Attualità » Primo piano Calzolaro, Cecchini:''Impegno Regione per rispetto diritti cittadini''

Riceviamo e pubblichiamo L'assessore regionale all'Ambiente, Fernanda Cecchini, ha ricevuto stamattina nella sede dell'Assessorato regionale a Perugia una delegazione di abitanti di Calzolaro, che avevano chiesto un incontro urgente per rappresentarle preoccupazioni e problematiche relative all'attività dell'impianto di trattamento di rifiuti localizzato nella frazione di Umbertide. All'incontro hanno preso parte il direttore regionale all'Ambiente, Ciro Becchetti, e il dirigente del Servizio Autorizzazioni ambientali, Andrea Monsignori. I cittadini hanno consegnato all'assessore l'appello del Comitato salute ambiente Calzolaro-Trestina-Altotevere sottoscritto da circa 1700 cittadini con cui, in vista della Conferenza dei servizi convocata per oggi in Regione, hanno chiesto di attivare "quei confronti e quelle verifiche che potranno portare ad una soluzione condivisa, rispettosa delle leggi nazionali e regionali e soddisfacente per tutte le parti, per le popolazioni residenti e per l'ambiente".       "La Regione – ha assicurato l'assessore Cecchini ai cittadini che le hanno rappresentato disagi e timori – si impegna a fare tutto quello che, nel rispetto della normativa e delle procedure, possa consentire di dare risposte positive per la popolazione, garantendo il rispetto dei loro diritti. A dimostrazione di questo – ha rilevato – è la Conferenza dei servizi che si è aperta oggi, convocata dalla Regione subito dopo che l'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, ci ha trasmesso la relazione sui monitoraggi effettuati a Calzolaro da cui si evidenzia, tra l'altro, la ‘presenza di odori disturbanti di difficile tollerabilità'".    "Un problema – ha aggiunto - che ha indotto gli uffici regionali competenti a convocare una Conferenza istruttoria, come previsto dalla normativa, con tecnici di Comune, Arpa, Asl e società di gestione dei rifiuti per verificare tutte le possibili soluzioni da adottare. Questa mattina si è svolta appunto la prima riunione e potete essere certi – ha detto – della serietà con cui gli uffici regionali si occupano della questione, a garanzia dei vostri diritti".   Nel corso dell'incontro con i cittadini di Calzolaro, che si è svolto in un clima "pacato e di confronto chiaro e trasparente", l'assessore Cecchini ha voluto sottolineare che "la Regione ha competenze esclusivamente per le autorizzazioni ambientali e non certo su compatibilità urbanistica, eventuali delocalizzazioni e tutela della salute nel territorio che rimangono in capo al Comune e al Sindaco anche come autorità sanitaria". "Senza prenderci in giro, va riaffermato – ha proseguito - che le contraddizioni vanno governate, svolgendo ognuno il proprio ruolo e assumendosene le responsabilità istituzionali".    "Oggi, nella sede tecnica della Conferenza dei servizi – ha concluso l'assessore Cecchini - è stato intanto avviato l'iter delle verifiche sulle autorizzazioni ambientali per l'impianto di Calzolaro. La Regione è a vostra disposizione e resteremo in contatto per proseguire il confronto con i cittadini sui provvedimenti che verranno assunti per quanto riguarda le nostre competenze".  

01/09/2017 20:03:10 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perugia: rubavano capi d'abbigliamento con una busta schermata, arrestati due rumeni

La tecnica era ben collaudata: uno dei due entrava nel negozio prescelto, arraffava capi d’abbigliamento e li infilava in una busta che lasciava in una zona poco visibile del negozio; a quel punto il complice, rimasto fuori, entrava, prendeva la borsa e ne riversava il contenuto all’interno di un’altra sacca opportunamente schermata con fogli di alluminio per eludere il controllo antitaccheggio. E’ con tale modalità che due cittadini rumeni di 20 e 46 anni, risultati incensurati, hanno saccheggiato un grande magazzino all’interno di un centro commerciale di Corciano, nel pomeriggio del 30 agosto. Ma il loro agire criminoso non è passato inosservato ai poliziotti impegnati nei servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori. Insospettiti da quell’andirivieni, hanno atteso di cogliere i movimenti dei due e compresa la dinamica criminosa, sono intervenuti per bloccare gli stranieri. Alla vista degli agenti, avendo paura di essere stati scoperti, i rumeni hanno tentato di darsi alla fuga e una volta bloccati, hanno iniziato a spintonare i poliziotti per cercare di sottrarsi alla presa. Per effetto della colluttazione, un agente ha riportato contusioni refertate in pronto soccorso e con prognosi di 7 giorni. Inutili i loro tentativi di sottrarsi al controllo. Una volta immobilizzati, sono stati perquisiti e all’interno della borsa schermata sono stati rinvenuti 24 capi d’abbigliamento per un valore di oltre 400 €. Vista la situazione, ritenendo che i due dovessero avere un mezzo con il quale trasportare la merce di volta in volta sottratta, gli operatori hanno effettuato una ricerca nel parcheggio, che ha dato esito positivo. Tra le auto in sosta, gli agenti hanno individuato una vettura con targa bulgara la cui targa corrispondeva a quella indicata sulla carta di circolazione rinvenuta all’interno del portafoglio di uno dei due rumeni. Sottoposta a perquisizione, all’interno del bagagliaio i poliziotti hanno trovato circa 229 capi d’abbigliamento, 60 dei quali riconducibili ad un negozio presente in un centro commerciale di Collestrada, per un valore complessivo di circa 5.900 €. Condotti in Questura ed identificati, i due sono stati arrestati per rapina impropria, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e denunciati a piede libero per ricettazione. Sentita l’Autorità Giudiziaria, sono stati condotti nel carcere perugino di Capanne.  

01/09/2017 14:23:33 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Splendorini, il Consiglio comunale di Umbertide approva delibera contro l’autorizzazione per il trattamento di 50.000 ton/anno di rifiuti

Riceviamo e pubblichiamo Si è tenuta mercoledì 30 agosto la seduta di Consiglio comunale monotematica dedicata alla vicenda Splendorini. Numerosi i cittadini di Calzolaro che hanno voluto assistere al Consiglio comunale che si è aperto con la presentazione di interrogazioni e interpellanze incentrate su aspetti riassunti poi nella delibera finale. Dopo una lunga discussione, è stata votata a maggioranza una delibera, con i voti contrari di Umbertide Cambia e Umbertide viva e quelli favorevoli di PD e Movimento 5 Stelle. Tale delibera, tenuto conto del degrado ambientale causato dalle emissioni odorigene dell’impianto per il trattamento dei rifiuti nel tempo aggravatesi, esprime parere contrario al mantenimento della autorizzazione unica di recupero rifiuti non pericolosi a favore della impresa Splendorini Ecopartner srl per il quantitativo di 50.000 tonn/anno, ritenendo che il quantitativo massimo trattabile non possa assolutamente superare quello del 2013 pari a 21.000 tonn/anno eliminando totalmente le categorie di rifiuti maleodoranti (FOU).  Il documento approvato dal Consiglio comunale, che esprime appieno la posizione dell’Amministrazione Comunale sulla vicenda, prevede inoltre che l’esercizio del trattamento dei rifiuti sino a 21.000 tonn/anno debba comunque essere condizionato all’assenza di emissioni odorigene a danno della popolazione costantemente monitorate dall’ARPA e, nel caso in cui vengano confermate le 50.000 tonn./anno di rifiuti, invita la Regione a delocalizzare tempestivamente l’impianto in zona distante dai centri abitati. Inoltre, la delibera esprime parere non favorevole all’eventuale acquisizione da parte di SOGEPU delle quote societarie della Splendorini Molini Ecopartner srl considerato il fatto che SOGEPU, società a totale partecipazione pubblica, andrebbe a gestire un impianto di recupero rifiuti non incluso nella pianificazione regionale; Tale delibera è il risultato di un lungo percorso che ha visto prima deliberare la Giunta, poi riunirsi la commissione, quindi la Giunta ha di nuovo deliberato fino a che il documento è stato portato all’attenzione del Consiglio comunale. L’Amministrazione comunale ha voluto seguire questo iter con l’obbiettivo di raggiungere l'unanimità sulla delibera di consiglio al fine di presentarsi con maggiore forza alla conferenza dei servizi in programma venerdì 1 settembre. In sede di commissione consiliare sono state recepite tutte le osservazioni fatte dai vari gruppi proprio con questo obiettivo, ma nonostante questo, in sede di consiglio comunale qualche gruppo ha preferito defilarsi, assumendo un atteggiamento diverso rispetto a quello tenuto in commissione, e non ha votato la delibera che rappresenta una forte posizione del Comune di Umbertide a difesa dei cittadini di Calzolaro e che verrà portata in conferenza dei servizi. Tale risultato è stato raggiunto grazie al senso di responsabilità e coerenza dimostrato dai gruppi consiliari del Pd e del M5S, che hanno dato prova di avere a cuore gli interessi degli abitanti di Calzolaro.   

31/08/2017 19:33:57 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Gubbio: controlli dei Carabinieri alla circolazione stradale

I Carabinieri della Compagnia di Gubbio hanno contestato numerose infrazioni per il mancato rispetto delle principali norme comportamentali. I controlli si sono concentrati sulle principali arterie del comprensorio eugubino-gualdese. Sono stati fermati e controllati circa 600 veicoli. Numerosi automobilisti sono stati sanzionati per il mancato uso delle cinture di sicurezza (ben 30) ricevendo un verbale pari a 81 euro con 5 punti di decurtazione, altri sono stati colti alla guida mentre facevano uso del telefono cellulare e multati con un verbale di 168 euro più 5 punti decurtati dalla patente di guida. Molteplici invece le infrazioni per eccesso di velocità (causa maggiore degli incidenti stradali) con sanzioni che vanno da 41 ad 821 euro e decurtazioni fino a 10 punti ed in alcun casi il ritiro della patente di guida. Atri automobilisti sono stati multati per inosservanza delle condizioni di sicurezza violate nel corso di sorpassi e per inosservanza alle indicazione della segnaletica verticale ed orizzontale. Tra le principali norme non comportamentali contestate spiccano la mancata revisione periodica, la circolazione con veicolo sottoposto a fermo fiscale e, solo in pochissimi casi, la mancanza di copertura assicurativa R.C.A..   Nel corso dei controlli sono stati denunciati due automobilisti. Nei guai per guida sotto l’influenza dell’alcool, due eugubini, un 25enne e un 28enne. Il primo è stato colto alla guida di una Ford Fiesta mentre transitava in via Tifernate con un tasso alcolemico pari a 1.61 g/l, il secondo circolava in via di Porta Romana, alla guida di un’Alfa Romeo 147, con un tasso pari a 0.98 g/l. Per entrambi è scattato il ritiro immediato della patente di guida.    

31/08/2017 12:33:11 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Dimessa la bambina di Umbertide ricoverata per una forma di tubercolosi

E' stata dimessa la bambina di circa 2 anni, di Umbertide, ricoverata all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia per tubercolosi. L'Azienda ospedaliera di Perugia ha affermato in un comunicato stampa'':Con riferimento a notizie di stampa, relative ad un caso di tbc ,l'Azienda Ospedaliera di Perugia desidera comunicare, anche al fine di tranquillizzare i cittadini, che presso la Struttura Complessa di Pediatria è stata ricoverata una bambina di circa due anni per una forma di tubercolosi polmonare non bacillifera, patologia che è stata prontamente diagnosticata con la documentazione dell’assenza di trasmissibilità ad altri della malattia della bambina e ottimamente curata. Dopo alcuni giorni di terapie ben tollerate, la piccola è stata dimessa già da diversi giorni, in eccellenti condizioni di salute con l’indicazione, come sottolinea una nota dell'ufficio stampa, a non frequentare la comunità fino a 2 settimane dall’inizio del trattamento e con la raccomandazione di proseguire le cure per 9 mesi totali, effettuando un follow-up clinico e laboratoristico mensile presso la Pediatria di Perugia. La responsabile della struttura del S.Maria della Misericordia, professoressa Susanna Esposito ha mantenuto costanti contatti con le strutture sanitarie del territorio per procedere all’identificazione del caso indice, allo screening dei contatti e alla profilassi di quanti, bambini o adulti, presentassero un quadro di infezione tubercolare latente''.

31/08/2017 11:29:45 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano ‘’Fratta dell’800’’:domani al via ad Umbertide la rievocazione storica

E' tutto pronto per l'edizione 2017 della ‘’Fratta dell’800’’, iniziativa che prenderà il via domani, giovedì 31 agosto ed animerà il centro storico umbertidese con spettacoli itineranti, rievocazioni storiche e taverne fino a domenica 3 settembre. Si comincerà già nel pomeriggio con il laboratorio circense per bambini a cura di ‘’Accademia Creativa’’ e gli spettacoli di burattini dell'associazione culturale ‘’Il Gufo’’. Poi alle ore 20:30 si alzerà il sipario sulla festa con il corteo delle autorità civili e militari accompagnato dalla banda che da piazza del mercato farà il suo ingresso in piazza Matteotti, dove alle ore 21 si terrà la cerimonia dell'alzabandiera, con il saluto all'Italia con i canti risorgimentali del ‘’Chorus Fractae Ebe Igi’’ e dei piccoli coristi del ‘’Grillo Cantante’’. Il Sindaco darà ufficialmente il via alla festa con le vie e piazze del centro storico che saranno animate da artisti e spettacoli itineranti tra: giocolieri, saltimbanchi, mangiafuoco, poeti, comici erranti, cantastorie, briganti, stornellatori e fanfare. Alle ore 21 in piazza del Mercato prenderà vita il circo ‘’Bianconiglio’’ con i suoi acrobati e clown mentre in piazza Matteotti alle ore 21:30 si terrà la Parata ‘’White Lights’’ di ‘’Accademia Creativa’’ (in programma anche alle ore 21 in piazza XXV Aprile), a cui seguirà in tarda serata il balletto delle donne garibaldine. Dalle 21 in piazza delle erbe aprirà i battenti il ‘’Caffè degli artisti’’, spazio gestito da Saverio Saloppa Produzioni, con interventi artistici improvvisati a cura di Accademia dei Riuniti e Associazione culturale Il Gufo mentre alle 21:30 la protagonista sarà la danza con “Fantasie Romantiche”, coreografia a cura del Centro Studi Danza di Maria Paola Fiorucci con ospiti Iradiel Rodriguez e Chiara Tosti, in replica alle 22:15. Sempre il Centro Studi Danza proporrà “La poesia della danza” alle ore 21,45 al Museo Santa Croce dove tutte le sere sarà possibile visitare la mostra “Il fascino dei giocattoli antichi” e “L'Ottocento in movimento”, esposizione di lanterne magiche, antesignane del cinema moderno, eventi promossi in collaborazione con Sistema Museo e il Museo del giocattolo di Perugia. In piazza San Francesco invece prenderà via l'eterna disfida delle locande, che animerà le varie taverne fino alla fine della festa; si comincia alle ore 22 con il torneo di calcio a ‘’purtine’’.   

30/08/2017 20:23:27 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perugia: rubano capi d'abbigliamento, arrestata una donna

Devono aver pensato di averla fatta franca quando si sono avviate verso l’uscita dell’ennesimo negozio nel quale avevano colpito. Ma qualcosa è andato storto e le barriere allarmate alle casse hanno suonato richiamando l’attenzione delle commesse. E’ iniziato così l’inseguimento di due donne straniere attuato da due dipendenti di un negozio all’interno di un centro commerciale di Collestrada. All’uscita dal complesso, una delle due fuggitive si è allontanata a piedi mentre l’altra è stata vista salire a bordo di un’auto. L’arrivo immediato della volante, chiamata da altri dipendenti del negozio, ha consentito di bloccare l’auto mentre l’altra donna è riuscita a dileguarsi. La straniera identificata per una cittadina equadoregna del 1990 con pregiudizi per rissa e simulazione di reato, è stata fatta scendere dal veicolo e perquisita. Il controllo è stato esteso al mezzo e nel bagagliaio, i poliziotti hanno trovato 53 capi d’abbigliamento sia da bambina che da donna: pantaloni, felpe, capi intimi, magliette oltre ad uno zainetto e grembiuli per la scuola per un valore complessivo di oltre 700 €. La merce è risultata priva del dispositivo antitaccheggio e non danneggiata facendo ritenere che le due complici fossero ben organizzate e dotate di strumenti per togliere le placche in maniera “sicura”. Condotta in Questura, la donna è stata arrestata per furto aggravato in concorso e collocata agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. Proseguono le indagini per identificare la complice.

30/08/2017 14:16:17 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy