Attualità » Primo piano Ex Fornace, Giulietti:''Si avvia una nuova fase per quell'area''

Il Deputato PD ed ex Sindaco di Umbertide, Giampiero Giulietti, dalla sua pagina Facebook annuncia: "Domattina si presenta alla stampa il fondo che ha acquisito la ex-fornace (costituito da Cassa Depositi e Prestiti, Unipol..). Contestualmente verrà presentata anche l'idea di riqualificazione di quel comparto (housing sociale, commerciale, alcuni immobili in vendita, ecc) oltre alla messa in sicurezza dell'immobile nel suo complesso''. ''Annunciai la vendita all'asta qualche mese fa - continua Giulietti - ed alcuni si adombrarono (forse perché non riuscirono a dare per primi la notizia), devo dire incomprensibilmente perché parliamo di aste pubbliche e note sui siti specializzati. Comunque si avvia una nuova fase per quell'area. Mi ricordo che l'adozione del piano attuativo avvenne nell'aprile 2004 (allego il frontespizio della delibera). Ricordo le aspettative in gran parte deluse. Tutta la vicenda sembra avere oggi un nuovo inizio e questa è una bella notizia. Sia chiaro è una vicenda tutta privatistica (un privato acquista ad un'asta pubblica un immobile), dove il pubblico non ha alcun ruolo (ed in un'asta pubblica regolata dal curatore fallimentare non potrebbe averne). Ma questa volta non si tratta di dare colpe e meriti che non ci sono, si tratta di essere contenti per la, speriamo, positiva conclusione di questa vicenda edilizia/urbanistica che ha rappresentato, a seguito di tutte le vicissitudini che si sono presentate, una ferita per il nostro territorio''.  

05/07/2017 17:08:09 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perugia: Polizia sgomina banda di minorenni

Nelle prime ore del 3 luglio, la Polizia di Stato ha concluso una complessa e delicata attività d’indagine che ha portato alla neutralizzazione di una pericolosa banda di minorenni, tutti ritenuti responsabili di rapine ai danni di loro coetanei. Tutti gli episodi delittuosi si sono verificati in un ristretto arco temporale (circa un mese) a Perugia e zone limitrofe. I fatti hanno coinvolto giovani ragazzi in età scolare ed avevano suscitato una grande preoccupazione nella loro cerchia familiare e tra i loro coetanei. Immediate sono scattate le indagini della Squadra Mobile, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Perugia, che hanno consentito di ricostruire tutti gli eventi delittuosi e le dinamiche aggressive poste in essere dal gruppo attraverso precisi e meticolosi riscontri investigativi. Dalle indagini è emerso che il gruppo di minorenni, utilizzando la forza intimidatrice derivante dal “branco”, individuavano i propri “bersagli” tra i propri coetanei ritenuti più miti e pacifici (anche tra quelli conosciuti in quanto inseriti nel medesimo contesto scolastico, di quartiere o di svago), li accerchiavano terrorizzandoli con spintoni e percosse al fine di impossessarsi del denaro contenuto nei portafogli o negli zaini che avevano con sé. Alcuni appartenenti al gruppo, nonostante la giovane età, annoverano già precedenti di polizia per fatti analoghi. Si è, inoltre, riscontrato che le vittime hanno subito aggressioni di varia natura: dalla semplice intimazione verbale, alla minaccia di subire un pestaggio fino a manifestazioni più violente consistenti in spintoni, schiaffi e percosse. In più di un caso, le vittime sono state prese in disparte e malmenate. In un'occasione, sono state minacciate con un coltello. Nonostante le evidenze, l’attività investigativa è comunque risultata difficoltosa anche a causa di una iniziale reticenza da parte delle giovani vittime e dei loro familiari che erano comprensibilmente timorosi di possibili ritorsioni. Gli elementi indiziari acquisiti, cristallizzati in una dettagliata informativa di reato, sono stati inoltrati alla competente Autorità Giudiziaria che ha emesso, per sei minori, l'ordinanza di applicazione della misura cautelare di collocamento in comunità, per un altro, è stata disposta la misura della permanenza in casa. I destinatari delle misure sono stati affidati a comunità ubicate in diverse province del territorio nazionale e istituzionalmente preposte alla rieducazione e al reinserimento dei minori nella vita sociale attraverso attività didattiche obbligatorie che tengono in considerazione la necessità di assicurare agli stessi il loro sviluppo intellettivo e culturale. L’operazione, scattata nelle prime ore della mattinata di lunedì, si è conclusa con l’esecuzione di tutte le misure cautelari.

05/07/2017 12:58:14 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: regolamento di Polizia Urbana, nota dell'Assessore Leonardi

Riceviamo e pubblichiamo In riferimento a quanto apparso questa mattina sulla stampa relativamente al comunicato a firma del Movimento Cinque Stelle sul regolamento di polizia urbana, l'assessore alla Polizia municipale Paolo Leonardi specifica quanto segue: "Il nuovo Regolamento di polizia urbana, che sostituisce il precedente risalente a circa cinquant'anni fa, è stato approvato dal Consiglio comunale dopo una lunga e attenta analisi in Commissione. Il documento norma i diversi comportamenti da tenere da parte dei cittadini umbertidesi ed affronta alcune tematiche principali: tutela degli spazi pubblici, manutenzione e decoro delle aree verdi, tutela della quiete pubblica e della tranquillità delle persone, pubblica incolumità e cautele nelle attività pericolose, convivenza civile, vivibilità, ambiente e urbano, svolgimento di attività lavorative (mestieri e istallazioni di impianti particolari), igiene e decoro pubblico. Nello specifico il documento è stato al centro di ben tre commissioni consiliari, durante le quali sono stati presentati numerosi emendamenti, da parte sia della maggioranza che dell'opposizione. Alcuni emendamenti sono stati accolti mentre altri sono stati respinti, molti dei quali a causa di motivi tecnici in quanto non afferivano alla materia oggetto di discussione. Vista l'importanza dell'argomento trattato, l'Amministrazione comunale ha voluto condividere il regolamento con tutte le forze politiche e certe polemiche ci appaiono solo strumentali.  

03/07/2017 18:56:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Smaltimento rifiuti a Calzolaro, l'Amministrazione comunale:''Ancora una volta si cerca di utilizzare il territorio di Umbertide come discarica di altri comuni''

Dalla pagina ufficiale Facebook, l'Amministrazione comunale di Umbertide afferma:  ''Apprendiamo dalla stampa - fanno sapere dal Municipio - che il piano industriale di Sogepu presentato in commissione consiliare a Città di Castello prevede l'acquisizione di una partecipazione azionaria del 45%, per 4 milioni 725 mila euro, (con opzione per un ulteriore 6 per cento) della società Splendorini Molini Ecopartner di Calzolaro, finalizzata ad assicurare il trattamento di un quantitativo annuo fino a 20mila tonnellate di frazione organica umida (FOU) derivante dalla raccolta differenziata''. ''Il Sindaco di Umbertide, al quale solo tre giorni fa ( per assumere decisioni del genere sono necessari mesi per una istruttoria approfondita visto che si decide su soldi pubblici !!) è stata comunicata la decisione da parte del Presidente di Sogepu, ha espresso - continua l'Amministrazione - immediatamente la propria ferma contrarietà ad una tale ipotesi che vedrebbe fortemente ed ulteriormente penalizzata la frazione di Calzolaro nella quale sono già presenti forti criticità ambientali causate da traffico di mezzi pesanti e maleodoranti e da emissioni odorigene provenienti dall'impresa oggetto dell' acquisto''.  ''Ancora una volta si cerca di utilizzare il territorio comunale di Umbertide o zone immediatamente a confine come discarica di altri comuni e così dopo Pietramelina, Borgogiglione ora anche Calzolaro'' ''Il Sindaco si è immediatamente attivato nei confronti della Regione e dell' AURI, il nuovo gestore regionale dei rifiuti, affinchè si facciano carico della vicenda al fine di intervenire prima che il consiglio comunale di Città di Castello assuma decisioni in merito''. ''Il Sindaco, tenuto conto della natura societaria di SOGEPU a totale partecipazione pubblica, auspica che prevalga il principio di leale collaborazione fra comuni confinanti con l'obiettivo di favorire una gestione integrata e condivisa del servizio di igiene urbana''. 

01/07/2017 20:44:12 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Ad Umbertide partecipata iniziativa sul futuro dell'FCU

Si è tenuta venerdì 23 giugno, al Centro socio-culturale San Francesco di Umbertide, l'iniziativa "FCU tra passato, presente e futuro", promosso da Comune di Umbertide e Regione Umbria dopo la firma dell'accordo tra Regione e RFI con il quale sono stati stanziati 51 milioni di euro per il potenziamento ed il rilancio dell'infrastruttura. All'incontro hanno preso parte il Sindaco di Umbertide Marco Locchi, il vicepresidente del Consiglio Regionale dell'Umbria Marco Vinicio Guasticchi, l'assessore regionale ai Trasporti Giuseppe Chianella, l'assessore Paolo Leonardi, l'On. Valter Verini e lo storico locale Mario Tosti. “E' stata un'iniziativa molto partecipata che ci ha permesso di affrontare concretamente la questione FCU- ha affermato il sindaco Locchi - Noi sindaci dell'Alto Tevere ci siamo mossi fin da subito ed insieme alla Regione, al Comitato dei pendolari, ai parlamentari del territorio e ai cittadini tutti, abbiamo fatto un buon lavoro che ci ha portato ad ottenere un risultato concreto. Nei giorni sorsi è stato infatti firmato l'accordo tra Regione e RFI per la riqualificazione e il potenziamento della FCU; a breve partiranno i lavori che prenderanno il via proprio dalla tratta Umbertide – Città di Castello, attualmente chiusa, per poi procedere alla messa in sicurezza e rilancio dell'intera tratta ferroviaria. Il nostro compito però non si esaurisce qui perché ora dovremo vigilare affinché i lavori vengano portati a compimento nel più breve tempo possibile. Umbertide alla ferrovia deve molto – ha continuato il primo cittadino - e credo che sia per noi indispensabile sostenere fortemente questo piano di rilancio della ferrovia, che avrà conseguenze positive anche sulla nostra officina, l'unica officina ferroviaria della Ferrovia Centrale Umbra che, nonostante le difficoltà di questi anni, è riuscita a mantenere un elevato livello di professionalità e che, grazie all'inserimento di FCU nella rete ferroviaria nazionale, potrà essere ulteriormente potenziata''. 

01/07/2017 16:54:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy