Categorie

Attualità » Primo piano “Le Pietre Parlanti”: presentazione del nuovo libro di Pietro Vispi

Ancora una volta Pietro Vispi, regala a Umbertide e tutti gli umbertidesi un prezioso contributo letterario, per la valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. Il suo nuovo libro "Le Pietre Parlanti" sarà presentato sabato 9 ottobre al Centro San Francesco di Umbertide alle ore 15.30, in collaborazione con UNITRE di Umbertide che nella stessa giornata inaugurerà il nuovo anno accademico.   In "Le Pietre Parlanti", edito da Gruppo Editoriale Locale di Umbertide, Vispi indaga quelle pietre, decori e a volte vere e proprie sculture, presenti negli edifici del centro storico, in particolare su facciate e portali. A partire da pietre notevoli che si incontrano passeggiando per il paese e comunque accessibili facilmente propone in modo originale la storia di Umbertide e nello stesso tempo denuncia gli episodi di trascuratezza che hanno portato testimonianze importanti della storia di Umbertide al degrado o alla scomparsa. Il libro è quindi nella sua originalità e nella qualità delle fotografie, realizzate da Paolo Ippoliti, in esso contenute anche una fonte di documentazione importante non deteriorabile nel tempo a memoria futura.   Saranno presenti alla iniziativa il prof. Gustavo Cuccini presidente nazionale emerito dell’associazione e il Vicesindaco Annalisa Mierla in rappresentanza dell’amministrazione comunale.   Il volume diventa non solo una testimonianza storica, ma una guida e anche un invito a conservare la nostra memoria, ad avere cognizione di chi siamo. Forse, può diventare l'occasione per dare vita ad una "caccia al tesoro" alla scoperta di pietre che giacciono in scantinati, cortili, soffitte o fondi in attesa di essere "ascoltate". Perchè come ci dimostra Vispi in questo libro le pietre parlano, basta solo raccogliere la loro voce e ascoltare le storie che esse raccontano.    

07/10/2021 18:41:21 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Riparte l'attività dell'UNITRE ad Umbertide: sabato la presentazione del nuovo anno accademico

Riprendono a pieno ritmo le attività dell'Universita della Terza Età di Umbertide, sabato 9 ottobre la presentazione dell'anno accademico 2020/2021 a San Francesco preceduta dalla  presentazione del libro di Monsignor Pietro Vispi “Le pietre parlanti” L’Università della terza Età UniTre di Umbertide dopo due anni di attività ridottissima dovuta alla pandemia presenterà agli iscritti e alla cittadinanza per l’anno accademico 2021/2022 il suo piano formativo. Questo piano formativo si muove in continuità, con quanto UniTre aveva avviato alla sua apertura e quindi si muove nell’ottica di integrare diverse culture e diverse generazioni oltre che promuovere Umbertide e le attività culturali e sociali che animano la città. UniTre si augura di ritrovare l’ interesse e l’entusiasmo che aveva animato la nascita di UniTre ad Umbertide e si propone di potenziare le attività sia per gli argomenti che per la loro affinità con le aspettative degli associati. In primo luogo, si riprendono le attività interrotte a marzo 2020 con il primo lockdown e riprese solo alcune in modalità on line che hanno interessato pochi associati per la difficoltà di utilizzare uno strumento nuovo per riprendere con continuità con quanto già fatto e in secondo luogo apertura a nuovi argomenti e nuove docenze. I settori di interesse saranno ancora : settore linguistico con attività riguardanti la lingua italiana e le lingue straniere (corsi di lingua italiana, francese ed inglese) Il settore storico e letterario con interesse locale e nazionale ( storia dell’800, storia sociopolitica di Umbertide dal dopoguerra ad oggi, storia di realtà produttive della nostra città, importante sarà il lavoro presentato dalla professoressa Edvige Pucci sulle Ceramiche Pucci) Settore scientifico che coinvolgerà varie discipline( continuerà la serie pillole di scienza e sarà arricchito con inserimento di argomenti anche apparentemente ostici da trattare come la teoria dellaRelatività) Il settore tecnologico (trattato attraverso i personaggi le innovazioni e le trasformazioni sociale indotte) Il settore artistico iconico con lo sviluppo di ideazione e manualità Il settore musicale con l’intento di approfondire la conoscenza della musica a partire da quella, tipicamente italiana, del melodramma. Il settore teatralee cinematografico Settore Natura ecologia e salute o aspetti di approfondimento legati anche alla salute e alle malattie. Presentazione di libri e incontri con gli autori Seminari e Dibattiti Sarà presente in rappresentanza dell’amministrazione Comunale il vicesindaco Dott.ssa Annalisa Mierla L’apertura con la presentazione delle prime attività del programma che sarà ampliato in seguito anche basandolo sull’andamento delle riaperture legate alla pandemia sarà fatta il giorno sabato 9 ottobre 2021 presso il Salone Conferenze del Centro Culturale San Francesco di Umbertide a partire dalle ore 16,30 L’apertura dell’anno accademico sarà preceduta dalla presentazione del libro di Monsignor Pietro Vispi “LE PIETRE PARLANTI” a partire dalle ore 15.30 da parte dell’autore. In questo libro Monsignor Vispi, a partire da pietre notevoli che si incontrano passeggiando per il paese e comunque accessibili facilmente propone in modo originale la storia di Umbertide e nello stesso tempo denuncia gli episodi di trascuratezza che hanno portato testimonianze importanti della storia di Umbertide al degrado o alla scomparsa. Il libro è quindi nella sua originalità e nella qualità delle fotografie in esso contenute anche una fonte di documentazione importante non deteriorabile nel tempo a memoria futura. Saranno presenti alla iniziativa il prof. Gustavo Cuccini presidente nazionale emerito dell’associazione e il Vicesindaco Annalisa Mierla in rappresentanza dell’amministrazione comunale. Si invitano associati e cittadini a partecipare all’evento a partire dalle ore 15.30.        

07/10/2021 12:58:24 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Ristrutturazione Piattaforma: 195mila euro dalla Regione Umbria

Per la ristrutturazione della Piattaforma il Comune di Umbertide ha ricevuto un finanziamento pari a 195mila euro. Le risorse sono state erogate grazie al progetto presentato dal Comune nel febbraio di quest'anno che è rientrato tra quelli finanziati con fondi europei dall'apposito bando regionale. Il progetto beneficiario del finanziamento regionale si chiama “PI.ATT.A.FO.R.M.A - Pianificare attività di animazione, formative, ricreative, musicali e artistiche (Cultura e Turismo a Umbertide)” concernente la realizzazione di uno spazio multifunzionale presso uno dei luoghi più amati dagli umbertidesi ed il parco che lo circonda. Il progetto ha visto la creazione di una Associazione temporanea di scopo (Ats) che vede unite il capofila rappresentato dal Comune di Umbertide e quindici soggetti tra aziende, istituzioni scolastiche e associazioni del territorio. Si è venuto così a instaurare un prezioso rapporto di parternariato tra pubblico e privato, tra Comune e varie realtà territoriali, il tutto a dimostrazione di come questo percorso sia molto sentito dalla cittadinanza per il rilancio di uno dei posti più sentiti dalla comunità umbertidese. Soddisfazione viene espressa dal sindaco, dall'assessore alla Cultura e dall'assessore ai Lavori pubblici. L'ammissione del Comune di Umbertide al finanziamento per la ristrutturazione della Piattaforma rappresenta un momento importante per tutta la comunità cittadina, che potrà vedere uno dei posti maggiormente attrattivi della città interessato da interventi profondi di riqualificazione per tornare alla sua piena fruibilità da parte degli umbertidesi. Fondamentale in questo percorso è stata e sarà la sinergia tra l'Amministrazione Comunale e numerosi soggetti associativi, culturali e formativi della città per riportare al suo splendore uno degli spazi simbolo di Umbertide. Da parte dell'Amministrazione arriva un sentito ringraziamento a tutti i soggetti che hanno scelto di intraprendere questo percorso con l'obiettivo di far rivere uno dei luoghi simbolo della città.        

05/10/2021 18:31:29 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Iniziati gli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione della Pineta Ranieri e del Bosco del Macchione

Sono entrati nel vivo i lavori di messa in sicurezza e riqualificazione che stanno interessando la Pineta Ranieri e il Bosco del Macchione. I primi interventi sono realizzati dall'Agenzia Forestale Regionale (Afor) per un importo complessivo di 105mila euro. Sono in corso un accurato taglio selettivo delle piante pericolose apposita perizia agronomica e da una profonda pulizia del sottobosco. Fatto ciò saranno piantati nuovi alberi. Di conseguenza i lavori entreranno di risistemazione e messa a nuovo della Pineta e del Bosco del Macchione entreranno nel vivo. Per gli interventi sono stati stanziati 181mila euro dalla Regione Umbria che serviranno anche per la sistemazione del Parco Ranieri. In occasione dei lavori la Pineta resterà chiusa come previsto da apposita ordinanza della Polizia Locale. L'atto prevede che sino al termine degli interventi, all'interno del parco pubblico Pineta Ranieri e del percorso vita all'interno del bosco del Macchione è fatto divieto di transito pedonale e veicolare e di accedere e di utilizzare le strutture ludico-ricreative, compreso il campo da bocce. Sono posizionate delle transenne e sono affissi degli avvisi informativi a tutti gli ingressi. Come previsto dal progetto i lavori avranno una durata di 120 giorni. In relazione al cronoprogramma dei lavori ed al loro andamento sarà valutato di restringere il perimetro delle aree chiuse.                    

02/10/2021 14:17:15 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Al via anche ad Umbertide il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

Ha preso il via dal 1° ottobre anche nel Comune di Umbertide la nuova edizione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, che dal 2018 è diventato annuale e non più decennale, e che coinvolge ogni anno solo un campione rappresentativo di famiglie. Nel Comune di Umbertide saranno coinvolte, secondo le stime dell’ISTAT, circa 1.400 famiglie. Nel 2021 le famiglie che partecipano al Censimento sono 2 milioni 472.400 in 4.351 Comuni sull’intero territorio nazionale. Il Censimento permette di conoscere le principali caratteristiche strutturali e socio-economiche della popolazione che dimora abitualmente in Italia, a livello nazionale, regionale e locale; di confrontarle con quelle del passato e degli altri Paesi. Grazie all’integrazione dei dati raccolti dal Censimento – attraverso due diverse rilevazioni campionarie denominate “Areale” e “da Lista” – con quelli provenienti dalle fonti amministrative, l’Istat è in grado restituire informazioni continue e tempestive, rappresentative dell’intera popolazione, ma anche di garantire un forte contenimento dei costi e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie. La prima  rilevazione “AREALE” inizia il 1 ottobre e termina il 18 novembre 2021. Il questionario verrà compilato on line tramite un Rilevatore incaricato dal Comune. Le famiglie da intervistare che risiedono nei “territori campione” saranno avvisate tramite locandine affisse dai rilevatori negli androni dei palazzi o in altri spazi interni degli edifici e tramite lettera informativa non nominativa del Censimento lasciata nelle cassette postali.   La seconda rilevazione denominata da “LISTA” inizia il 4 ottobre e termina il 23 dicembre 2021. Vi partecipano solo le “famiglie campione” che ricevono una lettera nominativa con le informazioni sul Censimento e con le proprie credenziali di accesso.  Per questa rilevazione è prevista la compilazione autonoma del questionario on line sul sito ISTAT da casa, da altra postazione privata oppure recandosi presso l’Ufficio Comunale di Censimento. A partire dall’ 8 novembre, tuttavia, le famiglie che non avranno ancora risposto, saranno contattate dai Rilevatori incaricati dal Comune tramite i quali potrà essere compilato il questionario a domicilio o presso l’Ufficio comunale di censimento. Le famiglie non rispondenti, inoltre, potranno essere contattate dagli operatori comunali per effettuare l’intervista con altra modalità. Si ricorda che: partecipare al Censimento è un obbligo di legge e la violazione dell’obbligo di risposta prevede una sanzione. L’assistenza alla compilazione del questionario è completamente gratuita. Per informazioni, le famiglie possono: contattare Numero Verde Istat 800 188 802 (attivo dal 1° ottobre al 23 dicembre tutti i giorni, compresi sabato e domenica, dalle ore 9 alle ore 21) oppure contattare: l’ Ufficio Comunale di Censimento (UCC) istituito in Piazza Matteotti n. 24 ad Umbertide (locali ex Polizia municipale) telefonando al n. 0759419310 e l’Ufficio Anagrafe del Comune di Umbertide telefonando ai numeri 0759419212/0759419221.   Riepilogo dell'attività dei Rilevatori sul territorio   RILEVAZIONE AREALE Nel periodo che va dal 1° al 13 ottobre i rilevatori effettueranno la ricognizione preliminare dell’area da censire: in questa fase verranno affisse le locandine negli androni dei palazzi o in altri spazi interni degli edifici e verrà lasciata nelle cassette postali degli interessati la lettera informativa predisposta dall’Istat. Nel periodo che va dal 14 ottobre al 18 novembre verrà effettuata la rilevazione porta a porta: in questa fase i rilevatori incaricati dal Comune, si recheranno presso gli indirizzi estratti per intervistare le famiglie che vi vivono stabilmente.   RILEVAZIONE DA LISTA I rilevatori a partire dall'8 novembre, inizieranno a contattare le famiglie campionate che non hanno risposto nella prima fase per intervistarle a domicilio o presso l’Ufficio Comunale di Censimento. I rilevatori saranno muniti di TESSERINO DI RICONOSCIMENTO e di DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO da esibire in caso di richiesta delle famiglie.

02/10/2021 14:14:02 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy