a San Pietro e che vedranno la partecipazione di trenta bande provenienti da ogni parte d'Italia. Ad accompagnare la banda cittadina anche il sindaco Marco Locchi in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale. Il programma prevede il ritrovo alle ore 7 in piazza San Pietro per poi sfilare insieme alla Banda Pontificia fino all'interno della Basilica dove alle ore 8,30 il cardinale Angelo Comastri officerà la santa messa. Per l'occasione le trenta bande italiane daranno vita ad un'unica grande banda che accompagnerà i 250 coristi della Diocesi del Vaticano diretti da mons. Marco Frisina nei vari momenti della celebrazione religiosa. Al termine della messa le bande si ritroveranno in piazza San Pietro per assistere all'Angelus di Papa Francesco al quale ogni banda renderà omaggio proponendo un proprio brano musicale. Le celebrazioni per i 60 anni dell'Anbima coincidono con un'altra importante ricorrenza per la banda cittadina, la sveglia di Santa Cecilia, patrona dei musicisti, che quest'anno, vista la concomitanza con l'impegno in Vaticano, subirà modifiche nel programma.  La banda infatti suonerà la sveglia già alle ore 1.30 di notte per terminare intorno alle 3 quando partirà alla volta di Roma, e si aprirà con l'esecuzione della Marsigliese, in omaggio alle vittime degli attentati di Parigi.

18/11/2015 18:29:28

Attualità » Primo piano Interpellanza del consigliere Monni su assistenza didattica

Riceviamo e pubblichiamo Gli studenti con disabilità motoria, verbale o cognitiva, per citarne solo alcune, trascorrono in classe un tempo molto inferiore all’orario scolastico dei loro compagni, si stimano 14 ore contro le 30 ordinarie.  A tale disagio sociale lo Stato italiano non risponde opportunamente poiché manca, ed è un problema sul quale la stampa ha il merito di non far mancare l’attenzione, un corpo docente che risponda per numero e per specializzazione alle tante e varie disabilità. A Umbertide, il Comune che non manca occasione per celebrare la sua offerta sociale, la situazione si è aggravata, forse per dimenticanza o, se si vuole, per trascuratezza imperdonabile. Succede, infatti, che l’orario scolastico non coperto dal docente di sostegno, fino all’ anno scorso egregiamente garantito da un’offerta didattica di pregio, quale quella dell’operatore sociale con qualifica di educatore, oggi viene affidata a mani caritatevoli ma inesperte. Giovani che svolgono servizio civile, magari appena diplomati,  si trovano a trattare con studenti down, autistici o con altre disabilità, pur non avendo alcuna preparazione, strumento e magari nessuna sensibilità, visto che il lavoro di educatore richiede anche questa particolare predisposizione. Si mormora che per pura dimenticanza la voce di spesa non sia stata prevista a bilancio, per cui a tale pastrocchio non si potrà porre rimedio nell’immediato. Il centro destra in Consiglio comunale chiederà chiarimenti e soluzioni tempestive, poiché sulla disabilità non  è tollerata disattenzione.

12/11/2015 14:57:22

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy