Categorie

Sport Volley: altra vittoria per la Sir Perugia, Trento ko 3-0

di Raffaello Agea  PERUGIA – Un noto scioglilingua recita di trentatré trentini che entrarono trotterellando in una città. Stasera a Perugia c’erano dei trentini, quelli della Diatec, che forse avrebbero voluto trotterellare, ma che di sicuro avrebbero voluto vincere una partita di pallavolo. Ma dall’altra parte hanno trovato dei perugini, quelli della Sir, che in sella ad una cavalleria travolgente non li hanno fatti entrare, anzi li hanno respinti senza appello sul campo di battaglia-taraflex di un gremito Palaevangelisti. Eppure di cavalli di razza, nonostante l’assenza dello schiacciatore Kovacevic (tre nazionali azzurri quanto meno) quei trentini li avevano e li hanno, ma nulla hanno potuto contro la testa, il cuore e la voglia di vincere di un’indomita Sir, anche nelle situazioni di punteggio meno favorevoli. Già dalle prime battute gli uomini di Bernardi mettono le cose in chiaro, allungando subito sul 4 a 0. I trentini però non ci stanno e si riportano in parità a metà parziale, rimanendo attaccati al punteggio senza subire break decisivi. Ed è a questo punto che alla testa ed al cuore, proprio sul finale della frazione, si aggiungono la tecnica individuale e la tattica frutto delle scelte del tecnico della Sir, con il doppio cambio di Shaw per De Cecco (per avere qualcosa in più a muro)  e di Della Lunga per Anzani (alla ricerca di incisività al servizio). Ed è proprio Della Lunga a mettere a segno un servizio rimandato dall’altra parte, che consente un tapin di Zaytsev e subito dopo un ace, che danno a Perugia quattro set point e che consentono ai padroni di casa di sfruttare subito l’occasione, portandosi in vantaggio per 1 a 0. L’andamento del secondo set è molto simile al primo ed anzi, proprio quando il punteggio si avvicina alla sua eventuale conquista, Trento mette il muso avanti, sfruttando bene servizio ed attacco. Si arriva sul 24 pari: un attacco devastante di Zaytsev e la ripetizione del cambio di Anzani che esce per Della Lunga, consente a quest’ultimo di mettere a segno un altro ace e di mandare i suoi sul 2 a 0. Partita finita? Macché! Trento non è squadra che molla, tanto meno con un tecnico come Lorenzetti. Nonostante Perugia vada oltre il break a metà frazione, si arriva ai vantaggi e sono gli ospiti a collezionare 3 set point. E qui arriva un capolavoro di tecnica con un gesto atletico che non sta scritto nei libri di fisica: Colaci salva ad una mano un attacco destinato a cadere sull’angolo di posto  1 mettendola sopra la testa di De Cecco, che non si fa certo pregare a servire Russell ed a metterlo in condizione di attaccare in modo vincente. Set point annullato, attacco out della Diatec, monster block di Anzani che dà ai suoi il punto della vittoria. Le chiavi del match: sicuramente la tecnica e le tattiche dei momenti decisivi, come negli episodi che hanno deciso nel finale di ogni set; ma  soprattutto il fatto di crederci e di gettare il cuore oltre l’ostacolo, che poi sono i migliori alleati del bagaglio tecnico. Ma anche il lavoro “dietro le quinte”, dal momento che, senza nulla togliere a chi la palla la mette giù (il 71% in attacco di Russell è percentuale da capogiro), c’è anche chi, come ad esempio Zaytsev, si scarifica in ricezione con percentuali ben sopra la media. Ultima nota: forse in situazioni come questa, in un passato non lontanissimo, la Sir avrebbe lasciato per strada qualche set, o peggio avrebbe rischiato di perdere. Non in questo scorcio di stagione, cioè da quando la squadra ha dimostrato convinzione nei propri mezzi, determinazione, freddezza a volte ai limiti del cinismo e cuore, tanto cuore; quel cuore che tanto piace al pubblico che, Sirmaniaci in testa, De Cecco e compagni deliziano con giocate di altissima scuola. Ci sarà un ritorno, cioè quando i perugini entreranno a Trento; e vedremo se, trotterellando o meno, si porteranno a casa qualcosa in più di una trasferta … Per il momento, però, i loro cavalli scalpitano ancora lungo la prateria solitaria del primato in classifica.        La partita Trento scende in campo con l’assenza di Kovacevic, mentre la Sir si presenta con la formazione titolare. Al servizio Trento con Hoag, primo punto per la Sir con Podrascanin. Muro di Anzani: 2 a 0 Perugia. Ace del Potke: 3 a 0 Sir. Muro di Atanasijevic: 4 a 0 per i padroni di casa. Lorenzetti chiede time out. Lanza porta Trento sul 4 a 2 per la Sir. Russell da posto 4: 6 a 3 per i Block Devils. Atanasijevic potentissimo in parallela: 7 a 4 per Perugia. Servizio potente di Vettori non controllato: 8 a 7 per la Sir. Errore di Podrascanin al servizio: 10 a 9 per i padroni di casa. Sbaglia anche Giannelli al servizio: 12 a 10 per la Sir. Pipe di Lanza che porta in parità il punteggio: 13 – 13. Zaytsev morbido dietro il muro: 14 – 13 Perugia. Break di Perugia con Podrascanin: 15 – 13. Muro di Atanasijevic: 17 – 14 Sir. Trento recupera 2 punti e si riporta sotto, ma Atanasijevic riporta Perugia a + 2: 18 – 16. 18 pari dopo un buon servizio jump flot di Kozamernik. Ace di Russell: 21 a 19 per la Sir. Trento recupera un punto e Bernardi chiama time out. Out il servizio di Lanza: 22 a 20 per la Sir. Doppio cambio per la Sir: Della Lunga per Anzani e Shaw per De cecco. Tapin di Zaytsev dopo servizio potente di Della Lunga: 23 a 20. Della Lunga: ace e 24 a 20. Poi Della Lunga sbaglia al servizio, ma ci sono ancora 3 set point per Perugia. Chiude lo Zar: 25 a 21. Secondo set Si apre con due ace dello Zar: 2 a 0 Perugia. Attacco out di Lanza confermato dal videocheck: 6 a 3 Sir. Muro out di Atanasijevic: 7 – 5 Sir. Ace di De Cecco: 9 – 5 Perugia. Ace di Vettori che riporta i suoi sotto di un punto: 9 – 8 Perugia. Pipe di Russell che riporta Perugia 10 a 9. Pipe violebtissima dello Zar: 11 – 10 per la Sir. Muro di Anzani: 12 – 10 Perugia. Russell chiude sui due metri: 13 – 11 Sir. De Cecco prova di seconda, ma la palla non passa: 14 – 13 per Trento. Poi De Cecco di ripete con lo stesso colpo: 14 pari. Anzani tenta una difesa impossibile: 16 a 15 per Trento. Zar potentissimo dopo una sua difesa: 17 a 16 per Perugia. Muro di Zaytsev e due punti di vantaggio per la Sir: 18 a 16. Errore al servizio di Trento: 19 a 17 pr la Sir. De Cecco tenta ancora di seconda ma sbaglia: 20 a 19 per la Sir. Servizio vincente di Carbonero: Trento si porta in vantaggio 21 a 20 e Bernardi chiede time out. Vettori porta i suoi sul 22 a 20. Trento va 23 a 21 con un attacco da seconda linea. Russell: 23 a 22 per Trento. Shaw per De Cecco, che serve Atanasijevic implacabile da posto 2: 23 pari. Invasione di Trento: 24 a 23 Perugia. Russell sbaglia al servizio: 24 pari. Zaytesv potentissimo: 25 a 24 Perugia. Ace di Della Lunga entrato per Anzani: 26 a 24 per Perugia. Terzo set Anzani porta Perugia sul 2 a 1. Un’azione lunghissima con salvataggi da ambo le parti porta Trento in parità: 2 a 2. Muro di Russell e poi di De Cecco: Perugia va sul 4 a 2 in suo favore. Salvataggio di Colaci e carezza di Zaytsev: 5 a 2 per Perugia. Lanza incide al servizio, ma poi sbaglia dai 9 metri: 6 – 4 Perugia. Zaytsev murato: parità 6 a 6. Pipe di Russell: 7 a 6 Perugia. Buon servizio di Vettori che porta i suoi in vantaggio 8 a 7. Ancora pipe di Russell: 8 pari. Alzata in bagher di De Cecco e chiusura di Atanasijevic: 9 pari. Russell altissimo da posto 4: 11 a 9 per Perugia. Muro di Atanssijevic: 12 a 9 Sir. + 4 per Perugia (13 – 9) su chiusura di Podrascanin. Trento recupera dopo 2 attacchi sbagliati di Perugia e si riporta in parità (13 – 13) con un ace di Hoag. Anzani primo tempo in diagonale su posto 5: 15 a 14 per Perugia. Errore di Lanza al servizio: 16 pari. Primo tempo velocissimo di Podrascanin: 17 pari. Time out chiesto da Perugia sul 18 a 17 per Trento. Muro out di Perugia: Trento a + 2 sul 19 a 17. Ancora + 2 (20 – 18) per Trento su errore al servizio dello Zar. Russell: 21 a 20 Trento. Ancora Russell in cielo: 22 a 21 per gli ospiti. Shaw entra per De Cecco. Muro vincente di Perugia: 22 pari. Errore di Russell al servizio: 23 a 22 per Trento. 23 pari su errore al servizio di Trento. Della Lunga entrato per Anzani sbaglia al servizio: 24 a 23 per Trento. Teppan appena entrato per Trento sbaglia al servizio: 24 pari. Servizio out di Vettori: 25 pari. Muro vincente di Perugia: 26 pari. Set point Trento dopo attacco vincente dal centro (27 – 26). Ancora Trento ad un punto dal set su muro out: 28 a 27. Slavataggio di Colaci al limite della fisica e chiusura di Russell: 28 pari. Attacco out di Trent: 29 a 28 Perugia e set point. Muro vincente di Perugia e match conquistato. SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO 3-0 (25-21, 26-24, 30-28) SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 12, Podrascanin 7, Anzani 7, Zaytsev 11, Russell 15, Colaci (libero), Della Lunga 2, Shaw, Berger. N.e.: Ricci, Siirila, Andric, Cesarini (libero). All. Bernardi, vice all Fontana. DIATEC TRENTINO: Giannelli 1, Vettori 16, Zingel 4, Kozamernik 1, Lanza 9, Hoag 13, De Pandis (libero), Teppan, Eder Carbonera 5. N.e.: Cavuto, Chiappa, Partenio. All. Lorenzetti, vice all. Petrella. Arbitri: Stefano Cesare – Andrea Puecher

16/11/2017 19:18:52 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Nella seconda giornata del campionato di II divisione, arriva la prima vittoria per il Volley Umbertide: 3 a 0 contro la Nuova Pallavolo Gualdo

Nella seconda giornata del campionato di II divisione, arriva la prima vittoria per il Volley Umbertide: 3 a 0 contro la Nuova Pallavolo Gualdo Davanti al pubblico amico, con una prestazione di tutto rispetto, la giovanissima squadra umbertidese si aggiudica la sfida con Gualdo e “scrive” un bel tre nella classifica di Raffaello Agea Umbertide - Il fine settimana sorride ai colori del Volley Umbertide: la squadra di coach Althea Giulietti, che forse vanta l’età media più bassa della competizione, vince e convince nella sfida contro la Nuova Pallavolo Gualdo, mettendo a segno un secco 3 a 0, che significa anche tre punti in classifica. All’inizio l’emozione della prima partita in casa, davanti ad un pubblico caldo (oltre che numeroso), ma ugualmente coinvolto dal punto di vista emotivo, gioca un brutto scherzo ad Umbertide. Tecnicamente e tatticamente non manca nulla a questa squadra, ben costruita e capace di giocare ottimi schemi, sia in difesa che in attacco. Ma, si sa, a volte l’emozione è il secondo avversario da battere ed è proprio nelle prime azioni che le padrone di casa stentano un po’. Poi, però, si mantengono costantemente in vantaggio, chiudendo il parziale in loro favore sul 25 a 20. La conquista della frazione iniziale è una vera e propria iniezione di fiducia, che fa volare le ragazze di Giulietti alla ripresa del gioco: le padrone di casa largheggiano anche nello score e conquistano il secondo set con il punteggio di 25 a 12. Le gualdesi non ci stanno a perdere ed il terzo set è molto combattuto. Si va avanti punto a punto con qualche break da una parte e dall’altra ed alla fine la spuntano il carattere e la voglia di fare bene delle umbertidesi, che non vengono meno nemmeno quando il punteggio si fa veramente caldo. Si finisce ai vantaggi con il punteggio di 28 a 26 in favore della squadra di casa, che giustamente festeggia una bella ed importante vittoria. Tutte le atlete del Volley Umbertide hanno dato il loro contributo, ma senza nulla togliere alle altre, non possono non essere menzionati l’attacco ed il servizio, soprattutto con Chiara Ceccagnoli (per lei a referto 26 punti) e la seconda linea, sia in ricezione che in difesa, con Agnese Girelli. Il tabellino Volley Umbertide – Nuova Pallavolo Gualdo 3 – 0 Parziali: 25 - 20, 25 - 12, 28 - 26 Volley Umbertide: Chiara Ceccagnoli 26, Bianca Rondoni 18, Emma Antonini 8, Greta Beacci 2, Caterina Moretti 8, Chiara Monacelli 8, Rita Martini 6, Sara Ercolanelli 4, Veronica Panzarola 2, Agnese Girelli (L1), Giulia Morbidoni (L2), Arianna Grassini, Matilde Chicchioni, Marta Toscano. Allenatore: Giulietti A. Nuova Pallavolo Gualdo: Astolfi B., Castagnoli V., Franceschini A., Fumanti G., Gramaccia F., Passeri A., Passeri S., Pompei F., Vecchiarelli V., Angeli C., Maurizi C., Regni A. (L). (scores individuali ed altri dati non disponibili)  Allenatore: Mancinelli F. Arbitro: Fiorucci Stefano

14/11/2017 16:56:56 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Vittoria per il Volley Umbertide contro la prima in classifica

Vittoria “di qualità” per il Volley Umbertide contro la prima in classifica: un 3 a 1 contro il Foligno Volley che vale il quarto posto in classifica Ottima prova delle padrone di casa del Volley Umbertide contro il Foligno Volley, che oltre ad essere la prima della classe, fino a sabato scorso aveva messo a segno quattro vittorie consecutive di Raffaello Agea Umbertide - La buona prova infrasettimanale della squadra di Gabriele Violini faceva ben sperare per la quinta sfida di regular season, per di più con il favore del campo amico. Tuttavia era stato proprio il recupero di mercoledì scorso ad aver messo a nudo qualche errore di troppo in seconda linea. Ma ad allarmare le padrone di casa c’era soprattutto la squadra avversaria: prima a pieno punteggio con due soli set al passivo. La tensione in campo si è avvertita fin dalle prime battute, quando le ospiti, complici molti errori delle umbertidesi, hanno allungato in modo consistente, portandosi sul punteggio di 7 a 1 in loro favore e costringendo mister Violini a chiedere time out. Nonostante l’invito del loro allenatore a mantenere la calma ed a giocare senza timori, le ragazze del Volley Umbertide sono sembrate bloccate, consentendo anzi un aumento del vantaggio delle folignati (12 – 8) ed inducendo il tecnico di casa a chiamare di nuovo time out, nel corso del quale chiedeva ancora alle sue di stare tranquille e di mettere in pratica il lavoro delle sessioni di allenamento.  Grazie (anche) alla complicità delle avversarie, che hanno collezionato molti errori dai nove metri, Umbertide recupera fino a portarsi a soli due punti di distacco (20 – 22) ed è proprio grazie al servizio, con due aces di Giada Palazzetti, che si riporta in parità (22 pari). La conquista del primo set infonde morale e convinzione alle biancorosse di casa, ma Foligno non molla. Nella seconda frazione si va avanti punto a punto fino al 23 pari e sono solo un paio di episodi a decretarne la fine: il servizio delle ospiti “cecchina” l’opposta Ottaviani, che purtroppo non riesce a ricevere; finisce 26 a 24 a favore di Foligno. Nel terzo set Umbertide non perde la concentrazione e tutto sembra andare liscio, con le padrone di casa sempre sopra il break; fino a quando, dopo 4 punti consecutivi persi, Violini chiede un time out che è ancora un toccasana, tanto che la sua squadra si aggiudica il set (25 – 22). Ormai il piglio è quello della squadra vincente ed il quarto set scorre via con altrettanta facilità a favore del Volley Umbertide, che mantiene sempre un vantaggio cospicuo, mai colmato dalle avversarie (25 – 19). Alla fine, pur essendo necessario qualche ulteriore assestamento in seconda linea, la vittoria è ampiamente meritata ed è il frutto di una partita giocata con buon piglio ed autorità, sfoderati al momento giusto e proprio quando le avversarie hanno cercato con tutte le loro forze di mantenere l’imbattibilità. Buona come al solito la prestazione della “bomber” di casa Greta Ottaviani, il cui score personale è risultato leggermente inferiore alla media stagionale solo a causa di errori millimetrici su attacchi in diagonale. Solida la prova di Martina Ubaldi al palleggio, così come quella della schiacciatrice Matilde Ercolani in attacco (11 punti per lei). Quanto al gioco va una menzione anche alla centrale (quasi esordiente) Livia Bianchini, chiamata a sostituire fin dall’inizio l’assente Francesca Tellini: 8 punti per lei, ma soprattutto convinzione e determinazione a muro, che dopo un inizio stentato, ha consentito spesso di fermare un esperto e potente lato di Foligno. Infine, restando alla cronaca, coach Violini aveva convocato per la prima volta le giovanissime e promettenti Chiara Ceccagnoli e Greta Beacci, per le quali ci sarà sicuramente spazio in futuro. Appuntamento a sabato 18 novembre per il Volley Umbertide, impegnato in trasferta contro Narni, seconda in classifica ad 11 punti. E siccome sognare non fa mai male, perché non sognare l’aggancio, o addirittura il sorpasso ... Il tabellino Volley Umbertide – Foligno Volley 3 – 1 Parziali: 25 - 23, 24 - 26, 25 - 22, 25 - 19 Volley Umbertide: Ubaldi M. 4, Ottaviani 19, Palazzetti 8, Ercolani 11, Biccheri 4, Bianchini 8, Governatori, Giulietti A. (L1). N.e.: Ceccagnoli, Pannacci, Beacci, Giulietti M. (L2). B.s. 19, 9 ace, 8 muri, 33 errori. Allenatore: Gabriele Violini. Vice allenatore: Serena Fiorucci. Foligno Volley: Pacilio, Gaudenzi, Adriani, Gaudenzi, Falcinelli, Lucidi, Trabalza (L). Allenatore: Marco Loreti. Arbitro: L. Castagna.  

14/11/2017 16:53:17 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Serie D femminile: prima vittoria in trasferta per il Volley Umbertide

Il recupero della seconda giornata del campionato umbro di serie D femminile, consegna al Volley Umbertide la prima vittoria in trasferta Al termine di un match molto combattuto e nonostante qualcosa ancora da migliorare in seconda linea, Umbertide muove la sua classifica vincendo con il punteggio di 3 a 1 contro Centova Perugia di Raffaello Agea Perugia - A distanza di soli quattro giorni dalla sconfitta subita sul campo di Rivotorto, che aveva messo a nudo qualche lacuna, non tanto tecnico-tattica, ma di concentrazione e di applicazione, la squadra di Mister Gabriele Violini si prende una una bella rivincita sul campo di Centova Perugia, portandosi a quota 6 in classifica. Anche con una panchina un po’ corta a causa di qualche lieve infortunio, le ospiti iniziano abbastanza bene e l’avversario è sicuramente alla loro portata. Nel corso del primo set tutti i fondamentali funzionano abbastanza bene, tanto che ricezione e difesa consentono attacchi e contrattacchi che portano le umbertidesi sopra il break, con un vantaggio consistente in termini di punteggio. Quando è ora di chiudere, però, calano di nuovo i fantasmi che avevano funestato la partita di qualche giorno fa ed è black out (quasi totale). I troppi errori in seconda linea consegnano il parziale alle padrone di casa, alle quali è sufficiente raccogliere i punti concessi (25 – 23).  A questo punto è fondamentale il secondo set, nel corso del quale il Volley Umbertide non sembra risentire del contraccolpo psicologico derivante dalla buona occasione sfumata. Ma ancora una volta ricezione e difesa rivedibili non consentono di attaccare e di contrattaccare con efficienza e nonostante buone percentuali dei terminali offensivi, si va avanti punto a punto e come succede in questi casi, sono gli errori ad essere determinanti. E sono proprio due errori, uno dei quali in battuta, che consentono al Volley Umbertide di riportarsi in parità, conquistando il secondo set con il punteggio di 25 a 23. Il pareggio nel conto dei parziali è un’iniezione di fiducia per le biancorosse umbertidesi, che grazie ad una prestazione complessivamente discreta, portano a casa il terzo set con lo stesso punteggio del precedente e si aggiudicano la partita vincendo il quarto set con un punteggio analogo (25 – 22). La seconda linea del Volley Umbertide ha ancora bisogno di qualche assestamento, mentre il muro ha raggiunto la sufficienza piena.  Da segnalare invece l’ottima prestazione delle attaccanti laterali, soprattutto dell’opposta Greta Ottaviani del Volley Umbertide, che ha messo a referto la bellezza di 30 punti, sfoderando attacchi molto potenti pur a fronte di qualche “murata” che avrebbe consigliato soluzioni meno complicate come pallonetti. E se l’opposta delle ospiti ha attaccato con consistenza, il merito è dovuto anche alla palleggiatrice Martina Ubaldi, che pur avendo dovuto sudare le proverbiali sette camicie, è riuscita a distribuire quasi sempre palloni che hanno consentito attacchi degni di questo nome. Degna di nota anche la prestazione della centrale del Volley Umbertide Francesca Tellini con 6 muri punto. Il tabellino Centova Perugia – Volley Umbertide 1 – 3 Parziali: 25 - 23, 23 - 25, 23 - 25, 22 - 25 Volley Umbertide: Ubaldi M. 9, Ottaviani 30, Palazzetti 6, Ercolanelli 7, Tellini 16, Biccheri 7, Ubaldi V. 4, Giulietti A. (L1) 1. N.e.: Bianchini, Fiorucci, Governatori, Pannacci, Moretti, Giulietti M. (L2). B.s. 4, 10 ace, 16 muri, 41 errori. Allenatore: Gabriele Violini. Vice allenatore: Serena Fiorucci. Centova Perugia: Terchi, Calzola, Pompila, Iacobelli, Tromeani, Bellucci. (scores non disponibili). Arbitro: Angela Salinaro

11/11/2017 19:34:13 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy