Attualità » Primo piano Foligno: 2 chili di marijuana nascosti in casa, arrestato dai Carabinieri

Continua l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Foligno nella prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti. Questa volta a finire nel mirino dei militari è stato un 30enne di origini albanesi, residente a Foligno e già noto alle Forze di Polizia. Mercoledì sera gli uomini del NORM di Foligno con l’ausilio di quelli della stazione di Bevagna, a seguito di serrata attività info-investigativa, hanno raccolto elementi utili per effettuare una perquisizione all’interno dell’abitazione dell’uomo. La serrata attività di ricerca, estesa anche alle pertinenze dell’immobile, ha permesso ai militari di rinvenire in una cantinetta, un pacco avvolto dal cellophane contente al suo interno sostanza stupefacente del tipo marijuana del perso complessivo di 1 kg e 940 g, oltre a 3 grammi di cocaina, 12 grammi di hashish, materiale vario per il confezionamento, bilancini di precisione, telefoni cellulari, e la somma contante pari a 4800 euro in moneta contante. Le analisi della sostanza effettuate presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti (LASS) del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia hanno confermato l’ottima qualità della sostanza, il cui quantitativo è stato ritenuto idoneo a ricavare circa 8.100 dosi destinate prevalentemente alla piazza folignate, che avrebbero fruttato al dettaglio circa 60.000 euro. L’uomo è stato quindi tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto presso il carcere di Spoleto.  

27/01/2018 15:42:45

Attualità » Primo piano Sicurezza a Perugia, Carabinieri arrestano spacciatore

Altro duro colpo inferto dai Carabinieri di Perugia agli ambienti della malavita collegati al mondo della droga nell’hinterland perugino. I militari della stazione di Castel del Piano, nelle ultimissime ore, al termine di un prolungato servizio di osservazione, grazie anche alla fattiva collaborazione di alcuni residenti che hanno segnalato al 112 anomali movimenti di giovani tossicodipendenti che non lasciavano presagire nulla di buono, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino italiano, residente in un comune lacustre, ma abitante di fatto a Perugia, già noto alle forze dell’ordine e alle cronache giudiziarie, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto è scaturito a seguito di una vigile attività di osservazione dei movimenti del predetto che consentivano di appurare che lo stesso, presso la propria abitazione perugina, veniva avvicinato da soggetti noti ai militari quali assuntori abituali di sostanze stupefacenti, i quali, dopo un breve scambio di parole con il soggetto, si allontanavano in tutta fretta con fare sospetto guardandosi ripetutamente le spalle. A quel punto i nostri Carabinieri decidevano d’intervenire facendo irruzione nell’appartamento, approfittando di uno dei momenti in cui l’uomo stava uscendo dalla propria abitazione “carico di merce” per rifornire alcuni avventori. L’acume investigativo ed il sospetto ingenerato nei militari operanti si dimostravano fondati. Infatti, a seguito della perquisizione personale e domiciliare dei vani domestici e delle relative pertinenze, l’uomo veniva trovato in possesso di: 500 grammi circa di marijuana; 100 grammi circa di hashish; 5 grammi circa di oppio; Denaro contante per un totale 950 euro, ritenuto provento dell’attività delittuosa; un bilancino di precisione; Materiale vario per il confezionamento delle citate sostanze. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, tradotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa della direttissima disposta dalla magistratura che ha confermato la stessa misura cautelare.    

27/01/2018 15:26:06

Attualità » Primo piano Trevi: coppia dello spaccio arrestata dai Carabinieri

I Carabinieri di Trevi hanno concluso un’importante operazione antidroga. I militari della locale stazione infatti, in collaborazione con quelli di Spello, hanno arrestato due soggetti residenti nella frazione Cannaiola del Comune di Trevi, colti nella flagranza di reato di spaccio di sostanza stupefacente aggravato in concorso. I due arrestati, “attenzionati” da tempo dai militari, sono: un venticinquenne di origini magrebine, disoccupato, pregiudicato con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona ed una donna, italiana di quarantacinque anni, disoccupata, pregiudicata con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, contro la persona e per spaccio di stupefacenti. Gli investigatori dell’Arma, anche grazie a numerose segnalazioni dei residenti, hanno così portato a termine un’attività investigativa iniziata da tempo attraverso lunghi appostamenti, riuscendo a delineare in maniera chiara l’attività illecita realizzata dai due. A quel punto è scattato il blitz. Proprio sotto l’abitazione dei due, i Carabinieri, nell’ambito di un servizio predisposto ad hoc, hanno assistito all’attività di cessione di stupefacente, risultato essere hashish, in favore di un acquirente del luogo. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare ulteriori venti grammi di hashish suddivisa in dosi, materiale vario per il confezionamento dello stupefacente, telefoni cellulari e circa tremila euro in contanti, considerati il provento dell’attività illecita. Secondo le informazioni in possesso degli investigatori, la sostanza sequestrata era destinata al rifornimento della piazza trevana. I due sono stati quindi accompagnati in caserma e dichiarati in arresto. Successivamente sono stati portati in carcere. Segnalato invece alla Prefettura di Perugia, come assuntore, il giovane acquirente.

26/01/2018 10:15:07

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy