Attualità » Primo piano Oggi è il “Ciccicocco”: la tradizione umbertidese

Sarà sicuramente un Carnevale diverso, quello di quest'anno. Non ci saranno sfilate e allegria ma oggi, nel giorno di giovedì grasso, o meglio del "ciccicocco" abbiamo pensato di ricordare questa bella tradizione pubblicando un articolo dai nostri archivi. Ciccicocco pane ntento, damme n'ovo pel mi zì menco, l mi zì menco che sta male, viva viva l carnevale... Chi tra gli umbertidesi non ha mai sentito questa simpatica cantilena, pronunciata per le vie del paese - e delle campagne circostanti - da gruppi di fanciulli festanti, nell'ultimo giovedì di Carnevale? Ad Umbertide, come nel resto dell'Alta Valle del Tevere il "giovedì grasso" si festeggia il Ciccicocco. Un'allegra usanza che vedeva gruppi di ragazzi bussare alle porte delle case e chiedere qualcosa di buono da mangiare, intonando appunto, ridenti filastrocche. Un tempo le leccornie da raccogliere consistevano in uova, pezzetti di carne di maiale e di lardo o addirittura una manciata di farina. Doni preziosi sia per la povertà di un tempo, e sia per l'avvicinarsi della Quaresima periodo in cui non si potevano gustare tali bontà. La tradizione del Ciccicocco si è trasformata e ha seguito l'evolversi del tempo. Oggi, nel giorno del giovedì grasso, si vedono ancora bambini e ragazzi mascherati, suonare i campanelli delle case e dei negozi del paese, per riempire le loro buste e i loro cestini di dolcetti, caramelle, cioccolate e a volte addirittura qualche soldino. L'atmosfera è ancora festante ma come tante passate tradizioni il "gusto" non è più lo stesso. Ricordare la genuinità di certe usanze resta un dovere, e quando vi capiterà di donare il prossimo dolcetto a un bambino mascherato che verrà a bussare alla vostra porta, siamo sicuri che un sorriso nostalgico apparirà sul vostro volto. Buon Carnevale e buon Ciccicocco a tutti!

11/02/2021 15:28:23 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide, al via le vaccinazioni per gli ultraottantenni

Emergenza Covid-19, dal 15 febbraio presso il Centro Salute e l'adiacente sportello dell'Agenzia delle Entrate di Largo Cimabue partono vaccinazioni per ultraottantenni: prenotazioni aperte da venerdì 12 febbraio   Prenderanno il via dal 15 febbraio in Umbria e anche Umbertide le vaccinazioni per preservare gli ultraottantenni dall’infezione da Covid-19. Per quanto riguarda le prenotazioni sarà possibile effettuarle a partire da venerdì 12 febbraio.   Due sono le modalità per prenotarsi: attraverso il portale web dedicato (al link https://vaccinocovid.regione.umbria.it), oppure nelle farmacie. È disponibile anche un numero verde dedicato 800.192.835, attivo dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7, per fornire assistenza ai cittadini proprio per supportarli in caso di difficoltà nella fase di prenotazione e per garantire, se dovesse essere necessario, anche lo spostamento e la cancellazione della prenotazione effettuata.   Per prenotare dal portale web sarà sufficiente disporre del codice fiscale e del numero di cellulare. Una volta effettuata la prenotazione il cittadino riceverà un sms con l’indicazione del luogo e dell’ora in cui dovrà presentarsi, sia per la prima dose, che per la seconda.   Come rende noto la Regione Umbria, dal 12 febbraio potranno prenotarsi esclusivamente i cittadini nati nel 1940 e nel mese di gennaio 1941. Successivamente verrà data comunicazione ai nati nel 1939 e negli anni precedenti, sul giorno a partire dal quale potranno effettuare la prenotazione.   La prenotazione, con il portale e in farmacia, è riservata alle classi d’età individuate di volta in volta, non potranno prenotarsi i cittadini non rientranti in tali classi.   Le prenotazioni restano aperte e quindi non si chiuderanno il 12 febbraio, per cui ci si potrà segnare anche nei giorni successivi senza perdere posto o priorità, visto che il numero di vaccinazioni programmate è pari al numero di cittadini nati nel 1940 e gennaio 1941.   I cittadini umbertidesi potranno recarsi presso il Centro di Salute e l'adiacente sportello dell'Agenzia delle Entrate a partire da lunedì 15 febbraio dalle ore 14.00 alle ore 18.00. “E' una notizia importante per Umbertide e per tutto il suo territorio – afferma il sindaco Luca Carzia – Eravamo fiduciosi che le nostre richieste sarebbero state esaudite e ringraziamo la Regione Umbria per averci ascoltato. Solitamente in momenti come questi abbiamo scelto di non fare polemica, ma di lavorare alacremente nelle giuste sedi per il bene della nostra comunità. Siamo difronte ad un momento storico dove ci sarebbe bisogno della massima collaborazione, del massimo supporto e della massima serietà”.            

10/02/2021 16:46:51 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Prosperius, scatta la cassa integrazione. Vicinanza e preoccupazione espressi dalla Fp Cgil

La Fp Cgil dell'Umbria esprime "la propria vicinanza ai pazienti e agli operatori dell'Istituto Prosperius colpiti, sia in maniera diretta che indiretta".  "L'istituto Prosperius Tiberino sta vivendo un momento particolarmente difficile, a causa della presenza di un importante focolaio di infezione da Covid-19. Al 29 gennaio, secondo comunicazioni ufficiali della dirigenza dell'istituto, erano 33 i pazienti e 23 gli operatori positivi":   "Nel corso dei confronti tra le RSU e i vertici aziendali - scrive il sindacato in una nota - abbiamo dovuto prendere atto della decisione dell'istituto di ricorrere allo strumento della cassa integrazione, quale soluzione temporanea per gestire il personale attualmente non impiegabile". La Fp Cgil esprime inoltre "preoccupazione" per le ripercussioni economiche che subiranno i lavoratori posti in cassa integrazione e "per i tempi incerti di ripresa delle attività, unica condizione per riportare i lavoratori al più presto in Istituto". "Per ripristinare un servizio di riconosciuta eccellenza riabilitativa agli utenti - spiega il sindacato - abbiamo formulato e formalizzato, in sede di confronto le nostre proposte in termini di mitigazione degli effetti economici della cassa integrazione e di disponibilità a creare percorsi condivisi per riprendere rapidamente e in sicurezza tutte le attività. Auspichiamo pertanto una rapida ed efficace risoluzione delle criticità, attraverso un percorso che coinvolga attivamente l'Istituto Prosperius Tiberino, nelle componenti private e istituzionali presenti nel Cda, definendo percorsi condivisi di protezione di una struttura che è e rimane, una eccellenza in campo riabilitativo, attraverso una interlocuzione costruttiva con i rappresentanti dei lavoratori, a partire dalle proposte già formalizzate".    

08/02/2021 17:21:04 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Servizio Civile Universale: le domande sono aperte fino al 15 febbraio. Ad Umbertide 8 posti

 Il Comune di Umbertide ricorda che c'è tempo fino a lunedì 15 febbraio alle ore 14.00 per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione degli operatori volontari del Servizio Civile Universale. In particolare presso il Comune di Umbertide si svolgerà il progetto di Arci Servizio Civile denominato "Me ne importa", che mira a sostenere l'inclusione e la partecipazione alla vita scolastica, sociale e relazionale degli studenti con disabilità. Gli operatori volontari saranno preziosi collaboratori per aumentare le attività di assistenza scolastica, migliorare il trasporto scolastico e potenziare le occasioni di aggregazione extrascolastiche. I posti a disposizione sono otto. La durata del servizio è di dodici mesi. Agli operatori volontari in servizio civile universale spetta un assegno mensile di 439,50 euro. Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Condizione necessaria per accedere alla piattaforma è essere in possesso dello SPID (livello 2), sistema di autenticazione che permette l’accesso a vari servizi identificando l’utente con una identità digitale. Si può utilizzare esclusivamente le credenziali (nome utente e password) intestate al candidato che intende presentare la domanda. Lo SPID viene fornito da provider abilitati: l’elenco aggiornato dei provider è disponibile all’indirizzo: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid. Da considerare la tempistica per l'ottenimento dello SPID stesso: da alcune ore a qualche giorno. Possono presentare domanda i giovani che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso della cittadinanza italiana o di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia. Tutti i requisiti sono riportati nel bando disponibile all'indirizzo www.serviziocivile.gov.it. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Per informazioni sui progetti in dettaglio può essere visitato il sito https://scn.arciserviziocivile.it (percorso da fare: pagina progetti, cliccare Progetti Italia, cliccare Mappa in Umbria, aprire Progetto “Me ne importa"). Può essere contattata anche Arci Servizio Civile Perugia all'indirizzo perugia@ascmail.it o al numero 0755725016. Si ricorda che l'Ufficio Informagiovani del Comune di Umbertide riceve solo su appuntamento, telefonando ai numeri: 3409040212 oppure 3666613539.          

03/02/2021 13:03:21 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Marsilio Pauselli, ad un anno dalla scomparsa Umbertide ricorda con affetto l'imprenditore

E’ passato un anno dalla scomparsa di Marsilio Pauselli, stimato imprenditore che ha legato indelebilmente il suo nome a quello di SEAS l’azienda di costruzioni che ha fondato negli ormai lontani anni ’60, ma il suo ricordo resta vivo in tutti quelli che lo hanno conosciuto e la sua assenza particolarmente sentita. Insieme ai suoi soci storici Aldo, Palmiro e Fausto, Marsilio ha saputo trasformare la SEAS da piccola azienda familiare e locale nella più importante azienda Umbra nel settore delle costruzioni ed un nome prestigioso nel panorama nazionale ed internazionale, sinonimo di organizzazione, competenza ed affidabilità nella realizzazione anche di grandi opere infrastrutturali. Tra le più importanti opere a cui ha legato il suo nome e quello della sua azienda: i lavori di costruzione della terza corsia sul GRA di Roma; i lavori di adduzione idrica dalla diga di Montedoglio alla Val di Chiana; i lavori di costruzione della condotta di acqua ad uso irriguo dalla diga di Valfabbrica; i lavori di costruzione del raccordo autostradale Palermo – Punta Raisi. Ma quelle di cui Marsilio Pauselli andava più orgoglioso erano le opere realizzate nella sua città,  Umbertide, quelle opere a servizio della comunità di cui faceva orgogliosamente parte e che identificano la città: la costruzione del complesso scolastico “Di Vittorio”, del complesso parrocchiale “Cristo Risorto”, del Palasport, dello Stadio Morandi, del centro commerciale Fratta. Ed ancora, la ristrutturazione della Rocca, delle scuole elementari Garibaldi, del locale ospedale, insieme alle tantissime realizzazioni stradali e sistemazioni viarie. L’azienda e la famiglia erano la sua vita, i dipendenti come parte della famiglia. Per tutti aveva una parola e per tutti era disponibile all’ascolto ed alla soluzione dei problemi anche personali. Un grande imprenditore talvolta è una figura solitaria. Lui no, non ha mai perso  la dimensione umana che nasce dalle amicizie di lunga data, dal contatto con la gente nella sua Umbertide, da una presenza sempre discreta ma sostanziale nella vita pubblica. Una propensione al lavoro quasi maniacale che riusciva a trasmettere a tutti i suoi collaboratori. Ferrea determinazione unita ad una continua analisi oggettiva e realistica delle situazioni. Rivolgeva la stessa attenzione e rispetto tanto alle persone più umili che alle alte personalità con le quali aveva frequenti rapporti. Fin qui l’imprenditore, ma quello che fa ricordare con estremo affetto Marsilio Pauselli a chi ha avuto l’onore ed il privilegio di conoscerlo è stata l’infinita umanità, correttezza, onestà e dignità. E con quella dignità ha affrontato i lunghi anni di malattia senza mai cedere né al dolore né allo sconforto.  Circondato dall’affetto della sua famiglia, fino all’ultimo istante ha voluto informarsi sull’azienda e rimanere collegato alla sua “creatura”.  

02/02/2021 13:02:02 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy