Attualità » Primo piano Sigarette ai minori: multati sei tabaccai

Vendevano sigarette ai minori, sei tabaccai sono stati verbalizzati dalla Guardia di Finanza di Perugia. Sono i primi risultati di un’intensificazione dell’azione di prevenzione e controllo, disposta dal Comando Regionale delle fiamme gialle, a tutela dei minori. L’attenzione delle pattuglie in borghese in questa prima fase di attuazione del dispositivo si è indirizzata, in tutto il territorio provinciale, verso gli esercizi di tabaccheria  dislocati in prossima di edifici scolastici e nei luoghi di maggiore aggregazione dei giovani, per verificare il corretto adempimento delle specifiche normative che regolano la materia. Nel corso degli accertamenti le pattuglie hanno così notato gruppi di alunni che entravano all’interno delle tabaccherie per acquistare “un pacchetto”. Fermati a pochi passi dal negozio, si è avuta la conferma della loro minore età. I finanzieri hanno accertato che gli esercenti, noncuranti del divieto imposto dalla legge, hanno venduto sigarette a ragazzi minorenni nonostante vi sia l’obbligo per il rivenditore, in caso di dubbio sulla maggiore età dell’acquirente, di richiedere l’esibizione di un documento d’identità. Una superficialità che è costata cara ai negozianti. Le attuali normative in vigore dal 2016, non fanno sconti.  La sanzione amministrativa varia dai cinquecento ai tremila euro ed è prevista anche la sospensione della licenza commerciale per 15 giorni. Nel caso di recidiva, oltre al rischio di vedersi aumentata la multa fino a 8000 euro, può essere disposta la revoca della licenza da parte dell’Agenzia dei Monopoli.

08/03/2017 10:12:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Disagi ferroviari, Chianella: ''Ci siamo sempre confrontati con tutti i soggetti interessati''

"Sulle problematiche relative alla rimodulazione dei servizi ferroviari coperti dalla Carta Tutto Treno nonché  ai disservizi  determinatesi  sulla tratta della direttissima tra Terni e Roma e sulla rete ex FCU, - afferma l’assessore regionale ai trasporti Giuseppe Chianella - da alcuni giorni stanno apparendo sugli organi di informazione umbri affermazioni, dichiarazioni ed interviste che molto spesso non sono affatto corrispondenti alla realtà dei fatti, soprattutto nei riguardi dell'intenso lavoro che la Regione Umbria sta portando avanti per cercare di migliorare costantemente i servizi e limitare al massimo i disagi per gli utenti". "Ad esempio, l'atto relativo alla carta tutto treno approvato dalla Giunta Regionale – prosegue Chianella - è stato oggetto di rielaborazione sulla scorta del confronto avuto con le associazioni dei consumatori e quella dei pendolari. Questo documento è stato condiviso partendo dalla necessità di fondare tale agevolazione sul contenimento del budget e, nella prossima annualità, sull'introduzione del meccanismo dell'ISEE al fine di garantire una maggiore equità rispetto al passato nella assegnazione delle risorse. L'intenso lavoro sviluppato con le società di gestione dei servizi finalizzato alla rivisitazione della carta tutto treno e l'attività svolta con Umbria T.P.L. e Mobilità S.p.A. che gestisce l'infrastruttura ferroviaria FCU è stato accompagnato da numerosi momenti di confronto   ed incontri con tutti i soggetti interessati. Il  9 febbraio incontro a Terni (con i comitati pendolari Umbria, Terni, Orvieto e Associazione  Federconsumatori); il 14 febbraio incontri a Perugia (con l'assessore del Comune di Spoleto e due consiglieri nonché con il rappresentante dei Pendolari di Spoleto) ed   con vari pendolari di Terni, Perugia e Foligno;  il 20 febbraio incontro con comune di Perugia e Busitalia per la  programmazione di  servizi sostituivi aggiuntivi da Ponte S. Giovanni - S.Anna; il 21 febbraio incontro con i sindaci dell' Alta Valtiberina per l'Fcu; il 23 febbraio nuovo incontro a Terni (con comitato pendolari Umbria, Terni, Orvieto e Associazione Federconsumatori) che ha reso possibile la  firma del nuovo accordo sulla carta tutto treno; il 24 febbraio nuovo incontro con i pendolari Fcu;  il 2 marzo incontro con la consulta dei consumatori ed infine proprio oggi,  6 marzo, incontro con i sindacati Fcu. Mi sembra strano dunque che qualcuno affermi che non ci sia stato nessun confronto". "Relativamente ai disagi subiti dai passeggeri, - conclude l’assessore - nei giorni di mercoledì e giovedì della scorsa settimana, all'uscita della città di Roma a causa del malfunzionamento  della linea elettrica sulla Direttissima (tale interruzione ha comportato nella sola Regione Lazio disservizi e ritardi  su oltre  30 corse), abbiamo  immediatamente  chiesto per le vie brevi una dettagliata illustrazione dei fatti  alle Aziende interessate, unitamente alle motivazioni su quanto accaduto al fine di  verificare,  alla luce dei nuovi criteri inseriti nel contratto di servizio in essere, l'applicazione delle misure  previste. Così come è stato richiesto un incontro con il responsabile nazionale di RFI e di Trenitalia per approfondire gli aspetti della vicenda".

07/03/2017 09:06:05 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy