Categorie

Attualità » Primo piano Camminatura a Monte Acuto e Monte Corona domenica 30 aprile in occasione delle Giornate dedicate alla natura nelle aree protette Natura 2000

Riceviamo e pubblichiamo Domenica 30 aprile è in programma una giornata intera fra la cima di Monte Acuto e Monte Corona. La prenotazione è OBBLIGATORIA entro venerdì 28 aprile. La passeggiata fa parte di una tre giorni organizzata in collaborazione con l'Associazione Valle del Carpina. Sono giornate interamente dedicate alla natura, immersi nelle aree Natura 2000, protette dall'Unione Europea, più suggestive dell'Alta Umbria: - 29 aprile Zona Speciale di Conservazione dei Boschi di Pietralunga - 30 aprile Zona Speciale di Conservazione dei Monti Acuto e Corona - 1º maggio Zona Speciale di Conservazione Serre di Burano L’obiettivo dell’evento è quello di valorizzare il territorio e promuovere il turismo sostenibile nelle Aree Natura 2000 dell’Alta Umbria. Il ritrovo per la passeggiata del 30 aprile è previsto per le ore 9.00 alla Badia di Monte Corona (Umbertide). La prima tappa sarà la cima di Monte Acuto, passando per Cima Cerchiaia, poi attraverso il sentiero didattico si scenderà fino all'area pic-nic dove si pranzerà con carni alla griglia offerte dall'organizzazione. Dopo pranzo, la navetta ci trasferirà nell’antico borgo di Santa Giuliana e da lì si raggiungerà l'Eremo di Monte Corona. In cima, i Monaci di clausura di Betlemme ci accoglieranno e ci guideranno alla visita dell'Eremo.  Scenderemo a piedi lungo l'antica via della Mattonata fino a raggiungere la Badia ai piedi del Monte.  Raggiungeremo poi Mola Casanova dove si potrà visitare la centrale idroelettrica e ci si potrà rilassare nel giardino attrezzato. Il costo, comprensivo di pranzo e navetta, è di € 29,00. Per maggiori informazioni: info@molacasanova.it - www.molacasanova.it La lunghezza del percorso a piedi è di circa km 12, difficoltà (E) - dislivello 350 m Il rientro a Mola Casanova è previsto per le ore 17.00 circa. Si consiglia di indossare scarponcini da trekking e di portare k-way e acqua. La cima di Monte Acuto è spesso ventilata.    

25/04/2017 13:32:45 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Le azioni sulla sicurezza del Comune di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo Sul fronte della collaborazione tra tutte le forze in campo, il sindaco Locchi e l’assessore Leonardi sottolineano l’impegno costante dell’Amministrazione L’ Amministrazione Comunale ha posto sempre al centro della propria attività il tema della sicurezza con investimenti ed azioni concrete nell’ottica di migliorare le competenze che la riguardano come Ente territoriale e con gli strumenti di cui può disporre. Ciò in quanto il tema della sicurezza investe molteplici aspetti gran parte dei quali travalicano i confini comunali (come lo spaccio di droga) e vanno affrontati attraverso soggetti specializzati e strutturati per affrontare specifici fenomeni criminosi. Talvolta il fenomeno si manifesta con episodi allarmanti come avvenuto di recente ma tutte le Istituzioni, compreso il Comune di Umbertide, sono già attive e intervengono tentando di contrastare i pericoli per la comunità e nel contempo non compromettere le indagini e gli interventi delle varie Forze in campo. Tuttavia è evidente che al cambiamento della società si è di pari passo affiancato un cambiamento della criminalità che vede nuovi strumenti sempre più complessi per delinquere e diramarsi. Dal proprio canto il Comune di Umbertide interviene su vari fronti sia con il potenziamento degli operatori sociali di strada che tentano di intervenire in modo preventivo, sia sul controllo del territorio posto in essere dalla Polizia Municipale. Quest’ultima negli anni si è dotata di moderni strumenti di accertamento e ha incrementato le proprie competenze anche in virtù della sempre maggiore specializzazione richiesta nell’operare in tema di sicurezza. In particolare è stato installato un moderno sistema di videosorveglianza che consente di identificare persone e registrare targhe di veicoli molte volte consultato anche dalla altre Forze di Polizia presenti sul territorio. Tale impianto verrà notevolmente implementato già quest’anno con nuovi postazioni posizionate anche nei luoghi maggiormente frequentate dai cittadini. Ma è soprattutto sul controllo della strada, della sicurezza della circolazione, degli interventi in caso di sinistri stradali che la polizia municipale ha il ruolo di protagonista nell’operare sul territorio. Per tale motivo è il primo referente per i sinistri stradali dove opera anche utilizzando drug test e strumenti per verificare l’eventuale stato di ebbrezza dei conducenti. La Polizia municipale è inoltre in possesso della strumentazione tecnologica per verificare in tempo reale la copertura assicurativa dei veicoli, la revisione e l’eventuale furto delle vetture e poter di conseguenza operare come accaduto anche recentemente con l’avvenuto sequestro di un veicolo circolante senza assicurazione. La polizia municipale è inoltre impegnata fortemente nella prevenzione realizzata attraverso l’educazione stradale agli studenti effettuata con modalità sempre nuove e in grado di migliorare la consapevolezza dei pericoli nei più giovani. Oltre che sul controllo della circolazione stradale, la polizia municipale interviene nel controllo del territorio e in particolare dell’ambiente e degli illeciti edilizi compiuti attraverso sopralluoghi nei cantieri, presso gli edifici privati e presso parchi e spazi pubblici. Ma l’ambiente urbano coinvolge anche le attività produttive nonché i mercati settimanali e le fiere del territorio che vedono controlli amministrativi costanti e silenziosi a tutela della regolarità delle transazioni, del corretto svolgimento delle manifestazioni e della sicurezza igienica dei consumatori. Inoltre la polizia municipale è il soggetto istituzionale impegnato nella verifica dei requisiti degli alloggi e della legittima occupazione delle residenze da parte dei cittadini italiani e stranieri. I controlli vengono ovviamente compiuti sotto l’attenzione degli operatori della polizia municipale nell’ambito delle prerogative riconosciute e dei diritti di tutti i cittadini al libero spostamento e alla riservatezza del proprio domicilio. Le forze in campo sono molte con gravosi compiti che giustamente coinvolgono anche l’obbligo di adempimenti amministrativi di trasparenza e correttezza dell’operato. Ciò determina quindi importanti attività anche sul piano amministrativo soprattutto laddove gli uffici siano impegnati in progetti sulla sicurezza con finanziamenti da Enti esterni come ottenuti dalla Polizia Municipale di Umbertide quale capofila del Progetto Sicurezza Intercomunale cofinanziato dalla Regione Umbria o il progetto Sicurezza Stradale Associata finanziato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che comportano impegni aggiuntivi per gli operatori della P.M. incaricati di migliorare l’ambiente cittadino. Anche sul fronte della collaborazione tra tutte le forze in campo il Sindaco Marco Locchi e l’Assessore Paolo Leonardi sottolineano un forte e costante impegno della Amministrazione. Ne è conferma l’incontro con il Sig. Prefetto di Perugia e con i vertici delle forze dell’ordine organizzato per il giorno 26/04/2017, in cui verrà riaffermata la necessità di interventi sul territorio umbertidese mirato ad aumentare i controlli e la presenza da parte delle forze dell’ordine. Sotto il profilo della collaborazione tra tutti i soggetti che a vario titolo sono coinvolti nell’azione di salvaguardia e tutela della legalità sul territorio viene inoltre ricordato l’accordo tra Prefettura, Comune di Umbertide e le agenzie private di vigilanza nello scambio di informazioni e il protocollo sulla legalità stretto nel 2016 tra la Prefettura e il Comune di Umbertide.        

24/04/2017 14:19:58 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Sparatoria ad Umbertide: arrestato il presunto responsabile

L'ex Sindaco di Umbertide ed attuale deputato PD Giampiero Giulietti, ha annunciato in un post su Facebook: ''Questa mattina è stato arrestato il responsabile della sparatoria in via Alfonsine ad Umbertide avvenuta alla vigilia di Pasqua. Grazie alla Polizia di Stato, grazie alle forze dell'ordine per il loro lavoro straordinario. Quanto avvenuto la notte del sabato Santo ci deve far riflettere sulle azioni da mettere in campo per combattere lo spaccio di sostanze stupefacenti e per garantire la necessaria sicurezza ai cittadini. Più che le polemiche sterili serve l'impegno di tutti a tutela delle nostre comunità''. Nelle ore successive ai fatti, era stata diramata la notizia dell'arresto di uno dei responsabili della sparatoria. Il presunto responsabile è stato arrestato nella mattinata di oggi. Numerose le reazioni sui social degli umbertidesi con commenti quali :’’Speriamo che ora la legge lo tenga dentro non agli arresti domiciliari’’ o ‘’Speriamo soprattutto di non diventare periferia di Perugia’’. Ed altri come: ‘’ E speriamo che un comune con più di 20000 abitanti abbia un presidio di forze dell'ordine 24 ore su 24 e non solo in orari di Ufficio’’. AGGIORNAMENTO ORE 15 In merito all'arresto del presunto responsabile della sparatoria avvenuta il 15 aprile scorso in via Alfonsine ad Umbertide, informiamo i lettori che il soggetto era già stato individuato e denunciato a piede libero il giorno dopo i fatti. Nei confronti dello stesso è stato disposto l'arresto da parte del Magistrato, visti gli elementi di prova a suo carico.

24/04/2017 13:57:55 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy