Categorie

Sport Calcio: aria di cambiamento per l'ASD Pierantonio Cosmos 1965

Aria di cambiamento per l'ASD Pierantonio Cosmos 1965 che, in seguito all'assemblea pubblica di qualche giorno fa, ha deciso di ripartire alla grande e rilanciarsi con sguardo lungimirante per il prossimo campionato. "Ci sarà il massimo dell'impegno, cercheremo nel pieno delle nostre facoltà di riportare in alto il Pierantonio, con determinazione e con un ambizioso nuovo progetto che duri nel tempo" queste le prime parole del presidente Filippo Maggesi che ha anche annunciato, oltre alla riconferma della vecchia società, l'ingresso dei nuovi soci Filippo Fumanti, Luca Fumanti, Rinaldo Magnamacco e Giovanni Fiorucci, i quali si sono dimostrati entusiasti di partire con questa nuova avventura. Il nuovo direttivo è già al lavoro e si sta dimostrando non solo coeso ma anche ostinato nel dare il proprio contributo, ognuno nel proprio settore, con l'intento di portare una ventata d'aria fresca e cercando di fare un buon lavoro. L'obiettivo della società è di fare un ottimo campionato, ai vertici della classifica. Dopo la decisione di alcuni giocatori di lasciare la squadra, la dirigenza si sta mobilitando con determinazione per sostituire le partenze in maniera più che adeguata e con l'intento di costruire una rosa in grado di lottare per traguardi importanti. Inutile dire che questo progetto avrà delle basi di partenza, che prenderanno spunto dalla stagione calcistica scorsa cercando sempre di fare meglio. Ovvio, c'è da tener conto di fattori che non dipenderanno da nessuno, ma l'impegno profuso sarà sempre massimo per superare ogni ostacolo. Un altro obiettivo non da meno che la società si è posta è quello di riportare i pierantoniesi allo stadio, cercando di ricreare entusiasmo tramite il gioco del calcio, allo scopo di riscoprire l'unità paesana che ha contraddistinto questa comunità.

19/06/2018 12:28:18

Sport Volley Umbertide sugli scudi: l'under 14 conquista il campionato femminile CSI

Percorso netto della squadra guidata da Elena Cirilli, che si aggiudica tutti gli incontri disputati e fa suo il torneo con indiscusso merito di Raffaello Agea Umbertide – Che la squadra under 14 del Volley Umbertide avesse le qualità per emergere, si era visto nel corso dell’anno. La recente conquista degli ottavi di finale regionali del torneo FIPAV era un buon biglietto da visita, grazie al quale il “ranking” della compagine aveva subito un netto innalzamento. E siccome i discorsi iniziati, nello sport così come in altre occasioni, soprattutto quando sono frutto della logica, non vanno mai interrotti, coach Cirilli ha proseguito l’ottimo lavoro svolto nel corso dell’anno. La logica dello sport, nella pallavolo ancor di più, è un lavoro fatto di tanti allenamenti, di affinamento tecnico, di voglia di stare insieme, di crescere insieme. Di certo un’eccellenza, ove solo si consideri che mentre altre società dispongono di un numero molto elevato di atlete, la rosa a disposizione è in questo caso più limitata. Alla fine la dedizione e l’impegno di tutte sono stati ripagati ed è arrivato un titolo che, soprattutto in questo periodo dell’anno, serve anche da “ponte” per la prossima stagione, quando le ragazze torneranno in palestra con questo dolce ricordo, ma soprattutto con nuove e più importanti motivazioni. La squadra, con qualche piccolo cambiamento di ruolo nelle ultime settimane, è cresciuta molto; non solo e non tanto dal punto di vista tecnico e tattico, ma anche a livello di atteggiamento positivo in campo, tanto che quando cade qualche palla difendibile o qualche set viene ceduto con troppa facilità, tutte pensano solo al punto al parziale successivo. E non sono mancati nemmeno un paio di innesti provenienti dall’under 12, fondamentali per dare anche un po’ di riposo alle titolari.  Anche in questo caso, come in occasione dell’obiettivo già raggiunto, il presidente Paolo Ciaccini e tutti i dirigenti, insieme a genitori ed appassionati, hanno espresso grande soddisfazione. L’auspicio è poi di rivedere le ragazze in prima squadra e che diano soddisfazioni a tutto il movimento. Questa la rosa a disposizione dell’allenatore: Cristina Ceccagnoli, Costanza Agea, Elisabeth Lang, Vittoria Pinzaglia, Maria Sole Riccardini, Maria Vittoria Mambrucchi, Ilaria Morbidoni, Elisa Squartini, Lucia Merli, Aurora Marcucci, Rachele Selvi, Sofia Corbucci, Anna Campanelli, Sofia Minelli, Emma Mussini, Giada Bogna (queste ultime provenienti dall’under 12).

04/06/2018 10:51:05

Sport Volley Umbertide campione nel Trofeo Regione Umbria: coach Roberto Milleri porta la la squadra under 12 femminile al successo

Le giovani umbertidesi battono in finale Sigillo con un netto 2 a 0 e fanno loro l’importante titolo  di Raffaello Agea Sigillo – Del considerevole numero di atlete dei settori giovanili del Volley Umbertide, si era già parlato in occasione dell’accesso alla semifinale del Trofeo Regione Umbria della squadra agli ordini di mister Roberto Milleri. Passando alla qualità, l’ottimo livello di gioco si era già cominciato a vedere nel corso dell’anno, quando le giovanissime pallavoliste umbertidesi, classificandosi al primo posto del loro girone e cedendo solo un set, avevano conquistato la semifinale della manifestazione. Anche in semifinale, poi, con la vittoria per 2 a 0 contro Deruta (25 – 16; 25 – 16), quanto alla qualità la storia si era ripetuta.  Per chiudere con un capitolo ancor più bello, però, mancava la battaglia più importante. E quella battaglia, per coronare il sogno, bisognava vincerla contro le avversarie di turno in quel di Sigillo. L’attesa, scontato dirlo, anche per le under 12 si era fatta sentire. Ma le umbertidesi hanno trasformato quell’attesa in energie positive, disputando una partita senza sbavature, ma soprattutto con una tranquillità che farebbe invidia ai più navigati. Gioco e punteggio sempre sotto controllo, con il braccio che non ha tremato quando lo score ha cominciato a essere decisivo. Alla fine (con un doppio 25 a 20), quando il primo arbitro ha assegnato l’ultimo punto è esplosa incontenibile la gioia per il traguardo raggiunto, con le ragazze quasi a soffocare il loro condottiero/allenatore. Ma prima ancora di continuare i festeggiamenti con genitori, amici e sostenitori accorsi, il saluto e il tributo alle valorose avversarie e la grande emozione di una medaglia consegnata dal Presidente del Comitato Provinciale di Perugia Luigi Tardioli, appositamente presente per questo importante momento. Ed è stato proprio il Presidente Tardioli, che ben conosce la quarantennale tradizione del volley umbertidese, ad esprimere la propria profonda soddisfazione per la manifestazione, complimentandosi con vincitrici e vinte, oltre che con i tecnici e con le due società Foto di rito e seconda parte dei festeggiamenti insieme al Presidente Paolo Ciaccini ed ai dirigenti della società, che oltre a complimentarsi con Milleri e le ragazze, hanno toccato con mano come quelle medaglie al collo fossero di colpo diventate simbolo inseparabile di una vittoria e del lavoro di tutta la società. Anche l’inchiostro di queste righe sia un applauso a tutte le giocatrici: Alessia Orsini, Anna Occhirossi, Elena Casagrande, Emma Mussini, Giada Bogna, Giorgia Bogna, Giorgia Ronquillo, Giulia Gaggioli, Glenda Hyka, Letizia Scota, Letizia Selvi, Lucia Lang, Melany Ronquillo, Mia Fiorucci, Rita Micheletti, Sara Spaziani, Tania Fiorucci, Virginia Modena, Vittoria Tempobuono, Elena Palazzetti, Aurora Fiorucci.  Con l’auspicio che tutto ciò sia un segno premonitore per altro inchiostro della stessa qualità.  

03/06/2018 14:24:59

Sport Volley D/F: si ferma in semifinale playoff la cavalcata del Volley Umbertide

Con il punteggio di 3 a 0 Narni si aggiudica gara 2 e conquista la possibilità di disputare la finale per la promozione in serie C di Raffaello Agea Umbertide – Il campo ha detto no al Volley Umbertide, che vede sfumare l’obiettivo della finale playoff a favore di Narni. Nonostante la pur buona prestazione di gara 1 sul campo delle avversarie, con una sconfitta maturata solo al tie break, le umbertidesi non sono riuscite a replicare quanto di buono avevano fatto vedere nel corso dei due set conquistati in quell’occasione.  Il pubblico accorso numeroso, come sempre generoso in fatto di incitamento per le proprie beniamine, a partire dallo striscione a inizio partita con l’invito a ruggire ancora, è il primo a crederci. Fino ad un certo punto del primo set, le ragazze di coach Gabriele Violini ripagano gli sforzi dei loro sostenitori, poiché pur trovandosi sotto nel punteggio (5 – 10), trovano la chiave del gioco e la convinzione per recuperare: il muro costringe le narnesi a commettere qualche errore in attacco; Giada Palazzetti da posto 4 mette a terra un paio di colpi in attacco; poi un muro vincente della regista Martina Ubaldi, un altro attacco dell’opposta Greta Ottaviani, oltre ad un tapin della centrale Cecilia Rometti su ricezione lunga e un’invasione, consentono un break di 8 a 0 per il provvisorio + 3 (13 – 10). Narni è però squadra coriacea, oltre che ben assortita e con una panchina abbastanza lunga. Ed è proprio in virtù di alcune variazioni, oltre che dei cambi ben sfruttati, che riesce a riportarsi sotto e a pareggiare (15 – 15; 17 – 17). A quel punto, però, le umbertidesi si disuniscono un po’, e nonostante qualche buon attacco della schiacciatrice Matilde Ercolani, complice qualche errore proprio sulle variazioni delle avversarie, cedono il parziale con lo scarto minimo (25 – 23). Nel secondo frangente le ospiti capiscono che il bandolo della matassa sta proprio nelle variazioni, a fronte delle quali la panchina corta delle padrone di casa non è in grado di rispondere in modo adeguato. Si parte con un parziale di 4 a 1 in favore di Narni, che mantiene il vantaggio fino all’8 pari, raggiunto con il contributo in attacco di Chiara Moretti dal centro e con un ace realizzato da Martina Ubaldi. Ma non basta l’ingresso in campo di Maddalena Rosi, che in seconda linea dà una grossa mano ai due liberi Althea Giulietti e Martina Giulietti. Narni controlla e allunga in modo decisivo, conquistando il secondo game con ampio margine (25 – 13). Quando le avversarie potrebbero aver maturato la convinzione di poter dilagare, anche Umbertide non molla e malgrado si trovi sotto di 7 (13 – 20), trova la forza di reagire. L’attacco, soprattutto con Ottaviani ed Ercolani, dice la sua, ma sul muro Narni trova diversi mani out ed alcuni palloni non irresistibili, soprattutto a seguito delle azioni più lunghe, cadono sui 5 metri. Il massimo sforzo produce un recupero che vale il 19 a 22. Dopo aver annullato 2 match point, con un attacco di Maddalena Rosi, Umbertide mette a segno il punto del 22 a 24. Ma è l’ultimo della stagione, con Narni che nell’azione successiva chiude il set (25 – 22) e l’incontro. Prima ancora dei bilanci, c’è da dire che Narni ha meritato il passaggio del turno, soprattutto per la maggiore determinazione che ha caratterizzato il suo gioco. Una determinazione che le atlete narnesi hanno certo nel loro DNA e per alimentare la quale forse non c’era bisogno degli innumerevoli “pungoli verbali” rivolti a tutti i presenti dalla loro allenatrice, peraltro stigmatizzata anche dalle prime per questo suo particolare modo di incitare. Cosa che, tra l’altro, ha costretto il segnapunti a richiamare l’attenzione dell’arbitro (che dalla sua postazione non poteva certo sentire e/o interpretare i labiali) che a sua volta interrompeva il gioco al fine di ricomporre la situazione. Passando ai bilanci, il bicchiere di Umbertide è senza dubbio mezzo pieno se si guarda agli obiettivi possibili a inizio stagione. Mister Violini, a specifica domanda, ha affermato che ai blocchi di partenza forse avrebbe messo la firma su questo risultato. Un risultato certo possibile, ma considerando anche l’andamento della stagione, funestato da una serie incredibile di infortuni e assenze che hanno rallentato il cammino e costretto a soluzioni di ripiego. E quando si gioca in pratica senza cambi, come ha ancora commentato Violini, nella partite più tirate serve sempre il 100% e forse più. Ma è assolutamente comprensibile che, soprattutto dopo una stagione molto lunga, anche un leggero calo possa essere fatale.  Un solo rammarico: con un pizzico di fortuna in più e con un roster più stabile, quanto meno sarebbe stato possibile giocare la finale. Ma a questo punto l’appuntamento è rinviato alla prossima stagione, auspicando maggiori fortune e soprattutto la possibilità di disporre di un parco giocatrici sempre disponibile, con qualche cambio in più a dare equilibrio a tutti i reparti, soprattutto per fronteggiare imprevisti che, si sa, sono sempre dietro l’angolo. Il tabellino Volley Umbertide – Bar Scalo 82 Narni 0 – 3 Parziali: 23 – 25, 13 – 25, 22 – 25 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 2, Ottaviani 13, Ercolani 12, Palazzetti 11, Moretti 3, Rometti 5, Rosi 1, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e.: Pannacci, Governatori, Nicoletti, Beacci. B.s. 3, Aces 2, Errori 35. Allenatore: Gabriele Violini Bar Scalo 82 Narni: Arbuatti Lavinia, Arbuatti Lucrezia, Cesaroni, Eresia, Novelli, Rossi, Schifano, Vittori, Zagori. Allenatore: Lucia Corazza (dati relativi agli scores individuali ed altro non disponibili) Arbitro: Cristina Cammarano

30/05/2018 20:37:38

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy