Categorie

Sport Basket: PFU sconfitta anche nel derby contro Orvieto

Continua il digiuno di vittorie per la Pallacanestro Femminile Umbertide che esce sconfitta anche dal derby umbro contro la Ceprini Orvieto. Le rupestri si impongono 72-59, con 22 punti di Rupnik, i 20 del capitano Giorgia Manfrè e gli 11 di Coffau. La PFU ha dovuto fare a meno, ancora una volta, della pivot Evita Iiskola, giocatrice che avrebbe potuto fare la differenza. In doppia cifra tra le umbertidesi Chiara Fusco (10) e la pivot Adriana Cutrupi (14). La ragazze di coach Contu devono ancora crescere per raggiungere la salvezza, oltre a fare i conti con la sfortuna. Da rivedere alcune decisioni degli arbitri, pronti a sanzionare Dettori con una fallo tecnico, ma non fanno altrettanto con una giocatrice rupestre che si comporta in maniera più grave.   Orvieto sale quindi a quota 8 punti in classifica ed Umbertide rimane a 4, con alle spalle Alghero, Cagliari e Forlì.   Prossimo impegno per le umbertidesi sabato 2 dicembre, ancora in trasferta contro la corazzata Bologna.   Azzurra Ceprini Orvieto-Pallacanestro Femminile Umbertide 72-59 Parziali: 20-18, 33-33, 54-47.   Azzurra Ceprini Orvieto: Porcu 7, Bambini 2, Coffau 11, Rupnik 22, Manfrè 20, Grilli, Petronyte ne, Kolar, Presta ne, Chrysanthidou, Monaco 4, Lombardo 6. Allenatore: Massimo Romano Pallacanestro Femminile Umbertide: Dettori 8, Paolocci 6, Meschi 3, Cutrupi 14, Landi 9, Giudice 8, Fusco 10, Conti ne, Zucchini 1, Catalino, Iiskola ne. Allenatore: Alessandro Contu Arbitri: Di Pinto e Bertuccioli di Pesaro  

26/11/2017 10:30:47

Sport Volley: altra vittoria per la Sir Perugia, Trento ko 3-0

di Raffaello Agea  PERUGIA – Un noto scioglilingua recita di trentatré trentini che entrarono trotterellando in una città. Stasera a Perugia c’erano dei trentini, quelli della Diatec, che forse avrebbero voluto trotterellare, ma che di sicuro avrebbero voluto vincere una partita di pallavolo. Ma dall’altra parte hanno trovato dei perugini, quelli della Sir, che in sella ad una cavalleria travolgente non li hanno fatti entrare, anzi li hanno respinti senza appello sul campo di battaglia-taraflex di un gremito Palaevangelisti. Eppure di cavalli di razza, nonostante l’assenza dello schiacciatore Kovacevic (tre nazionali azzurri quanto meno) quei trentini li avevano e li hanno, ma nulla hanno potuto contro la testa, il cuore e la voglia di vincere di un’indomita Sir, anche nelle situazioni di punteggio meno favorevoli. Già dalle prime battute gli uomini di Bernardi mettono le cose in chiaro, allungando subito sul 4 a 0. I trentini però non ci stanno e si riportano in parità a metà parziale, rimanendo attaccati al punteggio senza subire break decisivi. Ed è a questo punto che alla testa ed al cuore, proprio sul finale della frazione, si aggiungono la tecnica individuale e la tattica frutto delle scelte del tecnico della Sir, con il doppio cambio di Shaw per De Cecco (per avere qualcosa in più a muro)  e di Della Lunga per Anzani (alla ricerca di incisività al servizio). Ed è proprio Della Lunga a mettere a segno un servizio rimandato dall’altra parte, che consente un tapin di Zaytsev e subito dopo un ace, che danno a Perugia quattro set point e che consentono ai padroni di casa di sfruttare subito l’occasione, portandosi in vantaggio per 1 a 0. L’andamento del secondo set è molto simile al primo ed anzi, proprio quando il punteggio si avvicina alla sua eventuale conquista, Trento mette il muso avanti, sfruttando bene servizio ed attacco. Si arriva sul 24 pari: un attacco devastante di Zaytsev e la ripetizione del cambio di Anzani che esce per Della Lunga, consente a quest’ultimo di mettere a segno un altro ace e di mandare i suoi sul 2 a 0. Partita finita? Macché! Trento non è squadra che molla, tanto meno con un tecnico come Lorenzetti. Nonostante Perugia vada oltre il break a metà frazione, si arriva ai vantaggi e sono gli ospiti a collezionare 3 set point. E qui arriva un capolavoro di tecnica con un gesto atletico che non sta scritto nei libri di fisica: Colaci salva ad una mano un attacco destinato a cadere sull’angolo di posto  1 mettendola sopra la testa di De Cecco, che non si fa certo pregare a servire Russell ed a metterlo in condizione di attaccare in modo vincente. Set point annullato, attacco out della Diatec, monster block di Anzani che dà ai suoi il punto della vittoria. Le chiavi del match: sicuramente la tecnica e le tattiche dei momenti decisivi, come negli episodi che hanno deciso nel finale di ogni set; ma  soprattutto il fatto di crederci e di gettare il cuore oltre l’ostacolo, che poi sono i migliori alleati del bagaglio tecnico. Ma anche il lavoro “dietro le quinte”, dal momento che, senza nulla togliere a chi la palla la mette giù (il 71% in attacco di Russell è percentuale da capogiro), c’è anche chi, come ad esempio Zaytsev, si scarifica in ricezione con percentuali ben sopra la media. Ultima nota: forse in situazioni come questa, in un passato non lontanissimo, la Sir avrebbe lasciato per strada qualche set, o peggio avrebbe rischiato di perdere. Non in questo scorcio di stagione, cioè da quando la squadra ha dimostrato convinzione nei propri mezzi, determinazione, freddezza a volte ai limiti del cinismo e cuore, tanto cuore; quel cuore che tanto piace al pubblico che, Sirmaniaci in testa, De Cecco e compagni deliziano con giocate di altissima scuola. Ci sarà un ritorno, cioè quando i perugini entreranno a Trento; e vedremo se, trotterellando o meno, si porteranno a casa qualcosa in più di una trasferta … Per il momento, però, i loro cavalli scalpitano ancora lungo la prateria solitaria del primato in classifica.        La partita Trento scende in campo con l’assenza di Kovacevic, mentre la Sir si presenta con la formazione titolare. Al servizio Trento con Hoag, primo punto per la Sir con Podrascanin. Muro di Anzani: 2 a 0 Perugia. Ace del Potke: 3 a 0 Sir. Muro di Atanasijevic: 4 a 0 per i padroni di casa. Lorenzetti chiede time out. Lanza porta Trento sul 4 a 2 per la Sir. Russell da posto 4: 6 a 3 per i Block Devils. Atanasijevic potentissimo in parallela: 7 a 4 per Perugia. Servizio potente di Vettori non controllato: 8 a 7 per la Sir. Errore di Podrascanin al servizio: 10 a 9 per i padroni di casa. Sbaglia anche Giannelli al servizio: 12 a 10 per la Sir. Pipe di Lanza che porta in parità il punteggio: 13 – 13. Zaytsev morbido dietro il muro: 14 – 13 Perugia. Break di Perugia con Podrascanin: 15 – 13. Muro di Atanasijevic: 17 – 14 Sir. Trento recupera 2 punti e si riporta sotto, ma Atanasijevic riporta Perugia a + 2: 18 – 16. 18 pari dopo un buon servizio jump flot di Kozamernik. Ace di Russell: 21 a 19 per la Sir. Trento recupera un punto e Bernardi chiama time out. Out il servizio di Lanza: 22 a 20 per la Sir. Doppio cambio per la Sir: Della Lunga per Anzani e Shaw per De cecco. Tapin di Zaytsev dopo servizio potente di Della Lunga: 23 a 20. Della Lunga: ace e 24 a 20. Poi Della Lunga sbaglia al servizio, ma ci sono ancora 3 set point per Perugia. Chiude lo Zar: 25 a 21. Secondo set Si apre con due ace dello Zar: 2 a 0 Perugia. Attacco out di Lanza confermato dal videocheck: 6 a 3 Sir. Muro out di Atanasijevic: 7 – 5 Sir. Ace di De Cecco: 9 – 5 Perugia. Ace di Vettori che riporta i suoi sotto di un punto: 9 – 8 Perugia. Pipe di Russell che riporta Perugia 10 a 9. Pipe violebtissima dello Zar: 11 – 10 per la Sir. Muro di Anzani: 12 – 10 Perugia. Russell chiude sui due metri: 13 – 11 Sir. De Cecco prova di seconda, ma la palla non passa: 14 – 13 per Trento. Poi De Cecco di ripete con lo stesso colpo: 14 pari. Anzani tenta una difesa impossibile: 16 a 15 per Trento. Zar potentissimo dopo una sua difesa: 17 a 16 per Perugia. Muro di Zaytsev e due punti di vantaggio per la Sir: 18 a 16. Errore al servizio di Trento: 19 a 17 pr la Sir. De Cecco tenta ancora di seconda ma sbaglia: 20 a 19 per la Sir. Servizio vincente di Carbonero: Trento si porta in vantaggio 21 a 20 e Bernardi chiede time out. Vettori porta i suoi sul 22 a 20. Trento va 23 a 21 con un attacco da seconda linea. Russell: 23 a 22 per Trento. Shaw per De Cecco, che serve Atanasijevic implacabile da posto 2: 23 pari. Invasione di Trento: 24 a 23 Perugia. Russell sbaglia al servizio: 24 pari. Zaytesv potentissimo: 25 a 24 Perugia. Ace di Della Lunga entrato per Anzani: 26 a 24 per Perugia. Terzo set Anzani porta Perugia sul 2 a 1. Un’azione lunghissima con salvataggi da ambo le parti porta Trento in parità: 2 a 2. Muro di Russell e poi di De Cecco: Perugia va sul 4 a 2 in suo favore. Salvataggio di Colaci e carezza di Zaytsev: 5 a 2 per Perugia. Lanza incide al servizio, ma poi sbaglia dai 9 metri: 6 – 4 Perugia. Zaytsev murato: parità 6 a 6. Pipe di Russell: 7 a 6 Perugia. Buon servizio di Vettori che porta i suoi in vantaggio 8 a 7. Ancora pipe di Russell: 8 pari. Alzata in bagher di De Cecco e chiusura di Atanasijevic: 9 pari. Russell altissimo da posto 4: 11 a 9 per Perugia. Muro di Atanssijevic: 12 a 9 Sir. + 4 per Perugia (13 – 9) su chiusura di Podrascanin. Trento recupera dopo 2 attacchi sbagliati di Perugia e si riporta in parità (13 – 13) con un ace di Hoag. Anzani primo tempo in diagonale su posto 5: 15 a 14 per Perugia. Errore di Lanza al servizio: 16 pari. Primo tempo velocissimo di Podrascanin: 17 pari. Time out chiesto da Perugia sul 18 a 17 per Trento. Muro out di Perugia: Trento a + 2 sul 19 a 17. Ancora + 2 (20 – 18) per Trento su errore al servizio dello Zar. Russell: 21 a 20 Trento. Ancora Russell in cielo: 22 a 21 per gli ospiti. Shaw entra per De Cecco. Muro vincente di Perugia: 22 pari. Errore di Russell al servizio: 23 a 22 per Trento. 23 pari su errore al servizio di Trento. Della Lunga entrato per Anzani sbaglia al servizio: 24 a 23 per Trento. Teppan appena entrato per Trento sbaglia al servizio: 24 pari. Servizio out di Vettori: 25 pari. Muro vincente di Perugia: 26 pari. Set point Trento dopo attacco vincente dal centro (27 – 26). Ancora Trento ad un punto dal set su muro out: 28 a 27. Slavataggio di Colaci al limite della fisica e chiusura di Russell: 28 pari. Attacco out di Trent: 29 a 28 Perugia e set point. Muro vincente di Perugia e match conquistato. SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO 3-0 (25-21, 26-24, 30-28) SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 12, Podrascanin 7, Anzani 7, Zaytsev 11, Russell 15, Colaci (libero), Della Lunga 2, Shaw, Berger. N.e.: Ricci, Siirila, Andric, Cesarini (libero). All. Bernardi, vice all Fontana. DIATEC TRENTINO: Giannelli 1, Vettori 16, Zingel 4, Kozamernik 1, Lanza 9, Hoag 13, De Pandis (libero), Teppan, Eder Carbonera 5. N.e.: Cavuto, Chiappa, Partenio. All. Lorenzetti, vice all. Petrella. Arbitri: Stefano Cesare – Andrea Puecher

16/11/2017 19:18:52 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy