Categorie

Attualità » Primo piano Alla scuola primaria Di Vittorio viaggi virtuali e lezioni di vita attraverso la lettura

  E’ stata una settimana dedicata alla lettura e alla scoperta quella organizzata dal II Circolo di Umbertide che, anche quest’anno, ha aderito con grande entusiasmo alle iniziative nazionali “Libriamoci” promosse dal Centro per il libro e la lettura. In particolare le classi seconde della scuola primaria “G. Di Vittorio” hanno promosso l’evento “In giro per il mondo…leggendo”, leggere infatti è un’attività simile al viaggiare e cos’è un viaggio se non una scoperta. Così attraverso le pagine del libro “In giro per il mondo” di Richard Scarry gli alunni hanno avuto modo di visitare luoghi lontani e affascinanti ma anche città vicine e tutte da scoprire, anche attraverso pensieri, riflessioni e concezioni mai considerate. L’intento è stato quello di valorizzare la lettura come strumento di conoscenza, apertura della mente e del cuore ai valori della vita. Così la scoperta dell’Africa è stato un esempio per i bambini su come affrontare e superare le paure o il viaggio in Danimarca un modo per ricordare il valore e il rispetto delle regole. Ogni itinerario è stato l’esplorazione di un luogo nuovo e al contempo una lezione di vita. Ricordiamo che Libriamoci nasce con l’intento di diffondere l’importanza e il valore della lettura non solo come momento ricreativo ma anche come fondamentale strumento culturale e formativo, un obiettivo questo che si sposa perfettamente con quello perseguito da tempo dal II Circolo Di Vittorio e in sintonia con il progetto contenuto nel PTOF dal titolo “Casa Editrice 2° Circolo”, in cui sono pensati proprio percorsi di lettura (di racconti o di giornali) e di scrittura (di storie inventate o di articoli) finalizzati al potenziamento delle competenze linguistiche, conoscitive, comunicative ed espressive.        

03/12/2020 16:54:29 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Borse di studio, pubblicato il bando: a disposizione 10mila euro per gli studenti meritevoli

Sono stati pubblicati il bando e i relativi schemi di domanda per l’assegnazione delle borse di studio per gli studenti meritevoli residenti nel Comune di Umbertide per l'Anno Scolastico/Accademico 2019/2020. Le borse di studio, che ammontano a 10mila euro, sono così ripartite: sei borse di studio dal valore di 600 euro ciascuna agli studenti della scuola secondaria di secondo grado corrispondenti a un importo massimo di premi pari a 3600 euro; otto le borse di studio del valore di 800 euro ciascuna, riservate agli studenti universitari, corrispondenti a un importo massimo di premi pari a 6400 euro. Possono presentare domanda per l’assegnazione della borsa di studio gli studenti residenti nel Comune di Umbertide da almeno tre anni alla data di pubblicazione dell’avviso.   Sono ammessi alla borsa di studio per la scuola secondaria di secondo grado gli studenti: che abbiano un ISEE uguale o inferiore a 40mila euro; che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2019/2020 la classe 5° della scuola secondaria di secondo grado; che abbiano conseguito nel diploma finale di Stato una votazione non inferiore a 95/100 e acquisito nel triennio precedente crediti formativi compresi tra 57 e 60 come da tabelle di conversione ministeriali; che abbiano effettuato la domanda di iscrizione universitaria nello stesso anno in cui presentano la domanda; che presentino la documentazione richiesta dal regolamento. Saranno ammessi, invece, alla borsa di studio universitaria gli studenti: che abbiano un ISEE uguale o inferiore a 40mila euro; iscritti a università statali o autorizzate a rilasciare diplomi di laurea riconosciuti dallo Stato; che abbiano superato tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi per gli anni accademici precedenti a quello corrente; che abbiano superato, nell’anno accademico 2018/2019, esami per un ammontare pari ad almeno il 50% dei crediti previsti dal proprio piano di studi per il medesimo anno accademico; che presentino la documentazione richiesta dal regolamento.   Le domande per la richiesta della borsa di studio, prodotta in carta semplice, debitamente compilata e sottoscritta, dovranno essere presentate previo appuntamento presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Umbertide entro e non oltre giovedì 31 dicembre 2020, o inviata per PEC all'indirizzo comune.umbertide@postacert.umbria.it in formato Pdf entro e non oltre le ore 23.59 della medesima data, compilando il modulo di richiesta e allegando copia del pagamento di iscrizione universitaria, al primo anno accademico o agli anni accademici successivi. Si ricorda che la modulistica è scaricabile dal sito istituzionale dell’Ente: www.comune.umbertide.pg.it e all'Albo pretorio online nella sezione “Bandi e concorsi”. “Con questo bando – dicono il sindaco Luca Carizia e l'assessore all'Istruzione, Alessandro Villarini - vogliamo premiare gli studenti che si sono distinti  impegnandosi con profitto nei rispettivi corsi di studio, conseguendo degli ottimi risultati. Quest'anno poi, l'impegno e i risultati raggiunti assumono una valenza del tutto particolare, se si considerano le difficoltà causate dal Covid-19 che hanno interessato il mondo della scuola e dell'università, obbligando tutti alla didattica a distanza per una parte consistente dell'anno. Ecco perchè ci preme ancora di più stare vicino ai nostri studenti e alle loro famiglie”.            

03/12/2020 14:57:01 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La luce al centro del Natale in piena sicurezza di Umbertide

Luminarie nel capoluogo e nelle frazioni, il grande albero di Natale di piazza Matteotti e di piazza Michelangelo, spettacoli di luci sulla Rocca, installazioni di arti presepiali lungo una delle vie principali della città. Continua a brillare il Natale di Umbertide, una scelta fortemente voluta dal l'Amministrazione Comunale in stretta collaborazione con associazioni del territorio, commercianti e aziende per non far mancare nemmeno in questo anno difficile, contraddistinto dall'emergenza Covid-19, il calore delle festività natalizie, uno dei momenti più intensi e pieni di emozioni. La serie di momenti che caratterizzeranno il Natale 2020 di Umbertide è stata presentata dal sindaco Luca Carizia, dalla vicesindaco Annalisa Mierla, dagli assessori Sara Pierucci e Francesco Cenciarini, dal comandante della Polizia Locale, Gabriele Tacchia e dal presidente di Confcommercio Umbertide, Amedeo Fiorucci.   “Era doveroso dare ai nostri concittadini un momento di serenità e di pace sotto le feste natalizie – afferma il sindaco Luca Carizia - Quello di quest'anno è un diverso da quelli passati per tanti motivi ma abbiamo voluto condividere questi momenti con tutti gli umbertidesi per farli sentire meno soli e per dare loro un messaggio di speranza. Cerchiamo di stare vicini al nostro tessuto economico. Si tratta di piccoli gesti che hanno una grande valenza, soprattutto in un periodo come questo. Il più grande ringraziamento va agli assessorati competenti, a tutte le forze del Comune di Umbertide per l'impegno messo in campo. A tutti gli umbertidesi va il più sentito augurio di buon Natale”. Una delle principali novità è data dalla presenza di luminarie natalizie in numerose vie del capoluogo e nelle frazioni. Grazie alla collaborazione con Confcommercio Umbertide è stato possibile installare luminarie in via Roma, via Garibaldi, via Martiri della Libertà, viale Unità d'Italia, piazza Michelangelo e a Montecastelli.   Per quanto riguarda l'illuminazione natalizia del centro storico l'Amministrazione ha accolto la proposta dell'Associazione commercianti Don Chischiotte, mentre a Fontanelle, dando seguito alle richieste del Circolo “G. Billi” sono state realizzate luminarie e addobbi. In accordo con le locali Pro Loco di Pierantonio, Preggio, Calzolaro e Spedalicchio il Natale sarà illuminato anche in queste località. Non mancherà neanche quest'anno l'appuntamento con uno dei simboli natalizi per eccellenza, il grande Albero di Natale di piazza Matteotti che sarà acceso senza la consueta cerimonia (in ottemperanza delle normative anti-Covid) nel pomeriggio di sabato 5 dicembre. Per il secondo anno consecutivo torna anche l'Albero di piazza Michelangelo. Entrambi gli abeti sono stati donati al Comune di Umbertide dalle Tenute del Cerro di Montecorona senza incidere sull'equilibrio naturalistico della zona. E' confermato anche per queste festività natalizie il meraviglioso spettacolo di proiezioni luminose sulla Rocca e nel centro storico, patrocinato dal Comune e reso possibile grazie al grande impegno di Fiammetta Boutique e TiRilego e al contributo di altre aziende locali quali Ottica 2M, Digital Editor, Mc System, Fratta Ufficio, Eurospurghi, Lighting sound, Banca Mediolanu-Ivano Alunni top global family banker, Vittoria Assicurazioni, GD Rappresentanze. Lo spettacolo si accenderà nel pomeriggio del 5 dicembre alle ore 18.00 per incantare grandi e piccini con la sua bellezza. “In questo Natale abbiamo puntato tutto sulla luce, in quanto segno di vita e di speranza sia dal punto di vista spirituale che da quello laico – dice la vicesindaco Annalisa Mierla – L'organizzazione è partita molti mesi fa, in un momento di grande incertezza, ma non potevamo restare fermi e per questo abbiamo impostato il lavoro e dato l'assoluta priorità all'illuminazione e non agli eventi come accadeva negli altri anni. Abbiamo per questo fatto una scelta fondamentale, erogando degli importanti contributi economici, volti alla copertura parziale delle spese sostenute, dando così un supporto ad associazioni e commercianti, oltre a coordinare tutte le iniziative da loro messe in campo”. Debutto assoluto quest'anno per l'iniziativa “Presepe d'autore”, che si svolgerà in via Garibaldi dall'8 dicembre al 7 gennaio. Si tratta di una realtà nuova per la città, promossa dall'Assessorato Comunale alla Cultura e dai commercianti di via Garibaldi e realizzata con il contributo di Confcommercio Umbertide e di Alunni Impianti, che ha lo scopo di far portare in città un Natale d’autore. I presepi che saranno presenti si annunciano come vere e proprie opere d'arte, espressione del gusto, della sensibilità, delle modalità espressive e del sentimento religioso dei singoli artisti, locali e non, che hanno accettato con entusiasmo di partecipare all'iniziativa. Questi i nomi dei 21 artisti che esporranno: Francesca Agnesi, Valeria Andreani, Peter Bartlett, Natasha Carcano, Jil Cuthberg, Sandro Epi, Jessica Franchi, Mirco Guardabassi, Sergio Iacopelli Emilio Leonardi, Anna Masciarelli, Martina Monini, Paola Musio, Paola Panzarola, Vittorio Picchio, Antonio Renzini, Valeria Rosini, Giada Sonaglia, Roberto Sportellini, Vera Tamburini, Andreina Vannuzzi. “In questo modo – ha detto l'assessore alla Cultura, Sara Pierucci, presentando l'iniziativa – vogliamo rimarcare l'origine religiosa e tradizionale di questa festa cristiana, senza nulla togliere alla sua dimensione commerciale pur necessaria ed importante, viste le tante attività ed imprese coinvolte. Un pensiero alla festività, quindi, ed uno agli umbertidesi che lavorano, nella speranza che la bellezza di una città illuminata ed addobbata inviti la gente a vivere un Natale pieno e, per quanto possibile, visto il periodo non facile, sereno. La sensibilità e la bravura degli artisti che realizzeranno i presepi ci potrà aiutare in questo”.   Per quanto riguarda i Presepi sarà possibile ammirare quello di Palmiro Fondacci a Migianella, quello allestito da Monsignor Pietro Vispi in piazza Mazzini e l'altro posizionato presso il quartiere di Fontanelle a opera del Circolo “G. Billi”. Il presidente di Confcommercio Umbertide, Amedeo Fiorucci, ha sottolineato la collaborazione con l'Amministrazione Comunale che ha dato anche in questa occasione i suoi frutti e ha esortato i cittadini umbertidesi a comprare in città per dare un contributo fattivo agli esercenti locali. Infine, il comandante della Polizia Locale, Gabriele Tacchia ha sottolineato il lavoro svolto dagli uffici del Comune e come tutta la predisposizione agli eventi natalizi sia stata improntata sulla piena sicurezza. Il comandante Tacchia ha ricordato che nel corso delle festività continueranno i controlli da parte della Polizia Locale per garantire il rispetto delle regole in base alle direttive governative e regionali.

02/12/2020 10:30:12 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano a Umbertide l'unico centro nazionale per il trattamento delle patologie derivanti da effetti collaterali delle cure in malati di Aids

Da 5 anni è attivo presso l'ospedale di Umbertide l’unico centro nazionale per il trattamento delle patologie derivanti da effetti collaterali delle cure in malati di Aids, diretto dal dottor Marino Cordellini. I pazienti che vi afferiscono sono sottoposti a specifici trattamenti a secondo della complicanza che li colpisce. IL QUADRO GENERALE L’Aids, secondo gli ultimi dati aggiornati al 2018 continua ad avere una incidenza del 4,7% di nuovi casi per 100.000 abitanti. Nella nostra regione vengono segnalati circa 50 nuovi casi l’anno, dato questo in corrispondenza con quelli nazionali, con l’85,6 % di maschi rispetto al 14,5% di femmine. La fascia di età più colpita è stata quella tra 25 e 29 anni (11,8 nuovi casi ogni 100.000 abitanti), segue poi la fascia 30-39 anni. La causa di contagio è attribuibile per il 80,2 % di tutte le segnalazioni a rapporti sessuali non protetti, in particolare nel 41,2 si tratta di rapporti eterosessuali. In oltre il 57,1% dei casi la malattia è stata diagnosticata in fase avanzata. Pur essendo l’incidenza della infezione da Aids in lieve costante diminuzione, i decessi nel mondo per questa patologia nel 2018 sono stati 770.000 (Global Aids Update 2019). Il tasso di riduzione della mortalità a livello mondiale è stagnante. I farmaci che contribuiscono a ridurre l’incidenza della mortalità presentano degli effetti collaterali sulle strutture muscolari e sui tessuti molli in generale, che rendono i pazienti facilmente riconoscibili e discriminabile sul lavoro e nei vari aspetti della vita di relazione. Questi effetti collaterali si manifestano in modo diverso: si può verificare ad esempio accumulo di importanti quantità di tessuto fibro-adiposo nei più disparati distretti corporei, con la sede più frequente che è a livello della parete posteriore del collo (Buffalo Hump). Al contrario si può manifestare una atrofia spiccatissima dei muscoli e dei tessuti molli sottocutanei con ad esempio il volto di questi giovani pazienti che diviene profondamente scavato assumendo la maschera del grande attore Eduardo de Filippo. Queste alterazioni corporee modificano profondamente l’aspetto di questi pazienti che divengono facilmente identificabili come malati di Aids. IL SERVIZIO EROGATO A UMBERTIDE Presso l'ospedale di Umbertide i grandi accumuli di tenacissimo tessuto fibro adiposo sono sottoposti ad asportazione miniinvasiva con combinazione di tecnologie ultrasoniche e pressioni negative. La rimozione, spesso di diversi litri di questo materiale, permette ai soggetti di riacquisire non solo una morfologia ma anche una funzionalità dei distretti interessati. Spesso i pazienti affetti da gibbo di bufalo non riescono ad eseguire i movimenti di rotazione e di flesso estensione del collo. Al contrario le atrofie dei tessuti molli e di tutta la muscolatura, anche di quella mimica del volto, vengono operate mediante il trapianto di cellule adipocitarie autologhe, prelevate non senza grandi difficoltà da altri distretti corporei. Questo al fine di ripristinare una normale morfologia dell’estremo cefalico che soprattutto eviti ai pazienti di essere individuati come malati di Aids. Questa attività di chirurgia ricostruttiva, non certo meramente estetica, è condotta in maniera multidisciplinare in collegamento con i reparti di malattie infettive della nostra regione e di tutto il territorio nazionale. La percentuale di pazienti che arriva nel centro di Umbertide da altre regioni è di circa il 97%. I casi trattati negli ultimi cinque anni sono quantizzabili in circa 750. Da segnalare è il grandissimo encomio che merita il personale medico e paramedico che gestisce questo percorso con enorme altruismo; infatti in caso di ferita accidentale con materiale infetto, gli operatori si devono sottoporre a terapie profilattiche pesantissime come quelle attuate in caso di malattia conclamata. Nonostante questo nessuno si è mai tirato indietro.        

01/12/2020 18:00:03 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello: ubriaco sul monopattino si schianta contro un'auto

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Città di Castello hanno deferito in stato di libertà un 29enne del posto, resosi responsabile di guida in stato di ebbrezza alcolica. Il giovane, nella serata di ieri, mentre percorreva via Togliatti alla guida di un monopattino elettrico, all’altezza della rotatoria di via Alcide de Gasperi, collideva violentemente con una Ford Fusion che sopraggiungeva. Rotolato in terra veniva immediatamente soccorso da personale del 118 e della locale Stazione Carabinieri, venendo medicato presso il locale ospedale ove gli venivano fortunatamente  riscontrate contusioni superficiali, giudicate guaribili in  pochi giorni.  Sottoposto però agli esami ematici di rito, sempre obbligatori in caso di sinistri stradali con feriti, è emersa una elevatissima presenza di alcol nel sangue pari a 3,5 g/l, quindi ben 7 volte il limite massimo consentito. Per lui è pertanto scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Perugia per essersi posto alla guida in stato di ebbrezza alcolica. Difatti, pur non essendo previsto il possesso di alcuna patente per la guida di un monopattino elettrico, essendo lo stesso assimilabile a qualunque altro veicolo, ricorre l’obbligo di rispettare le norme previste dal Codice della Strada.  Oltre al deferimento, i Carabinieri hanno proceduto anche al sequestro del monopattino ai fini della confisca, anch’essa obbligatoria quando il tasso alcolemico supera 1,5 g/l.   

27/11/2020 15:51:33 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy