Categorie

Sport Volley D/F: tie break fatale per il Volley Umbertide in gara 1 della semifinale play off

Vittoria in rimonta di Narni, che sul 2 a 1 in favore delle umbertidesi recupera e si porta sull’1 a 0 nella serie di Raffaello Agea Narni – Le premesse per una gara dall’esito diverso c’erano. Non solo per quanto visto nell’ultima sfida casalinga che ha permesso al Volley Umbertide di approdare alla semifinale, ma anche per quanto visto in campo. Sì, perché non è certo esagerato dire che le ragazze di coach Gabriele Violini, portandosi in vantaggio di due set a uno, abbiano ricalcato l’eccellente prestazione di gara 3 dei quarti di finale. Il set perfetto è il primo. Le padrone di casa sono consapevoli del fatto che una vittoria in gara 1 non solo consentirebbe loro di giocarsi il primo match point già dalla prossima sfida, ma anche che in caso di necessità di giocare la “bella”, avrebbero il favore del campo. Però le ospiti disputano un “perfect game”, con Martina Ubaldi in regia che distribuisce palloni che sono inviti a nozze per le sue attaccanti. Il tridente Greta Ottaviani, Giada Palazzetti e Matilde Ercolani (che mettono a terra 14 punti in attacco suddividendosi equamente il bottino), funziona alla perfezione. Per contro gli errori, sia in attacco, sia in difesa, ma anche in ricezione, sono veramente pochi. E quando sbagliano poco anche dall’altra parte della rete, di solito chi commette meno meno errori ottiene il favore del risultato: finisce 25 a 23 a favore di Umbertide. Dopo il cambio di campo, nonostante l’attacco delle biancorosse continui a macinare punti, peraltro anche con le due centrali Chiara Moretti e Cecilia Rometti, qualche errore di troppo e la minore efficacia del muro, non consentono fasi break di rilievo, tanto che sono le Narnesi a portarsi avanti nel punteggio e ad aggiudicarsi il frangente con il punteggio di 25 a 22. Nel terzo set, però, Umbertide torna in campo convinta di potercela fare e grazie anche all’avvicendamento delle due attaccanti di banda con Maddalena Rosi ed Elisa Governatori a garantire la fase di ricostruzione dalla seconda linea, Ubaldi e compagne si portano avanti nel punteggio, guadagnando il terzo cambio di campo, ma soprattutto il terzo parziale con lo score di 25 a 19 in loro favore. Violini concede un po’ di riposo alla sua regista, egregiamente sostituita da Cecilia Pannacci, mentre i due liberi Althea Giulietti e Martina Giulietti contribuiscono a dare sicurezza e solidità alle operazioni in campo.  Normale la reazione delle padrone di casa nel parziale successivo, quando il punteggio resta in bilico fino al 16 pari. Da quel momento, però, senza nulla togliere a quanto Narni ha saputo mettere in campo, la squadra di Violini non riesce più ad incidere, anzi apparendo vittima di un blocco mentale che è proprio un bel regalo per le avversarie, autrici di un parziale di 9 a 0 che consente loro di conquistare il quarto set (25 – 16) e di prolungare l’incontro al tie break. Di tie break il Volley Umbertide ne ha giocati diversi nel corso della stagione, quasi tutti vittoriosi. Ma ancora una volta, nonostante Narni si limiti in pratica ad “amministrare”, il parziale di 6 a 0 in suo favore è forse l’epilogo del match. Ma prima ancora del fischio finale, una protesta per un attacco delle ospiti giudicato out (peraltro già sul 12 a 7 in favore delle narnesi), induce l’arbitro ad assegnare un cartellino rosso, che taluni dall’altra parte hanno poi attribuito ad un’espressione offensiva nei confronti del direttore di gara, ma della quale sembra non vi sia traccia nel nel referto. Come diceva il grande Boskov “rigore c’è quando arbitro fischia”; quindi “offesa c’è quando arbitro scrive”. Ma forse le umbertidesi, nonostante avessero recuperato un po’ dello svantaggio accumulato, probabilmente stavano pensando già gara 2, consegnando il set (15 – 7) e l’incontro a Narni. E come è successo in occasione della serie precedente, a questo punto l’importante è non pensare a una vera e propria occasione perduta, ma guardare avanti per andare poi a giocare la sfida decisiva. La spinta del PalaMorandi ci sarà di certo, perché i sostenitori del Volley Umbertide sanno che questa squadra è capace di tornare a lottare e di far gioire il suo pubblico. Il tabellino Bar Scalo 82 Narni – Volley Umbertide 3 – 2 Parziali: 23 – 25, 25 – 22, 19 – 25, 25 – 16, 15 – 7 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 8, Ottaviani 16, Ercolani 10, Palazzetti 16, Moretti 10, Rometti 6, Rosi 3, Pannacci, Governatori, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e.: Nicoletti, Beacci. B.s. 7, Aces 4, Errori 32. Allenatore: Gabriele Violini Bar Scalo 82 Narni: Arbuatti Lavinia, Arbuatti Lucrezia, Cesaroni, Eresia, Novelli, Rossi, Schifano, Vittori, Zagori. Allenatore: Lucia Corazza

25/05/2018 12:46:47 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Volley D/F: una Volley Umbertide in grande spolvero vola in semifinale dei playoff

Foligno battuta 3 a 0 in gara 3 grazie ad una grande prestazione di tutta la squadra, che ora disputerà la semifinale contro Narni di Raffaello Agea Umbertide – Il pubblico accorso numeroso al PalaMorandi si aspettava una partita emozionante, come spesso sono i match da dentro o fuori. Ed è stata una partita emozionante quella che hanno giocato le due squadre. Ma senza nulla togliere alle folignati, le emozioni più belle le hanno regalate le padrone di casa: non tanto e non solo per il risultato, ma soprattutto per la qualità del gioco, a tratti di grande qualità, senza mai rinunciare alla concretezza. La vittoria di gara 2, seppur sofferta ed arrivata solo al tie break, aveva dato indicazioni fondamentali a mister Gabriele Violini; indicazioni che si sono tradotte sul campo in altrettante preziose istruzioni per le sue atlete. Il clima era quello giusto, con le ragazze delle giovanili che durante il saluto iniziale esibiscono una lettera ciascuna, andando a comporre una frase nella quale le “o” sono sostituite da cuori. “Sempre con voi” la frase, che echeggia come un’incondizionata dichiarazione d’amore. Ma le ragazze di Violini non si fanno prendere dall’emozione e mettono subito in pratica quanto serve per una partita di sostanza. Il primo break (6 – 2), è frutto di un’attenta copertura del muro sugli attacchi da posto 4, che costringe le avversarie a spedire in banda; ma anche di una volitiva Cecilia Rometti al centro, di un ace del capitano Martina Ubaldi e di un’invasione su un attacco dell’opposta Greta Ottaviani. Le folignati reagiscono e si riportano sotto, cercando soprattutto i colpi di mani-out, sia con l’opposta, sia con i due martelli. Ma le umbertidesi non si fanno riacciuffare e sono gli attacchi da posto 4 di Matilde Ercolani a metà parziale e di Giada Palazzetti sul finire del set, a risultare decisivi per la conquista del game (25 – 22). Il secondo set si apre con una leggera supremazia delle ospiti, che si concretizza nel massimo vantaggio in loro favore (8 – 4). Ma a quel punto, ad un calo dell’attacco avversario corrisponde una ritrovata fase di difesa di Umbertide, sia quando il muro tocca, sia da seconda linea, con i due liberi Althea Giulietti e Martina Giulietti – nell’ormai consueta alternanza tra ricezione (la prima) e difesa (la seconda) – che consente ottime ricostruzioni. E quando non cade nulla il morale e la convinzione vanno a mille e fanno andare anche il servizio, con pochissimi errori dai nove metri e con due aces (Palazzetti e Ottaviani) nei momenti topici. Si finisce con un significativo 25 a 17 che fa intravedere un pezzetto di semifinale. Coach Violini sa che la partita potrebbe anche essere lunga e fa rifiatare sia la regista Ubaldi che la schiacciatrice Ercolani, sostituendole per una parte del secondo set e del terzo con le pari ruolo Cecilia Pannacci e Maddalena Rosi, che completano il senso di una prestazione veramente corale. Nonostante un break iniziale che porta il punteggio sull’8 a 4 per Umbertide grazie ad un attacco che non sbaglia quasi nulla, Foligno si riporta in parità (17 – 17). Ma la cosa è dovuta più a qualche errore delle avversarie, che al contrario fino a qual momento avevano sbagliato veramente poco.  Da quel momento, però, le ospiti non riescono più a passare nemmeno con l’attacco in parallela, mentre quello in diagonale è sempre più spesso toccato a muro e difeso. Ed è ancora la fase di ricostruzione che consente i break point decisivi, con l’attacco che macina punti da tutte le posizioni e che grazie ad un astuto tapin della centrale Chiara Moretti, porta il Volley Umbertide ad un punto dalla semifinale. Foligno getta la spugna con un errore al servizio. Ed è forse un K.O. tecnico che ha sancito la vera supremazia vista in campo. Come ha osservato Violini a fine partita, un predominio fatto di un limitatissimo numero di errori e di un’attenta difesa sugli attacchi in diagonale che ha consentito le decisive fasi break ai terminali offensivi, come di consueto sapientemente innescati dall’attentissima palleggiatrice di casa. La semifinale è strameritata e le umbertidesi si godono l’ulteriore striscione che i sostenitori dedicano loro con annessa foto di rito sotto gli spalti inneggianti. Quello striscione dice “grazie ragazze”, che significa grazie ad una squadra che non ha mai mollato nemmeno a fronte delle tante avversità (infortuni e assenze compresi), che la stagione ha riservato. Appuntamento alla semifinale con Narni per un traguardo ancora possibile per una compagine che quando è servito ha saputo mostrare gli occhi della tigre. Il tabellino Volley Umbertide – Foligno Volley 3 – 0 Parziali: 25 – 22, 25 – 17, 26 – 24 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 3, Ottaviani 14, Ercolani 8, Palazzetti 10, Moretti 6, Rometti 5, Rosi, Pannacci, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e: Nicoletti, Beacci, Elisa Governatori. B.s. 6, Aces 7, Errori 22. Allenatore: Gabriele Violini Volley Foligno: Falcinelli, Benincasa, Mancinelli, Adriani, Gaudenzi, Pagnini, Pacilio, Lucidi, Mariucci, Pesciaioli, Bruno, Gaudenzi, Trabalza (L1), Formica (L2). Allenatore: Marco Loreti Arbitro: Montironi Andrea

22/05/2018 09:26:47 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Volley D/F: il Volley Umbertide conquista gara 2 dei playoff battendo Foligno al tie break, stasera gara 3 al Morandi

Eccellente prestazione delle umbertidesi, che a Foligno non mollano di un centimetro e conquistano il diritto di disputare la sfida decisiva tra le mura amiche di Raffaello Agea Umbertide – Dopo l’amara sconfitta di gara 1 contro Foligno, per il Volley Umbertide l’importante era ripartire, resettare; insomma disputare una gara senza portarsi dietro le scorie di quella partita, soprattutto dopo il serio infortunio occorso alla schiacciatrice Francesca Massetti. Cosa non certo semplice, visto che Foligno, sospinta peraltro dal nutrito pubblico di casa, si stava giocando il primo match point per accedere alla semifinale. Ma la squadra di coach Gabriele Violini ha dimostrato di esserci, mettendo in campo una prestazione volitiva e di carattere, senza mollare di un centimetro in ogni situazione di gioco, difendendo tutto quello che c’era da difendere e recuperando quando c’è stato da recuperare. Le scintille si vedono fin dal primo set, con le squadre che restano attaccate al punteggio e con Foligno che realizza un primo break solo grazie ad alcuni errori in attacco delle ospiti (14 – 11). Ma Umbertide si riporta sotto e sorpassa con un attacco vincente di Giada Palazzetti da posto 4 e due aces della centrale Chiara Moretti (18 – 16). Poi sono l’opposta Greta Ottaviani e Cecilia Rometti dal centro a consolidare il vantaggio (23 – 19). A quel punto, però, quando il gioco sembrerebbe fatto, la reazione delle padrone di casa, soprattutto con la schiacciatrice Adriani, si fa sentire e nonostante sia la stessa Adriani a colpire la banda in attacco e a consegnare un set point ad Umbertide, il set se lo aggiudica Foligno ai vantaggi (26 – 24). La squadra di Violini, però, non sente il contraccolpo, anzi si dimostra più che mai convinta, difendendo in modo coriaceo sia con i due liberi Althea Giulietti e Martina Giulietti (la prima in ricezione, la seconda in difesa), sia con le restanti compagne di seconda linea. Il muro tocca e consente buone ricostruzioni e malgrado all’inizio del secondo parziale un punto lunghissimo, giocato quasi in apnea da ambo le parti sia appannaggio delle folignati, forse la cosa ha avuto un significato decisivo: resistere per poi accelerare nei momenti decisivi. Operazione riuscita, perché forse è proprio l’equilibrio a minare la lucidità di Foligno, che spreca un set point e subisce un break di 3 punti che vale il set con lo stesso punteggio di quello precedente, ma a parti invertite: prima con un muro vincente di Cecilia Rometti, poi con un ace di Maddalena Rosi e infine con un sapiente mani out di Greta Ottaviani. Il terzo frangente sembra appartenere a un’altra partita. Umbertide appare come un’altra squadra rispetto a quella vista prima e colleziona molti errori, oltre ad un netto calo in difesa. Violini capisce che c’è bisogno di una boccata d’ossigeno per le sue pedine fondamentali e concede un po’ di giusto riposo alla regista Martina Ubaldi, a Giada Palazzetti e a Cecilia Rometti, peraltro ottimamente sostituite da Cecilia Pannacci, da Stefania Nicoletti e dalla giovanissima Greta Beacci; ma il vantaggio accumulato da Foligno, sebbene anche Matilde Ercolani cominci a macinare qualche pallone in attacco, è incolmabile; quindi meglio pensare al resto della partita. A questo punto, mentre Umbertide non cala, anzi aumenta il rendimento, Foligno cede sotto i colpi di tutto l’attacco delle biancorosse, che si aggiudicano il set con il punteggio di 25 a 16. Il tie break è la ciliegina sulla torta di una prestazione di vera sostanza e qualità, con le ospiti che mantengono il piede sull’acceleratore. Dopo un salvataggio di Martina Ubaldi (autrice pure di 2 aces consecutivi) che è il chiaro messaggio di una squadra che anche nel corso del game decisivo è come se giocasse il primo punto, Umbertide non sbaglia più un colpo. Finisce con netto 15 a 10 e con le umbertidesi che si concedono anche all’abbraccio dei loro tifosi presenti. Adesso ci sarà da giocare il match decisivo, ma a parte il favore del campo, Umbertide ha dimostrato di poter meritare la semifinale e per gli amanti del volley, oltre che dello sport in genere, il divertimento sarà assicurato.  Il tabellino Foligno Volley – Volley Umbertide 2 – 3 Parziali: 26 – 24, 24 – 26, 25 – 13, 16 – 25, 10 – 15 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 6, Ottaviani 22, Ercolani 4, Moretti 12, Palazzetti 14, Rometti 8, Rosi 2, Pannacci, Nicoletti, Beacci, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e: Governatori. Allenatore: Gabriele Violini Volley Foligno: Falcinelli, Benincasa, Mancinelli, Adriani, Gaudenzi, Pagnini, Pacilio, Lucidi, Mariucci, Pesciaioli, Bruno, Gaudenzi, Trabalza (L1), Formica (L2). Allenatore: Marco Loreti Arbitro: Salinaro Angela  

19/05/2018 15:59:26 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Volley D/F: il Volley Umbertide cede il passo a Foligno in gara 1 dei playoff

Falcidiata da infortuni e assenze Umbertide esce sconfitta (3 – 0) da una concreta Foligno di Raffaello Agea Umbertide – Nonostante l’ennesimo rimaneggiamento della formazione, per il Volley Umbertide le aspettative per un successo casalingo nella prima gara del post season c’erano. A credere nella possibilità di una vittoria non solo coach Gabriele Violini e le sue ragazze, ma anche il nutrito pubblico accorso al PalaMorandi. Ma il campo ha dato un responso diametralmente opposto a queste aspettative, con un punteggio finale e dei singoli parziali probabilmente anche troppo severo. In avvio la distribuzione della regista di casa Martina Ubaldi consente di sfruttare tutti i terminali offensivi, che a livello di punteggio si trasforma in minimo break. Funzionano a dovere gli attacchi dell’opposta Greta Ottaviani, ma anche quelli delle due schiacciatrici Matilde Ercolani e della neo-rientrata Francesca Massetti. Anche al centro Emma Antonini e Chiara Moretti danno il loro contributo sia in attacco che a muro. Ma le ospiti, che anche nelle due sfide della stagione regolare avevano dimostrato di essere squadra volitiva, non stanno certo a guardare e si riportano sotto, per poi mettere il naso avanti portandosi sul 15 a 14.  A quel punto accade quello che nessuno vorrebbe mai vedere su un campo di gioco. La schiacciatrice Francesca Massetti mette a terra l’attacco che vale il pareggio della sua squadra, ma ricadendo il suo ginocchio sinistro cede e la ragazza cade a terra urlando di dolore. Ci si rende subito conto come si tratti di qualcosa di serio, tanto da rendere necessaria l’uscita dal campo a braccia, oltre che le immediate terapie del medico sociale. Al posto di Massetti entra Maddalena Rosi, ma l’episodio lascerà il segno durante tutta la partita, con le umbertidesi forse più preoccupate delle condizioni della compagna di squadra, peraltro rientrata da poche partite dopo un altro serio infortunio. Il braccio delle ragazze di Violini sembra bloccato, tanto che nel primo frangente metteranno a segno solo altri tre punti, consegnandolo alle ospiti con il punteggio di 25 a 18. In queste condizioni il mantra di tutti gli allenatori è resettare e ripartire. Ma la cosa non è certo facile dopo quanto accaduto. Il secondo set fila via liscio per le ospiti, che soprattutto da posto 4 lasciano il segno e nonostante gli sforzi dei due liberi Althea Giulietti (in ricezione) e Martina Giulietti (in difesa), si mantengono costantemente sopra il break, aggiudicandosi il parziale (25 – 16) e passando a condurre per 2 a 0. L’andamento del terzo game sembra in leggera risalita per le padrone di casa, che non subiscono strappi decisivi nel punteggio, ma che in realtà non riescono a trovare la chiave di volta per far girare il parziale dalla loro parte. Nonostante l’innesto di Elisa Governatori al posto di Maddalena Rosi, che nelle gambe non ha l’intera partita dopo una lunga assenza ed un rientro solo nell’ultimo scorcio della stagione il game finisce 25 a 21 e consegna un 3 a 0 in favore delle folignati. Dunque le speranze di un cammino e di approdo alle semifinali sono ora più difficili per il Volley Umbertide e tutto è rimandato a gara 2 che si disputerà giovedì prossimo a Foligno. Con la speranza di tutto il movimento umbertidese che Francesca Massetti guarisca presto e che la squadra si ritrovi, dimenticando in fretta gara 1 e ritornando ad essere quella vista durante l’anno, per poi disputare la bella tra le mura amiche. Il tabellino Volley Umbertide – Foligno Volley 0 – 3 Parziali: 18 – 25, 16 – 25, 21 – 25 Volley Umbertide: Ubaldi (C), Ottaviani, Ercolani, Moretti, Governatori, Massetti, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e: Nicoletti, Beacci. Allenatore: Gabriele Violini Volley Foligno: Falcinelli, Benincasa, Mancinelli, Adriani, Gaudenzi, Pagnini, Pacilio, Lucidi, Mariucci, Pesciaioli, Bruno, Gaudenzi, Trabalza (L1), Formica (L2). Allenatore: Marco Loreti  

16/05/2018 21:23:57 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy