Notizie » Politica Umbertide Cambia chiede chiarimenti su alcune dichiarazioni

Riceviamo e pubblichiamo "E’ giunto all’orecchio di alcuni componenti della nostra lista di come nel corso di un consesso di un nostro “competitor” al quale avrebbero partecipato numerose persone, sarebbero state espresse alcune “valutazioni” e “promesse” (la virgolettatura è d’obbligo) sia nei confronti di Umbertide Cambia, sia nei confronti dei suoi candidati. Siccome le “valutazioni” e “promesse” in questione, ove confermate, costituirebbero comportamento illecito sotto vari profili, stiamo acquisendo debite informazioni in merito, ovviamente nell’ambito della più rigorosa legalità. Tuttavia, seppur in attesa delle (in)auspicate conferme, non vogliamo credere a queste voci, poiché riportano valutazioni sulla lista e sui candidati di Umbertide Cambia che nulla hanno a che fare con la politica, che la decenza e la buona educazione ci impediscono di riportare. Ma d’altra parte, se così fosse, non si potrebbe non dire come ogni botte dia il vino che contiene. Non vogliamo nemmeno credere che ci si sia spinti al punto da “avvertire” che dopo il 26 maggio si sarebbero fatti i conti perché, sempre secondo quanto ci è giunto all’orecchio, "li conosciamo uno a uno". Rimarcando ancora come il tutto dovrà eventualmente essere confermato, la dignità, il buon gusto e la lealtà che ci contraddistinguono, ci impongono di tacere ogni commento. Ma non possiamo esimerci dall’osservare come le “valutazioni” e “promesse” espresse sarebbero estremamente gravi. Gravi perché dimostrerebbero quanto sia dura a morire una mentalità ancorata ad un’ideologia e ad una modalità di attrarre il consenso degna dei più illiberali sistemi autoritari; ideologia che per quanto ci riguarda è morta e sepolta da tempo. Ma al tempo stesso non vogliamo che essa resusciti, anche se certi personaggi, pur dichiarando di volerla combattere, ne sono in fondo i principali mentori. Ribadiamo: non vogliamo credere si sia potuti scendere così in basso e sicuramente e non ci abbasseremo allo stesso livello rispondendo ad una bieca e turpe provocazione. La nostra "Forza" non viene certo dallo scontro verbale caro ad altri, ma dal vero rinnovamento che proponiamo, dal programma presentato, da Claudio Faloci e da tutti i candidati della lista, da quella che gli elettori siamo certi ci daranno, oltre che dalla "tranquilla" serenità che accompagna il nostro agire. In ogni caso, proprio perché non crediamo che quanto si vocifera sia accaduto, chi potrà e vorrà sarà certamente in grado di smentire".

22/04/2014 19:42:34

Notizie » Politica Umbertide Cambia interviene sulla bretella ferroviaria di Pierantonio

Riceviamo e pubblichiamo La bretella ferroviaria di Pierantonio rischia di diventare un ulteriore spreco di denaro pubblico, almeno finchè la ferrovia non sarà utilizzata per il trasporto merci. Soluzione al momento non prevedibile. Per questo Umbertide Cambia, attraverso il candidato sindaco Claudio Faloci, chiede “destinare il finanziamento ed il valore dei materiali per la messa a norma di tutti i marciapiedi e gli attraversamenti pedonali del comune. ” “In occasione della consegna dei lavori per la realizzazione della piastra logistica di San Giustino – spiega il candidato sindaco di Umbertide cambia - la presidente della Giunta regionale dell’Umbria ha così motivato l’ubicazione dell’infrastruttura lungo il lato della E45 opposto rispetto alla ferrovia: “Quanto alla monomodalità, la FCU non risponde nella tecnologia ai requisiti per il trasporto su ferro delle merci: per questo non è stato progettato il collegamento [alla ferrovia]. La piastra logistica è calibrata per il trasporto su gomma” . Dopo settant’anni di esaltazione del trasporto su ferro, abbiamo assistito ad un ribaltamento totale e definitivo a favore della gomma. Innanzitutto la motivazione propinata dalla governatrice è tardiva, essendo stata annunciata ai cittadini a fatto compiuto e non prima di formalizzare il bando; è elusiva, perché scarica sugli amministratori della FCU le responsabilità proprie della Regione in quanto socio; è evasiva della vera domanda sul perché la piattaforma non è stata ubicata in adiacenza alla ferrovia. Ma soprattutto compromette per sempre la riattivazione del trasporto merci, anche nel caso in cui amministratori più lungimiranti, competenti e leali decidessero in futuro di riparare il danno. Il comune di Umbertide, non sapendo o fingendo di non conoscere la condanna a morte del trasporto merci decretata dalla politica, ha recentemente sollecitato la Regione l’erogazione del finanziamento di 590.000,00 euro per il raccordo ferroviario di Pierantonio,  che si aggiungono alle centinaia di migliaia di euro già spese per il primo stralcio. Delle due l’una: o si buttano soldi a Umbertide o si è sbagliato a San Giustino. Ad ulteriore sfregio al buon senso ed all’oculata amministrazione dei soldi dei cittadini, la montagna di traversine di legno ormai deformate, le rotaie soffocate dall’erba ed i lavori realizzati con il primo stralcio, testimoniano la fretta di spendere comunque, acquistando il materiale per l’armamento ancor prima ancora di aver preparato il tracciato”. “Umbertide Cambia – conclude Faloci - chiederà alla Regione di autorizzare il Comune a stornare il finanziamento ed il valore dei materiali ad altre destinazioni, anche a risarcimento del danno subito, per aver modificato l’impostazione della Zona industriale, vanificando i conseguenti vincoli che hanno condizionato le costruzioni delle imprese. In particolare Umbertide Cambia propone di destinare le risorse per la messa a norma di tutti i marciapiedi e gli attraversamenti pedonali del comune. ” Inoltre Umbertide Cambia il 25 Aprile sospenderà ogni attività di campagna elettorale per ricordare in modo unitario le vittime del bombardamento di Borgo San Giovanni.

21/04/2014 21:00:19

Notizie » Politica Presentata la lista Sinistra per Umbertide

E’ stata presentata ieri mattina presso la Residenza comunale di Umbertide, la lista Sinistra per Umbertide, soggetto politico che vede correre insieme Rifondazione Comunista e i Comunisti Italiani che appoggia la candidatura a sindaco di Marco Locchi. A presentare la lista sono stati Spartaco Bottaccioli (coordinatore di Rifondazione ad Umbertide), Matteo Cesarini (membro della segreteria comunale del Prc) e Andrea Ceccarelli (segretario provinciale dei Comunisti Italiani).  “Rifondazione – Comunisti Italiani –Sinistra per Umbertide- dichiarano i promotori- è il nome della lista unitaria con la quale il PRC ed il PdCI di Umbertide si presenteranno alle prossime elezioni amministrative del 25 Maggio 2014.  I simboli tradizionali della falce martello e la presenza di tanti giovani nella lista stanno a segnalare la volontà dei nostri due partiti di puntare su un forte rinnovamento nella politica locale mantenendo inalterati i valori a cui ci ispiriamo: la difesa dei diritti dei lavoratori e delle fasce sociali più deboli. Queste tematiche sono presenti anche all’interno del programma della coalizione del centro-sinistra umbertidese che sta alla base dell’accordo unitario sottoscritto da PRC e PDCI con il candidato sindaco Marco Locchi e con le forze politiche della coalizione. L’invito a presentarsi tutti insieme con una lista unitaria è stato rivolto anche ai compagni di Sinistra Ecologia e Libertà, i quali però hanno deciso di compiere una scelta diversa, presentandosi nella lista civica Umbertide Cambia che candida a Sindaco Claudio Faloci”. Durante la presentazione, i promotori di Sinistra per Umbertide hanno esposto i temi da loro proposti che sono stati inseriti all’interno del programma di coalizione, come la nomina simbolo di un delegato al lavoro e contro la disoccupazione all’interno degli organi del governo cittadino. La Sinistra per Umbertide s’impegna, insieme alla coalizione, a far diventare Umbertide comune solidale, rivalorizzando il lavoro con lo sviluppo di progetti di co- working con i quali l’amministrazione comunale può mettere a disposizione strutture pubbliche per i giovani che possono svolgere dei lavori diversi ma che possono collaborare tra loro su qualche progetto specifico e di affidare, attraverso accordi con altri enti locali, dei terreni agricoli demaniali in disuso per la coltivazione della terra come nel caso della tenuta di Caicocci. Altre istanze avanzate dalla lista e accettate da tutta la coalizione sono l’istituzione di un  Fondo di solidarietà, alimentato da una parte degli emolumenti di sindaco e amministratori comunali, per aiutare le persone più in difficoltà; e di far operare nel nostro comune, un paio di volte al mese, un dentista sociale; gli interventi del quale avranno un costo pari ad un terzo rispetto alle normali cure odontoiatriche. Sul piano della trasparenza e della partecipazione, le anime che formano la lista si sono prefissate di dare voce, per ogni decisione importante, ai cittadini umbertidesi attraverso delle consultazioni ed è stato ribadita le netta contrarietà alla costruzione dell’impianto a biomasse di Pian d’Assino e alla trasformazione della E 45 in autostrada. Per quanto riguarda il complesso della ex fornace, l’auspicio è quello di riconvertirla in edilizia popolare. Sul fronte dei diritti civili è stato reso noto che, durante la prima seduta del Consiglio comunale, verranno presentate della proposte per l'istituzione del testamento biologico e di un registro delle unioni civili.    

18/04/2014 16:39:02

Notizie » Politica Umbertide. Guglielmo Epifani ha aperto la campagna di Marco Locchi

Riceviamo e pubblichiamo Un Teatro dei Riuniti gremito ha accolto ieri Guglielmo Epifani, ex segretario nazionale del Partito Democratico e attualmente deputato e presidente della Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera, ad Umbertide per sostenere la candidatura di Marco Locchi a sindaco della città. Insieme al deputato Giampiero Giulietti, Epifani ha preso parte all’iniziativa pubblica promossa dal Partito Democratico di Umbertide che, al termine della manifestazione al teatro, ha colto l’occasione per inaugurare le due sedi del Comitato elettorale Per Locchi Sindaco di piazza XXV Aprile e di via Unità d’Italia. Lavoro, politiche giovanili, ambiente, sociale ma anche sanità, scuola, turismo e sicurezza le tematiche alla base del programma elettorale del Pd, illustrato nel dettaglio dal candidato a sindaco Marco Locchi sotto lo slogan di “Condividiamo il futuro”, per proseguire, come ha affermato Guglielmo Epifani, con il buon governo che il Partito Democratico ha saputo dare in questi anni ad Umbertide. “Credo che gli italiani torneranno a darci fiducia per il buon governo che abbiamo assicurato alle nostre città. – ha affermato l’on. Epifani – Dal canto nostro abbiamo il compito di tornare a dare una speranza al Paese, ad investire sui giovani, a difendere i diritti degli anziani, a combattere l’evasione fiscale, a favorire gli investimenti e a creare nuove occasioni di sviluppo, come unica strada da intraprendere per uscire da una crisi che ha colpito il nostro Paese più di altri”. “Con le elezioni europee del 25 maggio ci giochiamo il futuro del Paese e la credibilità del Governo – ha aggiunto l’on. Giulietti – Abbiamo un’ultima possibilità per cambiare l’Europa e con essa anche l’Italia, assicurando un futuro di lavoro e speranza ai nostri giovani. Il 25 maggio si vota per l’Europa ma si vota anche per il rinnovo dei governi delle nostre città e credo che ad Umbertide il centrosinistra saprà far valere quanto di buono è stato fatto in questi anni, lontano da critiche e polemiche sterili. Abbiamo condiviso il passato ed il presente, condividiamo anche il futuro per garantire ancora una volta un buon governo alla nostra città”.

15/04/2014 20:06:58

Notizie » Politica Ex- FCU. Le proposte di Umbertide Cambia

Riceviamo e pubblichiamo “Riguardo al futuro delle infrastrutture del comprensorio, Umbertide cambia pretenderà trasparenza, partecipazione, razionalità e lungimiranza, pronta a discutere senza preconcetti ideologici, ma con il vincolo assoluto che prima di tutto si decida di investire concretamente su una ferrovia moderna in grado di alleggerire radicalmente il traffico pubblico su gomma, tenendo conto non solo della compatibilità ambientale, ma anche della sostenibilità economica delle fasce più deboli”. Il candidato sindaco di Umbertide cambia, Claudio Faloci, ha concluso con questa affermazione l’iniziativa “Ferrovia tradita”, la prima delle occasioni programmate da “Umbertide cambia” per affrontare i temi più rilevanti che coinvolgono gli interessi dei cittadini umbertidesi e non solo, dalla quale sono emersi fatti e proposte concrete. Protagonista dell’incontro, raccontata da due esperti, Mario Tosti e Alessio Trecchiodi, la “Ferrovia”, per l’influenza fondamentale che ha avuto nello sviluppo economico e sociale  della comunità altotiberina durante il primo secolo di vita, “tradita”, per la situazione di degrado ed abbandono in cui è venuta a trovarsi negli ultimi lustri, mettendo in pericolo non solo un servizio importante per i cittadini ma anche dei posti di lavoro. Ne è stata ricordata l’epopea delle origini, la tempestività della ricostruzione della tratta Terni – Sansepolcro dopo la catastrofe della guerra, il declino indotto dalla concorrenza dell’auto privata e dal trasferimento della pianificazione a livello regionale, che si è rivelata priva di una visione strategica e fonte di sprechi incredibili, tuttora in atto. Come, ad esempio, la montagna di traversine e le rotaie accatastate da anni a Pierantonio, che aggiunta ad un altro finanziamento di oltre 500.000 euro sollecitato nei giorni scorsi dal Comune, può ben rappresentare l’emblema della dilapidazione delle risorse, in quanto destinate al completamento di un raccordo ferroviario adibito al trasporto merci che non entrerà mai in funzione. Si pone infatti in totale contraddizione rispetto alla collocazione – comunque assurda ed opaca – della piastra logistica di San Giustino, con cui la Regione ha sancito la condanna a morte del trasporto merci su ferro. Questa scelta, opposta alla sempre declamata priorità del ferro sulla gomma, è passata in sordina, sopra le teste della comunità, in totale disprezzo della trasparenza e della lealtà. Alle critiche oggettive, sono seguite valutazioni della competitività potenziale della ferrovia, basate sull’analisi del bilancio della FCU, sulle statistiche dei passeggeri giornalieri rispetto al bacino d’utenza, sul grado di onerosità complessiva (indice sintetico di costi e tempi di percorrenza) raffrontata ai mezzi alternativi. E sono state presentate ipotesi di rivitalizzazione, fra cui il sistema tram-treno, utilizzato in varie città europee. Se questo è un progetto strategico, l’iniziativa di Umbertide cambia ha individuato anche interventi immediatamente realizzabili, illustrati da Spartaco Ceccagnoli. “Valorizzare la ferrovia come strumento per l’organizzazione della mobilità sostenibile. Realizzare una rete intermodale di trasporto (corse autobus di adduzione al treno) che consenta spostamenti più veloci ed economici di quelli realizzati dagli autoveicoli privati, ed un sistema di integrazione tariffaria o biglietto unico che favoriscano gli spostamenti casa-lavoro-scuola. Effettuare corse treno che partano da Umbertide per i lavoratori o studenti che debbano recarsi nella zona Silvestrini. Prevedere collegamenti diretti con Ponte San Giovanni e quindi con l’aeroporto di Sant’Egidio in coincidenza con l’arrivo e la partenza dei voli aerei per favorire anche questo scambio intermodale”.

15/04/2014 19:55:36

Notizie » Politica Gugliemo Epifani ad Umbertide per sostenere la candidatura a sindaco di Marco Locchi

Riceviamo e pubblichiamo dal Pd di Umbertide: "Ci sarà anche l’on. Guglielmo Epifani all’iniziativa pubblica organizzata dal Partito Democratico di Umbertide a sostegno della candidatura di Marco Locchi a sindaco della città in programma lunedì 14 aprile alle ore 18 presso il Teatro dei Riuniti. L’ex segretario nazionale del Pd e attualmente deputato e Presidente della Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera, sarà infatti ad Umbertide, insieme all’on. Giampiero Giulietti per sostenere la candidatura a sindaco di Marco Locchi. Sotto lo slogan “Condividiamo il futuro”, il Partito Democratico di Umbertide si presenta alle amministrative del 25 maggio 2014 con un programma concreto ed innovativo, basato su trasparenza e partecipazione, lavoro, politiche giovanili e sport, ambiente e territorio, infrastrutture e trasporti, sociale sanità e scuola, turismo, centro e frazioni, politiche fiscali, sicurezza; con una candidatura forte e autorevole come quella di Marco Locchi attorno alla quale si è costruita un’importante unità sia del Partito Democratico che della coalizione di centrosinistra; con una lista giovane e competente, che rappresenta l’intero territorio di Umbertide. Al termine dell’iniziativa l’on. Epifani presiederà all’inaugurazione delle due sedi di via Unità d’Italia e di piazza XXV Aprile del Comitato elettorale Pd – Per Marco Locchi."

11/04/2014 13:57:24

Notizie » Politica Iniziativa di Umbertide Cambia sulla ex- FCU

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide Cambia affronta il tema della Ferrovia Centrale Umbra. Domenica  13 aprile, alle ore 11, presso IRB (Centro anziani via dei Patrioti) è infatti in programma un dibattito sul tema: "Ferrovia tradita". Non interverranno politici, ma tecnici ed addetti ai lavori. Mario Tosti esporrà una sintesi delle vicende e della situazione del nostro “trenino”, “con la gratitudine di figlio di ferroviere e l’esperienza di ex presidente della CAT (Compagnia Autolinee Tiberine)”, per denunciarne la gestione schizofrenica, fonte di sprechi tuttora in corso, che ha portato all’attuale stato di degrado ed al crescente rischio di sopravvivenza. Alessio Trecchiodi, studioso ed esperto di trasporto pubblico, illustrerà poi una proposta di rivitalizzazione razionale, in totale controtendenza rispetto al potere dominante, che ha fatto della difesa del ferro una falsa promessa da propinare al “popolo” distratto, in totale contraddizione rispetto all’idolatria della gomma, che si sta accentuando. Seguirà un dibattito, finalizzato a formulare puntuali domande e concrete proposte  alla politica. In tema di infrastrutture Umbertide cambia ha una posizione chiara in favore di un deciso investimento sul trasposto ferroviario. “Nell’ambito di un piano integrato per lo sviluppo del sistema ferroviario e del trasporto aereo ed in coerenza con una strategia che tende a promuovere forme di mobilità interconnesse ed eco compatibili - afferma il candidato sindaco Claudio Faloci -  riteniamo prioritariamente necessario investire sul ruolo della ferrovia, elettrificata, anche per il trasporto merci, definendo un piano di sostenibilità del collegamento ferroviario con Arezzo / Cesena. In questo contesto sarà possibile potenziare concretamente il ruolo e l’attività dell’officina di Umbertide. Altri obiettivi: completare la rete telematica in ambito comunale (banda larga); sollecitare la messa in sicurezza della E 45 ed il completamento della E78 e della Pian d’Assino”.  

10/04/2014 23:55:22

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy