Attualità » Primo piano Iniziato il percorso di educazione stradale anche alla scuola dell’infanzia

La Polizia locale del Comune di Umbertide ha iniziato un ciclo di incontri sull’educazione stradale studiato su misura per le scuole dell’infanzia. Quest’anno, per la prima volta, è stato realizzato un percorso introduttivo all’educazione stradale proprio per gli studenti che si avvicinano alla scuola primaria, ove già da anni la Polizia locale è presente per lo svolgimento di lezioni di educazione stradale differenziate per tutte le cinque classi. Gli agenti Romina Cerbella, Antonio Migliorati ed Ettore Alunni Pierucci, si metteranno alla prova con una tipologia di studenti nuova e sensibilissima che richiede un linguaggio semplice ma chiaro e strumenti colorati ma efficacissimi, nella consapevolezza che ogni parola e immagine resterà particolarmente impressa nelle giovani e vivacissime menti. Gli incontri, con la collaborazione delle insegnati e della coordinatrice del progetto, sono stati avviati presso la Scuola dell’Infanzia “Marcella Monini”, i cui studenti sono gentilmente ospitati presso i locali della parrocchia di Cristo Risorto dopo il terremoto del 2016 e in attesa del nuovo istituto scolastico, con la collaborazione delle insegnanti e della coordinatrice del progetto. Questo nuovo ciclo di incontri diretti all’educazione stradale è stato fortemente sostenuto dal sindaco Luca Carizia, dall’assessore all’Istruzione Alessandro Villarini e dall’assessore alla Polizia Locale Francesco Cenciarini, che da subito hanno promosso un approccio formativo nuovo e specifico per i più piccoli. Gli agenti della Polizia Locale sono stati accolti calorosamente presso la scuola Monini, dove erano attesi dai giovani studenti che li aspettavano emozionati per l’arrivo dei nuovi amici in uniforme. Per tutta la durata dell’incontro, i bambini hanno partecipato alle lezioni interagendo con gli agenti e ponendo tante domande sulla strada e sui colori dei segnali.

01/04/2019 12:33:51 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Approvato dal Consiglio comunale il bilancio di previsione 2019-2021

Il Consiglio comunale di Umbertide nella seduta del 28 marzo ha dato il via libera al bilancio di previsione 2019-2021. Si tratta del primo della giunta guidata dal sindaco Luca Carizia. Il bilancio è stato approvato con 12 voti favorevoli (Lega e LiberaIlFuturo) e 2 contrari (Umbertide Cambia e Movimento 5 Stelle). “Il bilancio di previsione 2019-2021 non è certo un bilancio comodo o di sopravvivenza, ma al contrario contiene elementi importanti che ne migliorano la struttura di base complessiva, consentendo a questa amministrazione di operare al meglio – afferma l'assessore Pier Giacomo Tosti - Per quanto riguarda la spesa, attenzione principale è stata data all'edilizia scolastica, alle manutenzioni straordinarie e ordinarie del territorio, e al mantenimento del livello dello standard dei servizi, nuovi investimenti, invece, sono previsti sul versante della sicurezza. Nel discorso concernente le entrate, in primo luogo va detto che non ci sono stati tagli da parte del governo centrale. Per quanto riguarda le altre entrate, ci sono stati cali da compensare relativi alla centrale idroelettrica e alla farmacia comunale numero 1, ma il focus principale è concentrato sulle entrate tributarie, dove si interverrà potenziando l'ufficio tributi, per far sì che tutti paghino il dovuto, riducendo così il problema delle morosità. Sempre in merito di tributi, l'accorpamento di Tasi e Imu semplificherà il pagamento ai cittadini, l'addizionale Irpef è stata rimodulata in maniera minima e progressiva, secondo il principio di equità. Inoltre, per le famiglie la tariffa sui rifiuti diminuirà del 5% rispetto al 2018. Incomprensibile e inaccettabile è stato l'atteggiamento di Partito Democratico e di Umbertide Cambia che hanno presentato un emendamento di modifica delle aliquote e delle addizionali Irpef. La proposta ha ricevuto i pareri negativi dei responsabili di settore e del collegio dei revisori, perché avrebbe portato il bilancio in disequilibrio e perché la modulazione delle aliquote da loro proposta non rispettava i criteri di progressività costituzionale, in quanto la prima fascia era più alta della seconda. Se approvato, l'emendamento avrebbe portato il Comune al dissesto finanziario, un gioco elettorale fatto sulle spalle degli umbertidesi, nel momento in cui questo è stato smascherato, il Pd non ha avuto nemmeno il coraggio di votare l'emendamento che aveva presentato, ha abbandonato il confronto democratico dentro le istituzioni per arroccarsi sui social a giustificare la propria inconsistenza. Ringrazio i funzionari della struttura tecnica del Comune e il collegio dei revisori per la professionalità che anche in questa occasione hanno dimostrato. Ringrazio, inoltre, il sindaco e i colleghi di giunta per il lavoro sul bilancio che abbiamo svolto insieme in questi mesi. In ultimo , nel ringraziarli, tengo a sottolineare il grande senso di responsabilità dimostrato dai consiglieri e dalle due forze politiche di maggioranza, Lega e LiberaIlFuturo, che con il loro voto favorevole hanno reso un servizio importante a tutti i nostri concittadini”.  

29/03/2019 15:06:11 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La scomparsa di Giuseppe Cozzari

E' scomparso all'età di 96 anni il signor Giuseppe Cozzari, uomo di grande cuore e senso civico, figura di riferimento per Pierantonio e per Umbertide tutta, tanto da essere anche il presidente onorario della Banda cittadina. Ad esprimere le condoglianze all'intera famiglia la Pro Loco di Pierantonio "LA PRO LOCO DI PIERANTONIO PARTECIPA AL DOLORE CHE HA COLPITO LA FAMIGLIA COZZARI PER LA PERDITA DEL LORO CARO GIUSEPPE, UN UOMO CHE HA FATTO LA STORIA DEL NOSTRO PAESELLO........CI MANCHERAI PEPPINO." e l'amministrazione comunale di Umbertide che ricorda Cozzari come "figura di spicco nel mondo del lavoro e importante punto di riferimento dell'associazionismo nel Comune di Umbertide. Il sindaco Luca Carizia e l'Amministrazione Comunale tutta esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia". A queste e alle molte altre manifestazioni di affetto che siamo sicuri giungeranno alla famiglia cozzari in queste ore si aggiungono le più sentite condoglianze della redazione di Informazione Locale che ha deciso di ripubblicare una breve intervista rilasciata al nostro giornale nel 2009, in cui il signor Cozzari parlava proprio della "sua" Pierantonio: Pierantonio ha subito una grande trasformazione lungo il corso degli anni. Mi ricordo ancora della prima volta in cui sono arrivato: c’erano solo sei case e intorno solo campi. Non c’era niente di tutto quello che si vede oggi. Piano piano è partito lo sviluppo e la nostra frazione è cresciuta, anche e soprattutto grazie al commercio. La prima vera anima di Pierantonio è stata la fornace. Molte donne lavoravano lì, facevano i mattoni a mano e si diceva che fossero fortunate perché a quei tempi erano quasi tutti contadini. Qui la gente ha sempre avuto voglia di fare, tanto che la prima scuola è stata costruita dagli stessi cittadini che andavano al fiume con il carro e i buoi a raccogliere le pietre da portare ai muratori. Poi le fabbriche e le storiche attività, come la nostra, hanno fatto la loro parte nell’aiutare la frazione a crescere. Il commercio porta gente, soprattutto da fuori e questo è un bene per tutti. Molto movimento è stato portato anche dal nuovo svincolo che collega Pierantonio a Magione. All’inizio si era parlato di realizzarlo nei pressi di Pian d’Assino ma in questo modo i pierantoniesi sarebbero stati penalizzati, ora invece ci troviamo in un punto di snodo molto importante. Non abbiamo mai avuto grandi problemi con l’Amministrazione comunale, nemmeno per quanto riguarda la viabilità che è stata sistemata bene. Da noi si respira ancora un’atmosfera familiare e c’è ancora voglia di tradizione. A giugno la festa di S. Antonio riscuote molto successo, interviene la banda cittadina e c’è una bellissima processione. C’è creatività e passione nel fare soprattutto da quando è stata creata la Pro Loco, che fa molto per la comunità, come la nuova Sagra della Pasta fatta in casa, che si terrà tra pochi giorni. Proprio per l’occasione sono stati installati dei tendoni vicino al Cva, che purtroppo è poco capiente. A Pierantonio non siamo molti, 1400-1500 anime, ma siamo orgogliosi e vogliamo che la nostra frazione non muoia e continui a crescere. Nonostante la crisi, speriamo che le attività più in difficoltà si riprendano e che quelle ancora forti rimangano tali. Molti progetti ci vedono protagonisti per il futuro e noi non possiamo che esserne contenti.     Giuseppe Cozzari

25/03/2019 15:39:16 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy