Categorie

Attualità » Primo piano Coronavirus: nuova ordinanza regionale. Le regole per scuole, sport e negozi

Anche le classi seconde e terze della scuola Media (Secondaria di Primo grado) torneranno da lunedì 12 aprile a svolgere lezioni in presenza, mentre le Superiori (Secondarie di Secondo grado) torneranno in classe al 50% a partire da mercoledì. E’ una delle decisioni contenute nella nuova ordinanza regionale firmata quest’oggi dalla presidente della Regione Umbria Donatella Tesei. (7cd28d41-d9f7-44d1-bd3b-a072d2a2bf28 (regione.umbria.it) ) Nella seduta di Giunta odierna è stata anche approvata la delibera che prevede la possibilità per gli studenti e per il personale docente e non docente delle scuole di effettuare gratuitamente, con cadenza settimanale e non più mensile, i test diagnostici presso le farmacie per l’identificazione di eventuali casi di positività al contagio da SARS-CoV-2.    Da lunedì, e sino al 24 aprile, sono consentite alcune attività sportive e motorie. Tra queste quelle individuali svolte all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici (nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività); attività sportiva di base e motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, purchè individuali (interdetto l'uso di spogliatoi interni a detti circoli). Rimangono inoltre permessi eventi e competizioni - di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale dal CONI e dal CIP - riguardanti gli sport individuali e di squadra all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse o all'aperto senza la presenza di pubblico, e sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle suddette competizioni, muniti di tessera agonistica, esclusivamente a porte chiuse.    Quanto al commercio, i negozi di vicinato e le medie e grandi strutture rimarranno chiusi solo la domenica. Le attività nei centri commerciali rimarranno invece chiusi in tutto il week end. Le chiusure di cui sopra non si applicano alle seguenti attività: farmacie, para farmacie, presidi sanitari, ottici, generi alimentari, commercio di autoveicoli e moto cicli, prodotti agricoli e florovivaistici, edicole, librerie, tabacchi. 93731ed8-bd57-40cc-9eeb-f3ba76d9781a (regione.umbria.it)

09/04/2021 18:48:37 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Lavori alla rete idrica ad Umbertide, cambia la viabilità in alcune zone

Sostituzione condotta idrica in via Colombo, piazza Marx, via Roma e Rotonda Italia: modifiche alla viabilità a partire dal 12 aprile   Dalle ore 7.00 di lunedì 12 aprile sino alle ore 18.00 del 16 aprile saranno effettuati da una ditta incaricata da Umbra Acque Spa dei lavori di manutenzione straordinaria riguardanti la sostituzione della condotta idrica in via Cristoforo Colombo, piazza Carlo Marx, via Roma e Rotonda Italia. Nel corso delle operazioni saranno adottati i seguenti provvedimenti alla viabilità: - in Via Cristoforo Colombo (corsia di destra direzione San Benedetto) divieto di transito veicolare; - in Via Roma per chi proviene dalla S.P. 201 di Coltronara con direzione Via Unità d’Italia obbligo di svolta a sinistra in Via Tusicum con conseguente divieto di transito veicolare nel tratto compreso tra Via Roma civ. 119 fino all’intersezione con Via Montessori; - Soltanto ai residenti di Via Lombardo Radice, Via Montessori e ai residenti di Via Roma dal civ. 119 al civ. 137a nonché ai conducenti dello scuolabus provenienti da Via Palmiro Togliatti sarà consentito transitare fino all’intersezione con Via Montessori per poter portare gli studenti fino all’ingresso delle scuola media Mavarelli-Pascoli. - In piazza Marx per chi proviene da Via Rodolfo Morandi obbligo di svolta a sinistra all’altezza della rotonda e conseguente divieto di transito veicolare nel tratto compreso tra la rotonda di piazza Marx e la Rotonda Italia; - per chi proviene da via Unità d’Italia all’intersezione con la Rotonda Italia obbligo di svolta a destra verso piazza Carlo Marx; - divieto di sosta nel parcheggio di Piazza Carlo Marx lato destro a ridosso della scuola Mavarelli- Pascoli. Nel corso delle ore serali, salvo imprevisti, sarà ripristinata la normale viabilità.                

09/04/2021 15:56:26 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano “Pietralunga Riparte”: il Comune lancia un nuovo progetto per la ripresa del territorio

Si comincia dalle proposte e dall’ascolto della comunità. Fino al 15 aprile chi vuole può presentare la propria idea  E’ iniziata la fase uno del progetto per la ripartenza di Pietralunga, delle sue foreste e del territorio dell’Alto Tevere. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con Anci Umbria e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, ha avviato un percorso di ascolto e partecipazione per definire, insieme a tutta la comunità, valide proposte per la ripresa economica e sociale della zona.  Tutti i cittadini, enti, associazioni, gruppi informali e politici possono presentare progetti per migliorare il proprio Paese. Chi ha un’idea e una proposta per la ripartenza di Pietralunga può inviarla fino al 15 aprile al Comune, tramite un documento scritto, un video, un audiovideo, un’immagine, compilando il form sull’apposito sito internet oppure con messenger nella pagina social dell’Amministrazione.  A spiegare nei dettagli la scelta di attivare un Recovery plan per il territorio è il vicesindaco Federica Radicchi: “L’emergenza sanitaria a causa del Covid-19 ha avuto e continuerà ad avere un profondo impatto anche nel nostro Comune. Una crisi profonda che rischia di compromettere il tessuto economico e sociale della nostra comunità. Per questo è necessario cominciare a ragionare insieme su come ricostruire una nuova ‘normalità’, con il contributo di tutti”. L’obiettivo del Comune è quello di sviluppare una serie di progetti da finanziare con i fondi del Recovey Fund e altre linee di finanziamento europeo che favoriscano la crescita economica, il miglioramento della qualità della vita e i servizi di digitalizzazione.  “Il nostro territorio riparte – continua Radicchi - puntando sulla Democrazia Partecipativa per costruire il futuro insieme. ‘Pietralunga Riparte’ è ovviamente un primo passo, l’inizio di un percorso, non il suo compimento. L’intento è quello di dare alla cittadinanza strumenti immediati che gli permettano di collaborare con le istituzioni cittadine, di fare proposte, di discuterle, di mostrare criticità, quindi di interagire e partecipare al complesso percorso decisionale. Come giunta ci stiamo impegnando al massimo per cercare di consolidare questa filosofia gestionale e concretizzarla in strumenti semplici, alla portata di tutti”.  Per sviluppare al meglio il nuovo progetto è stato creato anche il sito internet www.pietralungariparte.it. “Tramite questo portale chi vorrà potrà inviarci, da subito, le proposte, che siano piccole idee o grandi progetti. Attraverso una trasparente valutazione, quanto pervenuto sarà poi discusso, coinvolgendo i soggetti interessati, le associazioni, le istituzioni competenti e i privati cittadini portatori di interessi nel progetto. Le proposte – conclude il vicesindaco - devono riguardare realtà e attività legate al nostro territorio, oltre a costituire una possibilità di miglioramento per l’intera Comunità. Tutte le proposte saranno inserite nel sito nella sezione ‘Bacheca delle Idee’ e costituiranno la base per l’avvio di una progettazione condivisa”.    

09/04/2021 12:24:51 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Punto Vaccinale all'Ex Tabacchi: l'Amministrazione Comunale fa il punto sullo stato dell'arte

Dall'Amministrazione comunale di Umbertide arriva un chiarimento sulla situazione del punto vaccinale. "Per chiarezza e trasparenza corre l'obbligo di informare i cittadini sullo stato dell'arte del punto per la vaccinazione di massa presso il Magazzino Ex-Tabacchi di via Battisti. Facendo seguito a proposte formulate dal Comune per le vie brevi e con una mail inviata dal sindaco il 12 febbraio sulla possibilità di spostare il punto vaccinale dal Centro salute al Puc 2 in vista della vaccinazione di massa, il 16 marzo è avvenuto un sopralluogo per verificare se la struttura potesse ospitare la nuova sede vaccinale della città. All’incontro, voluto dal sindaco di Umbertide Luca Carizia, erano presenti, oltre a funzionari del Comune, il Commissario straordinario dell'emergenza Covid-19 in Umbria, Massimo D’Angelo e il responsabile del distretto sanitario Daniela Felicioni. L’edificio, dopo una attenta valutazione, è stato ritenuto idoneo. Ci è stata richiesta una documentazione tecnica che abbiamo provveduto a inviare il giorno stesso. Il 29 marzo è seguito un sopralluogo da parte dell'ufficio addetto alla sicurezza aziendale della Usl, che ci ha rimesso una valutazione protocollata in data 1 aprile. Abbiamo chiesto un nuovo incontro al commissario straordinario Covid e all'ufficio addetto alla sicurezza aziendale, avvenuto lo scorso 7 aprile, nel corso del quale ci siamo confrontati e nello stesso giorno i nostri uffici hanno inviato una nuova proposta tecnica sulla base di criteri condivisi. In data 8 aprile abbiamo inviato una nota per chiedere un parere definitivo. Stamani dalla Usl Umbria 1 abbiamo ricevuto il via libera secondo quanto descritto e quindi seguiranno tutti gli atti necessari per far partire il nuovo punto vaccinale. Ringraziamo le autorità sanitarie per aver accolto le nostre istanze".        

09/04/2021 11:56:50 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Maltempo: Coldiretti “primavera sottozero danni a frutta, viti e ortaggi”

Dopo una nottata che ha visto scendere in diverse zone dell’Umbria le temperature per più ore sotto lo zero, anche a -7° e con punte pure maggiori, è allarme nelle campagne! È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti Umbria sugli effetti del maltempo sulle coltivazioni agricole, in particolare su frutta, viti e ortaggi.   Nonostante gli impianti antibrina - spiega Luca Fauri dell’azienda ortofrutticola Grazia di Città di Castello - si registrano seri danni ai nostri frutteti; se gli albicocchi erano già stati colpiti nelle scorse settimane, ora è toccato alle susine e alla fioritura delle pere e delle mele. Sulla stessa lunghezza d’onda Assunta Zandonai dell’azienda ortofrutticola Sett’Olmi di Ponte Pattoli. Il freddo di stanotte - sottolinea - ha danneggiato peschi e ciliegi, ma pure le pere e in parte anche le mele, con i danni su quest’ultime, su cui incide anche la varietà, che saranno più chiari nei prossimi giorni. Dal monitoraggio di Coldiretti risultano già forti ripercussioni, in certi territori come Montefalco, anche per le viti, in particolare per le varietà di uve precoci, con possibili cali di produzione importanti, così come nel perugino per gli ortaggi fuori serra, come fave, carciofi, asparagi e piselli ma anche per le fragole.   Gli effetti di questo freddo fuori stagione, che segue tra l’altro un periodo di piogge insufficienti - precisa Coldiretti - saranno comunque più visibili col passare dei giorni, quando continuerà il monitoraggio di una situazione che può nuocere anche alle api, così come alle piante ornamentali nei vivai e in generale alla produzione made in Umbria. Il crollo delle temperature sottozero in primavera - afferma Coldiretti - mette a rischio i raccolti dopo un periodo di alte temperature che hanno favorito il risveglio della vegetazione che è ora più sensibile al grande freddo. Le piante durante il riposo invernale - aggiunge Coldiretti - sono in grado di sopportare temperature inferiori allo zero, anche di decine di gradi, ma diventano particolarmente sensibili, una volta risvegliate, in fase di fioritura o dopo aver emesso le nuove foglioline. L’abbassamento della colonnina di mercurio per lungo tempo sotto lo zero - ribadisce Coldiretti - provoca danni gravissimi ma lo sbalzo termico ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni in serra di ortaggi e di fiori, soprattutto se si considera che i prezzi del gasolio sono in continua crescita da novembre. Siamo di fronte in Italia alle conseguenze dei cambiamenti climatici con una tendenza alla tropicalizzazione e il moltiplicarsi di eventi estremi con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo che ha fatto perdere - conclude Coldiretti - oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti.    

08/04/2021 15:50:51 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Controlli di Pasqua: le denunce e le sanzioni in Altotevere

Week end di Pasqua impegnativo per i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, attivi su più fronti nella prevenzione e repressione dei reati in genere, oltreché nei controlli in materia di rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus.   Continua senza sosta la lotta al consumo e allo spaccio di droga che ha visto l’identificazione di due insospettabili, presunti spacciatori che rifornivano di ogni tipo di sostanza stupefacente il grosso centro Alto Tiberino.  Infatti, in due distinte operazioni, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia hanno denunciato per l’ipotesi del reato di spaccio un 36enne del posto trovato in possesso di svariati grammi di hashish, marijuana e cocaina e sorpreso nell’atto della cessione ad un 33enne che, anch’egli fermato ed identificato, è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti.  I Carabinieri della Stazione di Città di Castello, invece, dopo una perquisizione personale e domiciliare, hanno invece denunciato un 28enne della provincia di Bari, da tempo residente in questo centro poiché trovato in possesso di oltre 10 grammi di cocaina, circa 5 grammi di marijuana, alcuni “spinelli” già confezionati, oltre ad un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento e taglio di sostanze stupefacenti. I due soggetti erano da qualche tempo sottoposti ad osservazione da parte dei Carabinieri di Città di Castello, dopo aver notato uno strano via vai intorno a loro e intorno alle rispettive abitazioni da parte di alcuni giovani.   Sempre i Carabinieri della Stazione di Città di Castello, dopo un’attenta e scrupolosa attività di indagine, hanno denunciato per furto e indebito utilizzo di carte di pagamento, un 35enne del luogo che, dopo aver ritrovato un portafoglio smarrito, oltre ad impossessarsi del denaro ivi contenuto, si è recato ad uno sportello bancomat effettuando dei prelievi con le carte di credito presenti al suo interno. Dopo che la proprietaria del portafogli si è recata in caserma per denunciarne lo smarrimento, i Carabinieri sono risaliti in breve tempo, grazie alla tracciabilità delle carte di credito, allo sportello bancomat dove erano stati effettuati i prelievi e anche grazie alle immagini di videosorveglianza sono riusciti ad identificare e denunciare il presunto autore dei fatti.   I Carabinieri della Stazione di Umbertide, infine, sono intervenuti in quel centro dove alcune autovetture erano state oggetto di atti vandalici da parte di uno sconosciuto. La pattuglia, subito intervenuta, è riuscita in breve tempo a rintracciare e fermare il responsabile che è stato identificato in un 18enne del posto. Questi, all’atto del controllo, si è rivolto nei confronti dei militari con parole offensive e minacciose e quindi oltre ad essere stato denunciato per l’ipotesi di reato di  danneggiamento delle autovetture è stato anche deferito per le ipotesi di reato di oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale.    Non sono tuttavia mancati i controlli anche in materia di rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus, ed a fronte di oltre 250 persone controllate e di 200 mezzi, sono state elevate una dozzina di sanzioni, prevalentemente a carico di persone spostatesi senza giustificazione dai rispettivi comuni di residenza, ma non sono mancate nemmeno quelle relative alla violazione dei divieti di assembramento e uso delle mascherine.    

06/04/2021 12:48:09 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy