Notizie » Altotevere Riapertura della Pinacoteca a Città di Castello: collocata la grata delle monache grazie al Rotary Club e all'artista Lucio Dichi

Fase due anche per la Cultura: oggi a Città di Castello ha riaperto i battenti la Pinacoteca comunale a Palazzo Vitelli alla Cannoniera e per l’occasione è stata collocata la grata delle monache risalente al 1500, dopo il restauro finanziato dal Rotary Club. “Oggi riaprono i nostri musei, Pinacoteca e Malakos” ha commentato l’assessore tifernate alla Cultura Vincenzo Tofanelli “Abbiamo dato tutte le disposizioni per aprire in sicurezza con il distanziamento per i turisti. Proprio oggi in videoconferenza con l’assessore regionale Agabiti, abbiamo discusso l’idea di una card per tutti i musei dell’Umbria nello spirito di allungare i tempi di permanenza dei visitatori. Ringrazio il presidente del Rotary perche è stata ripristinata dentro la Pinacoteca e sarà un valore aggiunto. Stiamo lavorando anche alla riapertura della Biblioteca in forme alternative ma per la presenza dobbiamo attendere. Ma anche la Biblioteca ripartirà sperando che possa tornare ad essere quella di prima”. Silvia Consigli, operatrice del Poliedro, la cooperativa che gestisce il museo tifernate, ha aggiunto: “Siamo molto felici di riaprire dopo questo lungo periodo di stop. E’ un invito soprattutto ai tifernati. Non andate in giro, venite a trovarci, perché il percorso è stato riarticolato in sicurezza, in modo da separare l’entrata e l’uscito. Gli orari sono dalle 9.00 alle 14.30 e dalle 18.30 alle. Riapriamo con una bella sorpresa la grata delle monache che fu commissionata da Beatrice Vitelli, figlia di Alessandro Vitelli e Angela Paola di San Secondo Rosso Parmense. La troveranno all’ingresso”. Giorgio Ceccarelli, residente del Rotary Club di Città di Castello si è detto “molto orgoglioso per aver contribuito al recupero di questa importante opera, che risale al 1500 e probabilmente su commissionata da Beatrice Vitelli quando nel 1536 entrò nel monastero. Abbiamo pensato che in questo momento di ripartenza, oltre alle attività economiche, anche il ritorno al bello, alla cultura e al valore aggiunto che conferisce al territorio potesse essere di stimolo per tutti oltre che ciò che distingue l’Italia nel mondo. Ringrazio il sindaco Luciano Bacchetta, la Soprintendenza che ha autorizzato il trasferimento, il maestro d’arte Lucio Duchi che ha eseguito il restauro e tutti coloro che hanno contribuito. La grata proviene dal monastero di Ognissanti delle Terziarie agostiniane di Città di Castello e risale al. Serviva alle suore per seguire i riti non viste e arrivò in Pinacoteca nel 1927. Sembra che insieme ad altri arredi sacri fosse stata commissionata da Beatrice Vitelli per la stessa chiesa. La Grata, un metro e 65 per oltre 5 metri, è formata da una serie di intagli a traforo disposti entro pannelature rettangolari che si ripetono. Ha un’iscrizione neoquattrocentesca, Probatio. Dilectionis . Exibitio  . Est.  Operis, ed è molto simile a quella esistente nel coro delle Clarisse Urbane di Città di Castello.

29/05/2020 17:10:04 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Città di Castello, nessun positivo e nessun nuovo guarito. Domani torna il mercato in centro

“I dati forniti dalla ASL sono di nessun nuovo positivo e nessun guarito, una costanza dunque abbastanza incoraggiante". Inizia così la dichiarazione del vicesindaco di Città di Castello Luca Secondi che aggiorna sulle novità nel comune tifernate.    "Cogliamo l’occasione per dire che domani, sabato 30 maggio, torna il tradizionale mercato cittadino nelle piazze. C’è un importantissimo invito alla prudenza e al senso di responsabilità, Tutto è stato organizzato in modo da garantire al meglio il distanziamento fisico ma le misure valgono se poi c’è la disciplina. Il mercato riapre con tutte le categorie merceologiche, sono certo che il senso di responsabilità dei cittadini prevalga e tutto scorra al meglio. Ringrazio volontari e Polizia Municipale che vigileranno per il buon andamento. Nella giornata di ieri in Commissione Assetto del Territorio si è parlato del progetto delle mura urbica che andrà a gara nel mese di giugno per cominciare i lavori nella parte finale dell’anni. Ringrazio il presidente Tavernelle e i commissari che hanno dato suggerimenti dimostrando che c’è una trasversalità ampia e il contributo di tutte le forze in consiglio. Concludo informando che la Pinacoteca comunale ha riaperto nel migliore dei modi perché è stata collocata la grata monacale grazie all’artista Lucio Duchi e allo spirito di solidarietà che ha dimostrato il Rotary Club di Città di Castello con il presidente Giorgio Ceccarelli”.

29/05/2020 16:27:24 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Pietralunga da scoprire. “Il miracolo della mannaja” protagonista del secondo tour virtuale promosso dal Comune

 Prosegue tra storia, tradizioni e natura il viaggio virtuale alla scoperta di Pietralunga. Il secondo video del tour virtuale è dedicato ad un fatto miracoloso risalente al 1334: “Il miracolo della mannaja” che vede protagonista un pellegrino, un certo Giovanni di Lorenzo. Tale Giovanni per recarsi in pellegrinaggio a Lucca passò per Pietralunga e sulle sponde del fiume scorse il cadavere di un uomo. Fu accusato subito di omicidio dai paesani che lo trovarono lì e venne condannato a morte. La notte antecedente la sua esecuzione, che sarebbe avvenuta per decapitazione tramite mannaja, chiese grazia al Volto Santo di Lucca del quale era molto devoto. Le sue preghiere furono ascoltate perché la mannaja nel momento in cui toccò il collo del povero condannato si riversò, come se avesse colpito un corpo durissimo. Fu subito gridato al miracolo e numerosi scritti dell’epoca e studi successivi ricordano il fatto. Ad oggi è uno dei tre miracoli più importanti attribuiti al Volto Santo di Lucca e la MANNAJA, simbolo di tale avvenimento, è ancora custodita nel Duomo di San Martino a Lucca. La storia venne riportata in auge dallo storico del Paese Antonio Alpini che riprese i documenti e istituì la sua celebrazione con il nome di “Palio della Mannaja”. Questa festa, organizzata dalla Pro loco con il patrocinio del Comune, negli anni è sempre più cresciuta e migliorata fino ad essere ad oggi una delle manifestazioni più importanti di Pietralunga. “La seconda settimana di agosto – commenta l’assessore al turismo Federica Radicchi - infatti il Paese si veste a festa: vicoli e piazza tornano a vivere il 1334, tra spettacoli medievali, fuoco e taverne. La settimana si conclude con la ‘corsa del biroccio’, una avvincente sfida a tempo per la via principale del paese che vede sfidarsi cinque Borghi e Quartieri: Borgo de Sopra, Borgo de Sotto, Quartiere del Piscinale, Quartiere del Monte e Quartiere delle Valcelle. Il tutto termina con lo spettacolo di fuochi d’artificio a tempo di musica chiamato “incendio della Rocca”, un momento atteso e sicuramente da vedere!”. I tour virtuali, realizzati dalla concittadina Elena Cantarini, con la collaborazione di tante persone e realtà del posto, sono promossi dall’Amministrazione comunale con l’intento di rilanciare il turismo, messo duramente alla prova dal coronavirus. In questa nuova modalità di promozione del territorio il visitatore, anche da casa, può conoscere le tradizioni, le bellezze naturali e i tanti prodotti tipici che caratterizzano da sempre Pietralunga

29/05/2020 15:56:52 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Città di Castello: 3 nuovi guariti, 10 positivi totali, 3 ricoverati e 7 a casa

 “L’aggiornamento di oggi è molto positivo con tre guariti e nessun caso di nuovi positivi." Inizia così la nuova dichiarazione del SIndaco di Città di Castello Bacchetta. "I dati confermano che la curva discendente è costante a parte qualche piccolissima eccezione dei giorni scorsi. I positivi residui sono 10, 3 sono ricoverati in ospedale e 7 sono in isolamento domiciliare che implica condizioni di salute non preoccupanti. A loro gli auguri di pronta guarigione. Questo quadro non deve farci abbassare la guardia perché deriva dai corretti comportamenti dei cittadini che devono continuare nell’osservazione delle misure di distanziamento sociale. La lunga battaglia che abbiamo sostenuto ognuno nel proprio campo è stata molto difficile. Un nuovo propagarsi dell’epidemia non è uno scenario escluso dagli esperti quindi dobbiamo stare molto all’erta perché tale evenienza prevede che siano mantenute o ripristinate a seconda dell’aggressività le misure più restrittive dell’Emergenza. E’ bene non rischiare. Attualmente andiamo verso la normalità in modo molto graduale. Domani, sabato 23 maggio 2020, alle ore 18.00 il vescovo mons. Cancian officierà nella Chiesa della Madonna delle Grazie una messa per tutti i defunti con o per il Covid 19 durante l’Emergenza che non sono stati onorati con i dovuti crismi. Mi sembra una cosa molto bella, spero che domani ci sia partecipazione”.  

22/05/2020 15:27:53 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Pietralunga: il Comune lancia il progetto 'Ripuliamo il paese'

 E’ ufficialmente iniziato a Pietralunga il progetto “Ripuliamo il paese”. L'amministrazione comunale ha scelto di scendere in campo in prima persona per riqualificare il proprio territorio. Sono infatti già due i week-end che hanno visto impegnati i consiglieri del gruppo di maggioranza, Alessandro Fabbri, David Fiorucci e Luca Perli, insieme al vice sindaco Francesco Rizzuti, in una vera e propria operazione di ripulitura, sfalcio e raccolta di rifiuti. L’iniziativa, mirata a sensibilizzare la comunità sulle tematiche ambientali e sul corretto conferimento della spazzatura, ha coinvolto anche alcuni cittadini che, spontaneamente, hanno sposato la causa con entusiasmo e disponibilità.  "L'idea è anche quella di sensibilizzare sempre più la cittadinanza alla cura e alla salvaguardia del proprio ambiente – spiega il vice sindaco Rizzuti -. Per fare questo era necessario scendere in campo in prima persona, magari incentivando sempre più persone ad unirsi a noi nel ripulire il nostro splendido paese. In questo momento in cui sembra esplodere la passione per le corse, le passeggiate e lo sport all’aria aperta in generale, mi sento di fare un appello a tutti per cercare di essere rispettosi della natura. Evitiamo di gettare cartacce, sigarette e bottiglie, ma anzi muniamoci di uno zainetto e dei guanti e raccogliamo i rifiuti che incontriamo al nostro passaggio. Il gesto di una persona è un atto per tutti e se ognuno di noi desse il proprio contributo sarebbe sicuramente un mondo più pulito”. La campagna green proseguirà lungo i sentieri e le zone di Candeleto, cercando di coinvolgere quante più persone possibili per convergere anche le professionalità e le competenze dei concittadini al servizio del proprio paese. Non a caso, per avere un Paese curato è indispensabile l'aiuto e il sostegno di tutti.  

19/05/2020 15:22:06 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Citerna: alla scoperta (virtuale) del Piccolo Museo di Fighille

E’ dedicato al Piccolo Museo di Fighille il primo tour virtuale promosso dal Comune di Citerna. L’Amministrazione comunale per promuovere il proprio territorio e rilanciare il turismo, in questa difficile fase legata al coronavirus, ha pensato di presentare le bellezze artistiche e paesaggistiche del Borgo attraverso delle visite virtuali, in grado di traportare i visitatori all’interno dei propri gioielli culturali e non solo. Il primo tour ci propone il Piccolo Museo di Fighille, uno spazio espositivo che accoglie oltre 200 opere di pittura e scultura contemporanea, realizzate da artisti provenienti da tutto il territorio nazionale. Si tratta in gran parte di capolavori riconosciuti durante il Premio di pittura ‘FighilleArte’, uno dei più importanti eventi del settore, che si svolge ogni anno la prima settimana di ottobre, dove vengono presentate sia opere da studio che dipinti realizzati in loco in ex tempore. “Il Premio di Pittura è un’importante testimonianza della suggestione suscitata dal nostro territorio nella creatività di centinaia di artisti provenienti da tutta Italia – commenta l’assessore alla cultura Anna Conti -. Questa iniziativa culturale e il Piccolo Museo di Fighille rappresentano una valida finestra per proiettare il Comune in tutto il suolo nazionale, oltre a dimostrare come l’arte sia in grado di travalicare i confini. Le visite virtuali racchiudono un messaggio di speranza per superare il periodo di emergenza sanitaria, una nuova proposta in attesa di poter riaprire, in tutta sicurezza, i nostri splendidi luoghi. Buona visione e arrivederci al Piccolo Museo di Fighille!”.    

11/05/2020 14:59:43 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy