Attualità » Primo piano Umbertide: nasce il partenariato tra Comune, operatori turistici ed aziende agricole

Il partenariato tra operatori turistici, aziende agricole e Comune di Umbertide è alle porte. Perseguendo lo scopo di creare un’identità coesa e riconoscibile del territorio, il Comune di Umbertide, attraverso il Centro Mola Casanova, sta portando avanti la creazione di una rete tra operatori turistici, aziende agricole e gli altri soggetti economici e culturali interessati. La rete è aperta a tutti, non solo a chi risiede nel Comune ma anche nelle aree adiacenti il territorio. Al fine di creare un partenariato forte ed innovativo, è stato recentemente aperto un forum di discussione in cui gli interessati possono interfacciarsi, promuovere idee e fare domande; per iscriversi basta andare sul sito www.molacasanova.it . La rete è un valido strumento per promuovere il turismo locale, offrire maggiori servizi a turisti e cittadini e stimolare il consumo dei prodotti a filiera corta. Permetterà ai singoli operatori di avere un’identità forte in grado di competere con il mercato; attraverso la rete inoltre sarà possibile accedere ai bandi del PSR della Regione Umbria e del GAL Alta Umbria che prevedono la formazione di partenariati per poter usufruire dei fondi. Per chiarimenti o maggiori informazioni è possibile contattare gli operatori di Mola Casanova all'indirizzo mail info@molacasanova.it, visitando il sito www.molacasanova.it o contattando il numero 328 4771909.      

03/08/2016 13:14:11

Attualità » Primo piano Umbertide: vietato l'utilizzo di acqua potabile a Molino Vitelli e Spedalicchio

Vista la nota dell’USL Umbria n. 1 –Servizio igiene sanità pubblica- prot. 0105285 del 28/07/16 nella quale viene segnalata, a seguito dei risultati analitici trasmessi da ARPA UMBRIA  ed effettuati su campioni di acqua provenienti dall’acquedotto della frazione di Spedalicchio, la presenza di Ferro e Manganese in concentrazioni superiori al limite consentito dal D.lgs. 31/01 e s.m.i (paret C all I) nei campioni di acqua prelevati, ai fini di tutelare la salute pubblica, è stata emessa ordinanza n. 90 del 29/07/16, che impone il divieto di utilizzo dell’acqua proveniente dall’acquedotto, per uso potabile come bevanda o per la preparazione di alimenti quando l’acqua rappresenta l’ingrediente principale, mantenendo la possibilità di altri usi (lavaggio frutta e verdure, lavaggio stoviglie, igiene della persona e della casa). Tale divieto riguarda le frazioni di Spedalicchio e Molino Vitelli. La società UMBRA ACQUE, che gestisce l’acquedotto, provvederà immediatamente a dare diffusione della presente ordinanza alle utenze servite dall’acquedotto di Spedalicchio. Sino all’emissione della revoca dell’Ordinanza Sindacale, UMBRA ACQUE S.p.A. garantirà un servizio sostitutivo mediante distribuzione di acqua attraverso autobotte che servirà le località interessate dall’Ordinanza in due fasce orarie in tarda mattinata e nel tardo pomeriggio. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al numero verde  800 250 445 di Umbra Acque S.p.A., attivo 24 ore su 24, tutti i giorni, compresi i festivi.    

30/07/2016 16:23:33

Attualità » Primo piano Umbertide: il Sindaco Locchi ha incontrato una delegazione di Poste Italiane

Martedì 26 luglio il sindaco di Umbertide Marco Locchi, su richiesta specifica dell’amministrazione comunale, ha incontrato una delegazione di Poste Italiane Spa composta dai responsabili per il recapito e gli affari istituzionali. Oggetto dell’incontro il progetto di riorganizzazione della consegna della posta che interessa anche il nostro Comune. Il sindaco Locchi, facendosi interprete delle richieste della cittadinanza e per rispondere anche sul merito della questione in Consiglio comunale, ha chiesto espressamente ai rappresentanti di Poste Italiane quale sarebbe stata la ricaduta del progetto sui livelli occupazionali nel nostro territorio e soprattutto se ci sarebbero stati cambiamenti significativi nella consegna della posta registrata in grado di creare difficoltà significative ai cittadini. Per quanto riguarda il discorso occupazionale, Poste Italiane assicura che non ci saranno problemi particolari in quanto non si parla di esuberi ma soltanto di ricollocazioni all’interno della stessa azienda. Per quanto riguarda la consegna della posta, i cittadini utenti non avranno alcun disservizio perché il progetto non riguarda la posta registrata (per intenderci, le raccomandate firmate o assicurate e gli atti giudiziari) che continuerà ad arrivare negli stessi tempi di prima. Riguarda soltanto la posta prioritaria, quella meno usata, che verrà consegnata a giorni alterni secondo uno schema bisettimanale che varierà da zona a zona al fine di evitare il disagio sempre sulla stessa zona. Per il resto Poste Italiane assicura che gli standard di qualità saranno mantenuti inalterati. Il Sindaco Locchi, nel ringraziare i rappresentanti di Poste Italiane per aver risposto all’invito dell’amministrazione comunale, prende atto delle risposte che sono state fornite che verranno riportate ai cittadini e al Consiglio comunale con l’impegno di vigilare che effettivamente questo progetto non comporti disservizi per gli utenti del nostro territorio.      

30/07/2016 16:19:12

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy