Attualità » Primo piano L'Amministrazione Comunale di Umbertide risponde a Barberini

Riceviamo e pubblichiamo   Il Sindaco di Umbertide Marco Locchi e l' Amministrazione Comunale rispondono all' articolo del Consigliere Regionale Luca Barberini in merito alle recenti nomine alla Prosperius. “Crediamo che prima di lanciarsi in crociate contro la recente conferma del Dott. De Salvo alla presidenza della Prosperius, semplicemente per il fatto che lo stesso si avvicina agli 80 anni, Barberini dovrebbe approfondire anche altri aspetti che poi sono quelli che hanno determinato tale scelta che congiuntamente i soci pubblici (ASL 1 e Comune di Umbertide) hanno fatto. Noi riteniamo che il primo elemento che debba essere valutato, indipendentemente dall'età, sia il merito, ma non merito in astratto tanto per trovare una scusa. Il merito nelle aziende è misurato in termini di risultati e i risultati sono, fortunatamente, oggettivi e verificabili. Ed allora vediamo quali sono questi risultati che hanno convinto la parte pubblica alla conferma (parte pubblica che è orgogliosa di far parte di una società che come ricorda lo stesso Barberini fattura oltre 11 milioni di euro, con un utile 2016 di oltre 1 milione di euro). Intanto si precisa che il Dott. De Salvo è presidente dal 2007 e quindi da nove anni e non 15. In questo periodo, tanto per parlare di cose concrete, i posti letto sono passati da 45 ai 111 attuali. Il fatturato nel corso degli ultimi anni si è triplicato superando i 10 milioni di euro con un utile superiore al milione di euro; tutto ciò significa un aumento dei dividendi sia per la Asl che per il Comune, con conseguente riduzione dei costi a posto letto per i degenti della Asl 1 e molte più prestazioni per gli utenti del nostro territorio. La società nel corso di questi anni ha realizzato e messo in funzione un piano aggiuntivo per incrementare il numero di posti letto. La società dal 2006 ha attrezzato un reparto robotico; tutti i costi per la realizzazione sono stati sostenuti interamente dalla società (oltre euro 600.000), non ci sono state donazioni da parte di banche o fondazioni come invece è stato fatto di recente a Foligno. Il reparto di robotica è composto da numerose attrezzature (Lokomat e altre per la riabilitazione degli arti) che permettono anche attraverso l'esoscheletro una riabilitazione completa per pazienti affetti da esiti di patologie neurologiche sia per l'arto superiore che per l'arto inferiore. E questo oramai viene fatto da anni. Non c'è ad oggi nessun' altra struttura in Umbria in grado di fare riabilitazione robotica. L'azienda, grazie al mix pubblico-privato, è in grado di crescere, investire e fare utili. In questi anni il personale è cresciuto arrivando a 110 unità. Nel 2016 sono state eliminate le partite IVA trasformandole in contratti a tempo indeterminato. Delle 110 unità, 85 sono a tempo indeterminato e le altre a lavoro interinale . Il fatturato dell' azienda non nasce tutto dal fondo sanitario regionale, anzi per essere precisi nel 2016 solo il 35% del fatturato è regionale. Il restante 65% proviene da fuori Regione il che significa entrate in più per il sistema regionale. Nel corso degli anni sono stati attivati numerosi rapporti istituzionali con le università americane più prestigiose al fine di consentire presso Prosperius stage di studenti americani per la riabilitazione. Non sono poche inoltre le attività di ricerca scientifica che hanno portato alla realizzazione di pubblicazioni internazionali e partecipazioni a convegni internazionali; anche in questo caso tutte spese sono state sostenute dalla società senza costi aggiuntivi per il sistema sanitario nazionale. Risultati raggiunti grazie al management aziendale, all'impegno dei dipendenti e dei tanti collaboratori. Un'azienda fortemente innovativa e proiettata nel futuro della riabilitazione che grazie anche al supporto del Presidente, uomo di grande esperienza nel settore e profondo conoscitore della realtà regionale, è riuscita a raggiungere obiettivi significativi e che pertanto si candida a crescere e a svilupparsi ancora. Anzi auspichiamo che finalmente questa bella realtà possa avere un ruolo di primo piano non solo per la nostra città, ma per la Regione intera. Queste sono le ragioni oggettive della scelta; non basta dire rinnovamento a tutti i costi soprattutto quando si tratta di competenze tecniche e anzi si invita nuovamente il consigliere Barberini a visitare l'Istituto Prosperius, per verificare direttamente l' alto livello tecnologico e di innovazione presente all'interno che non ha pari in nessun'altra struttura riabilitativa della Regione.  

24/04/2016 11:16:49

Attualità » Primo piano Umbertide torna a commemorare il 25 Aprile

Umbertide si appresta a commemorare il 25 aprile, data dalla doppia ricorrenza perché, oltre ad essere il 71esimo anniversario della Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazi-fascista, è anche il giorno in cui si ricordano le settanta vittime del bombardamento di Borgo San Giovanni, avvenuto il 25 aprile 1944. Le celebrazioni si terranno, come da tradizione, nell'antico borgo San Giovanni, oggi piazza XXV Aprile, distrutto dalle bombe sganciate dagli Alleati nel tentativo di distruggere il ponte sul fiume Tevere. Alle ore 9,30 il vescovo Mario Ceccobelli concelebrerà insieme ai parroci del territorio la santa messa, per proseguire alle 10,30 con la cerimonia civile, dal titolo “I valori del XXV Aprile”, alla quale interverranno il sindaco Marco Locchi, l'on. Giampiero Giulietti e lo storico prof. Fabrizio Bracco. Alle ore 11 prenderà poi il via il corteo che, sulle note della banda musicale “Città di Umbertide” diretta dal maestro Galliano Cerrini, percorrerà le vie della città per deporre corone ai piedi dei monumenti ai caduti. Le celebrazioni per il 25 Aprile si terranno anche nelle frazioni di Pierantonio e Montecastelli. A Pierantonio alle ore 11.30 il parroco don Mauro Lironi officerà la santa messa in piazza XXV Aprile e a seguire alle ore 12,30, alla presenza del sindaco Marco Locchi, dell'on. Giampiero Giulietti e del consigliere comunale Nicola Orsini, e sulle note della banda musicale cittadina, verrà deposta una corona di alloro ai piedi del monumento dedicato ai caduti. A Montecastelli le celebrazioni prenderanno il via alle ore 18 con la commemorazione e la deposizione della corona di alloro presso la lapide di Giuseppe Bernardini situata all'incrocio tra via della Chiesa e viale Europa; saranno presenti il sindaco Marco Locchi, l'on. Giampiero Giulietti, il parroco don Graziano Bartolucci e l'assessore comunale Raffaela Violini. Seguirà la deposizione della corona di alloro presso la targa ai Caduti situata all'ingresso della chiesa. Si terrà invece domenica 24 aprile, alle ore 10 presso il Centro socio-culturale San Francesco, la cerimonia di premiazione dei vincitori della XXXIV edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Umbertide XXV Aprile”. Interverranno il sindaco Marco Locchi, l'assessore comunale alla Cultura Raffaela Violini, il presidente del Centro culturale San Francesco Sergio Bargelli, il presidente della Sezione Anpi di Umbertide Umberto Zoppo e il presidente della commissione giudicatrice del concorso Mario Bartocci. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

22/04/2016 21:33:18

Attualità » Primo piano Impianto a Biomasse: ulteriori precisazioni dell'Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo Ennesime dichiarazioni di Umbertide Cambia che non corrispondono alla realtà dei fatti  Alla luce delle dichiarazioni, apparse questa mattina sulla stampa, a firma dell'associazione e del gruppo consiliare di Umbertide Cambia, che continuano a diffondere informazioni che non corrispondono al vero, con il solo obbiettivo di denigrare, sempre e comunque, l'operato dell'Amministrazione Comunale, ritrasmettiamo il comunicato stampa già diffuso in data 15 aprile 2016, al fine di chiarire, per l'ennesima volta, i fatti relativi alla sentenza del Tar dell'Umbria sull'impianto a biomasse di Pian D'Assino: “In merito agli articoli apparsi sulla stampa a firma del Comitato Verde Pian d'Assino riguardanti il ricorso al TAR dell’Umbria da questo promosso contro il provvedimento che ha autorizzato la realizzazione dell’impianto a biomasse presentato dalla impresa GMP Bioenergy, l'Amministrazione Comunale di Umbertide intende fornire i seguenti chiarimenti sugli aspetti fondamentali della vertenza. Occorre innanzitutto premettere che il TAR ha estromesso dal giudizio il “Comitato Verde Pian d’Assino” per difetto di legittimazione ad agire, in quanto lo stesso si è costituito esclusivamente in funzione della impugnazione degli atti del procedimento autorizzatorio, essendo quindi privo del grado di rappresentatività e stabilità adeguato a perseguire in modo non occasionale gli obiettivi di tutela ambientale. Viceversa il TAR ha ritenuto legittimato ad agire il ricorrente sig. Francesco Cancian, in quanto proprietario di compendi immobiliari presenti nella zona. Nel merito il TAR ha poi accolto soltanto uno degli otto motivi presentati dal sig. Cancian riconoscendo il solo motivo, riguardo al procedimento in questione, dell’applicabilità della direttiva comunitaria 2011/092/CE, secondo la quale non può essere escluso l'obbligo di sottoposizione a VIA per gli impianti a biomasse soltanto perché di potenza inferiore ad 1 Mwe, così come invece previsto dal R.R. n. 7/2011 che richiede per tali impianti solo la Procedura abilitativa semplificata (PAS ). Il TAR ha poi riconosciuto che il Comune di Umbertide non è affatto venuto meno all’obbligo di valutare le memorie e i documenti del Comitato e in particolare la relazione tecnica del consulente esperto del Comitato, dott. Valerio, così come pure si è comportato correttamente e legittimamente nel convocare la conferenza di servizi tra tutti gli enti competenti al rilascio dei pareri ai fini della PAS da parte degli enti competenti (Regione, Provincia, Arpa, Vigili del Fuoco). Dal momento che i rilievi del TAR si riferiscono alla circostanza che il Regolamento regionale n. 7/2011 non ha recepito di fatto i principi della direttiva comunitaria 2011/092/CE in materia di VIA, mentre non riguardano la correttezza formale e sostanziale del procedimento amministrativo condotto dal SUAPE del Comune di Umbertide, la Giunta ha deliberato di non proporre appello alla sentenza del TAR dell’Umbria innanzi al Consiglio di Stato. Si ricorda infine che, sinora, l’impresa GMP Bioenergy non ha iniziato i lavori di realizzazione dell'impianto la cui autorizzazione di PAS è ora venuta meno a seguito della sentenza del TAR n. 266/2016”. 

20/04/2016 19:27:24

Attualità » Primo piano Azienda umbertidese sbarca in borsa

Un'azienda umbertidese sbarca in borsa. Si tratta della S.M.R.E. di Montecastelli che è stata ammessa alle negoziazioni su AIM Italia – Mercato Alternativo del Capitale, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana. L’azienda, partecipata dal 2013 con una quota di circa il 30% da Idea Capital Funds SGR Spa tramite il fondo Idea Efficienza energetica e sviluppo sostenibile, è attiva in due divisioni: Automation, indirizzata alla progettazione e realizzazione di macchinari e impianti industriali su misura dedicati alla lavorazione di tessuti e materiali tecnici e speciali, settore in cui è presente da oltre 17 anni; Green mobility, la business unit con le prospettive di crescita più importanti, dove grazie allo sviluppo di innovativi powertrain integrati, realizza kit di elettrificazione e componenti dedicati al mondo della mobilità elettrica e Ibrida. L’inizio delle negoziazioni è stato fissato per oggi, mercoledì 20 aprile. “Con la quotazione su AIM Italia, S.M.R.E. avrà maggiore visibilità e nuove risorse finanziarie per affermare il proprio brand in un mercato che presenta un grande potenziale di crescita. - ha affermato Samuele Mazzini, presidente e amministratore delegato di S.M.R.E. - La nostra strategia è focalizzata su due obiettivi principali: la crescita della business unit Green Mobility, di cui prevediamo un importante sviluppo già nei prossimi anni e che, dal 2017, dovrebbe diventare il settore trainante del Gruppo, unitamente alla continua espansione dell’Automation, business storico dell’azienda, in costante crescita, nel quale con oltre 2.000 clienti e un export che incide per oltre il 65% del fatturato abbiamo una presenza consolidata a livello internazionale. Continueremo a investire in R&D per mantenere l’attuale vantaggio competitivo e nel potenziamento della rete commerciale mediante segmentazione e specializzazione della stessa" “Siamo lieti di accompagnare in Borsa, con un’operazione interamente in aumento di capitale, la nostra partecipata che opera in un settore, quello dei veicoli elettrici, previsto in forte crescita a livello mondiale nei prossimi anni, nel quale S.M.R.E. vanta un posizionamento competitivo unico grazie ad avanzate tecnologie proprietarie", ha aggiunto Sergio Buonanno, Managing Director di Idea Capital Funds SGR Spa. Oggi S.M.R.E. vanta oltre 50 dipendenti e una forte vocazione internazionale, con il 60% del fatturato realizzato all’estero. 

20/04/2016 19:20:16

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy